Manovra finanziaria agosto 2011: i commenti dei lettori (ferragosto ’11)

manovra-2011-economica-finanziaria-11-testo-decreto-legge.jpg

La parola ai lettori* del mese di agosto è dedicata alla manovra finanziaria straordinaria 2011 che il governo Berlusconi ha varato proprio alla vigilia di ferragosto.

I commenti dei lettori sono in gran parte critici e duri. Incredibilmente e inusualmente bipartisan. Infatti sia i tradizionali oppositori del governo, che i suoi sostenitori (compresi molti berlusconiani) hanno criticato aspramente la manovra bis.

A conferma del fatto che quando si tocca il portafoglio gli italiani non guardano in faccia a nessuno, nemmeno alle proprie ideologie e bandiere di partito.

E tu cosa pensi di questa nuova manovra economica (testo integrale del decreto legge)?

Era necessario farla e proprio alla vigilia di ferragosto? Condividi la posizione del ministro dell’Economia Giulio Tremonti? E soprattutto, ritieni i provvedimenti inseriti nella nuova finanziaria giusti ed efficaci?

Scrivi le tue considerazioni nei commenti al termine del post 🙂

Riportiamo di seguito la selezione sintetica dei commenti più interessanti e rappresentativi del pensiero dei nostri amici lettori.

 

 

Scricciolo ha scritto venerdì, 29 luglio 2011: “Quando frequentavo le medie (50 anni fa), ogni settimana c’era un’ora di economia domestica in cui ci veniva insegnato a condurre l’economia di una famiglia. Se le entrate mensili sono 1000, le uscite mensili saranno al massimo 1000; se le uscite previste superano le entrate, bisogna evitare alcune spese. Solo per acquisti eccezionali (l’auto, la casa) e se le uscite mensili sono sempre state inferiori alle entrate, si può pensare a rateazioni.
Non so cosa facessero i miei compagni di scuola in quell’ora, ma ci stanno governando e sicuramente non stanno mettendo in atto questi insegnamenti.

In ogni famiglia, prima di togliere il gelato ai figli, i genitori rinunciano al ristorante, al cinema, al vestito nuovo.
A cosa rinunciano i nostri padri, prima di togliere il gelato a noi, loro figli? Chi sono questi nostri padri che studiano come succhiare dalle paghette o dal nostro salvadanaio prima di rinunciare a parte delle loro entrate, benefici, vitalizzi ecc.?

Per quanto dovremo sopportare ancora questo stato di cose?

Enrico ha scritto mercoledì, 10 agosto 2011: “mi chiamo enrico, classe 1957, nel 2013 compirò 40 anni di contributi (sono lavoratore autonomo dall’età di 21 anni), chissà quando percepirò la mia pensione, a pensare che ho un amico ex dipendente pubblico classe ’57 (come me) andato in pensione (con la minima) ma a 39 anni e mezzo. se questa e’ giustizia!!! anche se c’e’ una crisi a livello mondiale e ci portiamo dietro il peso di un debito pubblico spaventoso, comunque questo governo che ho votato mi ha deluso. auguri a tutti i futuri pensionati.

Gio’ ha scritto giovedì, 11 agosto 2011: “si lavora, si lavora e si risparmia, dopo arrivano loro e prendono i soldi i soldi dai nostri conti correnti per mettere riparo ai loro sbagli. ma che stato è questo? è bruttissimo se vanno a prendere i soldi dai depositi di risparmio. meglio non avere e non fare niente!

Giuseppe de paolis ha scritto domenica, 03 luglio 2011: ho quindi aspettato tanto la famosa riforma fiscale per sentirmi dire che la classe medio bassa (15.000-28000) sarà quella più “presa in giro”. Caro governo arriveranno anche le prossime elezioni, e li faremo i veri conti!!! N.B. ho sempre votato il signor Berlusconi.

Giacomo ha scritto giovedì, 11 agosto 2011: “è finito il tempo di parlare. è arrivata la totale rovina, a bracceto con la fame e la miseria. spolverate le valigie di cartone. molto presto ci serviranno.

brigida ha scritto giovedì, 11 agosto 2011: “Buonasera, non ho avuto tempo di leggere tutti i vostri commenti , ma quello che sta succedendo nel nostro paese dovrebbe scatenare una rivoluzione di tipo francese per eliminare tutti i governanti che ci hanno ridotto in questo stato.

Le spese sulle quali intervenire per ridurre il debito pubblico sono:

– Dimezzare i parlamentari.

– Eliminare le provincie.

– Creare una polizia unica eliminando polizia di stato, carabinieri, polizia penitenziaria, finanzieri, polizia portuale, polizia zoofila, e tante altre inutili che impegnano una pluralità di persone che succhiano le risorse dello stato contanti privilegitra tra i quali ilmantenimento di circoli e foresterie sparsi in tutta italia.

– Eliminare auto blu , scorte, bouvette, barbieri e parrucchieri per i parlamentari.

– Ridurre gli stipendi ai parlamentari compresi i commessi.

– Diminuire il potere della protezione civile, caritas e croce rossa e controllarne i conti.

– Ridurre i consiglieri regionali che tra l’altro se la maggior parte sono come il trota , non servono a niente.

Purtroppo i tagli chi li fà? chi sta al potere non si autoriduce niente. La loro ricetta è far pagare i conti ai vassalli perchè loro sono i signorotti.

Ci vuole solo una rivoluzione. Sono proprio arrabbiata.

Lavoro, lavoro e riesco a malapena a pagarmi un affitto e se ho un minimo di risparmio devo anche temere che i ladri mettano le manio sul mio misero conto. E’ una vergogna!

