Conto Arancio di Ing Direct: nuovo tasso interesse base dal 1° maggio 2010

Questa settimana Ing Direct ha comunicato ai clienti del suo conto di deposito, il celeberrimo Conto Arancio, un nuovo taglio del tasso d’interesse base.

Evidentemente quest’anno anche Ing Direct ha deciso di festeggiare la Festa del Lavoro, dato che la riduzione entrerà in vigore a partire da sabato 1 maggio 2010. Purtroppo il tasso d’interesse base scenderà all’1% dall’attuale 1,5%.

Per fortuna questo dovrebbe essere l’ultimo taglio, poi gli interessi dovrebbero riprendere a salire forse già da fine autunno di quest’anno. Salire sì ma lentamente, e certamente non alla stessa velocità con cui sono scesi. Comunque andrà le future variazioni dipenderanno in massima parte dall’evoluzione del tasso BCE e dell’Euribor.

Anche i vincolati dell’opzione Arancio+ molto probabilmente si adegueranno e subiranno riduzioni analoghe già a partire dal 21 aprile 2010. Salla variazione di quest’ultimi però ufficialmente non si sa ancora nulla.

ing-direct-conto-deposito-arancio-nuovi-tassi-interesse.jpg

Alla luce di queste novità rielaboriamo la migliore strategia da mettere in atto per massimizzare gli interessi della propria liquidità.

Innanzitutto occorre distinguere fra chi è già cliente di Conto Arancio e chi no.

A questi ultimi conviene decisamente prendere al volo l’attuale promozione che consente di avere il 2,5% per un anno se si apre il conto entro il mese di aprile 2010.

Il 2,5% è un tasso di tutto rispetto fra i conti di deposito italiani soprattutto se si pensa che sarà conservato per un intero anno. In questo modo si riceve il 2,5% sino a primavera del prossimo anno e nel mentre si è liberi di gestire la propria liquidità ed eventualmente di spostarla su un altro conto di deposito che offre condizioni migliori o per un periodo di tempo pù lungo.

Inoltre se in concomitanza dell’apertura del Conto Arancio si apre anche il Conto Correte Arancio il tasso fisso annuo sale al 2.75%. Opzione quest’ultima che consiglio a tutti coloro che possono accreditare lo stipendio/pensione su questo nuovo conto. Infatti con l’accredito dello stipendio/pensione anche il conto corrente non ha alcun costo ne di bolli ne di gestione e si usufruisce di un ulteriore tasso d’interessi extra dello 0,25% per un anno.

Mentre per chi è già cliente Ing Direct e non ha promozioni in corso consigliamo di trasferire la propria liquidità sui numerosi altri conti deposito che offrono più dell’1%. Sono in molti attualmenti ad offire tassi d’interessi maggiori sia dell’1% che dell’1,5%.

Lasciando a zero il tuo conto di deposito, Ing Direct non tarderà molto ad offrirti una nuova promozione in grado di competere con i tassi d’interesse vigenti sul mercato dei conti deposito.

Ing Direct riduce ancora il tasso d’interesse base di Conto Aranci. La strategia che consigliamo aipotenziali clienti e a chi è già cliente.

Conto Arancio di Ing Direct: nuovo tasso interesse base dal 1° maggio 2010ultima modifica: 2010-04-03T17:06:00+02:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

77 pensieri su “Conto Arancio di Ing Direct: nuovo tasso interesse base dal 1° maggio 2010

  1. @ Emanuele ha scritto martedì, 01 marzo 2011Ciao Emanuele, dai un’occhiata a questo articolo sul rischio di default di Ing Direct. Forse non cambierai il tuo giudizio, ma certamente avrai maggiori elementi per dare una valutazione complessiva sulla banca della zucca:http://bit.ly/922q7vPiù siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  2. @ YaK ha scritto giovedì, 11 novembre 2010Ciao YaK, oltre all’ottimo Rendimax dai un’occhiata anche al conto di deposito di Che Banca! Sebbene attualmente il Rendimax sia leggermente più vantaggioso, il Che Banca! ha comunque ottimi interessi e offre maggiore sicurezza rispetto al Rendimax o all’Ing Direct.Qui il link alle offerte del momento di Che Banca!:http://bit.ly/hzvdA1Un saluto a tutti, ciao 🙂

  3. Ciao a tutti, io sono uno studente e correntista Arancio(ING) e, come tale, sono davvero compiaciuto dal fatto di poter pagare con una carta di credito, di aver avuto il buono benzina e prossimamente il buono da 100 euro MediaWorld, di esser aggiornato con la corrispondenza cartacea ad ogni evenienza e di non aver mai pagato un soldo per tali cose. Mi chiedo solo, come fanno? sono tutti segnali di buona salute o dovrebbero esserlo. Cioè io mi sono fidelizzato al 100% personalmente con il gruppo ING. Saluti.

