Esenzioni irpef 2010: no tax area e detrazioni sui redditi irpef

irpef-2010-esenzioni-detrazaioni-no-tax-area.jpg

Resta immutata anche per il 2010 l’area di esenzione Irpef ed il relativo metodo di calcolo.

Ma cos’è l’area di esenzione Irpef?

E’ la fascia di redditi percepiti dalle persone fisiche  che per effetto delle detrazioni per tipologia reddituale non è soggetta all’imposta Irpef.

 

Dunque chi non paga l’Irpef nel 2010?

Il contribuente il cui reddito annuo complessivo ricade nall’area di esenzione Irpef non dovrà versare imposte Irpef per il relativo anno.

A seguire trovi il dettaglio analitico di tutti i redditi appartenenti all’area di esenzione Irpef 2010:

+ Redditi da lavoratore autonomo sino a 4.800

+ Redditi da lavoratore dipendente sino a 8.000 euro (su 12 mesi di lavoro)

+ Redditi da pensione

– sotto i 75 anni di età: sino a 7.500 euro (con pensione percepita per l’intero anno)
– sopra i 75 anni di età: € 7.750 (con pensione percepita per l’intero anno)

+ Redditi da terreni sino a 185,92 euro

+ Redditi da fabbricati sino a 500 euro

+ Rendita catastale “prima casa” e relative pertinenze (autorimessa, posto auto, cantina, …)

L’area di esenzione si allarga ulteriormente nel caso di uno o più familiari a carico grazie alle relative detrazioni per familiari a carico. Dove si definisce familiare a carico qualsiasi familiare a cui si provvede e avente un reddito personale non superiore a 2.840,51.

Irpef 2010: aliquote e scaglioni fiscali

Su questo post “scaglioni e aliquote Irpef 2010” puoi consultare tutti i parametri relativi alla normativa Irpef 2010.

ALTRE UTILI RISORSE IN AMBITO FISCALE

Infine puoi consultare le utili risorse di questa pagina selezionate dinamicamente in tempo reale.

Approfondimenti

Puoi trovare ulteriori informazioni sull’argomento sui sito dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero delle Finanze.

L’elenco delle esenzioni e detrazioni No-Tax-Area sui redditi irpef 2010. Le tipologie di reddito che non pagheranno le tasse nel 2010.

Esenzioni irpef 2010: no tax area e detrazioni sui redditi irpefultima modifica: 2010-03-05T14:31:00+01:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

143 pensieri su “Esenzioni irpef 2010: no tax area e detrazioni sui redditi irpef

  1. Io lavoro part-time (20 ore settimanali) come segretaria in uno Studio medico dal 1 marzo 2011. Essendo al 4°livello il mio stipendio risulta essere intorno alle 600 € mensili nette (lorde poco di più).Non superando gli 8.000 € all’anno, credo di essere in NO TAX AREA. In effetti al mese le trattenute fin’ora risultavano essere non più del 9/10% (che andavano in Assicurazione e TFR se non sbaglio) e quelle fiscali pari quasi sempre a 0 €. Ecco, questo mese invece, comprensivo della 14°, da un lordo di 1267,57 € è risultato un netto di 1.039,00 €.ll che significa che mi è stata fatta una trattenuta del 23 % circa come fosse uno stipendio intero, standard… (con trattenute fiscali di ben 112 € che mai c’erano state prima d’ora…) Volevo sapere se è corretto o c’è stato qulache errore da parte di chi ha fatto la busta paga. Grazie!Emanuela

  2. salve a tutti .nel 2010 ho lavorato tutto l’anno come badante e mio cud risulta circa 12000 euro ho pagato le tasse a 2011 circa 3000 euro nessuno nn mi a tolto 8000 ho provato di spiegarlo ma hanno detto che e cosi giusto adesso mi tocca a fare mod unico x 2011 dove devo a fare vedere a CGIL x detrare 8000 euro . grazie x cortese risposta

  3. Salve urgentissimo.. sono separata e ho ricevuto 400 euro al mese eccetto dicembre ho lavorato solo un mese e mezzo incassando 500 euro poi di nuovo senza lavoro come mi devo comportare non ho case deducibili e altro devo dichiarare qualcosa??