Gigi ha scritto lunedì, 06 giugno 2011: “la patrimoniale è una mera appropriazione indebita e non un fattore psicologico di punti di vista. Anche quando si porta l’esempio delle case. Ma chi è il fisco o chi per esso, e che cosa hanno dato loro (se non fastidio e ostacoli vari) ad un poveretto (e stavolta povero sul serio) che non ha mangiato per una vita pensando di sacrificarsi per farsi un’abitazione ( non l’avesse mai neanche pensato: burocrazie, richieste di permessi, norme urbanistiche, oneri di costruzione, oneri di urbanizzazioni, permessi di sovrintendenze, e chi più ne ha più ne mette), e che al momento che vuole trasferirla a qualsiasi titolo deve pagare, e che al massimo in tre o quattro passaggi(donazioni, vendita), il proprietario è divenuto il fisco e chi per esso che hanno intascato più di quello che il poveretto ha dovuto pagare e che deve pagare! La stessa ICI ,di cui, qualche colore politico ne lamenta l’abolizione sulla prima casa, che cosa era, se non il pigione che si spartivano stato e comuni , da veri “usurpatori di proprietà dell’immobile”, che il poveretto si è fatto a sue esclusive spese, lottando contro gli ostacoli creatogli dagli stessi enti impositori. Gli speculatori edilizi sono ben altra cosa, quale ICI pagavano o pagano?

Cosa fa la politica, se non prendersela con chi sempre con sacrifici è riuscito a farsene, magari anche due di case (a volte anche dividendo in due la prima), e ci mette dentro un figlio ad abitarci (non specula con affitti e pigioni), quest’ultimo diventa il ricco di turno a cui “succhiare”, e già , non è quello che ha provveduto ad alleggerire l’onere dello stato di procurare un alloggio a tutti, ma diventa quello che “possiede” una “seconda casa”, per cui va tassato, 7 per mille ICI, aumento di un terzo rendita irpef e via discorrendo; ma se sono io il proprietario, perchè debbo pagare sul mio? Quando si tratta invece del loro, il concetto di proprietà è ben chiaro: cioè il mio è mio, e il tuo invece è …….. anch’esso mio.

Jack Montezuma ha scritto giovedì, 23 giugno 2011: “E’ ora che il governo smetta di strangolare gli italiani con nuove tasse e che inizi a tagliare i costi dei suoi ministeri e quelli della politica! Credo che il risanamento dell’Italia possa e debba passare per altre strade:

– in primis taglio dei costi della politica e delle inefficienze dell’amministrazione pubblica
– in secundis lotta all’evasione (soprattutto alla grande evasione)
– infine investimento nelle energie rinnovabili e nelle tecnologie per il risparmio energetico.

Nell’ambito del risparmio energetico esiste un potenziale incredibile, si calcola che in Italia si otterrebbe un risparmio pari all’energia prodotta da oltre 10 centrali nucleari.

Ricordo che i piani nucleari del nostro governo (prima del referendum) prevedevano 4 centrali operative entro i prossimi 20 anni, ottenere l’equivalente di 10 centrali nucleari con il solo risparmio energetico rende perfettamente l’idea del potenziale a disposizione senza considerare che il risparmio energetico sarebbe attuabile in pochi anni e non in un ventennio come con il nucleare e senza i costi dello smaltimento delle scorie radioattive… Inoltre potremmo esportare verso gli altri paesi il know-how e le tecnologie implementate dall’Italia creando così un importante nuovo volano alla crescita del nostro paese.”

*NOTA: “La parola ai lettori” è la sezione del nostro blog dedicata alla raccolta degli scritti più interessanti e suggestivi dei nostri lettori. Ogni mese pubblichiamo un nuovo post contenente la selezione dei migliori commenti a proposito di un tema specifico.

Argomenti correlati

Contributo di solidarietà lavoratori autonomi e dipendenti

Manovra finanziaria agosto 2011: i provvedimenti sulle pensioni

Elenco delle province cancellate dalla manovra di agosto 2011

Nuovo regime di tassazione delle rendite finanziarie (manovra finanziaria agosto 2011)

I nuovi limiti sui libretti al portatore della manovra finanziaria 2011 bis

Patrimoniale 2011

Nuove aliquote e scaglioni irpef

Manovra finanziaria 2011: archivio notizie

Crisi economica e finanziaria Italia 2011

I commenti dei lettori sulla manovra finanziaria straordinaria di agosto 2011 varata alla vigilia di ferragosto.

Manovra finanziaria agosto 2011: i commenti dei lettori (ferragosto ’11)ultima modifica: 2011-08-12T12:01:00+02:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

44 pensieri su “Manovra finanziaria agosto 2011: i commenti dei lettori (ferragosto ’11)

  1. Ciao, tutti questo è il signor Lee Jark un prestatore di prestito privato i emissione del prestito in una tariffa conveniente, quindi se siete interessati a ottenere un prestito leggere i dettagli qui sotto e tornare indietro.Offriamo i seguenti tipi di prestitiPrestiti personali (protetto e chirografari)Business Prestiti (protetto e chirografari)Prestito di consolidamento-Low Down o Zero Finanziamento Programma Soldi disponibiliINFORMAZIONI PRIMA SERVE SONO:Nome e Cognome:Paese / Stato:Località:Età:Contatti Numeri di telefono:Importo necessario / Durata:grazie e Dio vi benedica.Contatti Email: ssloaners@yahoo.com

  2. UNA VECCHIA STORIA CHE SI PERDE NEI TEMPI:Ogni governo che sia degno di tale nome ha sempre riesumato gli errori dei precedenti governi, da riparare sempre con le tasche del popolo povero e indifeso.Questa manovra incute paura e incertezze in quanto fà capire a tutti “ATTENZIONE SIETE SOTTO STRETTA SORVEGLIANZA “come se i ladri fossimo noi , e questo mentre il governo và a”PUTTANE”

  3. Perchè devono pagare i soliti noti, vedasi statali, non ci si può ammalare perchè ci decurtano lo stipendio costingendoci ad andare al lavoro in precarie condizioni di salute. I parlamentari si aumentano lo stipendio, si riducono la percentuale di tassazione dal 50 al 20%, non si tolgono le indennità; se si riducessero lo stipendio forse una parte del debito già si potrebbe annullare. Sono veramente schifato di questa classe politica. Neanche andare più in pensione si può, correndo inoltre il rischio di vedersi sottratta anche una parte dei sudati risparmi di una vita per fare mangiare aragosta alla mensa dei NOSTRI PARLAMENTARI.Vergognatevi, tutti.