  4. Ti sei risposto da solo, i tassi bassi li hanno tutte le banche. Perché? Crisi finanziaria. Che si può fare? Niente 🙂 Aspettare che le cose vadano un po’ meglio 🙂

  5. Sono un *nuovo* cliente ING (con i conti di mia madre e mia sorella, che gestivo io, da diversi anni), e francamente trovo veramente *triste* che il tasso base sia ormai attestato al 1% e che arancio +, per cifre sotto i 100k e vincolate (Sebbene con arancio+ si possa svincolare all’occorrenza) anche a 6 o 12 mesi offra interessi veramente poco allettanti. “Fortunatamente” sul mio nuovo conto usufruisco del 2,50 per 12 mesi fino a maggio 2011 tenendoli semplicemente sul conto, discorso diverso per i conti dei “vecchi” clienti, dove con arancio+, viste le somme in gioco posso usufruire di interessi tra l’1,40 e l’1,80 in base ai mesi di vincolo. Purtroppo però cercando proposte “alternative” nelle banche fisiche (tre diverse) dove ho aperto i conti, ho ottenuto proposte contemporaneamente sia più sconvenienti che più “rischiose”. Mi han proposo certificati di deposito al portatore (nemmeno protetti entro i 103k quindi e con tutti i rischi che ne conseguono) a tassi ancora più sconvenienti (tra l’1% e l’1,375%, lordi chiaramente). A parte Rendimax, che sto visionando, mi chiedo, Conto Arancio (non il conto corrente arancio, di cui francamente non ho bisogno) è così sconveniente in questo momento?Saluti

  6. Ottimo articolo…….chiudero’ il conto arancio in quanto il tasso d’interesse dell’1%e’ semplicemente ridicolo ……ho scritto una mail a Ing Direct e sono in attesa di risposta (se mi propongono qualcosa di interessante rimango altrimenti passo adaltro conto deposito)ciao

  7. Ciao a tutti, ho appena aperto il conto corrente arancio e mi e’ accaduto cio’ che e’ successo a Mario, una lettera che dice: Gentile clientein relazione alla sua richiesta in oggetto, siamo spiacenti di comunicarle che, sulla base della documentazione prodotta e delle dichiarazione rese,non possiamo dare seguito a tale richiesta in quanto non conforme alla nostra politica di erogazione del credito della banca.Non sanno ovviamente fornirmi spiegazioni in merito, per cui, a 2 settimane scarse dall’apertura del conto, lo chiudo.Vorrei far notare che:- non ho mutui- l’unico neo della mia storia di normalissimo cliente di una banca e’ di essere andato in rosso, di 50 euro, per 1 sola volta, per meno di 24 oreFrancamente non riesco ad immaginare che cosa vogliano da me per darmi la carta di credito; cio’ che trovo fastidioso e’ che avrebbero dovuto dirmelo subito che non mi avrebbero dato la carta di credito; invece ho dovuto chiamare io per chiedere spiegazioni della sua assenza nel pacchetto di “benvenuto”, ho dovuto aspettare che mi arrivasse una lettera (credo me l’abbia recapitata un loro dipendente venuto fino a casa mia in autostop, visto il tempo che ci ha impiegato). Nel frattempo pero’ ho accreditato a loro il mio stipendio, come pure ho trasferito le domiciliazioni, che ora dovro’ provvedere a togliere.Non so cosa significhi esattamente “trasparenza”, ma pensavo riguardasse anche la comunicazione tempestiva di mancato servizioComunque, mai piu’ Ing Direct

  8. Ciao amici, cliente ing dalla notte dei tempi. Soddisfatto al 100% della banca, del conto deposito e di conto corrente arancio. Tanto che consiglio Ing a tutti quelli che non l’hanno mai provata.Non ho avuto problemi di carta, tuttavia sono d’accordo con Robertaccio, trasparenza innanzitutto! Non nascondo un certo fastidio se la banca si fosse comportato con me come con il povero Mario.Per cui tutti insieme uniti, facciamo sentire la nostra voce e circolare il commento di Mario!Se risolviamo il suo problema, risolveremo anche i nostri problemi in casi simili 🙂

  9. @MattiaOra che ho avuto il tuo permesso 🙂 ihihihih eh sì che ci sono molti “incomprensibili casi isolati” anche qui sul blog mi sa…@RobertaccioThanks, infatti più che la chiusura conto mi interessa che loro cambino politica e che altri utenti non perdano tempo come me…Ciao,Mario

  10. @ Mario ha scritto lunedì, 21 giugno 2010Certo che Ing nel tuo caso e in tutti i casi analoghi sta facendo una pessima figura non tanto sulla mancata concessione della carta di credito, è loro pieno diritto non concederla, bensì sul muro di gomma contro cui il cliente viene rimbalzato ogni volta che chiede spiegazioni.Quando le banche non danno trasparenza sui loro servizi consiglio sempre di salutarli, per cui bene fai se decidi di dirgli adios. Mandargli nuove lettere e raccomandate servirà a poco ormai…Un grosso buu al muro di gomma eretto da ing!Amici, facciamo girare il più possibile la notizia di Mario & Co., se la voce del loro modo di fare arriva sino ai potenziali nuovi clienti credo proprio che si decideranno a cambiare politica!Usiamo mail, facebook, twitter e ogni altra diavoleria moderna, alla fine capiranno che le nuove tecnologie non servono solo per fare marketing!La trasparenza innanzitutto!!!

