Ecosistema Mobile Nokia-Microsoft: la tecno alleanza mobile contro ios.apple e android.google

nokia-microsoft-ecosistema-mobile-tecno-alleanza-ios.apple-android.google.jpgQuesto post si sarebbe potuto anche chiamare “Micronokia presenta il suo ecosistema mobile” o  anche “Nokiasoft: la Santa Alleanza Mobile contro le soverchianti forze del nuovo decennio“.

Sì perchè oggi a Londra Nokia e Microsoft sono scese in campo unite contro gli eserciti schierati di Ios by Apple e Android by Google per lanciare il primo ecosistema mobile finno-statunitense.

Diciamolo francamente, l’alleanza strategica di Microsoft & Nokia olezza di extrema ratio:

L’ultima spiaggia: l’estremo tentativo, nonchè ultima speranza, delle due multinazionali tecnologiche di acchiappare al volo il mercato dei sistemi mobili che sta rapidamente sfuggendo di mano a entrambe “

Mercato dei sistemi mobili che rappresenta l’eldorado economico di inizio secolo: la nuova frontiera tecnologica dell’economia globale.

Nati dalla fusione di software e hardware mobile, i sistemi mobili meglio noti come Smartphone hanno come indiscussi leader di mercato i due binomi:

iX + ios (dove X sta per i vari dispositivi di casa Apple: iPhone, iPad, iTouch, …)

Y + android (dove Y sta per i vari dispositivi dei costruttori secondari di cellulari: Motorola, Samsung, HTC, Sony-Siemens, LG, …)

Apple e Google hanno sbalzato dal treno in corsa i precedenti leader, ossia Nokia nel settore dei cellulari e Microsoft per quello dei sistemi operativi.

Sì, Nokia e Microsoft che hanno esercitato un’egemonia incontrastata nei rispettivi settori industriali per un intero ventennio sono ora in grave affanno e ritardo di fronte alle sfide tecnologiche del nuovo decennio.

Ce la faranno le due novelle cenerentole a recuperare il ritardo accumulato?

Molto probabilmente no. Almeno per un paio di anni, poi come al solito tutto può tornare in gioco. E’ la tecnologia bellezza!

Il giudizio dei mercati

Per il momento il progetto dell’ecosistema mobile fra Microsoft e Nokia è stato accolto dalle borse internazionali con estrema freddezza per non dire scetticismo.

Infatti il verdetto dei mercati suona come una bocciatura per Nokia che nel giorno della presentazione ufficiale ha perso oltre il 14%. Mentre per Microsoft il giudizio è sospeso: nello stesso giorno ha galleggiato poco sopra la parità.

Sostanzialmente i mercati giudicano l’iniziativa negativa per la multinazionale finlandese, perchè Nokia oltre a rinunciare, praticamente in modo definitivo, ai sistemi operativi per smartphone proprietari (Symbian e Meego) dovrà riconoscere a Microsoft un’importante revenue per ogni dispositivo venduto con a bordo Windows.

Ma anche per Microsoft la notizia non è stata accolta entusiasticamente perchè la quota di mercato di windows phone/mobile continua a ridursi (in un anno si è dimezzata passando dal 8,7% al 4,2%) e non vi è alcuna garanzia che a breve la tecno alleanza possa invertire il trend in modo significativo.

Le quote di mercato dei sistemi mobili

Lo studio degli ultimi 12 mesi condotto da Gartner sulle quote di mercato dei sistemi operativi mobili vede la seguente classifica:

1) Symbian con il 37,6% ma in calo di 9 punti rispetto al 46,9% dell’anno precedente

2) Android con il 22,7% in aumento di 18 punti rispetto al 3,9% dell’anno precedente

3) Blackberry con il 16% ma in calo di 4 punti rispetto al 19,9% dell’anno precedente

4) Ios con il 15,7% in aumento di un punto rispetto al 14,4% dell’anno precedente

5) Windows con il 4,2% in calo di 4 punti rispetto all’8,7% dell’anno precedente

La maggior parte degli analisti prevede che tra quest’anno e al più l’inizio del prossimo Android sarà il primo sistema operativo mobile mentre Ios incalzerà o scalzerà Symbian.

La classifica delle vendite di smartphone

In termini di dispositivi smartphone venduti la quota di mercato di Nokia è in calo di oltre 10 punti dal 38,6% del quarto trimestre 2009 al 28% del 2010. A trarre vantaggio del calo di Nokia non è stata tanto Apple (che conserva la medesima quota di mercato), bensì i dispositivi multi marca con a bordo Android.

A seguire la tabella della classifica delle vendite mondiali di cellulari smartphone relativa al quarto trimestre 2010:

classifica-vendite-smartphone-2010-4q-nokia-apple-rim-samsung-htc-market-share.jpg

Il nostro giudizio

La sensazione che abbiamo è che sarà molto dura per il binomio Nokia-Microsoft recuperare quote di mercato che vadano oltre la semplice somma algebrica delle rispettive quote e che solo un nuovo salto tecnologico può invertire l’attuale trend.

Salto tecnologico che a sentire dai comunicati congiunti di Microsoft e Nokia non è fra gli orizzonti a breve dell’ecosistema mobile

Argomenti consigliati

Dividendo 2011 Eni: importo e calendario stacchi del saldo 2010 e acconto 2011

Dividendo 2011 Enel: importo e calendario stacchi del saldo 2010 e acconto 2011

Nokia-Microsoft la tecno alleanza per combattere contro lo strapotere di Apple-Ios e Google-Android

Ecosistema Mobile Nokia-Microsoft: la tecno alleanza mobile contro ios.apple e android.googleultima modifica: 2011-02-15T11:03:00+01:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Ecosistema Mobile Nokia-Microsoft: la tecno alleanza mobile contro ios.apple e android.google

  1. sì e comunque sia il nuovo windows 7 mobile è di gran lunga meglio di symbian. se all’inizio del nuovo millennio il symbian era un ottimo sistema operativo per cellulari ora è roba da museo della tecnologia… lento, incasinato, poco intuitivo e funzionale…era ora che nokia mettesse in cantina il progetto!in nokia da qualche anno hanno perso il bandolo della matassa… basti pensare alla piattaforma OVI, mappe a parte fa acqua da tutte le parti nulla a che vedere con l’app store di Apple o di Android.concordo con la ricerca di Gartner, android è il sistema con maggiori potenzialità e presto sarà leader di mercato, una spanna sopra a tutti gli altri compreso ios di apple troppo chiuso su se stesso e suscettibile dello stato di salute di steve jobsw android!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.