  4. ROMA, 8 SET – Il costo del lavoro di un dipendente in Italia per ora effettivamente lavorata e’ in media di 24,14 euro nel privato e di 31,13 euro nella pubblica amministrazione con un differenziale del 30%. Lo rileva l’Istat sulla base dei dati 2008 precisando che la retribuzione oraria tiene conto del fatto che gli orari nel pubblico impiego sono piu’ brevi. Nel privato lo stipendio medio e’ di 27.965 euro l’anno mentre nel pubblico e’ di 31.608 euro.Ma dico io, chi sono questi imbecilli che fanno i calcoli? Io dopo 35 anni di lavoro riesco a malapena a raggiungere i 10 euro all’ora.Vergognatevi è ora di finirla.

  5. “ROMA, 8 SET – Il costo del lavoro di un dipendente in Italia per ora effettivamente lavorata e’ in media di 24,14 euro nel privato e di 31,13 euro nella pubblica amministrazione con un differenziale del 30%. Lo rileva l’Istat sulla base dei dati 2008 precisando che la retribuzione oraria tiene conto del fatto che gli orari nel pubblico impiego sono piu’ brevi. Nel privato lo stipendio medio e’ di 27.965 euro l’anno mentre nel pubblico e’ di 31.608 euro.Dico io, ma chi sono questi imbecilli che fanno i calcoli? Io riesco a malapena ad arrivare a 10 euro all’ora dopo 35 anni di lavoro.Ma ci stanno prendendo per il c..o?Vergognatevi e ora di finirla .”

  6. Il lupo mangia l’agnello e questo accade perché l’agnello non ha contromisure per contrastarlo. In teoria c’è la possibilità che il lupo muoia di fame, l’agnello deve diventare più forte del lupo. Questa teoria è applicabile, oltre che in natura, in tutto, anche in politica.Detto questo, voglio arrivare al fatto che se il popolo, intendo solo il popolo che lavora e produce e non quella parte che vive da parassita, si coalizzasse tutto insieme in una potentissima lobbi, le caste non fotterebbero più nessuno.Certamente è impossibile che l’agnello si doti di deterrenza, ma santoddio credo che sia possibilissimo che il popolo si svegli e si associ in un’unica entità, l’unione fa la forza, tanto da permettersi di indicare anche i propri candidati alle politiche e di condizionare le manovre economiche, non è utopia:Condividi o Mi piace questa pagina su Facebook e falla girareCopia e incolla questo indirizzo http://www.facebook.com/pages/Associazione-Lavoratori-Produttivi/240197119358113?sk=wall

  7. Il lupo mangia l’agnello e questo accade perché l’agnello non ha contromisure per contrastarlo. In teoria c’è la possibilità che il lupo muoia di fame, l’agnello deve diventare più forte del lupo. Questa teoria è applicabile, oltre che in natura, in tutto, anche in politica.Detto questo, voglio arrivare al fatto che se il popolo, intendo solo il popolo che lavora e produce e non quella parte che vive da parassita, si coalizzasse tutto insieme in una potentissima lobbi, le caste non fotterebbero più nessuno.Certamente è impossibile che l’agnello si doti di deterrenza, ma santoddio credo che sia possibilissimo che il popolo si svegli e si associ in un’unica entità, l’unione fa la forza, tanto da permettersi di indicare anche i propri candidati alle politiche e di condizionare le manovre economiche, non è utopia:Condividi o Mi piace questa pagina su Facebook e falla girareCopia e incolla questo indirizzo http://www.facebook.com/pages/Associazione-Lavoratori-Produttivi/240197119358113?sk=wall

  8. Secondo il mio modesto parere, per ridurre la spesa pubblica si sono dovuti dimezzare gli Ospedali, ridotto il personale alle poste, alle ferrovie di Stato, ai trasporti pubblici locali, ecc. creando notevoli disservizi ai cittadini, ma come mai non si è pensato di eliminare le scuole alberghiere che con un esercito di insegnanti tecnico pratici, circa 600.000 in Italia, che svolgono 18 ore di lezioni alla settimana per far vedere come si cuoce un uovo alla coque, e camerieri che insegnano a mettere la tavola agli alunni, assorbendo insieme ai Dirigenti Scolastici e DSGA, che unitamente ai progetti nazionali ed europei, oltre a tutto quelle derrate alimentari che vengono trasportate nelle loro macchine, crude e cotte, rappresentano in Italia un esborso di alcuni miliardi di euro.Invece nò, la scuola resta ma le mense negli ospedali si devono chiudere. Provate a fare una seria indagine conoscitiva sul mantenimento di queste scuole pubbliche. Istituti per l’enoruberiaemangeria…

  9. ho, purtroppo, appena letto il decreto; a tutti vengono chiesti contributi più o meno immediati. Ma gli attuali parlamentari quale contributo daranno, oltre l’ovvio di votare il decreto??????Per loro mi sembra che tutto è rimandato alla prossima legislatura. come anche per gli altri interventi di riduzione della spesa imputabile a tutte le cariche elettive.se non ricordo male è dagli anni settanta che aspettiamo un riordino degli enti locali e forse sarebbe anche il caso di non avere più cittadini italiani più privileggiati di altri (vedi province e regioni a statuto speciale)