  11. Vista la mancanza di spiegazioni chiare e trasparenti, è lecito da parte tua pensare di chiudere il conto. L’importante è che non passi il pensiero che questa sia la regola, ma solo un incomprensibile caso isolato.

  12. Ciao,nuovo KO alla carta di credito, mi è arrivata una comunicazione chiarissima che recita:” Oggetto: Richiesta Carta di CreditoGentile XXX,in relazione alla sua richiesta in oggetto, siamo spiacenti di comunicarle che, sulla base della documentazione prodotta e delle dichiarazione rese,non possiamo dare seguito a tale richiesta in quanto non conforme alla nostra politica di erogazione del credito della banca.”Naturalmente a nulla e valsa telefonata per chiedere chiarimenti, a questo punto le strade sono 2: 1 – richiedere chiarimenti via lettera che non credo la banca sia tenuta a fornire2 – chiudere il conto corrente motivando la chiusura sulla mancata erogazione della cartaIng mi ha deluso, anche insistere per ottenere qualcosa serve se poi si perde la fiducia nell’interlocutore?Ciao,Mario

  13. Ciao Aldo, bella domanda… Giulia che ne dici? Forse è da rifare una bella tabella riepilogativa con le condizioni dei conti correnti? Fattibile?x ING invece mmmmm,di certo hanno qualcosa di non “rodato”, poi nelle lettere motivazionali non sono chiari, o non possono esserlo o non vogliono esserlo.Potrei richiamarli per richiedere maggiore chiarezza, ma la forniranno?Mi è arrivata di nuovo la documentazione di apertura ma mi sta passando la voglia di insistere.Ciao,Mario

  14. Bene Mario, vediamo se il seme crescerà o finirà a marcire nel sottobosco. Personalmente io non ho avuto mai problemi con Ing, ottima banca e sempre professionali, ma anche io come Mattia riconosco che il mio caso non fa ne statisca ne media ;)ciao

  15. Sì ma se l’albero ti cade addosso vedrai che della foresta ti interessa poco… :)Comunque stò riprovando ad attivare la carta… piantiamo un altro seme in questa super foresta… vedrai che finchè l’incendio non arriva in tua prossimità starai bene… perchè preoccuparti?:)Ciao,Mario

  16. Potrei dire che 5 dei miei colleghi hanno attivato con successo il cc arancio e hanno avuto la carta di credito senza problemi.Ma non uso queste limitate esperienze personali per dire che Ing Direct è perfetta; allo stesso modo secondo me non è giusto dire che Ing Direct fa schifo solo per alcuni casi di scarsa trasparenza, e soprattutto che sta perdendo molti clienti senza fornire alcun dato.A me hanno sempre insegnato che fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce.:)

  17. Ahahahahnon avevo letto quihttp://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2009/04/08/conto-corrente-arancio-ing-direct-testimonianza-opinioni.htmlhanno proprio problemi di trasparenza… Ciao,Mario

  18. Tutti scappano da Conto Arancio, compreso me. Sinceramente un arancio+ all’1,80% lordo è veramente triste. Ed anche a me, come a primoandultimo, non è ancora stata fatta alcuna offerta. Personalmente credo che presto i nostri amici olandesi se la vedranno bruttina. Per quanto riguarda poi come reinvestire i propri risparmi, è veramente una scelta soggettiva, di strumenti in giro ce ne sono diversi e non tutti ad alto rischio.

  19. Complimenti.Anch’io sono alla ricerca di tassi remunerativi per lasciare in parcheggio i miei quattro soldi. Sono in cerca di un appartamento quindi il mio orizzonte temporale è da qui a Natale, massimo un anno.Anch’io credevo ceh Conto Arancio, dove avevo lasciato i miei soldi, una volta abbandonatolo, mi avrebbe offerto un incentivo perchè rimanesi con loro o meglio, perchè lasciassi i miei soldi da loro. Come dicevi:”Lasciando a zero il tuo conto di deposito, Ing Direct non tarderà molto ad offrirti una nuova promozione in grado di competere con i tassi d’interesse vigenti sul mercato dei conti deposito.”Purtroppo non è stato così. quindi dovrò toglierli da Conto Arancio per metterli… DOVE????Grazie per la rispostacomplimenti e tanti auguriprimoandultimo

