Scadenza ICI 2011: presentazione Modello Dichiarazione Ici ’11, modalità e termini pagamento

dichiarazione-ici-2010-aliquote-modello-istruzioni.png

Entro quando pagare i tributi ICI 2011

Anche quest’anno puoi effettuare il pagamento dell’Ici in due rate, la prima denominata acconto e la seconda saldo, in alternativa è possibile pagare l’intero importo in un’unica istanza (rata unica). Queste le scadenze di ciascuna rata di pagamento:

– L’acconto (il 50% dell’imposta complessiva) deve essere versato entro e non oltre giovedì 16 giugno 2011, in misura corrispondente all’imposta ICI dovuta a partire dal 1/1/2011 (o dalla data di registrazione della proprietà dell’immobile se acquistato successivamente) sino al 16/06/2011;

– Il saldo (il restante 50%) deve essere versato entro e non oltre il  venerdì 16 dicembre 2011 per il restante periodo di possesso.

– Se si decide di pagare l’imposta ICI in un’unica soluzione il versamento va effettuato entro e non oltre giovedì 16 giugno 2010. In caso di pagamento mediante bollettino postale ricordati di indicare/barrare entrambe le rate di acconto e saldo sul bollettino.

Nel caso in cui l’imposta Ici complessiva annua Ici sia inferiore a 12 Euro non si è tenuti ad effettuare alcun versamento, tuttavia la prima volta consiglio di verificare con l’ufficio Ici del comune in cui è registrato l’immobile se è regolarmente in vigore questa esenzione.

Termine di presentazione della dichiarazione Ici

Quest’anno il modello Ici 2011 deve essere consegnato entro e non oltre giovedì 30 giugno 2011.

Più in generale la normativa prevede che la scadenza del modulo Ici ’11 sia concomitante al termine di presentazione della dichiarazione dei redditi che quest’anno è fissato al 30/06/2011.

Per cui in caso di proroghe della presentazione della dichiarazione dei redditi, come più volte è sucesso in passato, le stesse varrano anche per la presentazione del Modello Ici 2011.

Dove consegnare la modulistica

Puoi consegnare il modello Ici ’11 presso l’Ufficio Ici del Servizio Tributi del comune in cui è accatastata la tua proprietà.

In caso tu sia l’intestatario di più proprietà appartenenti a differenti comuni, occorre compilare il Modulo Ici di ciascun comune e consegnarlo presso il rispettivo ufficio di pertinenza.

Come e dove pagare i tributi ICI 2011

Ciascun comune ha messo a disposizione dei propri contribuenti differenti modalità di pagamento. In generale puoi pagare i tributi Ici mediante:

  1. Bollettino postale con versamento sul conto corrente postale espressamente designato dal comune;
  2. Modello F24 Ici;
  3. Via internet attraverso il servizio di pagamento on-line disponibile sul sito ufficiale del proprio comune (non tutti i comuni offrono questa modalità).

Modello e istruzioni per la compilazione

Qui puoi scaricare  la stampa conforme del Modello Ici 2011 e il manuale della Dichiarazione Ici 2010 con le istruzioni detagliate per la compilazione di tutti i campi del Modulo Ici:

Le istruzioni e la stampa del Modello Ici 2011

Le aliquote ICI

In questa pagina trovi le istruzioni per consulatare tutte le aliquote Ici aggiornate del comune di tuo interesse: Aliquote Ici 2011

Calcolo Ici

In questa pagina trovi le istruzioni dettagliate per calcolare l’Ici 2010 o in alternativa il software per il calcolo automatico:

Istruzioni calcolo Ici 2011

Categorie catastali

Qui trovi la tabella delle categorie catastali con le relative rendite Ici aggiornate a quest’anno:

Categorie e rendite catastali 2011

Ravvedimento operoso dell’Ici

Sei in ritardo con la presentazione o il versamento dell’Ici? Hai sbagliato la compilazione del modello Ici o versato solo una parte dei tributi dovuti? Non ti preoccupare, c’è il ravvedimento operoso: qui trovi le informazioni sul ravvedimento operoso dei tributi Ici.

