Mod. CDC 2010: nuovo modello comunicazione dati catastali cessione, risoluzione, proroga contratto affitto locazione immobile in vigore da 1/7/10

cdc-2010-comunicazione-dati-catastali-cessione-risoluzione-proroga-contratto-locazione-affitto-immobile.jpgA partire dal 1° luglio 2010 la risoluzione, cessione e proroga dei contratti di locazione, affitto e comodato richiede la comunicazione dei dati catastali dell’immobile. Tale comunicazione deve essere effettuata attraverso il nuovo Modello CDC.

Il nuovo modulo CDC è stato definito dall’Agenzia delle Entrate per ottemperare alle disposizioni di legge stabilite all’art. 19 (comma 15 e 16) nel decreto legge n. 78 del 31/5/2010 (il decreto della celeberrima manovra correttiva 2010).

Il debutto dei dati catastali nella registrazione dei contratti d’affitto e comodato è teso a far emergere gli “immobili fantasma” ossia le case di proprietà che non risultano al catasto e/o al fisco.

 

Modello CDC in vigore dal 1.7.2010

A seguire l’anteprima del Mod. CDC 2010 per la comunicazione dei dati catastali relativi a cessione, proroga e risoluzione di contratti di locazione, affitto e comodato valido da utilizare a partire da giovedì 1 Luglio 2010:

Download Mod. CDC 1.7.2010

Puoi scaricare sul tuo pc il file in formato pdf del nuovo Modello CDC cliccando con il tasto destro del mouse sul seguente link e selezionando la voce “Salva destinazione…“:

Mod. CDC: comunicazione dati catastali dal 1/7/10 per cessione, risoluzione e proroga di contratti di locazione, affitto e comodato d’immobile

O in alternativa cliccando direttamente sul link e poi selezionando la funzione “Salva file“. Allo stesso modo è possibile visualizzarlo integralmente ed effettuare la stampa del documento.

Istruzioni per la compilazione

Clicca qui per visualizzare le istruzioni per la compilazione campo per campo del Modello CDC:

Istruzioni compilazione Modello CDC 2010

Provvedimento Agenzia delle Entrate

A seguire il testo integrale del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 25 giugno 2010 che approva l’addozione del nuovo Modulo 69 a partire da giovedì 1 luglio 2010:

Provvedimento Agenzia Entrate n. 83561 del 25.6.10 su registrazione di contratti d’affitto, locazione e comodato di immobili

Scarica, stampa o visualizza il nuovo Modello CDC 2010 per la comunicazione dei dati catastali relativi a cessione, proroga e risoluzione dei contratti di locazione, affitto e comodato di immobili in vigore dal 1 luglio 2010. Modulo CDC/10 sanzioni per chi non comunica i dati catastali dell’immobile.

Mod. CDC 2010: nuovo modello comunicazione dati catastali cessione, risoluzione, proroga contratto affitto locazione immobile in vigore da 1/7/10ultima modifica: 2010-06-29T02:04:00+02:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

14 pensieri su “Mod. CDC 2010: nuovo modello comunicazione dati catastali cessione, risoluzione, proroga contratto affitto locazione immobile in vigore da 1/7/10

  1. Rispondo a Francesco:Certo se per compilare e registrare un semplice contratto di locazione ci si affida ad un commercialista questo, in base alla struttura del suo ufficio, potrebbe chiedere anche più di 439,18 euro che peraltro rappresenta già una cifra alta.Bisognerebbe imparare a “fare da se”. E’ sufficiente procurarsi presso le associazioni degli inquilini o dei piccoli proprietari, un facsimile già prestampato di contratto di locazione e con l’aiuto dell’associazione stessa personalizzare coi dati che interessano (inizio e fine locazione, canone, nominativi ecc.)A questo punto le spese sono: una marca da bollo da 14,62 euro per ogni 4 facciate di contratto( a carico dell’inquilino) e la tassa di registrazione pari al 2% dell’intero importo annuo del canone (a carico di inquilino e proprietario al 50%). Si fissa un appuntamento con l’agenzia delle entrate e si registra il contratto che peraltro può essere fatto anche via internet. Tutto qua, come si vede c’è un gran risparmio. Affidare questo servizio ad un commercialista bisogna aspettarsi di tutto.Ciao

  2. Buongiorno, visto la mia ignoranza in merito, spiego la mia situazione: il commercialista del mio padrone di casa mi ha presentato la parcella per il contratto di locazione dell’ appartamento. in totale devo dare 439,18 euro ( per il contratto di locazione): di cui 33,50 imposta di bollo, 87,72 i bolli e quota stesura contratto 250, cassa 4% 10 euro piu iva del 21% 54,60.a me sembra un po eccessivo visto che nn è la prima casa che prendo in affitto e nn ho mai pagato cosi tanto.

  3. Ho bisogno di aiuto, nel 2010 ho fatto la proroga per alcuni contratti di locazione da societa’ a societa’; Per effettuare il pagamento ad ogni scadenza successiva devo inserire sempre lo stesso n. di contratto e l’anno della prima registrazione del contratto? Essendo stazioni radio, devo comunque fare avere all’agenzia delle entrate il modello cdc?