  20. marietto“”Conto arancio finalmente è rodato, oggi ho ricevuto l’attivazione dell’ultimo conto ed il relativo codice gemello, per chi ne volesse usufruire e dimostrare solidarietà èmxn2pfpjn, per usufruirne collegatevi direttamente al sito conto arancio codice gemello che vi apparirà digitandolo su google, grazie a chi mi aiuta.Volevo anche aggiungere che dopo approfondite indagini sui vari conti deposito oggi conto arancio è quello più conveniente e più remunerativo, superiore a rendimax di banca ifis dove hanno appena ritoccato i tassi e per ottenere il 2,75% devi vincolare ad un anno senza possibilità di svincolare prima, neanche per un’ urgenza,mentre qui sono disponibili(ho provato) il secondo giorno lavorativo sul mio c/c predefinito.Ciao a Mario, Mattia e a tutti mi sembra che dalle mie definizioni “rodato”, “attivazione” ecc. si possa facilmente comprendere che mi riferivo al conto arancio in promozione fino al 30 aprile e con validità un anno, negli altri casi sono d’accordo con voi. Sono già cliente di banca ifis ma attualmente non mi dà sicuramente queste condizioni, soprattutto per quanto concerne la libera disponibilità. Per quest’anno mi sta bene così, anche perchè sarebbe una seccatura che alzassero i tassi e trovarsi i soldi vincolati, il prossimo anno si vedrà.Intanto, tutto è attivato(mi manca lo 0,25% dell’ultimo gemello) ma continuano ad arrivarmi doppioni per apertura, riepiloghi generali ecc., certo che come organizzazione lasciano un pò a desiderare visto quello che costano carta, poste e corrieri!!!Cordiali saluti a tuttimariettop.s. qualcuno può aiutarmi a usufruire dell’ ultimo codice gemello riportato qui sopra?ringrazio anticipatamente il benefattore.

  21. Concordo con Mario e ipse dixit,possiedo Rendimax da 2 mesi scarsi…e purtroppo c´e´gia la variazione dei tassi…che cmq entra in vigore da maggio(quella riferita alla giacenza NON VINCOLATA)

  22. Concordo,ora la domanda è: meglio un Rendimax senza vincoli o un Arancio+ “vincolato”…dipende dalle proprie esigenze… io preferisco il primo.Ciao,Mario

  23. Ciao marietto,sicuro che rendimax sia meno conveniente di conto arancio?Prendiamo i due conti senza promozioni o senza effettuare i vincoli.Rendimax: 2,10 % lordo capitalizzato ogni 3 mesiConto Arancio: 1,5 % capitalizzato a fine annoHo Conto Arancio da 7-8 anni ma economicamente Rendimax è migliore sotto certi aspetti (ad esempio i vincoli sono tali per cui non si possono prelevare i soldi in emergenza, a differenza di Arancio+… con il quale si possono prelevare in qualsiasi momento e prendendo pure gli interessi normali per il periodo durante il quale li si è vincolati).

  24. “Conto arancio finalmente è rodato, oggi ho ricevuto l’attivazione dell’ultimo conto ed il relativo codice gemello, per chi ne volesse usufruire e dimostrare solidarietà èmxn2pfpjn, per usufruirne collegatevi direttamente al sito conto arancio codice gemello che vi apparirà digitandolo su google, grazie a chi mi aiuta.Volevo anche aggiungere che dopo approfondite indagini sui vari conti deposito oggi conto arancio è quello più conveniente e più remunerativo, superiore a rendimax di banca ifis dove hanno appena ritoccato i tassi e per ottenere il 2,75% devi vincolare ad un anno senza possibilità di svincolare prima, neanche per un’ urgenza,mentre qui sono disponibili(ho provato) il secondo giorno lavorativo sul mio c/c predefinito.A proposito di c/c arancio volevo avvisare che se non c’è necessità di bancomat e carta di credito, con una consistenza di 20k, a meno che uno accrediti stipendio o pensione, è più remunerativo fare il solo conto di deposito al 2,75% senza abbinare c/c arancio, visto che i 17k al 3% non compensano i 3k di giacenza senza interessi.Faccio l’esempio di € 20.000 perchè oltre questa soglia bisogna aspettare la procedura di liquidazione della banca in caso di default(potrebbero passare anni per i 103.000,00), mentre fino a 20.000 si rientra in possesso del capitale entro 90 giorni(regolamento fidt).Spero di esser stato utile a qualcuno e che un’anima pia usi il codice gemello.Saluti a Mario e Mattia.

  25. Aggiornamenti:Ora la richiesta di carta di credito è ok :)Ma devo reinvare i moduli quando arriveranno. Sul motivo del primo KO aleggiano fumi di nebbia… e anche sulla documentazione già inviata… :)Ciao,Mariop.s. ma c’era una promozione che prevedeva il rimborso del 2% di quanto speso? scaduta, eh?

  26. Chiedo scusa, se involontariamente ho sbagliato pagina, per quanto riguarda la pubblicazione del mio codice amico Fineco.Cordiali saluti al Mario, che giustamente ha notificato l’errore e a tutti i lettori di Crisi Finanziaria.Mario.

