Forfait fiscale del 5% alle imprese di giovani (Manovra Finanziaria 2011)

forfait-fiscale-5-imprese-giovani-manovra-finanziaria-2011.jpg

 

La manovra finanziaria 2011 ha introdotto una positiva e inattesa sorpresa per i giovani imprenditori.

Dal 2012 le imprese costituite da giovani imprenditori di età sino a 35 anni potranno usufruire di un regime fiscale particolarmente agevolato avente le seguenti caratteristiche:

– tassazione a forfait del 5%

– durata dell’agevolazione di 5 anni fiscali

Analoga tassazione sarà riservata alle persone escluse dal lavoro come i cassa integrati anche se per quest’ultimi non sono ancora noti modalità e tempistiche per usufruirne.

Approfondimenti

Contributo di solidarietà lavoratori autonomi e dipendenti

La manovra finanziaria 2011

Archivio notizie manovra finanziaria 2011

Tassazione a forfait del 5% per le imprese con soci di età non superiore ai 35 anni

Forfait fiscale del 5% alle imprese di giovani (Manovra Finanziaria 2011)ultima modifica: 2011-06-30T22:20:00+02:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “Forfait fiscale del 5% alle imprese di giovani (Manovra Finanziaria 2011)

  1. Buongiorno a tutti… io ho aperto l’anno scorso la mia attività con regime dei minimi e avevo 37 anni (ora ne ho 38). Questo vuol dire che dal 2012 non potrò usufruire neanche dei 2 restanti anni al 5% (visto che dovrebbe durare 5 anni)? Grazie

  2. Buonasera a tutti!!! Sono una ragazza si 32 anni, purtroppo per me disoccupata.Sono mamma di un bimbo di 6 mesi e non avendo chi mi può aiutare nella gestione del mio cucciolo e avendo molti dubbi sulla possibilità di trovare un posto di lavoro….ho maturato l’idea di provare ad aprire un nido famiglia, in modo da poter curare il mio piccolo e nello stesso tempo poter guadagnare qualcosa!!! Mi hanno parlato di questa manovra finanziaria anti crisi …… ma dopo aver letto i vari post…… sono molto demoralizzata!!! Aiutooooooooooooooooooooooo…..

  3. Buongiorno, qualcuno può aiutami???Ho 25 anni e voglio aprire un’attività in franchising, abito nella regione lombardia.Qualcuno è a conoscenza se per caso sono presenti sovvenzioni statali e come presentare la richiesta??Inoltre vi sarei grata se mi date degli approfondimenti sulla manovra finanziaria..Grazie!!

  4. @ Giorgio ha scritto martedì, 05 luglio 2011ah ah “Berlusconi non ha fatto errori nel governare” non ci posso credere… va bene essere di parte ma negare la realtà è ridicolo.Oltre a tutte le idiozie del governo ricordo la bell’idea di diventare amici di alcuni dei peggiori governanti/dittatori del mondo.Si Berlusconi anzichè stringere rapporti di amicizia e collaborazione con i leader delle potenze occidentali (l’abbronzato Obama, la Merkel del cucù, Sarkozy del braccio di ferro sugli immigrati) è andato a fare comunella con il dittatore della Tunisia Ben Amì, quello dell’Egitto Mubarak e della Libia Gheddafi (ricordate il deferente bacio dell’anello…).Bene tutti e tre i cari amici di Berlusconi sono stati deposti dai loro sudditi. A Gheddafi dopo il baciamano, Berlusconi gli è andato pure a tirare i missili…

  5. @ cristina ha scritto giovedì, 07 luglio 2011Cara cristina, purtroppo sembra che ci siano molti altri vincoli oltre a quello anagrafico. Eccoti lo stralcio di legge:2. Il beneficio di cui al comma 1 è riconosciuto a condizione che:a) il contribuente non abbia esercitato, nei tre anni precedenti l’inizio dell’attività di cui alcomma 1, attività artistica, professionale ovvero d’impresa, anche in forma associata o familiare;b) l’attività da esercitare non costituisca, in nessun modo, mera prosecuzione di altra attivitàprecedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo, escluso il caso in cui l’attivitàprecedentemente svolta consista nel periodo di pratica obbligatoria ai fini dell’esercizio di arti oprofessioni;c) qualora venga proseguita un’attività d’impresa svolta in precedenza da altro soggetto,l’ammontare dei relativi ricavi, realizzati nel periodo d’imposta precedente quello di riconoscimentodel predetto beneficio, non sia superiore a 30.000 euro.Ciaops: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie 🙂

  6. Purtroppo devo deludere chi crede che questa manovra (se sarà approvata così come leggo dai vari siti internet) darà uno slancio all’iniziativa imprenditoriale dei giovani (pare comunque che sul limite di età abbiano cambiato idea).Prima di tutto si avrà diritto al regime agevolato solo per i primi 5 anni poi, si dovrà fare i conti con gli studi di settore. Il risultato di questa manovra sarà che molte ditte individuali e professionisti dovranno chiudere la loro attività. Credono di risanare il fisco costringendo la gente a chiudere? Prevedo un aumento drastico del lavoro nero e della disoccupazione.Cordiali SalutiPS: sono un artigiano che ha aperto quest’anno l’attività come contribuente minimo.