Utili risorse fiscali

Archivio Dichiarazione ICI 2010

Archivio Dichiarazione ICI 2009

Archivio Dichiarazione dei Redditi 2010

Scaglioni e aliquote Irpef 2010

Scaglioni e aliquote Irpef 2009

Scaglioni e aliquote Irpef 2008

Archivio Irpef

Il ravvedimento operoso

Archivio risorse fiscali

Sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate

Sito ufficiale del Ministero delle Finanze

Tutte le scadenze Ici 2011: i tempi di consegna del Modulo ICI 10, le modalità e i termini di pagamento ’11.

Scadenza ICI 2011: presentazione Modello Dichiarazione Ici ’11, modalità e termini pagamentoultima modifica: 2011-06-04T01:33:00+02:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

57 pensieri su “Scadenza ICI 2011: presentazione Modello Dichiarazione Ici ’11, modalità e termini pagamento

  1. Per l’acquisto prima casa per ottenere l’agevolazione fiscale bisogna avere la residenza nell’immobile da acquistare o basta essere residenti nello stesso comune dove esso e’ ubicato.Grazie.

  2. Anno 2010 ho acquistato un appartamento non portando la residenza (immobile a disposizione), il 10/04/2011 cambio la residenza e l’immobile diventa abitazione principale. Sono obbligato a presentare la denuncia ICI? Se la risposta è si considerando che la dovevo presentare entro il 30/06, ma la presenterò in ritardo devo pagare una sanzione? grazie

  3. Salve volevo chiedervi una delucidazione sulla tassa ici. Ho fatto l’atto notarile di un appartamento nel mese di febbraio 2011, con la clausola che il venditore me lo lasciava libero ad aprile 2011, poi l’ho ristrutturato. Ho fatto domanda di residenza che l’ho ottenuta a maggio 2011. Il mio comune per questi tre mesi pretende che io gli versi la tassa ici come seconda casa, in quanto non avevo la residenza. Volevo sapere se questa richiesta è lecita grazie.

  4. @Sasa ha scritto venerdì, 11 maggio 2012non conosco la metodologia di controllo che i comuni hanno per verificare i pagamenti, quello che ti ho scritto riguarda la legge in vigore.Prova a sentire all’ufficio ICI del tuo comune, se trovi una persona gentile e disponibile di certo ti risolve il tuo dubbio 😉

  5. Scusa ma quandi il comune accerta che l’ici pagata su quell’immobile e’ giusto mica va a visionare l’importo che spettava a uno e quello che spettava all’altro?

  6. per gli ultimi 15 giorni di dicembre tu sei scoperto in caso di accertamento dovrai pagare una penale a meno che non utilizzi lo strumento del ravvedimento operoso che con una piccolissima maggiorazione ti consente di regolarizzare la tua posizione.qui trovi maggiori informazioni sul ravvedimento operoso:http://goo.gl/P4nt7mentre per quanto riguarda i 15 giorni in più pagati da tuo padre gli eredi possono chiedere il rimborso

  7. @Sasa’ ha scritto domenica, 06 maggio 2012 ciao Sasa’,il pagamento dell’ici spetta a tua padre sino alla prima quindicina di dicembre e successivamente a te.Spero di esserti stata utile, a presto, ciao!PS: ti ho potuto aiutare perchè un’altra persona di questo blog mi ha gentilmente aiutato. Partecipa anche tu a questa semplice iniziativa, è sufficiente aiutare un’altra persona dando un’informazione utile o segnalando le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Perchè più siamo e più possiamo aiutare 🙂 grazie

  8. Salve,il 6 dicembre 2011 ho ereditato un’appartamento da mio padre(in vita) come seconda casa. Vorrei sapere se il pagamento dell’ici spettava me o a mio padre che regolarmente ha provveduto?