  27. mmmm un altro Mario… strano è un nome poco usato :-)Mario metti la promozione nella pagina di Fineco e non qui su ING che fai più bella figura :)Ciao,Mario

  28. “““Eccezionale veramente:Codice amico : AA4157223,per una PROMOZIONE in corso, OPERAZIONE: “STAI DAVANTI”, apri CONTO FINECOentro il 30 Giugno 2010, inserendo un codice amico avrai 6 mesi di conto gratisdall’apertura del conto e €100.00 di risparmi quando investi.Saluti cordiali, a tutti i lettori di Crisi Finanziaria, in particolare a chi utilizzerà il codice amico sopraddetto: AA4157223”””

  29. Dunque, riepilogando, scadute le ottime condizioni praticate dopo il primo anno con “che banca” e visti i loro maldestri tentativi di mantenere il cliente promettendo (call center)maggiori tassi con “pronti contro termine” (che non sono garantiti dal fidt, ma loro questo col piffero che te lo dicono, alla faccia della trasparenza!!!, anzi sostengono di non saperlo) ho deciso di passare a conto arancio.Dopo un mese di travaglio, circa 15 telefonate da 15 minuti l’una(rigorosamente fatte con il numero verde, a parte la prima) per poter usufruire di un codice gemello che mi era stato assegnato l’anno scorso e che consideravano non valido nonostante non avessi attivato mai il conto, finalmente ho trovato un operatore valido che ha sbloccato la situazione permettendomi di attivare il conto mio, quello di mia moglie e quello di mia figlia usufruendo delle migliori condizioni.Ho dovuto rispedire 2 volte tutte le documentazioni che avevo scaricato e inviato per accorciare i tempi, poichè a sentir loro non erano arrivate o erano incomplete, forse per far scader la promo, ma alla fine ho eseguito il primo step.A questo punto è iniziato il secondo calvario :conto attivo ma codici che non arrivano mai finchè me li hanno dettati al telefono: 3° step attivazione deposito, c/c e carte in 3 giorni”chi la dura la vince”!!!

  30. La risposta è arrivata :-)Mi dicono di inviare il foglio e i documenti di attivazione e poi mi faranno sapere per l’approvazione.Peccato che i moduli li ho già inviati tempo fa e al telefono mi hanno confermato che li hanno ricevuti. Ho riscritto… aspettiamo… :)Ciao,Mario

  31. OK.L’unica cosa alla quale potrebbero attaccarsi per rifiutarti la carta di credito potrebbe essere dovuta al fatto che con quel “al momento dell’attivazione” intendano “al momento dell’attivazione del conto”. Non so infatti se la carta di credito si può richiedere in qualsiasi momento, anche soddisfando quei requisiti :)Rimaniamo in attesa, vedrai che la risposta non tarderà ad arrivare 🙂

  32. Ciao Mattia,non l’ho ancora chiuso. Ho riaccreditato 3000 euro e chiesto di nuovo chiarimenti sulla base dell’informativa che mi ha mandato.Stavolta i chiarimenti li ho chiesti scritti e non telefonici, vediamo cosa mi rispondono. :-)Ciao,Mario

  33. I requisiti li ho letti qua: http://www.ingdirect.it/sp/95_PDFRepository/fogli_informativi.pdfCONDIZIONI PER ATTIVARE LA CARTA DI CREDITOaccredito dello stipendio/pensione oppure saldo sul conto corrente pari almeno a € 3.000 al momento dell’attivazioneAggiornate a febbraio 2010 (sperando non siano cambiate).Adesso non so bene in che situazione sei (non so cosa hai attualmente aperto e cosa hai già chiuso). Io personalmente rifarei la procedura per aprire cc arancio (non sto qua a spiegarla perchè è banale e sicuramente la conoscerai già). Io scommetto che se rispetti i requisiti ti darebbero la carta di credito. Visto che è uno sbattimento e visto che non so se ti è possibile farlo… io, contratto alla mano, visto è che alla fine è un tuo diritto, chiederei semplicemente spiegazioni… O l’hai già fatto e non hai ricevuto risposta?

  34. Mattia Mattia Mattia,ancora devo chiuderlo, mi vuoi guidare… tu dimmi… io faccio… :)già pensavo di chiederti dove hai letto che per avere la carta bastano 3000 euro… sul sito o nelle condizioni contrattuali? Non credo lì perchè altrimenti oltre a chiamare scrivo e pretendo una risposta scritta alla mancata concessione della carta… che ne dici? ci divertiamo?Ciao,Mario

  35. Sarebbe interessante riprovare ad aprire cc Arancio, solo per curiosità, per capire se la tua è stata “sfiga” o una precisa scelta di ING, ma se hai già scelto di abbandonarlo, peccato 🙂

  36. La tua situazione mi sembra semplicemente impossibile, non so che altro dire. Sarebbe senz’altro utile sentire anche l’altra campana.Comunque non mi sembra una situazione diffusa. :)Personalmente continuerò a consigliare Ing Direct e a ricevere commenti positivi dalla maggior parte delle persone a cui l’ho consigliata 🙂

  37. Ciao Mattia,ho aperto il conto, inserito 3500 euro e richiesto la carta. Non ometto nulla. E nessuna risposta è arrivata da ING. Se non a richiesta. Se hai altre domande sono a tua disposizione, anzi se vuoi ti dò il mio numero cliente 🙂 ihihihAnche nel mio caso (10 anni) ING era stata competente e cortese. Ma il servizio carte di Credito del Conto Corrente credo che sia ancora poco “rodato”.Io non giudico la discussione inutile. Anzi :)Non divulghi? :))))) AhahahahahahahTriste come battuta la seconda parte, ti consiglio il film “Si può fare”.Ciao,Mario

