Energie rinnovabili: Solare Eolico Biomasse. Investire oggi?

parco-energia-eolica.jpgConviene veramente investire nelle energie rinnovabili?

Non è una domanda retorica la nostra, scordiamoci di poter dare una risposta incontrovertibile a questa impegnativa domanda.

Riposto nel taschino il nostro bel rasoio di Ockham proveremo a dare una collezione di risposte in grado di conciliare meglio i differenti punti di vista da cui si affronta l’intricata questione.

Il ventaglio delle riposte suona all’incirca così:

Sì, attualmente in Germania e nella maggior parte degli stati Europei convine. No, attualmente in Italia, Francia e Libia non conviene. Sì, eolico solare e biomasse sono inesauribili e sempre disponibili. No, carbone gas e petrolio sono meno costosi. Sì, le rinnovabili non hanno costi legati a inquinamento, rifiuti e scorie. No, perchè comunque i paesi emergenti utilizzano le energie fossili. Sì, perchè le rinnovabili non sono dannose per la vita e per l’ambiente circostante. No, perchè le tecnologie verdi non sono ancora mature e integrabili con la tecnologia e i sistemi di trasporto presistenti. …

Si potrebbe proseguire all’infinito perchè per ciascuna delle due fazioni ad ogni pro corrisponde un contro.

E dunque è giusto che ciascuno di noi si faccia una propria idea in merito, scevra da condizionamenti, interessi di parte o partito, ideologie o lobby di potere.

Ma se abbiamo il coraggio di sollevare lo sguardo e guardare oltre il muro che si erge davanti a noi vedremo che il futuro non può che essere in mano alle energie rinnovabili. Ovvio ma non banale. Le energie fossili non sono infinite inoltre l’inquinamento potrebbe anche non incidere sull’effetto serra ma innegabilmente degrada l’ambiente ed è dannoso per qualsiasi forma di vita superiore.

Dunque la risposta al titolo del post potrebbe essere: ancora non si sa, ma un giorno certamente le energie rinnovabili saranno più convenienti.

Dunque ancora non si sa… o meglio alcuni paesi ancora non lo sanno, ma altri sembrano saperlo già abbastanza bene. Credo che la trasmissione di Rai Tre Presa diretta del 7/3/2010 dal titolo “Sole, Vento e Alberi” abbia saputo dipingere magistralmente il quadro della situazione regalandoci un bell’esempio di approfondimento giornalistico.

Riporto qui solo alcuni stralci della puntata, mentre la versione integrale la puoi seguire sul sito web di Rai.Tv all’indirizzo: Sole vento e alberi (Presa diretta@RaiTre)

Per chi non avesse tempo di guardare il servizio riassumo sinteticamente i punti salieni:

– Negli ultimi 20 anni anni la Germania ha avuto una crescita industriale di molto superiore a quella italiana, nel contempo ha ridotto le emissioni di gas serra del 18%, mentre l’Italia le ha aumentate del 10%;

– In Germania il 16% del fabbisogno energetico è rinnovabile mentre in Italia poco più del 5%;

– In 10 anni il settore delle energie rinnovabili ed il suo indotto ha generato più di 750.000 posti di lavoro, in Italia il settore è osteggiato da burocrazia, sia locale che regionale, e da gruppi di potere sia legale (lobby del petrolio e del carbone) che illegale (mafie ed ecomafie);

– Obiettivo del 20 20 20: entro il 2020 in Germania almeno il 20% del fabbisogno energetico complessivo sarà prodotto da energie rinnovabili e le emissioni gas serra saranno ridotte almeno del 20%. Mentre in Italia il governo si è riproposto l’obiettivo di convincere gli stati membri della comunità europea ad alzare i limiti sulle emissioni di gas serra e ad abbassare la percentuale minima di energia rinnovabile richiesta dalla normativa Europea;

– Se il settore delle energie rinnovabili continuerà a crescere al ritmo attuale, non solo la Germania raggiungerà senza difficoltà l’obiettivo del 20 20 20 ma avrà una prodozione di energia rinnovabile pari al 60% dell’intero fabbisogno energetico nazionale;

– Grazie ad un’intelligente legge e a sagge scelte di politica industriale la Germania è diventata la nazione leader mondiale nel settore dei pannelli solari e delle pale eoliche, in Italia la legge più importante è del 1991, porta la firma di Andreotti e anzichè favorire le vere energie rinnovabili sovvenziona indebitamente l’industria petrolifera della raffinazione e quella metallurgica delle acciaierie attraverso le fonti di energia assimilabili;

– Un aneddoto divertente: lo slogan della Solon, una delle società tedesche leader nei pannelli solari, è: “Non lasciamo il mondo agli stupidi“. Come si suol dire a buon intenditor poche parole 😉

Su questo tema è molto importante conoscere la tua opinione. Tu cosa ne pensi? I commenti sono a tua disposizione.