  4. Mia madre si fa compilare la busta paga e versa regolarmente i contributi INPS per la badante per 12 mesi la quale supera gli 8000 euro . Ad aprile il CAAF rilascia il CUD della badante . Come fa l’Agenzia delle entrate a sapere del versamento dellIRPEF se mia madre non è il sostituto d’imposta e quindi non ha l’obbligo di detrarre e versare l’IRPEF come fa con l’Inps ? Il CAAF ci ha detto che loro non sono obbligati a fare la segnalazione. Chi la deve fare ? Altrimenti con i tempi che corrono a pagare siamo sempre i soliti . Senza contare che loro, in quanto regolari,giustamente hanno gli stessi diritti nostri (sanitari , asili per figli ,scuole, case del comune ecc.ecc.)

  5. salve!mi chiamo marta ho lavorato dal 2002 al 2010 come parrucchiera in un salone,portando a termine il contratto di apprendistato e successivamente inquadrata come operaia fino al 2010 appunto.poi mi sono licenziata.la CNA svolgeva le pratiche per quanto riguarda le buste paghe.puntualmente ogni anno chiedevo se dovevo fare la dichiarazione e mi veniva detto di no,a meno che non avessi avuto spese da dichiarare..nella busta paga avevo comunque ogni mese trattenute irpef.è tutto a posto giusto?

  6. Buongiorno a tutti,ho letto che un lavoratore deipendente con reddito inferiore a 8.000€ annui (spalmato su 12 mesi però) può essere esentato dall’imposizione irpef.se nell’anno 2011 ho percepito un redito di 4.800€ non non spalamti su tutti e 12 mesi ma con 5 mesi di disoccupazione risulto comunque esente?GrazieA

  7. Salve, il mio quesito per l’esperto è questo: do alla mia badante annualmente E 15.600 di stipendio per 13 mensilità (tutto in regola con ferie, contributi) e a fine anno le consegno una lettera riepilogativa di quanto corrispostole perchè si regolarizzi col fisco. Lei non ne fa niente! E’ tenuta questa signora a fare la sua dichiarazione dei redditi?Essendo praticamente sconosciuta al fisco in cosa può incorrere? In casi estremi la potrei denunciare?

  8. Buonasera, ho bisogno del vs aiuto per riuscire a risolvere una situazione pesante che sto vivendo in questo momento.Sono proprietaria di un appartamento da 9 anni sul quale usufruisco delle agevolazioni 1a casa (esenzione ICI e detrazione interessi passivi del mutuo) e presso il quale ho la mia residenza.Io quest’anno avro’ un reddito lordo (come lavoratore autonomo) di 35.000/40.000 euro ma, a partire da fine anno, non avro’ piu’ lavoro e quindi avro’ reddito 0 nel 2012.Proprio per questo ultimo evento negativo di lavoro ho deciso di affittare il mio appartamento e di prenderne un altro in affitto (ad un costo molto basso) mantenendo pero’ la mia residenza nel mio appartamento.Avrei forse trovato un inquilino interessato ad affittare il mio appartamento nel quale non vuole trasferire la residenza. Il contratto dovrei farlo a nome dell’azienda per cui lavora questo signore ed abbiamo discusso un canone annuo di 12.000 euro.Ora, le mie domande sono le seguenti:1) visto che il sig.re non vuole prendere residenza presso il mio appartamento, posso affittarlo mantenendo io la residenza e non perdendo quindi le agevolazioni 1a casa? O forse le agevolazioni 1a casa vengono comunque mantenute (anche se cambio la residenza) visto che sono proprietaria da piu’ di 5 anni?2) Quale sarebbe la tassazione su canone annuo (libero) di 12.000 euro considerando che partirebbe dal 15/10/2011?Ossia, vorrei sapere la tassazione relativa sia ai 2 mesi e mezzo di affitto del 2011, sia la tassazione relativa al 2012 quando non avro’ piu’ nessun reddito (eccetto quello derivante dall’affitto).Grazie,Luisa

  9. @Pappaccetto72: quanti anni hai,sei dipendente?Se sei dipendente non hai diritto all´esenzione ticket!@giulio: eventualmente se non dovuta potrai recuperare l´Irpef l´anno prossimo con il mod.730 se lo farai oppure chiedere rimborso con l´Unico PF