  38. Se è come dici penso che tu abbia diritto alla carta di credito. Io credo semplicemente che non sia esattamente come dici o che tu ometta di dire qualcosa 🙂 Dico questo perchè fino ad ora, nel mio caso, Ing Direct è stata molto competente e cortese nelle risposte.Ci voleva tanto ad essere più precisi? :)Abbiamo discusso del nulla, fino ad ora :)Non divulgo segni zodiacali, tratto chi crede negli astri come dei malati mentali 🙂

  39. Aahahahahahah,ciao Mattia,non ho accreditato lo stipendio ma avevo una giacenza superiore a 3000 euro ma inferiore a 100mila 🙂 quindi una condizione era soddisfatta :)Dovevano darmi la carta o comunque informarmi che la richiesta era rifiutata? Che ne pensi?Che segno sei?Ciao,Mario

  40. Ciao Mario, il 7 aprile scrivevi:Mario ha scritto mercoledì, 07 aprile 2010:“[…]Qui la botta, nulla carta di credito, senza aver mai avuto problemi con nessuna banca, poichè non accredito lo stipendio lì e non ho una giacenza alta (e ci credo il tasso è scarso e lo stipendio in un conto senza carta di credito non ce lo metto…)…[…]”Praticamente dici che non soddisfavi nemmeno uno dei 2 criteri richiesti.Puoi chiarire? 🙂

  41. Ciao Mattia,io rispettavo le condizioni che hai indicato e di molto :)))Ma forse nel questionario che abbiamo compilato ci sono differenze, tipo ad esempio: abitazione di proprietà? oppure reddito… mi bastava mentire :)Ciao,Mario

  42. Ciao Mario,fatti alla mano le condizioni per poter avere la carta di credito sono chiare e precise:”CONDIZIONI PER ATTIVARE LA CARTA DI CREDITOaccredito dello stipendio/pensione oppure saldo sul conto corrente pari almeno a € 3.000 al momento dell’attivazione”Personalmente ho rispettato le condizioni e ho in mano la carta di credito. Ho rispettato le condizioni -> ho avuto un servizio.Tu non accrediti lo stipendio perché suppongo lo accrediti su Fineco. Non ci tieni soldi perchè li vuoi avere investiti verso conti con rendimenti più alti (come è ovvio e conveniente che sia, visto che il tasso di interesse di cc arancio è, per ovvi motivi, 0… Nulla da obiettare, però la carta di credito è giusto che non ti venga data, e infatti è quello che è successo. :)Come uso la carta di credito con 5 euro sul conto? Easy: la uso e prima del giorno di addebito ci metto i soldi per non andare in negativo 🙂

  43. Ciao Mattia,i clienti a zero euro sono quelli che avevano anche cifre con tanti zeri ma che sono scappati verso rendimenti più alti, come è giusto che sia in una logica di mercato…Tu, se ho capito bene, utilizzi Arancio+ ?Con 5 euro sul conto come fai ad utilizzare la carta di credito? 🙂 Forse dovrebbero concedere la carta di credito ad un cliente decennale che non ha mai sforato con altre carte di credito ne ha avuto mai problemi? Forse dovrebbero dare fiducia ai loro clienti così come il cliente da fiducia a loro anche quando sono a rischio fallimento e sono garantiti dal paese Olanda? :)Le cose sono chiare e scritte???? 🙂 forse lo erano anni fa…Ti devo informare, perchè forse sono stato poco chiaro, che alla richiesta di carta di credito ING non mi ha informato in nessun modo che tale richiesta è stata bocciata, ne ha spiegato le motivazioni… Solo dopo oltre un mese e dopo due telefonate si sono degnati di informarmi e le stesse motivazioni non sono tenute a fornirle. Grande esempio di chiarezza e regole scritte. Basta scrivere chiaramente che si può non essere trasparti e chiari. Non c’è che dire…Il dipendente ING non è mio amico, e solo un cliente/dipendente frustrato che ho sentito al telefono e si è “sfogato” con me , e questo è comicissimo (per me :-)… Almeno i criteri di Fineco sulla concessione della carta di credito sono chiari, ING non ha criteri chiari e visibili, e questo è un fatto!Buona attesa di fonti serie e meno ironiche allora 🙂 perchè la mia frase su cui attendi spiegazioni è solo un’intuizione basata su quello che osservo (tassi e competitor)… la certezza matematica sulla diminuzione dei clienti non la ho…Ciao,Mariop.s. per te le risposte ironiche mi sa che per te sono poco “divertenti” 🙂 una curiosità Mattia… che segno sei? domanda poco rzionale e sciocca 🙂