  4. A) il 01.02.11 ho prorogato il contratto di affitto di ulteriori 4 anni e ho versato la tassa di registrazione solo per la PRIMA annualità con il Mod. F23 – (codice 114T)B) il 15.06.11 ho versato l’acconto della cedolare secca, utilizzando il Mod. F23 (cod.1840). Contestualmente, nel compilare UNICO non ho versato l’acconto IRPEF su detto reddito (ovvero il reddito dell’affitto).C) il 30.11.11 andrò a versare il 2° acconto della cedolare secca, utilizzando il Mod. F23 (cod. 1841).D) il 15.06.12 verserò il saldo 2011 della cedolare secca (cod.1842) nonché il 1° acconto 2012 della stessa (cod. 1840). NON farò più la dichiarazione dei redditi attraverso l’UNICO ma utilizzerò il 730 in quanto sarò a credito IRPEF (per continuare a beneficiare della detrazione d’imposta del 36% e del 55%).E) entro febbraio 2012 dovrei “registrare il rinnovo (ovvero la SECONDA annualità) del contratto di locazione e, in tale occasione dovrò dichiarare l’adesione all’opzione della cedolare secca, senza tuttavia pagare alcuna tassa QUESITO: Trattandosi di RINNOVO (e non di PROROGA) quale modello usare SIRIO o il Mod. 69? Sembrerebbe quest’ultimo ma le causali parlano solo di proroga/risoluzione/cessione e non di RINNOVO. Non ho trovato nel web la risposta al mio quesito in nessuna discussione nè, tantomeno, sul sito dell’Agenzia delle Entrate.Dove sbaglio?Mille grazie per la cortese attenzione che vorrete riservare a questo mio intervento. Cordialmente Ross

  5. Non capisco solo perchè un agente immobiliare che si presenta con tanto di partita Iva e rea non possa presentare senza delega alcun documento all’ufficio del registro visto che registrare i contratti (locazione, preliminari, ecc) fa parte dei nostri obblighi e in caso di inadempienza delle parti dobbiamo anche rispondere in solido…stessa cosa per le responsabilità caricateci di verifiche catastali, verifiche tecniche urbanistiche, antiriciclaggio e privacy quando poi non veniamo mai citati sui vari vademecum su come comprare vendere o affittare una casa…siamo responsabili di cose che non siamo nemmeno autorizzati a visionare…e il prel se lo fanno I PRIVATI spesso di nascosto per non pagarci le provvigioni…ma c’è il notaio che sa come si fa…vai dal notaio che finoa ieri non ti ha cancellato l’ipoteca anche se si è preso i soldi, che se ne frega se c’è l’abitabilità…che non ti ha detto che hai comprato una casa piena di vincoli…vai e paga chi davvero se ne frega di cosa e come stai acquistando…ma è il NOTAIO intoccabile noi invece siamo la categoria inutile…basta solo doveri vogliamo anche i DIRITTI ed essere riconosciuti come professionisti, CHIARO?

  6. @ cristina ha scritto giovedì, 27 gennaio 2011Ciao cristina, per la registrazione di un contratto d’affitto devi utilizzare il modello 69 che trovi qui:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/06/27/registrazione-contratto-locazione-modello-69-2010-affitto.htmlSpero di esserti stata d’aiuto, contribuisci anche tu alla crescita della nostra iniziativa è sufficiente aiutare un lettore o segnalare le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o anche con il semplice passaparola :)a presto, ciao!LD

  7. Risoluzioe contratto affitto. La pratica è a mio personale avvisio gestita in modo abominevole. A parte il fatto di dover corrrere da una Agenzia delle Entrate all’altra (ma non sono collegate via telematica?) collocate fisicamente in posti sperduti e mal segnalati (per Roma 3 l’indicazione è “cerca IKEA”) e scoprire ogni volta che ci vuole anche qualcosa d’altro.Il modulo è di per se stesso un capolavoro per gli addetti ai lavori ma inutilizzabile per gli utenti (lleggete le iastruzioni per la compilazione e provate a trovare la corrispondenza tra le voci.) utilizzando i documenti in vostro possesso (ad esempio gli estremi registrazione di un contratto).Vorrei poi chiedere ai nostri geniali Amministratori, se la finalità è far EMERGERE GLI IMMOBILI NON ACCATASTATI, perchè chiedete a me i dati che EVENTUALMENTE “NON DOVREBBERO ESSERCI!?? Quelli accatastati “SONO GIA’ IN VOSTRO POSSESSO” o l’Agenzia del Territorio è su un alltro pianeta. Non dovreste, per legge (383/2001 art. 15) scambairveli fra di voi con le meravigliose tecnologie Brunettiane!??Grazie e aspettiamo la 6^ Repubblica. SALUTI FANTOZZIANI.

  8. Buongiornoio dovrei registrare un contratto di locazione per un immobile e so’ che devo compilare a parte un modello ma è il modello cdc 2010 o un altro?se non fosse questo eventualmente mi può indicare dove scaricarlo?grazie

  9. Ritengo oggetto di critica la procedura relativamente al pagamento della tripla tassa di registro per quanto riguarda la locazione inerente uno stesso immobile.Infatti qualora avvenga una risoluzione anticipata in qualunque giorno dell’anno, si è costretti a pagare la tassa di registro per :-Imposta annualità successive cod.112T pari al 2% dell’importo di affitto.-Imposta per risoluzione anticipata cod 113T pari a 67,00 euro-Imposta per un nuovo contratto ad altro locatario cod.115T pari al 2% dell’importo di affitto. A mio parere bisognerebbe annullare l’imposta di risoluzione anticipata in tutti quei casi in cui lo stesso immobile venga riaffittato entro la data di scadenza della tassa cod. 112T già pagata.A tal proposito sullo stesso modulo CDC 2010 dovrebbe essere previsto questo spedifico caso.

  10. questo modello dopo aver effettuato il pagamento di 67 euro per quanto concerne la risoluzione anticipata di un contratto quanto tempo dopo puo’essere consegnato o spedito per posta all’agenzia delle entrate di competenza?

  11. Indicazione I (intero immobile) o P (porzione immobile)Cosa s’intende per porzione di immobile?Un alloggio in comproprietà e con contratto di locazione intestato ai proprietari come va indicato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.