  9. Posseggo un immobile per il quale ho fatto regolare dichiarazione nell’ aprile 2007 e per quell’ anno ed i successivi ho regolarmente pagato; mi è arrivata notifica di pagamento per l’ anno 2006. Ho acquistato l’ immobile a gennaio 2006 in asta fallimentare, a fine marzo successivo il tribunale intimava al curatore il rilascio dello stesso in mio favore ma, solo ad ottobre ottenevo la regolarizzazione; inoltre, l’ immobile restava occupato illegalmente fino a settembre 2007 con intervento dell’ ufficiale giudiziario veniva liberato……Sono tenuto al pagamento ici per il 2006? Grazie a tutti…..

  10. Per favore potete aiutarmi. Alla morte di mia suocera mio marito ha ereditato due piccoli appartamenti dove sono andati ad abitare i nostri due figli. Io e mio marito abitiamo nella casa di mia proprietà quindi a me risulta come prima casa. Ma ai fini ICI i miei figli o mio marito devono pagare qualcosa per quelli abitati da loro?Grazie per la risposta che vorrete inviarmi e buon Natale a tutti!

  11. Per favore potete aiutarmi. Alla morte di mia suocera mio marito ha ereditato due piccoli appartamenti dove sono andati ad abitare i nostri due figli. Io e mio marito abitiamo nella casa di mia proprietà quindi a me risulta come prima casa. Ma ai fini ICI i miei figli o mio marito devono pagare qualcosa per quelli abitati da loro?Grazie per la risposta che vorrete inviarmi e buon Natale a tutti!

  12. @ CamillaLa dichiarazione ai fini ICI, nel caso di variazione di abitazione principale, è sempre obbligatoria.L’anagrafe del comune, sa che tu cambi indirizzo di residenza ma l’ente non sa che il nuovo indirizzo corrisponde ad una unità immobiliare di tua proprietà che tu intendi adibire ad abitazione principale.

  13. @ CAMILLA ha scritto martedì, 28 giugno 2011Scusa CAMILLA, ma solo ora, rileggendo con più calma il tuo ultimo commento, ho capito che non hai comprato la casa dal costruttore bensì l’hai fatta costruire a partire dal terreno già in tuo possesso.In questo caso è opportuno fare la dichiarazione di variazione ici.

  14. @ CAMILLA ha scritto martedì, 28 giugno 2011Per la variazione ai fini ICI la nuova legge prevede che ci pensi direttamente il notaio che ha curato il rogito. In gran parte delle grandi città del nord è così ma nei piccoli paesi, soprattutto al sud non è proprio così :(Per cui ti consiglio di chiedere al tuo notaio se ha provveduto alla comunicazione. Mentre per quanto riguarda il cambio di residenza lo devi fare tu presso il nuovo comune :)Ciao, ricorda di dare una mano anche tu, è il nostro spirito 🙂

  15. Grazie Lady, , sì è la prima casa, ma non so se devo fare la dichiarazione ICI, pur non pagando nulla. Mi è venuto il dubbio, perchè non so se gli uffici riescono a collegare la trasformazione tra terreno edificabile (fino al 30/12/10) soggetto ad ICI, e abitazione principale per il 2011, non soggetta.grazie!!!

  16. @ CAMILLA ha scritto martedì, 28 giugno 2011Se la casa in questione è prima casa e tutto è stato comunicato correttamente non devi pagare l’Ici.Spero di esserti stata utile, a presto, ciao!PS: ti ho potuto aiutare perchè un’altra persona di questo blog mi ha gentilmente aiutato. Partecipa anche tu a questa semplice iniziativa, è sufficiente aiutare un’altra persona dando un’informazione utile o segnalando le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Perchè più siamo e più possiamo aiutare 🙂 grazie

  17. ho accatastato casa di nuova costruzione in data 30.12.10, prendendoci residenza.In questo caso devo fare dichiarazione Ici? Non dovrebbero risultare comunque tutti i dati catastali, dalla comunicazione che ha fatto il mio geometra, come per un atto di compravendita?E trattandosi del 30/12/10 la dichiarazione (se dovuta) devo farla per il 2010 o va bene per il 2011, quindi l’anno prossimo?Preciso che per tutto il 2010 è stata pagata l’ICI per il terreno edificabile, non risultandoci ancora il fabbricatoGrazie!