  7. ah ah scusate ma il commento di Giorgio è troppo comico… è l’esempio scritto di sino a che punto si può umiliare la ragione umana per le proprie ideologie o interessi.Berlusconi non ha fatto errori… beh quando ha dato dei senza cervello a più della metà degli elettori milanesi e napoletani, direi che se non vogliamo chiamarlo errore lo possiamo chiamare solo demenza senile…Una delle tante cazzate (ma in questo caso incredibilmente ridicole) che ha fatto è stata quando all’ultimo G8 è andato a piagnucolare da Obama dicendo che era un perseguitato politico delle toghe rosse…Ma io dico, il primo ministro in carica di un governo che si lamenta di essere un perseguitato politico… Obama lo guardava come si guarda un paziente sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio… E poi che centrano i problemi personali di Berlusconi con l’incontro delle più grandi potenze economiche per parlare dei problemi economici mondiali?Vergogna e compatimento generale.

  8. Certo Giorgio, Berlusconi non ha fatto errori… certo certo… ha deciso di investire sul nucleare anzichè sulle rinnovabili, poi ha detto di non andare a votare al referendum perchè era inutile, tanto inutile che gli italiani ci sono andati e gli hanno chiuso il nucleare in faccia…Oppure vogliamo parlare delle fortunate scelte dei candidati sindaco a Milano e a Napoli? Prima li ha scelti, poi li ha sostenuti con promesse ridicole tipo che il Milan non avrebbe preso Hamsik o l’amnistia delle multe a Milano, poi li ha scaricati dicendo che erano candidati perdenti…Oppure vogliamo parlare di tutti i tentativi per non essere processato, le varie legge ad personam o ad aziendam fermate o per palese incostituzionalità o da 27 milioni di italiani che al referendum gli hanno detto che doveva farsi processare come un qualsiasi altro cittadino…Oppure vogliamo parlare della crisi economica italiana? Strenuamente negata sino a 6 mesi fa e poi all’improvviso diventata il capro espiatorio del fatto che non è possibile abbassare le tasse agli italiani…oppure della barzalletta che con lui al governo sarebbero arrivati un milione di nuovi posti di lavoro… E ora siamo arrivati al record di disoccupazione giovanile di sempre, lo scorso giugno un giovane su tre era senza lavoro…certo Giorgio, Berlusconi non fa errori, è il popolo italiano a farne tanti…

  9. Berlusconi non ha fatto errori nel governare, ha fatto esattamente quello che voleva e vuole fare…Gli errori sono al massimo qualche mignotta di troppo, magari anche un po’ troppo giovane e due o tre intercettazioni non proprio belle.

  10. Son d’accordo con Attilio sul fatto che il 5% di tassazione forfettaria per 5 anni ai giovani che aprono un’attività è un’ottima cosa, magari il periodo migliore sarebbe stato 18-40 anni. La disoccupazione in Italia è ai massimi e chi non lavora e ha tra i più di 30 anni rischia di non riuscire più a rientrare nel mondo del lavoro.Sono d’accordo anche sul fatto che questo governo è stato deludente, concentrato solo sui problemi del premier e dei vari indagati/intercettati suoi amici.Quello che è paradossale è che Berlusconi entrò in politica promettendo un milione di nuovi posti di lavoro, non solo quel milione non arrivò mai ma dopo quasi 20 anni siamo arrivati al massimo di tutti i tempi della disoccupazione giovanile. Ora in Italia un giovane su tre non trova lavoro!Adesso manco sotto tortura Berlusconi parla di nuovi posti di lavoro… e quei grassi politici dell’opposizione mica glielo ricordano!Berlusconi invece di fare ammenda sugli errori commessi e di rimboccarsi le maniche per cercare di risolvere il problema della disoccupazione e della correlata crescita del paese, insiste che le priorità del governo è la giustizia e la legge sulle intercettazioni! Vergognoso!

  11. beh scusate ma stiamo parlando di agevolare i “giovani imprenditori” quindi dai 18 ai 35 anni e non mi sembra affatto male! si spera che a 38 anni uno abbia maggiori mezzi economici per poter “camminare” senza troppi aiuti. giusto invece puntare sui giovani e muovere il mercato con idee nuove.certo ora vorrei avere qualche dettaglio in più su questa cosa del forfait al 5%.indubbiamente comunque questo governo, che ha avuto tempo e numeri, non ha prodotto complessivamente un bel niente!

  12. Sono d’accordo con Marco, le manovre di questo governo sono sempre più inique, se da una parte ci sono i furbi delle quote latte che non andranno a pagare nemmeno un euro delle loro multe, e dunque continueremo a pagargliele noi onesti lavoratori, dall’altro le poche agevolazioni che vengono date sono vessate da limiti e condizioni che escludono la maggior parte dei contribuenti…

  13. La trovo ingiusto questa decisione dei contribuenti minimi, l’ennesima cavolata, di tremonti quindi se volessi nel 2012 aprire uno studio con regime dei minimi non potrei, visto che per quell’anno mi ritrovo 38 anni….Che ragionamento è certo, l’idea malata è venuta fuori dalla stessa persona che voleva aumentare l’aliquota contributiva al 33%…..Rimango basito……e sfiduciato…Forse sarebbe meglio operare in NERO.

Rispondi a cristina Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.