  10. La posizione di bossi sulle pensioni è tutta una farsa per placare il più possibile la rabbia della gente e per impedire manifestazioni prima dell’ approvazione.Alla fine la manovra sarà approvata con i voti di casini e parte delle opposizioni.Pur di non toccare minimamente gli stili di vita di milioni di persone ricche,preferisconoaccanirsi sulle nostre pensioni di anzianità facendoci lavorare molti anni in più proprio ora che il lavoro non c’è, io stesso in questo momento sono in cigs se la fabbrica non riaprirà riuscirò a tirare avanti ancora qualche anno con la mobilità (che è una miseria!)ma poi sarà dura trovare un altro lavoro all’età di 57 anni ,ho cominciato a lavorare a 14 anni e anche duramente, non mi sono mai divertito nella vita,tutti i risparmi sono serviti per comprare casa e mettere su famiglia, ho trovato la forza a tirare avanti pensando alla pensione, ora, solo perchè nessun benestante è disponibile a modificare il suo ben che minimo stile di vita per pararsi anche il suo culo, vogliono spingere me al suicidio.Questo vuol dire che a questi signori governanti della nostra vita non gliene frega assolutamente niente, le loro tasche sono più importanti, ebbene da me queste persone non avranno nessuna compassione, neanche se un giorno li vedrò penzolare a testa in giù.

  11. L’Europa acclama le iniziative del Governo di strangolare i cittadini italiani e di mandarli in pensione nella tomba, la Marcegaglia e Casini sono uniti sul fronte di mandare tutti in pensione più tardi possibile (chissà come ,ma sono d’accordo fra loro questi “svenduti!” al potere!…), Casini,poi, proprio lui, parla di riforme strutturali alludendo alla pensione di anzianità di quei poveri disgraziati che se la vedono sfuggire di mano mese dopo mese, anno dopo anno, come su un tapiroulant! Vogliono toglierci quei pochi diritti che abbiamo o che siamo riusciti ad avere, pur di non far dimostrare la “propria solidarietà” a quelli che superano i 90000 e i 150000 euro con un contributo disgustosmente irrisorio visto che dal mio come dallo stipendio magro di tutti vengono sottratte tasse nella sua globalità. Ci toglieranno tutto il toglibile pur di salvare le loro sporche tasche e i loro luridi interessi! Perchè è evidente e inequivocabile, purtroppo, che il desiderio sotteso di certi “politcanti” e dei loro con-fratelli, nella maggiorparte dei casi magnati industriali da strapazzo ( che non hanno capito ancora che i consumi calano perchè la “vera” classe media” non alimenta i consumi che loro producono e nei quali dovrebbero affogare loro sessi),è di non correre il rischio di pagare alcunchè di persona, anzi! Per non parlare degli evasori, quelli grandi soprattutto, i vermi parassiti di un sistema fradicio che li alimenta pur di non fare la fatica di scrollarseli di dosso una volta per tutte e di spiaccicarli a terra! Ci sono senatori che costano da sempre sacrifici di sangue a noi comuni mortali ed è evidente la loro inutilità! Tanto per la cronaca di trecento o giù di lì di questi balordi qualche giorno fa in senato a “lavorare” ce ne erano undici! Undici! Allora? Allora la manovra “faticosamente” costruita era più giusta di come la faranno probabilmente diventare certi interventi di loschi individui che hanno come unico interesse quello di salvaguardare i propri disgustosi e subdoli interessi mascherati da falsi e allo stesso tempo spudorati discorsi “seri”: se di aggiustamenti si deve parlare è nel senso di far pagare di più le tasse sull’intero stipendio o guadagno già a chi supera i cinquantamila euro; di ridurre “tutti”i privilegi di consiglieri e direttori regionali, di cacciare a calci in culo, già in mare i clandestini; di impedire a certi extracomunitari di appropriarsi delle nostre risorse per avere pensioni che poi “importano” nei paesi d’origine in vario modo; e di far tacere la Marcegaglia e Casini quando recitano la solita paternale in nome di interessi che ci sfuggono! Non si illuda Casini, il suo cognome è già un programma e ormai tutti noi italiani l’abbiamo capito!E se non basta ripristiniamo la ghigliottina per tutti questi mangiapane a tradimento!

  12. Proposta:considerando che l’Italia ha più di 230 miliardi di metri quadri, se ogni proprietario versa 1 euro per metro quadro si può ridurre notevolmente il debito che è circa 2000 miliardi di euro; si consideri che su un metro quadro spesso vi è un palazzo di molti piani; chi deve versare più di 5000 euro riceve in cambio titoli di stato a 10 anni con rendimenti pari all’inflazione. La riduzione del debito ridurrebbe la spesa annuale per interessi e forse non sarebbe più necessaria nessuna manovra per il pareggio di bilancio.

  13. siamo veramente nelle mani di gente senza scrupoli che pensa solo ad avere in mano il potere, ad arricchirsi sulle spalle di coloro che per anni hanno tirato la cinghia e non conoscono un diversivo e ,sempre a questi poveri cristi, chiedono di avere pazienza e di fare ancora sacrifici, E’ impossibile continuare così, senza reagire pagheremo sempre come pecoroni e finiti i pochi spiccioli, finiremo assaliti dagli usurai perche ormai questa sarà la strada del futuro…… quella cioè della truffa legalizzata. Infatti, finita la generazione di quei cinquantenni e sessantenni che hanno avuto la fortuna di avere un lavoro e hanno racimolato qualche soldo utilizzato poi per aiutare i figli di 30 e più anni ancora disoccupati resterà solo una generazione di disperati che si ammazzeranno per avere un pezzo di pane. Mi dispiace per questi poveri ragazzi senza futuro e mi dispiace per i pensionati che devono vivere con la misera pensione sociale che non basta neanche per i beni di prima necessità. mi dispiace insomma per tutti coloro che vivono nella miseria ma che sono sempre interpellati quando c’è da tappare gli enormi buchi fatti dai governatori che non hanno idea di cosa sia il “governare”.Mi dispiace per coloro che dopo tanti anni di lavoro decidono di andare in pensione e non sanno quando verrà loro erogato il tfr. E proprio fra questi rientro anche io, e per questo vi pongo la mia domanda: Sono andata in pensione l’1 agosto 2011 con 38 anni di servizio e 63 di età vorrei sapere se con la nuova legge, anche per me slitterà il tfr di due anni o pe posso salvarmi in extremis? vi ringrazio per la risposta.