Le energie rinnovabili rappresentano realmente la soluzione al problema energetico del mondo? Conviene realmente invesrci o è solo una mistificazione per alimentare la bolla speculativa della green-economy?

Energie rinnovabili: Solare Eolico Biomasse. Investire oggi?ultima modifica: 2010-03-09T14:22:00+01:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

21 pensieri su “Energie rinnovabili: Solare Eolico Biomasse. Investire oggi?

  1. L’importanza di invitare gli amici al gruppo No Nucleare – Serpentina di Schiettihttp://www.facebook.com/pages/No-Nucleare-No-Carbone-No-Petrolio-Energia-pulita-rinnovabile/131963010153055Ciao a tutti, come va?Attraverso il nostro gruppo Facebook il 27 Maggio 2010 abbiamo provato il funzionamento della Serpentina di Schietti, dimostrando che si può dare acqua ed energia gratis a tutto il mondo, che è in atto un complotto globale, che le principali leggi della fisica sono sbagliate e non serve costruire centrali nucleari.Abbiamo provato che nessuno dona niente e si attiva gratis, quindi che tutte le principali organizzazioni ecologiste ed umanitarie con grandi spese sono complici del complotto globale tant’è che non parlano di Schietti e boicottano la Serpentina e perciò che bisogna organizzarsi in comitati autonomi.Abbiamo provato l’esistenza di milioni di agenti del sistema con lo scopo di eliminare uno a uno i migliori, diffamandoli, perseguitandoli, deviandoli verso il nulla, inducendoli ad utilizzare alcool e droga, creando finte organizzazioni estremiste fuovianti.Io, Schietti, sono il promotore della prima campagna globale contro il cambiamento climatico e la povertà dal 1989, forse sono il più importante personaggio vivente.Sono l’unico ad offrire la soluzione al cambiamento climatico (prodotto dall’anidride carbonica ormai rilasciata nell’atmosfera e dalla deforestazione) attraverso la raccolta delle foglie di parchi, giardini e boschi per produrre cellulosa. Le foglie lasciate marcire per terra o bruciate negli inceneritori liberano gas serra. Utilizzando le foglie per produrre cellulosa non servirebbe più distruggere le foreste per ottenere carta, scottex, carta igienica.La nostra è la pagina più importante di Facebook, e forse di internet, dovete avere il coraggio di invitare tutti i vostri amici con la funzione “suggerisci agli amici” sotto il logos in alto a sinistra nella pagina del gruppo.Ogni giorno la situazione sta peggiorando, il cambiamento climatico aumenta, la povertà aumenta, l’inquinamento aumenta, la popolazione aumenta, aumentano i problemi.Ho provato a tutti con le mie famose 7 proposte al governo mondiale che per ogni problema esistono soluzioni offerte da grandissimi uomini come me, ma che vengono rifiutate dal governo mondiale. Ho provato che non serve trovare una soluzione per ogni problema. Ci sono già ottime soluzioni per ogni problema, solo che vengono rifiutate, presumibilmente per speculare sulle catastrofi.Quindi il nostro gruppo è fautore della ricerca della soluzione al problema che genera tutti gli altri, la causa per cui vengono rifiutate le soluzioni offerte da grandi uomini come me per ogni problema, la causa che porta il governo mondiale a preferire un mondo devastato da guerre, inquinamento, povertà speculando sulle catastrofi.Chi troverà la soluzione al problema che genera tutti gli altri, diventerà il più grande uomo di sempre, più di Gesù, Bhudda, Confucio, San Francesco, Maometto, Einstein, Tesla, Archimede, San Paolo, Giulio Cesare, Leonardo da Vinci, Mosè…Tutte le altre organizzazioni del mondo sono ancora alla ricerca di una soluzione per ogni problema, noi siamo gli unici che stiamo lavorando alla radice di tutti i mali.Invita i tuoi amici, ce la possiamo fare. Magari puoi diventare tu il più grande uomo di sempre. Grazie.Domenico Schiettihttp://domenico-schietti.blogspot.com

  2. Ciao Valerio, anzichè sparare numeri scorrelati fra loro, tipo la mancanza di laghi in germania e la produzione idroelettrica italiana (oltretutto ormai satura) cerca di citare le fonti, magari corredate di un indirizzo internet visitabile. Sai tanto per non sembrare telecomandato come il tg di scondinzolini…

  3. Ciao, mi sono imbattuto per caso in questa pagina. Fortunatamente i dati proposti sono taroccati ad arte: la produzione di energia rinnovabile in Italia sfiora già il 20%, altro che 5%! Basta fare un giro sulle alpi per rendersi conto di quanto idroelettrico venga prodotto in Italia e pensare a quanti torrenti e laghi ha, ad esempio, la Germania.Quanto al fotovoltaico la Germania e altri paesi europei sono partiti con anni di vantaggio, ma il nostro recupero, grazie al conto energia è stato rapido. Oggi l’Italia è al secondo posto in Europa con 70.000 impianti installati e una produzione di 1.300 GWh annui, sufficienti a 1.2 milioni di persone.Consiglio di osservare anche altre fonti di informazione prima di farsi abbindolare da dati come quelli riportati qui!