  18. gentilissimi signori del comune di goriano sicoli,i sottoscritti de santis augusta e sartori remigio di vicenza proprietari di un”immobile sito a goriano sicoli in via della crocicchia n 34 e di un terreno edificabile, chiedono un”informazione sull”importo ici annuo esatto da pagare sul valore catastale:TERRENO EDIFICABILE di valuta catastale =6250,00 euro e casa abitabile=14800,00 euro attendiamo una vostra cortese risposta al mio i-MAIL:giovannisartori@fastwebnet.it cordiali saluti.SARTORI REMIGIO e ringraziamo.

  19. @ davide ha scritto martedì, 31 agosto 2010Sì davide, ormai la prima scadenza l’hai mancata (l’acconto del 16-6) a questo punto l’importante è non mancare il saldo dell’intero importo il 16-12. Se fanno un controllo risulterà che sei comunque in ritardo dell’acconto.Se vuoi essere perfettamente in regola puoi ricorrere allo strumento del ravvedimento operoso per l’acconto dell’ici. Pagherai un po’ di sovrattasse ma sugli importi di cui scrivi è poca roba e in questo modo ti regolarizzerai al 100%.Qui le istruzioni per il ravvedimento operoso 2010:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/05/28/ravvedimento-operoso-2010-calcolo-istruzioni-sanzioni-10.htmlLo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.grazie, ciao

  20. ho acquistato casa nel dicembre 2009,andando in comune per il cambio di residenza mi hanno detto che dovevo dichiarare subito l’acquisto della prima casa ma non avendolo fatto mi hanno detto che devo pagare ici di euro 53.00 adesso e il saldo entro dicembre 2010 e vero?

  21. ho anch’io un questito:io e il mio fidanzato abbiamo acquistato 1 immobile(prima casa) in un comune diverso da quello in cui siamo domiciliati al momento. Alla richiesta di residenza il comune pretende il pagamento dell’ici. Ma ci chiediamo: ma l’ici sulla prima casa non è stato abolito nella finanziaria del 2008?ah, dimenticavo:abbiamo acquistato al 50% io e al 50% lui. Grazie x l’attenzione

  22. gradirei conoscere la motivazione , per cui l’inporto ici non possa essere considerato come un costo all’azienda che è anche proprietariodello stabile,mentre l’importo dell’affitto si. Grazie Giorgio Loi

  23. @ daniele ha scritto venerdì, 25 giugno 2010Ciao Daniele, la mancata registrazione ai fini ici della compravendita in linea di massima è un problema della tua amministrazione e del tuo notaio. Almeno da noi al nord è così. Se non ho capito male, tu sei il Daniele che ha scritto anche sopra in merito alla casa di Napoli…Comunque per non correre rischi di sorta ti consiglio di telefonare all’ufficio tecnico del tuo comune (o alla segreteria amministrativa) e di fargli presente della mancata comunicazione del tuo notaio. Loro ti confermeranno se è tutto a posto o se è il caso di fare comunque la dichiarazione ici.ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  24. ho chiamato il notaio e mi ha detto che non ha trasmesso per via telematica l’acquisto dell’immobile(mia prima,unica e abitazione principale)devo comunque compilare il modello ICI?o devo fregarmene?