  14. ciao sono molto arrabbiato lavoro dal 71 facendo i 3 turni per 40 anni e per l ennesima volta i problemi dell’italia li dobbiamo risolvere noi futuri pensionati,pensione ,che abbiamo pagato tutti i mesi e tutti gli anni quindi non regalata !!!!

  15. Ahi serva Italia, di dolore ostello, | nave sanza nocchiere in gran tempesta, | non donna di provincie, ma bordello! (VI, 76-78) Se Dante vivesse adesso come commenterebbe queste situazioni,ma soprattutto questi politici?

  16. E’ la solita presa in giro, hanno messo in cantiere in fretta e furia una manovra che li potesse mettere al riparo per andare in vacanza. Non si aspettavano una crisi giusto in Agosto quando hanno già pagato i marinai dello yacht e quindi poco se ne fregano della nostra bella Italia che sta affondando. Ora stanno già ritirando tutti i provvedimenti, compreso la tassa di solidarietà, perchè hanno paura di ledere i redditi di chi dichiara più di 90.000 o 150.000 € annui, che vuol dire 500,000 in nero.Si preoccupano anche dei loro contributi famigliari e promettono che durerà solo 2 anni, vero, visto che gli stessi dal prossimo anno dichiareranno € 89.999.Allacciamoci le cinture di sicurezza, che si ballerà sempre di più e chiediamo ad alta voce che vengano negati i privilegi, ma non solo da adesso, ma anche retroattivi di almeno 20 anni, visto che in questo brevissimo lasso di tempo storico ci hanno affondato il più bel paese del mondo. Intendo politici di tutti gli schieramenti.VEERGOOGNAAAA!!!!

  17. Che delusione!!!Speravo che Berlusconi facesse qualcosa di positivo ma alla fine solo propaganda.Sicuramente questo è il suo SUICIDIO politico, perchè nelle prossime elezioni questa manovra la pagherà molto cara!!! Ma noi siamo sicuri che il famoso DEFAULT sia una cosa negativa? stò cominciando a pensare che prima caschiamo prima ripartiamo perchè la verità è pesante, praticamente ci stiamo svenando per poter sostenere un debito impossibile, alla fine se dovessimo andare in bancarotta per noi cosa cambierebbe? ma sopprattutto a chi dobbiamo tutti questi soldi? chi è questo misterioso paperon de paperoni ?Non dimenticatevi che la lombardia, l’ emilia e il veneto versano annualmente 50 miliardi in più di quello che torna nelle sue casse, e il sud non sta facendo molto per migliorare la sua situazione. Altro che 150 anni dell’ unità d’ italia forse è il caso che si pensi seriamente a dividerla!!!!!Giudicatemi come volete, razzista, folle, anarchico ma la verità è questa.

  18. Ancora una volta vogliono fare un grosso regalo agli evasori.Se tolgono il contributo di solidarietà per i redditi oltre 90 mila Euro ed in cambio innalzano l’aliquota IVA ne avranno beneficio gli evasori.Infatti è risaputo che l’evasione fiscale è di circa 120 miliardi di euro di cui oltre la metà di evasione dell’Iva, un suo aumento farebbe in modo che oltre al gettito per l’erario ci sarebbe un ulteriore introito per gli evasori dell’Iva che la incamereranno per conto dello Stato senza però versarla.Avranno di che stropicciarsi le mani.Viva i nostri SAPIENTONI POLITICI!

  19. Dimenticavo,perchè noi dovremmo pagare per il nostro futuro con una pensione integrativa,perchè loro non si garantiscono la loro sicurezza pagando di tasca propria la scorta,garantendosi cosi’ il futuro in vita.

  20. Caro Governo del fare….la tua subdola manovra non è per niente trasparente…ascoltando il telegiornale di oggi cominciano ad emergere i punti oscuri che vuoi tenerci nascosti: la tassa di solidarietà (questo nome fà proprio ridere..io di solidarietà a te non ne voglio fare…ne faccio già anche troppa e chissà se a fine carriera lavorativa tu poi penserai a me…) sembrava dovesse colpire soltanto coloro che percepiscono un reddito (ovvero uno stipendio) minimo di euro 90.000 all’anno…oggi apprendo dal TG2 che nei 90.000 euro è incluso anche il valore della casa, se ne possiedi una…è ovvio che questa tassa tocca quindi quasi a tutti…anche uno schifo di baracca ha per forza un valore minimo di euro 90.000!!! complimenti…proprio tu che non dovevi toccare le tasche degli italiani! perchè non li vai a prendere da quelli che ti hanno votato? sono tre anni che esiste questa crisi e fino ad oggi sei stato soltanto capace di raccontare barzellette e renderci ridicoli al mondo intero! dovete dimezzarvi…stiamo mantenendo troppi parassiti (questo sarebbe il giusto slogan da far vedere in TV!) e pensate ad imporre i dazi…la Cina ci stà lentamente mettendo in ginocchio!