  4. Ciao Luciano, esistono diversi modi per investire sulle energie rinnovabili i più semplici sono:- Acquistando azioni di società costruttrici pannelli solari, pale eoliche, biomasse, termovalorizzatore e impianti di cogenerazione- Acquistando azioni di società che producono energia rinnovabile- Acquistare Fondi che investono in azioni nel settore delle rinnovabili- Acquistando Etf che riproducono gli indici industriali del settore rinnovabili

  5. Forza amici, seguiamo l’idea di Franca!Diffondiamo l’informazione e la conoscenza.Assurdo riempire il nostro bel paese di scorie nucleari e di reattori, quando possiamo utilizzare sole e vento, risorse inesauribili e gratuite!passiamo la parola, ciaow la libera informazione economica!

  6. giustissimo Franca, che classe politica di ingordi incompetenti che abbiamo al potere!!!diffondiamo il più possibile questo post, aiutiamo l’Italia a migliorare 🙂

  7. Grazie del tuo blog, cerchiamo di diffondere anche a chi non ha visto la puntata di presa diretta!Io l’ho vista e sulla stampa leggo anche che “L’Italia ha comunicato che non ce la farà da sola, pertanto può comprare energia rinnovabile dalla Germania, ad esempio, dove si registra un surplus. “Chiediamo ai nostri governanti : quanto ci costa questa inerzia, questo occuparsi solo e soltanto di questioni “private”, l’Italia deve acquistare quote verdi dalla Germania ! – con tutto il sole che abbiamo !!!!!http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=197&ID_articolo=1409&ID_sezione=&sezione=

  8. giusto, la strada è tracciata speriamo che l’Italia si adegui in tempi rapidi. i politici italiani confermano la loro fama di incompetenza e commistione con i poteri forti di questo paese che preferiscono il nucleare perchè consente di lucrare molto di più rispetto alla tecnologie rinnovabili.w la libera informazione economica!

  9. cari amici, sono d’accordissimo con il commento di Simona. Purtroppo in Italia abbiamo la classe politica più scadente del pianeta, per cui da loro non possiamo certo aspettarci lungimiranza e competenza nelle scelte di politiche energetica.Come sempre in Italia le scelte di politica energetica vengono fatte in funzione del supporto economico dato al governo in carica dalle lobby del settore. Era inevitabile che il nucleare vincesse perchè i gruppi che lo sostengo sono economicamente molto più potenti di quelli che sostengono le energie rinnovabili…Infine vorrei ringraziare gli autori di questo blog grazie ai quali ho scoperto questo illuminante servizio che mi era sfuggito.ciao a tutti 🙂

  10. Vedendo la puntata mi sembrava di veder una film di fantascienza….invece è una cosa reale, possibile anche nel nostro paese se solo a governare avessimo persone aperte mentalemnte, se solo riuscissero a guardare al loro futuro ma soprattutto a quello dei nostri bambini….mi sono commossa e ho pianto x la meraviglia ceh sono riusciti a fare in germania e x la tristezza e la consapevolezza che invece in italia questi miracoli non avverranno mai…i nostri politici puntano sul nucleare riempendoci la testa di cazzate, scusate il termine, convinti come sono che noi poveri cittadini siamo un popolo di stolti e ciechi…invece i ciechi sono loro….quante risorse da poter sfrutatre a costo zero, contribuendo a salvare questa nostar terra…forse non hanno ben chiaro che soplo su questa possiamo vivere…forse bisognerebbe resettare tutto e ripartire da zero con persone che tengono realmente all’ambiente…mi ha colpito tanto anche il discosrso di recuperare, mantenendo così i nostri boschi pulti, gli alberi vecchi, orami morenti o non in buona salute, x poterli utilizzare e fare energia eletrrica…ma queste trasmissioni i nostri capi non le guardano mai? evidentem,ente no!!

  11. Salve…post interessantissimo, stavo per condividerlo su facebook , ma mi sono accorto che è incompleto. Il post finisce : “Per chi non avesse tempo di guardare il servizio riassumo sinteticamente i punti salieni:” .Il servizio e la puntata la guarderò stasera, ma sembra che il riassunto “promesso” non sia stato pubblicato.Cristiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.