730 2012: proroga della scadenza per la compilazione e consegna del modello 730/12

agenzia-delle-entrate-logo.jpg

Prorogati i termini di consegna del modello 730/2012 relativi alla denuncia dei redditi 2011.

Il Consiglio dei Ministri ha varato in data 26 aprile 2012 il decreto legge di proroga di alcune delle scadenze relative alla modello 730 dell’anno in corso.

La proroga dei termini riguarda:

i contribuenti che possono effettuare la dichiarazione dei redditi 2011 mediante modello 730

i sostituti d’imposta

i CAF e i professionisti abilitati

Vediamo in dettaglio le nuove scadenze per ciascuna categoria

Nuove scadenze per i contribuenti

mercoledì 16 maggio 2012: termine di consegna del modello 730/12 al sostituto d’imposta

o in alternativa

mercoledì 20 giugno 2012: termine di consegna del modello 730/12 al CAF  o al professionista abilitato

Nuove scadenze per i sostituti d’imposta

mercoledì 16 maggio 2012: termine di raccolta dei modelli 730/12

venerdì 15 giugno 2012: termine di consegna al contribuente del prospetto di liquidazione e della dichiarazione elaborata

Nuove scadenze per i CAF e professionisti abilitati

lunedì 2 luglio 2012: termine di consegna al contribuente del prospetto di liquidazione e della dichiarazione elaborata

giovedì 12 luglio 2012: comunicazione al contribuente del risultato finale della dichiarazione e trasmissione telematica all’agenzia delle entrate

Tutte le scadenze relative alla consegna dei modelli 730/12 della denuncia dei redditi 2011 sono state prorogate mediante decreto legge del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2012.

730 2012: proroga della scadenza per la compilazione e consegna del modello 730/12ultima modifica: 2012-04-27T12:06:00+02:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “730 2012: proroga della scadenza per la compilazione e consegna del modello 730/12

  1. I giovani non hanno un posto , ma se riflettono possono lavorare ben presto! Basta rivolgersi al governo e alla classe politica e chiedere che ogni cittadino svolga un solo lavoro e non 10 e forse di più, considerando il doppio lavoro, gli incarichi che vengono svolti da ex parlamentari o da porta borse… vi faccio un solo esempio: geometra o ingegere che svolge la propria attività, insegna all’istituto tecnico statale, è deputato e anche sindaco ed è membro di varie commissioni… ecc. ecc . e’ FACILE A DIRSI, ma chi rinunzia a più incarichi e lavoro, per far lavorare i giovani? nessuno perchè è peccato mortale e nessuno preferisce avere un solo stipendio per guadagnare appena 1000 euro , preferisce 100.000 euro. e i giovani…. “non ti curar di loro, ma guarda e passa…!

  2. @ivana ha scritto martedì, 08 maggio 2012ciao ivana, 140€ non è male come tariffa anche se in effetti c’è chi offre anche meno. Ti consiglio di provare anche con il caf dell’ACLI dalle mie parti il costo è di 80 euro ;)Cara amica, lo spirito di questa comunità è quello di darsi una mano a vicenda. Facciamo tutti parte della comunità di lettori di Crisi Finanziaria, se puoi aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, G+, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci 🙂

  3. qualc’uno mi sa dire dove posso fare compilare il 730 a prezzi ragionevoli per i miei genitori ultra 80 enni il caf mi ha chiesto 140,00€ per 730 congiunto, mi trovo a Milanograzie

  4. @cry ha scritto domenica, 29 aprile 2012ciao cry, a occhio è più conveniente che sia fiscalmente solo a tuo carico perchè tu hai l’aliquota irpef più alta fra i 2 genitori.non sono in grado di calcolare il risparmio che può avere il padre di tuo figlio in quanto occorrono una serie di altri dati e il calcolo non è per nulla banale.per fugare ogni dubbio vi consiglio di rivolgervi a un patronato, con una piccola spesa vi faranno i calcoli del caso in modo che possiate decidere nella massima trasparenza.Spero di esserti stato utile, a presto, ciao!PS: ti ho potuto aiutare perchè un’altra persona di questo blog mi ha gentilmente aiutato. Partecipa anche tu a questa semplice iniziativa, è sufficiente aiutare un’altra persona dando un’informazione utile o segnalando le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Perchè più siamo e più possiamo aiutare 🙂 grazie

  5. salve ,vorrei un consiglio sono una dipendente pubblica infermiera con un reddito annuo di circa 30.000 euro lordi con la proprietà di prima casa ,nubile con un figlio a carico al 50 %,il padre di mia figlia è disoccupato con due proprieta di cui uno affitato per cui percepisce un reddito di circa 11.000 euro annuo …mi chedo a livello di risparmio fiscale è più conveniente che la bambina sia al 100% a mio carico? E quanto invece è conveniente x il papà averla in carico al 50% (pur non essendo nel suo stato di famiglia ne risiedendo con lui…)…come lui afferma.Spero di essere stata chiara e vi ringrazio moltissimo in attesa di una vostra risposta .Cristina

  6. Buongiorno,il mio nome è Gianluca e sono il responsabile del sito Mutui.com, una guida nel settore dei mutui online. Ho visitato il vostro blog http://crisi-finanziaria.myblog.it e mi chiedevo se foste interessati ad una collaborazione redazionale a titolo gratuito. Ringraziando in anticipo per la risposta, porgo cordiali saluti. Gianluca Caruso – Mutui.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.