  21. cari amici, sono un funzionario direttivo tecnico di un comune capoluogo di provincia siciliano e voglio farvi ridere sul conflitto di competenze fra Amministrazioni dello stato.Un bel giorno frana nuovamente un costone attiguo alla SS 113 da cui si accede ad un centro abitato sul mare.Cosa fa l’Anas? semplice, emette una ordinanza di divieto di transito fregandosene altamente dei cittadini che necessariamente devono giornalmente accedere alle proprie case.Il Sindaco del comune è quindi costretto, pur non essendo suo obbligo perchè a queste incombenze deve provvedere il proprietarioo della strada, a disporre l’installazione di un semaforoche regoli il senso unico alternato in maniera da assicurare il transito dei cittadini nel rispetto del C.D.S..Ebbene, nel momento della effettiva collocazione preceduta da accordi con anas e provincia regionale, il comune ha dovuto pagare un versamento di 10 euro alla provincia per diritti di sopralluogo a cui è seguita una autorizzazione in cui si chiedeva al comune, (attenzione, per eseguire un impianto che interessa parzialmente anche una porzione di strada provinciale che avrebbe dovuto essere eseguito dalla provincia in qualità di ente proprietario)una fidejussione di 6000 euro come se il comune fosse un qualsiasi privato e non un ente pubblico che opera per ragioni di tutella dell’incolumità pubblica.Traete voi le conclusioni.il mio modesto parere per pagare meno è quello di pagare tutti, come? facile:1 scarico totale delle spese sostenute dalla dichiarazione;2 accorpamento dei comuni al di sotto dei 10.000 abitanti (altro che abolizione delle province);3 eliminazione dell’onere di dimostrazione del dolo per i reati contro la P.A. ( della serie chi sbaglia paga).4 guerra totale alla massoneria ed ai circoli chiusi;5 abrogare le norme del D.Lgs 267/2000 che prevedono i consorzi e le unioni fra gli enti locali (mostro di spesa incontrollabile);6 divieto assoluto di nominare esperti esterni dei sindaci, presidenti, ministri ecc.;e si potrebbe ancora affondare il coltello nel burro in maniera grandiosa, altro che congelamento stipendi ai dipendenti pubblici (ricordate che un fannullone anche se gli congeli lo stipendio diventa più fannullone con la conseguenza di fare incazzare quelli che producono grazie ai quali comunque la P.A. va avanti)saluti a tutti, anche a quelli che (finalmente) con molta onestà ammettono di aver votato berlusconi

  22. Lavoro da 38 anni, dovrei andare in pensione nel 2013 con 40 anni di contributi ma purtroppo questo governo e il suo capo invece di interessarsi di economia e lavoro giocavano e si interessavano al bunga-bunga. E in questi ultimi mesi, con la scusa di salvare l’Italia, ci ha massacrati imponendoci nell’ordine:blocco dei contratti, blocco degli scatti di anzianità, modifica del tfr, pensione posticipata, liquidazione dopo due anni, tredicesima in forse. E speriamo sia finita. Intanto a Roma si continua a mangiare con pochi euro, a viaggiare gratis su auto blu, percepire stipendi milionari, continuare a godere di benefici inviolabili e intoccabili. Aveva ragione il “Cavaliere” a dire “non metteremo le mani in tasca agli italiani” perchè gli italiani, quelli onesti, li ha messi in mutande, senza tasche, da parecchio tempo. SIAMO STUFI, ORA BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  23. leggo in alcuni commenti che per fortuna sembra che la manovra tocchi solo i redditi medio/alti, vorrei far notare che tutti itagli a comuni e regioni si trasformeranno in più tasse locali oppure in meno servizi, quindi veniamo toccati assolutamente tutti, meno i forti evasori che grazie alle dichiarazioni dei redditi particolarmente basse continueranno a pagare poco o nulla

  24. Certo che è molto strano, quello che avviene. Un minuto dopo varata la super manovra, banca affari si riprende, le azioni vanno meglio, come d’incanto scompare lo Tsunami che avanzava all’orizzonte e che stava per travolgerci. Non è per caso che niente niente questo miracolo abbia a che fare con l’essere riusciti finalmente ad attaccare l’art. 18 dello statuto dei lavoratori, ponendo le basi quindi per una sua eliminazione completa? I sindacati cosa dicono, oltre a proporre il solito sterile scioperetto generale, che peraltro è stato messo ampiamente in conto dai signori che ci stanno rovinando?

  25. Difficile esprimere un commento pacato.In linea di principio è giusto chiedere un ulteriore sacrificio ai redditi medio alti (per inciso 90mila euro lordi annui corrispondono a poco più di 3700 euro netti al mese per 14 mensilità, quindi non stiamo parlando di nababbi).Io pagherò questo ulteriore balzello, ma un dubio atroce mi assale: avvocati, dentisti, esercenti vari ed liberi professionisti abituati a dichiarare 30mila euro all’anno?? Direi che anche questa volta i più furbi riusciranno come al solito a gabbare i soliti noti (lavoratori dipendenti).Una proposta: rendere più semplice le segnalazioni alla Guardia di Finanza in merito a possibili evasori. E poi basta con la pagliacciata dei pagamenti tracciabili oltre i 2500euro. Pagamenti obbligatori con carta di credito o assegno oltre i 100 euro. Non vi piace? Neanche a me piace regalare un ulteriore parte dei miei soldi allo stato da DEVO farlo.Se tutti pagassero le tasse tutti pagherebbero molto meno. Ma visto che questo normale concetto non entra nella zucca di una marea di approfittatori sociali allora bisogna trovare il modo di farlo entrare da qualche altro pertugio.Paolo