  44. Ciao Mario,io un cliente con zero euro sul conto Arancio lo chiamo un cliente che è possibile perdere con tranquillità. Visto che lo scopo di una banca è reinvestire i soldi a fronte di piccoli interessi, quale sarebbe la perdita della banca nel caso un cliente abbia 0 € sul conto? Fammi capire, avrebbero dovuto concedere la carta di credito a un cliente che non accredita lo stipendio o che ha 5 € sul conto?Anche io sono un idealista, ma non c’entra nulla. Con ING Direct le cose sono chiare e scritte. Se non soddisfi certi criteri non hai certi servizi. E ripeto, essere dipendente di Ing Direct, o dire “Ma Fineco la carta di credito me la dà lo stesso” evidentemente non è un criterio sufficiente. Poi se il tuo amico era dipendente ma accreditava e non gli han dato la carta di credito c’è ovviamente qualcosa che non va, ma bisognerebbe sentire quali sono veramente i motivi.Attendo una fonte che parli di calo di clienti (qualsiasi tipo, anche quelli con 0 euro) di Ing Direct 🙂 Le risposte ironiche (“mi sbagliavo sicuramente”) sono divertente ma a livello argomentativo servono solo per glissare sull’argomento senza dare una risposta 🙂

  45. Ciao Mattia,certo è normalissimo che la banca si dia delle regole e poi deroghi appena i clienti si accorgono che la banca li prende in giro… :)Lei abbassa i tassi (ok per il mercato), tu togli i soldi, ti rialzano il tasso, lei non concede la carta, tu minacci di chiudere il conto, te la concedono, un tira e molla che conviene. I clienti più pigri (molti) si beccano le condizioni base e stanno zitti.E’ il modo di comportarsi “disonesto” di sempre delle banche normali, quella che sta infettando ormai anche le banche on-line… (compresa Fineco dopo che via via è stata acquisita).Per la comicità, si vede che io e te abbiamo un diverso senso dell’humor :))))) io e il dipendente ING, che ha cambiato conto corrente, ridevamo te lo assicuro :)Per i numeri sui clienti di ING dobbiamo definire una convenzione: ihihihihihihTu come lo chiami un cliente con zero euro sul conto Arancio? E’ un cliente o un non cliente? ihihihihAh ma probabilmente i clienti sono triplicati, mi sbagliavo sicuramente 🙂 :)Spero che la mia risposta ti sia ora chiara. :)Comunque mi illudo ancora ogni tanto di essere idealista, bastava spostare i soldi per un mese su conto arancio senza nemmeno accreditare lo stipendio, richiedere la carta di credito, ottenerla e togliere i soldi… contenti loro…Ciao,Mario

  46. Mario, mi sembra “disonesto” sviare il discorso. Salvo Fineco, praticamente tutte le banche concedono la carta di credito solo a determinate condizioni. Evidentemente essere dipendente di ING non costituisce una condizione per cui venga concessa una carta di credito.Non ci vedo nulla di strano, sensazionale, o divertente, anzi… meglio per gli “altri”, vuol dire che ING tratta dipendenti e clienti allo stesso modo :)Come ti avevo chiesto, hai qualche dato a supporto della tesi “Ing sta perdendo clienti”? :)Grazie, Mattia

  47. Ciao a tutti,@Mattia e LizCerto è normalissimo che INGdirect non conceda la carta di credito nemmeno si suoi dipendenti che ricevono da ING e accreditano lo stipendio sul Conto Corrente Arancio!!!Ihihihih avete letto bene… ho parlato con uno di loro… raba da ridere a crepapelle… e sarebbe una banca seria… :-))))))))))) Però dai devo essere obiettivo, direi di licenziare solo il direttore che si occupa di Conto Corrente Arancio e quello che si occupa delle Carte di Credito…Ho preparo la raccomandata per la chiusura conto con la motivazione “mancata concessione carta di credito”… poi vi faccio sapere… certo che è comicissima la cosa… :-)))Ciao,Mario

  48. >Mattia: volendo ING potrebbe anche darla…poi quando spedi e vai in negativo ti spenna con gli interessi passivi…e le banche sanno come fare….ad avere i soldi quando li vogliono.Quando si tratta di darli…braccino monco altro che corto!

  49. Bene, viste le conferme ritiro quasi tutto quello che ho detto.Ritengo comunque che Fineco sia una eccezione e che sia comprensibile e normalissimo che Ing Direct non dia carte di credito per chi non accredita lo stipendio/pensione o per chi non ha un minimo di liquidità 🙂

  50. vorrei dare il mio contributo per fare luce sulla carta di credito di Fineco.La carte di credito di Fineco viene data in automatico alla richiesta, è gratuita e non ha costi di commissioni o altro. Non servono ne accredito dello stipendio ne un minimale di liquidità sul conto.Unica cosa quando si riceve la carta occorre attivarla e per attivarla servono almeno 1.500 euro sul conto. Ma dopo l’attivazione si può lasciare il conto anche a 0 euro e non succede niente. L’importante è che il mese successivo all’addebito degli acquisti fatti con la carta di credito ci sia la liquidità sufficiente per coprire le spese.L’addebito delle spese fatte avviene il 10 del mese successivo.Un salutone a tutti gli amici di Crisi Finanziaria e se vi interessa la mia opinione per me la migliore banca è fineco 🙂

  51. Ciao Mario, che tu abbia la carta di credito gratis con Fineco non ne dubito, ma hai così pochi soldi come quelli che dici di avere in Conto Corrente Arancio? E scommetto che su Fineco accrediti lo stipendio… Io credo che la differenza stia tutta là, o sbaglio? Sei sicuro che invertendo le cose (accreditando su cc Arancio invece che su Fineco) Fineco ti dia ugualmente la carta di credito gratis? Io ne dubito.Con il crollo dei tassi non c’è più niente *ovunque*, non solo con Conto Arancio o con Arancio+.I clienti di Ing sono in calo? Non lo sapevo… fonte?

