Wikileaks Italia di Julian Assange: in italiano i segreti svelati sui nostri politici

wikileaks-italia-julian-assange-sito-ufficiale-italiano-segreti-politica.jpg

La guerra informatica dei servizi segreti

Mentre lo tsunami politico-diplomatico generato dalla rivelazione di migliaia di cablogrammi intercettati da Wikileaks impazza su tutto il globo terraqueo, la CIA ha ingaggiato i migliori pirati informatici (i tanto famigerati hacker) per sabotare il sito di Wikileaks.

L’attacco sferrato è stato così podereso e frenetico che tutte le difese a base di firewall e backup-server allestite dai tecnici informatici di Wikileaks non hanno retto all’impatto. Già nei primi giorni l’offensiva hacker ha rallentato incredibilemente le funzionalità del sito rendendone praticamente impossibile la navigazione. La contromossa degli informatici di Wikileaks è stata quella di ridurre drasticamente il numero di documenti disponibili on-line, in modo da alleggerire il carico sui web-server.

Ma è servito a poco… nella notte di oggi gli hacker hanno sferrato l’attacco finale facendo crollare definitivamente le ultime difese informatiche e mettendo completamente off-line il sito di Wikileaks.

Ma gli attivisti informatici di Wikileaks non si sono arresi. Consapevoli della soverchiante potenza di fuoco a cui sarebbero stati esposti, nei giorni scorsi hanno disseminato mirror (copie) del loro sito nei web-server di mezzo mondo.

E così poco dopo che è caduto il server “madre” svedese di Wikileaks ne è stato attivato uno nuovo fuori dalla Svezia. Per accedere al quale è sufficiente cambiare la desinenza finale del dominio, da .org alla sigla identificativa del paese in cui risiedono i nuovi server.

Wikileaks si trasferisce in Svizzera

Attualmente il dominio attivo di Wikileaks è quello svizzero:

wikileaks.ch

Quanto durerà il dominio elvetico? Chi lo sa… in teoria dovrebbe durare solo pochi giorni dato l’artiglieria pesante messa in campo dagli USA, ma magari potrebbe durare molto più a lungo se il governo statunitense capirà l’antifona e rinuncerà all’obiettivo velleitario di far saltare tutti i server che di volta in volta ospiteranno Wikileaks.

A nostro avviso la battaglia dei servizi segreti USA è persa in partenza, sia dal punto di vista politico-diplomatico che da quello squisitamente tecnico-informatico: dal momento che le informazioni sono state rese note non ha senso attaccare i server in cui risiedono fisicamente…

Comunque stiamo a vedere magari la strategia dell’intelligence americana si rivelerà essere più sottile ed efficace di quello che appare in questo momento.

Wikileaks Italia

Oltre al sito “mondiale” di Wikileaks esistono numerosi siti “locali” che curano la divulgazione dei documenti segreti relativi alla nazione di appartenenza e in lingua madre.

Fra questi esiste anche il sito italiano di Wikileaks, si chiama Wikileaks Italia e questo è il suo indirizzo:

http://www.wikileaksitalia.org

Al momento il sito italiano non è sotto attacco hacker e tutti i suoi documenti sono liberamente consultabili da chiunque. Alcuni nostri lettori ci hanno chiesto se la consultazione dei “documenti segreti” o la semplice visita dei siti di Wikileaks potesse comportare delle conseguenze di carattere penale… Nessun pericolo amici miei: sia la consultazione dei documenti che la navigazione dei siti non costituisce in alcun modo reato.

Wikileaks su Twitter

Un ulteriore utile risorsa per essere sempre aggiornati sui nuovi documenti “compromettenti” pubblicati da Wikileaks è Twitter.

Anche in questo caso esiste il profilo “globale” di twitter in lingua inglese che ti aggiorna in tempo reale sui nuovi dossier segreti di qualsiasi paese, mentre il profilo italiano si occupa solo ed esclusivamente dei documenti che riguardano l’Italia e che sono stati tradotti in italiano.

L’account twitter di Wikileaks Italia è:

@wikileaksit ed è consultabile all’indirizzo http://twitter.com/wikileaksit

Mentre l’account twitter di Wikileaks mondiale è:

@wikileaks ed è consultabile all’indirizzo http://twitter.com/wikileaks.

L’intervista a Julian Assange

In attesa delle scottanti e dirompenti rivelazioni sul mondo dell’alta finanza che vedono coinvolta una delle quattro banche USA Too Big To Fail (troppo grandi per fallire) previste per la fine di quest’anno o al più all’inizio del 2011, ti segnalo l’ultima intervista pubblica di Julian Assange il fondatore e attuale presidente di Wikileaks. Il video è in inglese e sottotitolato in italiano, l’intervista è suddivisa in due parti che puoi seguire qui sotto. Buona visione 🙂

L’archivio del cablegate è stato diffuso e scaricato da oltre 100.000 persone, in forma crittografata, insieme ad altro materiale sensibile per gli Stati Uniti. Se dovesse succedere qualcosa a noi, le chiavi di decrittazione verrebbero immediatamente rilasciate. Inoltre l’archivio del cablegate è in mano a svariate organizzazioni. La storia vincerà. Il mondo diventerà un posto migliore. Noi sopravviveremo ? Dipende da voiJulian Assange

 

I segreti “rivelati” da Wikileaks sulla politica e sui politici Italiani sono pubblicati anche in italiano e sono liberamente consultabili da tutti grazie agli attivisti italiani dell’organizzazione guidata da Julian Assange: Wikileaks Italia.

Wikileaks Italia di Julian Assange: in italiano i segreti svelati sui nostri politiciultima modifica: 2010-12-03T13:09:00+01:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Wikileaks Italia di Julian Assange: in italiano i segreti svelati sui nostri politici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.