  26. Come al solito, tutti hanno ragione e tutti hanno torto. Se è lecito e sacrosanto ridurre e taglare compensi e benefit ai parlamentari, mi chiedo perchè non lo sia altrattanto andare a caccia di tutti i furbi che le tasse non le pagano o, se le pagano, lo fanno solo in minima parte; vorrei sapere come è fatta una ricevuta fiscale di parrucchieri, tintorie e lavasecco, elettricisti, idraulici, muratori, etc etc. dato che ogniqualvolta si ha bisogno di loro sono pronti a stendere la mano per ricevere ma mai per dare e, se qualche volta lo fanno, è solo per una minima parte dell’importo. Cito, testualmente, solo un episodio da una confidenza fattami alcuni giorni fà da un esercente di bar: “in 12 anni di lavoro abbiamo guadagnato una montagna di soldi ( 4 – 5 volte di più del dichiarato al fisco, tanto basta essere in regola con gli studi di settore)”. La preoccupazione più grossa? La tracciabilità di pagamenti superiori ai 2500,00 €; “come faremo adesso, dove metteremo e come utilizzeremo il “nero” che teniamo nascosto in casa?”Ecco, io vorrei solo che il governo avesse avuto il coraggio di fare l’unica vera possibile manovra e cioè quella di consentire a TUTTI i cittadini di poter scaricare (anche solo in percentuale ridotta) tutte le spese che essi sostengono per il vivere quotidiano e per produrre il proprio reddito ( piccolo o grande che sia) tassando solo quello che accumulano. Fino a prova contraria, se io spendo faccio lavorare e guadagnare altra gente ed in tal modo contribuisco a tenere vivo un sistema economico che può consentire a tutti di avere un lavoro o una attività. Forse in tal modo si potrebbe avere una tassazione più modesta, però per tutti! E se la memoria non m’inganna……..è la somma che fà il totale!

  27. Vergogna!!!!!!Poteviano essere più onesti con gli Italiani; la manovra si doveva fare ma come??Tagliare del 50% tutti gli incassi degli onorevoli e senatori; togliere tutte le agevolazioni straordinarie sempre degli stessi sfaticati; abolire le Provincie che sono doppioni dei Comuni; togliere i comuni con meno di 30.000 abitanti; togliere quasi tutte la macchine blù e lasciare solamente quelli per le massime cariche dello Stato;dimezzare del 60% deputati e senatori. facendo una buona analisi , si avrà più del fabbisogno nazionale. Ribbelliamoci e mandiamoli tutti a casa senza guardare colore politico.

  28. Cari Italiani:Nel 1918 arrivò in suolo Argentino una donna, lasciando in dietro questa bellissima terra, passarono gli anni, e non ho mai capito ben il perchè quella donna continuava a guardare l’Italia con quello sguardo diffidente.Poi sono arrivato io in italia, chiudendo le orecchie a quelle parole di quella vecchia donna che mi diceva di non farlo…. adesso capisco il perche.é anche vero che noi, figli di italiani nati in un paese straniero no siamo stati ben accolti, almeno quanto i nostri genitori lo sono stati in altri paesi come argentina per essempio, ma fa niente, anche quei vecchi dicevano tutto prima o poi si paga in questa vita, adesso vi tocca a voi pagare, ma tranquilli, che se ancora avete voglia di ricominciare e vivere in pace, la nostra Argentina, oltre che a ringraziarvi, vi terrà preparata una bella accoglienza, perche alla fine sappiamo che il problema non è della gente Italiana per strada, è solo dei vostri politici, che vi riempiono la testa con quello che vogliono, al punto di farvi odiare alla vostra stessa patria, y certamente a quelli che da un modo o nel altro la hanno scelta per vivere, parte o tutta la sua vita. Benvenuti ancora in ARGENTINA FRATELLI. Vi chiedo scusa per la mia scritura in questa lingua che ho imparato a parlare fin da piccolo, ma anche a scriverla, solo che a insegnarla era quella vecchia donna da qui vi ho parlato prima, che solo aveva fatto la quinta elementare, lei era la mia BELLISSIMA E MERAVIGLISA NONNINA.

  29. Per forza devi correre ai ripari,senno’ la nave affonda.Ora le falle sono grandi,ma FORSE si possono riparare.Certo andare nelle tasche rammendate dei piu’ messi male e’ una ennesima grossa iniquita’.Quindi prima di andare sui contratti aziendali,pensioni,tfr ecc.,sarebbe molto piu’ giusto affondare sui patrimoni,certo e tassare chi ha piu’ quattrini.Sui porti delle nostre coste si vedono ancora numerosi panfili smisurati o no?Sulle strade marciano numerose auto di lusso,o no?Sui monti e colli si vedono numerose mega-ville con mega -giardini o no?Poi gli sprechi: si vedono cose obrobriose.Casali antichi ristrutturati per farci niente-qui vicino a me c’e’ un bell’esempio-,che poi ricadono a pezzi e si ristrutturano,ancora per farci niente.Enti che non servono a niente,altro che le province! Comunelli di quattro gatti con relativi consigli e giunte.Qualcosa,per amore di obiettivita’ mi e’ piaciuta.Esempio, questi ponti assurdi tra due giorni festivi.Ma credo sia poca cosa in un contesto che esprime ancora l’intento di spogliare sempre i soliti,sempre chi lavora e tira avanti.E con la paura,dopo una vita mezza stentata,di andare in miseria nera.

  30. L’avete visti quei telegiornali demenziali nei quali la “giornalista” chiedeva a dei turisti stranieri “Ma i vostri politici lavorano in questo periodo di ferie?” come dire “I nostri hanno così a cuore il Paese che hanno sacrificato le loro ferie per noi” per non parlare di quei politici strafatti da notti insonni perse a lavorare per noi ma con un’abbronzatura che ahimè non potevano nascondere. Se questa gente invece di discutere in Parlamento tutte le nefandezze del premier avesse fatto qualcosa per il popolo oggi non saremmo in questa situazione ….ah già il problema è mondiale ed è venuto fuori all’improvviso!

