Obbligazioni Grecia 2011: titoli del debito greco in default entro il 2016. Bond ellenici ad alto rischio fallimento nonostante la protezione dell’Euro

crisi-finanziaria-grecia-fallimento-rischio-default.jpgHai titoli obbligazionari greci o vuoi acquistarne?

Fai grossa attenzione, perchè i principali analisti finanziari internazionali prevedono che la Grecia andrà in bancarotta entro il 2016.

La valutazione prevalente è che ci sono 3 probabilità su 4 che la Grecia non sia in grado di tener fede alle proprie scadenze debitorie entro tale anno.

A suffragare queste stime anche l’indagine Bloomberg di inizio 2011 secondo la quale il 75% del campione intervistato ritiene che le obbligazioni greche andranno in default entro il 2016.

Addirittura più del 50% del campione ritiene che la Grecia sarà costretta a uscire dall’unione monetaria.

Il campione intervistato da Bloomberg è composto da 1.000 esperti fra analisti finanziari, trader, investitori e operatori bancari americani.

Le previsioni della maggior parte degli analisti partono dal presupposto che l’attuale crescita economica del paese non consentirà al governo greco di ripagare gli elevati interessi del debito nazionale, anche nell’ipotesi più ottimistica di sostenuta crescita economica…

Ripresa economica che peraltro si fa ancora desiderare in terra ellenica, il 2010 è stato un anno di recessione e purtroppo si prevede che lo sia anche il 2011, sebbene in misura nettamente inferiore.

Congiuntura negativa in marcata controtendenza rispetto alle principali economie europee e dei paesi sviluppati, che dopo la crisi del 2008-2009 ora stanno recuperando con un ritmo abbastanza sostenuto.

E dunque che fare se si hanno bond greci fra i propri asset?

Sarebbe saggio venderli sul mercato in occasione dei periodici acquisti della BCE. Sì, infatti il Fondo Europeo di Stabilità acquista periodicamente obbligazioni greche per sostenerne il valore di mercato.

Quando interviene il Fondo di Stabilità il valore dei titoli obbligazionari acquistati può salire anche  del 6-7% in pochissimo tempo, per poi tornare a sgonfiarsi lentamente nei giorni a seguire…

Non sarebbe male approfittare di queste occasioni perchè non è ben chiaro per quanto tempo ancora il Fondo di Stabilità adotterà questa strategia.

Mentre se non hai bond greci in portafoglio, meglio continuare a non averne. Le speculazioni finanziarie vanno lasciate ai trader professionisti 😉

I principali operatori finanziari internazionali prevedeno che la Grecia non ce la farà a ripagare il suo debito e fallirà entro il 2016.

Obbligazioni Grecia 2011: titoli del debito greco in default entro il 2016. Bond ellenici ad alto rischio fallimento nonostante la protezione dell’Euroultima modifica: 2011-01-30T05:49:00+01:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

18 pensieri su “Obbligazioni Grecia 2011: titoli del debito greco in default entro il 2016. Bond ellenici ad alto rischio fallimento nonostante la protezione dell’Euro

  1. Obbligazioni Greche, in arrivo un taglio dei rimborsi del 50%E’ da inizio anno che abbiamo allertato i nostri lettori invitandoli a stare alla larga dalle obbligazioni elleniche, nonostante ci venisse ribattuto che alla fine l’Europa avrebbe evitato il default…E invece il default controllato è inevitabilmente in arrivo e gli investitori perderanno il 50% delle somme impiegate sui bond greci.Ad anticiparlo è il presidente dell’Eurogruppo Jean Claude Juncker in questo articolo di LaRepubblica:http://bit.ly/bond-grecia

  2. caro Alex siamo in 2….e terrò duro come te!anche se me li rimborsano in 20 anni ……con interessi bassissimi non mi interessa!! aspetto sperando che il default sia solo e sempre lontanoooooooooo!! ad oggi siamo a 36!!! Spero Davide abbia ragione….ma visto oggi dopo 6 mesi dall sua pubblicazione, mi sà che Carlo forse forse ne ha di +!!che dite???ciao e che vivrà……!