  25. @ GIOACCHINO ha scritto giovedì, 17 giugno 2010Ciao GIOACCHINO, il pagamento dell’ici spetta ai proprietari (dunque gli eredi) che però possono usufruire di un’aliquota di favore in quanto ne danno l’uso ad un familiare senza il pagamento del canone di locazione.Nestoreps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  26. @ enzo ha scritto giovedì, 17 giugno 2010Ciao Enzo, se non ricordo male la legge che indica in 12 euro il limite per cui non è necessario pagare l’ici dovrebbe essere il Decreto Legge n. 93 del 27 maggio 2008. Dammi conferma, grazie ;)ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  27. @ Stefano ha scritto martedì, 22 giugno 2010Ciao Stefano, ti confermo la correttezza dell’informazione data dal tuo comune, sulla carta tutto è stato automatizzato. Almeno per il nord Italia, al sud i soldi sono stati dati alla mafia e ai politici.Per cui se vivi al nord cambia notaio perchè è fuori dal mondo, mentre se vivi al sud prova a sentire cosa ti dicono i politici che si sono mangiati i fondi …Mario B.

  28. Ragazzi, attenzione alla comunicazione dell’ICI.Stò proprio in questi giorni impazzendo tra Notaio e Ufficio Tributi del comune. Il comune mi dice che da due anni (addirittura) è tutto automatico. Chiamo il Notaio che invece mi risponde che di queste cose non si occupano loro e mi serve un commercialista per inviare la comunicazione.Nel frattempo da un altro comune mi stanno arrivando bollette esattoriali con richiesta di saldare l’ICI del 2007 di una proprietà non più mia.AIUUUUTOOOOO!!!! Vi ripeto fate attenzione ed informatevi direttamente nel vostro comune Ufficio ICI. IN BOCCA AL LUPO!!!

  29. Alla morte del padre ( la madre era già morta ) mia moglie insieme alle due sorelle hanno ereditato l’appartamento acquistato dal padre dove vive la seconda moglie. La seconda moglie ha tuttavia con atto davanti a Notaio rinunziato alla sua parte di eredità, salvo l’abitazione dell’appartamento fino alla sua morte.Chi deve pagare l’ICI ?

  30. Mia moglie insieme ad altre due sorelle, ha ereditato da suo padre l’appartamento dove lui abitava con la seconda moglie. Con atto scritto davanti al Notaio la seconda mogluie ha rinunziato all’eredità della parte dell’appartamento di sua spettanza salvo il diritto di abitarci fino alla sua morte.Il pagamento dell’ICI spetta alla Signora che abita l’appartamento , oppure a mia moglie con le sorelle ?

  31. @ Beath ha scritto mercoledì, 16 giugno 2010ciao Beath, paga l’ici subito oggi o comunque appena puoi. Nessuna penale ora, solo in caso di accertamento dovrai pagare la sanzione. In alternativa c’è il ravvedimento operoso che comporta una piccola maggiorazione del costo complessivo ma dopo sei a posto anche in caso di accertamento (soluzione che ti consiglio per evitare qualsiasi noia).Qui ulteriori info sul ravvedimento operoso:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/05/28/ravvedimento-operoso-2010-calcolo-istruzioni-sanzioni-10.htmlps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  32. vorrei sapere se c’è un decreto legge,pubblicato sulla gazzetta ufficiale e il numero, che stabilisce l’esenzione dell’ici fino a 12 euro e se riguarda la seconda casagrazie e complimenticiao

  33. Avevo già il modulo pronto ma oggi mi sono dimenticata di portarlo alla posta. Non dovevo pagare niente, solo farlo timbrare. Ma ora? Se lo porto domani devo pagare una penale o che altro?

