Contributo di solidarietà: addizionale irpef in manovra finanziaria agosto 2011. Nuova tassa su lavoratori dipendenti e autonomi nel 2011, 2012 e 2013

contributo-solidarieta-manovra-finanziaria-2011-economica-ferragosto.jpgFra le nuove tasse della manovra finanziaria di agosto 2011 (ironicamente battezzata finanziaria di ferragosto per distinguerla dalla manovra del mese precedente) c’è il contributo di solidarietà sui redditi più alti.

Cos’è il contributo di solidarietà?

E’ una tassa sui redditi lordi percepiti dai lavoratori dipendenti del settore privato e dai lavoratori autonomi.

L’imposta si applica solo sui lavoratori che hanno un reddito superiore a 90 mila euro mediante una nuova addizionale Irpef strutturata in due aliquote su due scaglioni fiscali secondo il seguente schema:

– La prima aliquota è del 5% sullo scaglione fiscale che va da 90 mila euro a 150 mila euro

– La seconda aliquota è del 10% sullo scaglione fiscale oltre i 150 mila euro

Sono esclusi dal contributo di solidarietà per gli anni dal 2012 al 2014 sia i pensionati che i lavoratori dipendenti del settore pubblico.

I lavoratori autonomi che reitereranno la mancata emissione di fatture o scontrini fiscali saranno a rischio chiusura dell’attività commerciale o dello studio professionale.

Quando entrerà in vigore?

I contribuenti interessati dovranno pagare la tassa sui redditi del 2011, 2012 e 2013.

La durata del contributo di solidarietà potrà essere estesa anche oltre sino a divenire permanente in funzione delle esigenze di bilancio del governo.

Deducibilità dell’addizionale

Il contributo di solidarietà è totalmente deducibile, ad esempio chi ha un reddito di 100 mila euro annuo paga un’addizionale di solidarietà di 855 euro ogni anno anzichè di 1.500 euro se non fosse stata deducibile.

Argomenti correlati

Manovra finanziaria agosto 2011: testo integrale del decreto legge 12-8-2011

Manovra finanziaria agosto 2011: i commenti dei lettori

Manovra finanziaria agosto 2011: i provvedimenti sulle pensioni

Nuovo regime di tassazione delle rendite finanziarie (manovra finanziaria agosto 2011)

Patrimoniale 2011

Nuove aliquote e scaglioni irpef

Elenco delle province cancellate dalla manovra di agosto 2011

Manovra finanziaria 2011: archivio notizie

Crisi economica e finanziaria Italia 2011

Nuova tassa sui lavoratori autonomi e dipendenti privati con redditi complessivi superiori a 90 mila euro.

Contributo di solidarietà: addizionale irpef in manovra finanziaria agosto 2011. Nuova tassa su lavoratori dipendenti e autonomi nel 2011, 2012 e 2013ultima modifica: 2011-08-12T15:23:00+02:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Contributo di solidarietà: addizionale irpef in manovra finanziaria agosto 2011. Nuova tassa su lavoratori dipendenti e autonomi nel 2011, 2012 e 2013

  1. Si è vero, l’esonero dei pensionati che pigliano fior di quattrini è una vergogna …e che vogliamo dire dell’esonero riservato ai lavoratori dipendenti del settore pubblico. Ma perchè deve esserci sempre una discriminazione tra il pubblico ed il privato, mi domando??? E meno male che qlc ha scritto che in Italia la legge è uguale per tutti….

  2. gli stipendi di un operaio medio (circa 1450euro lordi mensili) risentiranno in busta paga di questa manovra di ferragosto , considerando che ho 2 figli a carico (al 50%) , e in che misura ?

  3. Non capisco perchè i pensionati debbano essere esclusi; mi sarei aspettato finalmente una manovra su chi sta prendendo pensioni da favola che i lavoratori e le future generazioni dovranno pagare senza poter godere di pari diritti.E’ un’ingiustizia totale oltre che una politica scellerata per il paese. I giovani dovranno sempre più dipendere dagli anziani e non potranno sviluppare autonomamente la propria vita e sviluppare economicamente il paese.Anche la politica fa male i suoi conti. La maggioranza degli stessi pensionati capirebbe una manovra di questo genere in favore dei propri figli!Gabriele Castagnino

  4. @mythe ha scritto sabato, 13 agosto 2011ciao mythe, l’abbiamo scampata bella 🙂 Niente tasse su conti correnti, conti di deposito, vincolati e pronti contro termine (money box) e libretti postali.Anzi una buona notizia per la liquidità su conti correnti e sui conti di deposito, la tassazione sugli interessi passa dall’attuale 27% al 20% in ragione dell’armonizzazione rispetto alla tassazione su azioni e obbligazioni.ps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie 🙂

  5. Con quest’ultima manovra finanziaria di agosto 2011 “detta di ferragosto” i conti correnti ed i pronti contro termine (money box) sono tassati di più ?Grazie in anticipo a chi mi chiarirà questo aspetto !!! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.