  31. Dopo tanti anni che viviamo al di sopra delle nostre possibilità, era inevitabile che arrivasse il momento di fare i conti ; I sacrifici richiesti sono sostanziosi ma mi sembrano abbastanza sostenibili e comunque non mi sembra che intacchino le fasce socialmente più deboli. Questo era ed è importante, salvaguardare i più poveri e deboli. Però basta sprechi , specie nel campo della politica, ne tanto meno nella distribuzione a pioggia di aiuti se non ben mirati e controllati, in particolare per sud . Basta regalare fabbriche agli Agnelli o ai De Benedetti o ……. peggio……. alla delinquenza organizzata. Il rilancio passa anche da qui …… un unico sindacato dei lavoratori …….. una confindustria più coraggiosa e un’opposizione più collaborativa. A casa tutti i vecchi , navigati politici dei quali davvero siamo tutti stanchi.

  32. Ciao a tutti. Il problema che deve essere risolto è la mancanza di un ricambio nella politica.i governi che si sono alternati negli ultimi anni( i personaggi son sempre gli stessi) si sono distinti per gli attacchi al mondo del lavoro e per lo smantellamento dello stato sociale, senza trovar alcuna resistenza da parte di chi doveva difendere i settori più deboli. i sindacati anzi si son rivelati i migliori alleati per il raggiungimento degli obiettivi ( alitalia,fiat docet) La casta ( partiti e sindacati) va abbattuta senza se e senza ma. solo allora si potrà parlare di ricostruzione.

  33. @angeluzzo66Se uno guadagna 150100 € secondo me pagherà in più il 10% su 100€ (quindi 10 €) come dici tu, ma anche il 5% su (150000-90000) 60000€ (quindi 3000€) …Per quanto riguarda la cancellazione di 37 province, non ha senso. O si cancellano tutte o non se ne cancella nessuna. Prendiamo un caso: Belluno sparisce. Che succede? I bellunesi diventeranno accorpati a Treviso? oppure loro non saranno appartenenti ad alcuna provincia? Nel primo caso la provincia di Treviso andrebbe potenziata, nel secondo caso i bellunesi avrebbero una suddivisione delle competenze diversa da quella dei trevigiani (comune-regione contro comune-provincia-regione) con conseguente necessità di stabilire che competenze passano da provincia a regione e che competenze da provincia a comune, per le singole province eliminate. bah! Senza contare che in Molise l’opzione 1 non è fattibile, in quanto verrebbero eliminate entrambe le province esistenti.

  34. Sicuramente gli italiani manifesteranno, come sempre, il loro profondo disappunto nei confronti della politica e soprattutto dei nostri politici..Mi auguro non accada qualcosa di tragico come è successo a Londra.Ma io temo reazioni violente e distruttive come quelle riportate nel filmato originale del link qui sottoNb: dato il contenuto violento di alcune immagini, NON guardate se siete persone sensibili.http://bit.ly/sommosse-manchester

  35. @Lorepò ha scritto sabato, 13 agosto 2011grande Lorepò! siamo con te! un bel calcio nel culo a questi culi flaccidi!ma attenzione, siamo tutti responsabili per il degrado della politica e dell’Italia! Non solo perchè li abbiamo votati noi ‘sti qui (sia governo che opposizione) ma soprattutto perchè non abbiamo fatto nulla per opporci ai soprusi della casta e alle loro scelte scellerate.Segui su twitter come manderemo a casa la casta a calci nel sedere: http://twitter.com/Anticasta

  36. Sono profondamente delusa , da troppi anni questo governo ci prende in giro, hanno tentato di farci credere che la crisi era solo nella mente dei soliti comunisti. Dicevano..l’ Italia sta bene… i ristoranti sono sempre pieni!!! E io povera stronza a farmi in 4 per arrivare a fine mese, caziandomi da sola perchè non riesco a farmi una vacanza da 10 anni, perchè i soldi per la pizza li conservo per per i libri che dovrò comprare a mia figlia a Settembre. Cosa dovranno togliermi ancora? Hanno detto che daranno libertà di licenziare, sono concorde ma i primi a essere licenziati dovranno essere questi inutili politici e come buonuscita nlon ci starebbe male un bel calcio nei loro luridi culi flacidi.

  37. ‘contributo di solidarietà’ dei redditi privati medio-alti, ossia la ‘patrimoniale mascherata’, che sarà pari al 5% della quote eccedente i 90mila euro e al 10% della quota eccedente i 150mila euro.” vuol dire che chi guadagna 150100 euro paga solo 10 euro di tasse in più? e i privilegi dei parlamentari?, che delusione, è la solita solfa

  38. Un prelievo dl 5% su stipendi oltre 90000 euro e 1% su quelli oltre 150000 euro! Che voglia di vomitare! Chi prende questi lauti stipendi abbia la compiacenza di non proferire parola per favore! Chi ha accumulato soldi e case mi spieghi come ha fatto, visto che con i bollini rossi e neri sulle strade e con stipendi da fame come il mio non so proprio spiegarmi come faccia la gente a risparmiare così tanto!

  39. Ogni volta che c’e di crisi in Italia è perchè l’Europa ci “chiede” sacrifici o ce li ha chiesti! Il nostro ( di noi Italiani!) debito cresce in maniera esponenziale con i respiri fetenziali degli speculatori e con la crisi americana! Mi viene il dubbio che o quest’Europa è un organismo malefico il cui cervello ( la Germania?) medita una riscossa, un organismo creato a misura di alcune “potenze” che volevano contrapporsi agli Stati Uniti, per cui non conveniva all’Italia che ci fosse, o che i nostri politici usano l’Europa come alibi per imporci finanziarie altrimenti improponibili ( leggi pensioni posticipate fino alla morte, stipendi bloccati e sempre più risicati, ecc,), o… che noi tutti dobbiamo soffrire perchè siamo degli emeriti deficienti e incapaci. Voi che ne dite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.