  34. @ sergio ha scritto mercoledì, 16 giugno 2010Ciao Sergio, non ho trovato da nessuna parte indicazioni in merito anche se in linea teorica si dovrebbe applicare l’arrotondamento.Ti consiglio di telefonare all’ufficio tecnico o amministrativo del tuo comune, anche per verificare se applicano correttamente la soglia d’esenzione.Tienici aggiornati sulla risposta, in questa comunità ci si aiuta a vicenda, sono certa che il tuo caso interessa altri ;)ciao

  35. Ho eseguito il calcolo dell’Ici dovuta per il 2010 ed è di €.12,31.Vorrei conoscere se l’arrotondamento nel caso di cui sopra a 12 €uroha effetto anche sulla debenza del tributo . Grazie

  36. @ Davide ha scritto martedì, 15 giugno 2010ciao Davide, credo che il tuo commercialista si debba aggiornare un poco…Se la compravendita dell’immobile è avvenuto con atto notarile (come è prassi), pensa il notaio a trasmettere il passaggio di proprietà e non è necessario alcuna dichiarazione ici.Altra cosa è il pagamento dell’ici che deve essere effettuato ogni anno fatto salvo sia la tua abitazione principale per la quale vale l’esenzione ici.

  37. @ Paola ha scritto lunedì, 14 giugno 2010Ciao Paola, se il passaggio di proprietà è stato registrato dal notaio non ci sono problemi, pensa lui a trasmetterlo agli uffici di competenza e non è necessario compilare il modulo Ici. In caso contrario occorre fare la dichiarazione Ici mediante il modulo e le istruzioni che trovate qui:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/05/02/modello-ici-10-dichiarazione-2010-istruzioni-compilazione.htmlps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet e passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  38. @ samu ha scritto giovedì, 10 giugno 2010Ciao SamuNo, non devi fare alcuna comunicazione all’ufficio Ici e nemmeno la dichiarazione Ici è necessaria, perchè gli atti di compravendita di immobili sono trasmessi agli uffici di competenza dal notaio che li ha curati.ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet e passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  39. buongiorno,Ho acquistato casa nel 2009 (immobile nuovo), ho telefonato al comune e mi ha detto che non è dovuta neanche la dichiarazione in quanto I°casa.Successivamente il commercialista mi ha chiesto se doveva farmi la dichiarazione ICI!?Ieri ho ricontattato il comune per prendere appuntamento, e mi hanno risposto nuovamente che non è piu’ da fare dal 2006, in quanto ricevono i dati per vie telematica con la registrazione fatta dal notaio inoltre il comune è comunque a conoscenza degli immobili sul territorio.In quali casi è da effettuare la dichiarazione?Perchè il commercialista è certo che è da fare?Grazie

  40. Mio marito 2 anni fa ha ereditato un appartamento, per il quale ha regolarmente pagato l’ici. Ma non ha effettuato alcuna “Dichiarazione” al Comune di appartenenza. Potete dirmi se è tutto a posto o se invece avrebbe dovuto farla?Grazie

  41. @ stefano ha scritto giovedì, 03 giugno 2010Ciao stefano, non sei tenuto a pagare alcunchè perchè la tua ici è sotto la soglia di esenzione. Al di là della cifra che ti risparmierai ogni anno, certamente non un capitale, il vero risparmio è sul tempo per seguire la pratica ed effettuare il pagamento.Inizia già da quest’anno a non pagarla, e ricordati dello spirito della nostra comunità, qui ci si aiuta a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa (tramite i tuoi social network, blog e siti internet). Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  42. “Nel caso in cui l’imposta Ici complessiva annua Ici sia inferiore a 12 Euro non si è tenuti ad effettuare alcun versamento, tuttavia la prima volta consiglio di verificare con l’ufficio Ici del comune interessato se è regolarmente in vigore questa esenzione.” Io ho eridato una porzione di immobile da mia madre mia madre aveva un 1/5, non è stata ancora divisa tra i fratelli di mia madre, io adesso ho un terzo di 1/5 e la mia quota è di 3 euro. Io attualmente sto pagando faccio bene o potrei anche non pagare essendo la mia quota soto i 12€?

  43. Ciao Claudio,sono vere entrambe le date ma per differenti scadenze: il 30/6/10 scade il termine di presentazione della dichiarazione Ici. Mentre il 16/6/10 è il termine ultimo per il pagamento dell’Ici (prima rata o saldo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.