  3. ho in portafoglio obbl grecehe scadenza 2020, valgono la metà di quanto le ho pagate, tengo duro e spero che qualche miracolo eviti il default.Mi rincuora il sapere che paesi starnieri tipo Cina hanno fatto grossi acquisti di debito greco, a voi risulta il contrario? è il caso di tapparsi il naso e scappare?

  4. ho in portafoglio obbl grecehe scadenza 2020, valgono la metà di quanto le ho pagate, tengo duro e spero che qualche miracolo eviti il default.Mi rincuora il sapere che paesi starnieri tipo Cina hanno fatto grossi acquisti di debito greco, a voi risulta il contrario? è il caso di tapparsi il naso e scappare?

  5. Carlo : “Da ora e per il prossimo decennio molto meglio investire in immobili anzichè in obbligazioni spazzatura. Più sicuro ed anche economicamente più vantaggioso”Già ma chi investe in obbligazioni della Grecia piuttosto che di Banche Irlandesi lo fà in percentuale ridotta rispetto al totale del capitale, somma che presumibilmente non servirebbe a comprare neanche il corridoio d’ingresso di un’immobile.La tua massima ricorda molto quella di un comico di alcuni anni fà ” è molto meglio essere molto ricco e non fare nulla , che essere molto povero e lavorare tutto il giorno”

  6. @ Davide ha scritto sabato, 26 febbraio 2011Non sono d’accordo. Chiunque guarda i numeri di bilancio della Grecia con un minimo di competenza non può che convenire che la Grecia fallirà. Il suo debito è insostenibile sia all’attuale ritmo di crescita (recessione) sia al ritmo pre-crisi.E nulla può far sperare che la Grecia inizi ad avere un ritmo di crescita doppio rispetto a prima della crisi.Probabilmente la Grecia non fallirà come l’Argentina, perchè l’Europa non lo permetterà, ma è altrettanto certo che le obbligazioni non saranno rimborsate per intero o in alternativa saranno rimborsate tra 20 anni con interessi annuali bassissimi.E la stessa cosa avverrà per le banche irlandesi. Anche loro non sono in grado di sostenere l’enorme debito che hanno sinora accumulato. Rinegozieranno le obbligazioni al 50% o anche meno… e sia il governo Irlandese, che la Banca d’Irlanda, che la stessa Europa non potranno far altro che incassare il colpo e cercare di ammortizzare il più possibile le conseguenze sui grandi creditori.La situazione del debito sovrano dei PIGS è cosa seria, non è un’invenzione di speculatori ed hedge funds. Tassi di natalità bassi, vita media che si allunga, sistemi previdenziali insostenibili non fanno che rendere ancor più fosco lo scenario.Da ora e per il prossimo decennio molto meglio investire in immobili anzichè in obbligazioni spazzatura. Più sicuro ed anche economicamente più vantaggioso.Ciao a tutti e complimenti agli autori per la lodevole iniziativa di aiutarsi l’un l’altro. Spero che avrà successo, non mancherò di dare il mio contributo :)CarloPS: il sondaggio di Bloomberg non è fatto fra gli esperti della Bloomberg ma fra un campione di operatori finanziari internazionali esterni a Bloomberg. Bloomberg si è occupata solo di raccogliere i pareri.

  7. Certo che se gli analisti di bloomberg hanno fatto una previsione del genere, ossia la possibilità concreta al 75% che si verifichi il default dei bond greci, un motivo ci sarà, potrebbe essere anche di interesse personale nello spingere gli investitori in una direzione piuttosto che in un’altra. E poi sono molto dubbioso nella validità degli strumenti utilizzati per effettuare previsioni nel futuro, sopratutto in un Paese come la Grecia, in cui non è possibile valutare un cambio di rotta nella politica di crescita, negli anni a venire. La Germania non permetterà mai che si verifichi il default della Grecia, pensate a tutti quei creditori che hanno acquistato negli ultimi 5 anni Bond Greci. Cosa succederebbe se vi fosse il default? Andiamo a bussare alle porte della Grecia con la mazza chiodata? Il nuovo sistema di sorveglianza europea ESFS, credo che opererà bene. Il 2016 è ancora lontano si badi bene. Tuttavia fidarsi eccessivamente di previsioni catastrofiche di crisi economiche, vuol dire non avere fiducia nelle possibilità di Crescita, e miglioramento politico di un paese. E la Grecia al contrario di quanto detto ha tutte le intenzione di rendere forte e competitiva la sua struttura produttiva. L’ UE in conclusione non credo che permetterà il dilagare di un’ulteriore sfiducia sui mercati finanziari, e a mio parere è molto probabile che verso la fine dell’anno i tassi di interesse sui BonD Greci scendano almeno di 5 punti percentuali.