  52. Ciao Mattia,:))) Certo che ha un costo, ma io la ho gratis con Fineco, quindi, per offrirla, ad Ing e alla VISA dovrebbero bastare i guadagni dovuti agli acquisti.Sulla giacenza intendevo Conto Arancio, dove c’è qualcosa… ma col crollo dei tassi non c’è più… su Arancio+ vincolati, se li scordano…Che non gli importi di perdere clienti di un certo tipo è chiaro… e ne perderanno parecchi, anzi li hanno già persi e quindi è un costo zero… è lo stesso discorso del tasso base di Fineco… Tassi di durata mensile promozionali sono ormai specchietti per le allodole, non c’è vino ne nella botte ne per la moglie :-)Ciao,Mario

  53. >Lucia: fai cosi, vincoli tutto quello di cui non hai effettivo bisogno a 1 anno con tasso del 3% e quello che pensi di dover aver sottomano a breve lo vincoli a 1 mese di volta in volta al 2,40% inclusi gli interessi anticipati che ti vengono dati dal vincolo a un anno. Se i tassi si dovessero alzare,cosa che tutti dicono accardra ma non si sa quando al massimo hai vincolato per un anno e non é una tragedia, tanto ai tassi attuali anche il 3% lordo é gia´buono di suo!

  54. Mario: beh scusa, non accrediti lo stipendio, non hai una giacenza alta… che dovrebbe fare Ing Direct? Darti la carta di credito? La carta di credito ha un costo, è ovvio che non te la danno se ci metti 1 euro…Il tasso non è scarso, è proprio zero. E infatti non è sul conto corrente arancio che si devono tenere i soldi, ma sul conto arancio o vincolati in Arancio+.Tu vuoi la botte piena e la moglie ubriaca :)Capirai a Ing che gliene importa di perdere un cliente che non ha neanche i soldi sufficienti per rientrare nei parametri nei quali si concede la carta di credito… 😛

  55. Ciao Ragazzi,io sono cliente di Conto Arancio Ingdirect dal 2001, e spesso ne ho parlato bene qui e altrove, facendo aprire anche conti a vari amici, nel 2001 sono partito con un tasso del 6%. I tassi scendono e c’è poco da fare (se non aprire Rendimax ad esempio? :-)).Ho provato 2 mesi fa ad aprire Conto Corrente Arancio, perchè un doppio conto (oltre a Fineco) poteva fare comodo e anche una doppia carta di credito.Qui la botta, nulla carta di credito, senza aver mai avuto problemi con nessuna banca, poichè non accredito lo stipendio lì e non ho una giacenza alta (e ci credo il tasso è scarso e lo stipendio in un conto senza carta di credito non ce lo metto…)…Grave errore da parte di Ingdirect, perdere la fiducia del cliente, ora stò valutando se chiudere tutti i conti arancio che ho e che ho fatto aprire… sarei portato a farlo, ma di certo chiuderà l’inutile Conto Corrente Arancio… a meno che non cambino idea… ma viste le politiche bancarie ottuse non credo lo faranno.Fineco a suo tempo, da studente senza stipendio non ha fatto storie… e anche se immagino che oggi non è più così questo è un punto a favore…Vi faccio sapere come evolve con Ingdirect :-)Ciao,Mario

  56. >Mattia e Federico e tutti gli interessati per precisione:La mia esperienza personale con Rendimax:Inviato per posta il contratto per posta sabato 20.2.10 e giovedi 25.02.10 mi sono arrivati i codici d´accesso, ho inviato l´integrazione contrattuale per effettuare il vincolo venerdi 26.02.10 e lunedi 01.03 ero gia attivo al 100%.Per ora tutto POSITIVO!!!

  57. >Mattia: arrivano in frettissima,poi provvedi immediatamente a inviare l´integrazione contrattuale cosi puoi attivare i vincoli, io in pochi giorni son riuscito ad aprirlo e poi ho inviato l´integrazione. Mi sembra che ho spedito la doc. di sabato, il martedi ho ricevuto le password e spedito l integrazione ed il lunedi ero gia attivo(tutto in pochi giorni,come detto).Interessi anticipati che a loro volta(per quanto pochi siano) maturano interessi al 2,24 lordo.

  58. non ci avevo pensato, l’idea di Mattia è ottima. Credo farò anche io così. Qualcuno ha altre idee?Grazie, Crisi Finanziaria. Il vostro servizio informativo è veramente unico, voglio dare anche io il mio contributo nell’aiutare gli altri, condividendo informazioni ed idee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.