  8. @ Christian ha scritto venerdì, 11 febbraio 2011Cari Christian e Federico, magari saperlo in anticipo… è uno dei segreti custoditi più gelosamente fra BCE ed EFSF (il Fondo di Stabilità Europeo).La strategia migliore non è quella di cercare di comprare prima che l’efsf intervenga bensì di vendere dopo che è intervenuto e, se proprio ci tieni, di riacquistarli dopo almeno un mese dall’ultimo intervento.Io sinora ho fatto così e ho raccolto golosi frutti, slurp :)Complimenti a Crisi Finanziaria per l’articolo e la puntualità con cui l’ha scritto, ciao a tutti e a presto :)J. Montezuma

  9. Ma come si fà a sapere quando c’ è l’ acquisto da parte del fondo europeo dei Bond Greci per sostenere il prezzo ?Grazie mille ma sono incerto sul vendere perchè ho anch’ io titoli di stato greci.

  10. @ roberto e Matteo da BolognaCapisco bene sia Roberto che Matteo…Amici, chi non risica non rosica! In questo Roberto ha sicuramente ragione ma forse sbaglia a dare per certo al 100% che le obbligazioni greche non falliranno. Matteo ha ragione da vendere nel segnalare che il rischio di default è concreto e palpabile. Che il 75% degli esperti economici internazionali abbia sentenziato il default della Grecia entro il 2016 è un campanello d’allarme che deve mettere in guardia tutti anche l’investitore più spregiudicato.Personalmente credo che in questa fase e ancora per un po’ acquistare sul mercato obbligazioni greche possa essere un buon affare: buoni interessi, quotazione ancora molto bassa rispetto al valore nominale e scudo del fondo europeo di stabilità almeno sino a tutto il 2012. Ma attenzione a non tenerle troppo a lungo, prima o poi i nodi vengono sempre al pettine e sarà molto doloroso per chi avrà ancora obbligazioni greche in portafoglio…Sempre sull’argomento degli investimenti obbligazionari high yeld consiglio questo articolo e l’interessante discussione che è seguitahttp://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2009/12/09/credit-default-rating-investimenti-obbligazioni-alto-rischio.htmlIn bocca al lupo a tutti, ciaops: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie 🙂

  11. Sì Roberto, sono d’accordo con te sul fatto che il mercato non sempre ha ragione, ma è importante non confondere fenomeni speculativi (sia al rialzo che al ribasso) con gli studi degli analisti… il 75% del campione dice che la Grecia non ce la farà perchè i numeri economici e di bilancio dicono che avanti così la Grecia non sarà in grado di ripagare da sola il suo debito e il fondo europeo di stabilità non sarà disponibile a sostenere in eterno la Grecia (non sono mie parole bensì quelle della Merkel e di Sarkozy).

  12. chi vivra vedra’ chi avra ragione,,,magari mi svegliero un giorno e vedro babbo natale,,,ricordo solo che non sempre il mercato ha ragione,,,ricordarsi tiscali a 1000 fiat a 4 eur ora a 9……

  13. bravo roberto, il 75% degli esperti crede in babbo natale e tu sei fra il 25% dei fenomeni che non ci crede…ragiona, se fosse così certo che la Grecia non fallisse il valore delle sue obbligazioni non varrebbero il 30% in meno del prezzo di rimborso…poi se vuoi buttare via i soldi fai pure…

  14. ho comprato obbligazione greche le tengo e forse ne compro altre,,,chi crede che uno stato dell’unione europea venga lasciato andare in default crede a babbo natale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.