  10. salve a tutti!Sono alla prima esperienza lavorativa, ho un contratto a progetto, iniziato i primi di agosto, che scadrà a fine dicembre (5 mesi). Per un compenso totale di 3000 €.In busta paga, mensile, di 600 euro circa, mi viene trattenuta l’irpef, di 140 € circa.Non rientro nella No tax area? è il mio unico reddito. Devo comunicarlo a chi predispone le buste paga?Ringrazio anticipatamente per il chiarimento.Giulio

  11. salve,ho diritto all’esenzione ticket: moglie e figlio a carico, ho dichiarato 9700 euro di reddito 2010, quest’anno ho circa 9000 euro lordi maturati di buste paga, ma ad oggi ne ho incassato solo 6000.complimenti per il sito e ringrazio tutti.

  12. Ciao ho un assegno di ricerca con l’università di Padova e quindi sono esente irpef, adesso devo iniziare i lavori di ristrutturazione di casa mia, come posso usufruire delle detrazioni del 55 e del 36% essendo esente irpef? Grazie

  13. buona serata, sono una scrittrice free-lance, vivo in sudamerica e vengo pagata da un giornale online tedesco. ma i soldi vanno a finire su un conto italiano. finora non ho guadagnato piú di 200 euro all´anno (considerato che vivo con mio marito e mia suocera ci sto potendo campare, in piú la vita qui non é costosa come in europa), quindi so di avere l´esenzione, ma giusto ora si stanno prospettando possibilitá di far carriera con conseguente aumento di stipendio. la soglia si supera a 4000 euro o 4800? non mi é chiaro. ma vivendo all´estero, quando e se ci sará l ´aumento di stipendio, in che modo posso pagare? mica devo tornare in italia solo per l´irpef? grazie, Lana

  14. Salve a tutti!!!Avrei un bisogno urgente di capire se sono esente dal compilare il 730.Premetto che ad oggi non l’ho mai compilato perchè non c’è stata l’esigenza di farlo…sono un lavoratore dip.stagionale e percepisco disocc.a tempo determinato…..stamattina il ragioniere che cura le buste paghe dell’azienda presso cui presto servizio mi ha detto che entro domani dovrà pagare 650 euro dal 730 perchè non l’ho fatto!!!Ma ad agosto ancora si presenta sto ca… di modello???Il termine non era a giugno ah dice che me li hanno rateizzati ma perchè?In più quest’anno è deceduto mio padre molto tempo prima della pensione ,mia madre non lavora da 2 anni ormai e non percepisce reversibilità ed ho un fratello più piccolo che è lavoratore stagionale come me ma non percepisce disocc.,siamo in affitto e non possiedo nulla tranne che l’auto!!Mi aiutereste a capirci qualcosina in più?Grazie 10000…ovvio che il problema principale è come campare!!

  15. Salve avrei bisogno di sapere:Mia madre e’ dipendente statale e percepisce anche una pensione di reversibilita’, i due cud hanno gia’ le trattenute irpef; deve compilare lo stesso il 730?

  16. Buongiorno avrei bisogno con urgenza di sapere :Mio papaì deceduto a maggio 2011 era cointestatio con le sue sorelle di un conto titoliOra essendo morto la banca ha chiamato noi eredi 4 figli e la mamma quindi 5 personeper darcci l’eredita’ di mio padre pari a 3200 euro circa Vorrei sapere quali sono le spese che andremo a sostenere per questa cifra ricevuta e se sono esenti irpef oppure noUn cordiale saluto

  17. salve,vorrei sapere nel mio caso come calcolare irpef nel 2010 ho lavorato come dip a tempo determinato per 2 mesi +tfr,dopo ho lavorato come lavoratore autonomo con un reddito finale di 3500ho solo una casa di proprieta’

  18. e quei deficenti che gli danno il voto ai nostri politici ladri,alla fine è sempre colpa di noi italiani che gli diamo il voto a questi ladri percio’ non lamentatevi finchè quontinuate a dargli il voto, non bisogna piu dare il voto a nessuno.

  19. separata in attesa di divorzio percepisco ass. mantenimento di circa €1300 e pensione di €460, ho diritto all’esenzione di pensione ho 61 anni . grazie e buona giornata a tutti. ela

  20. Avrei bisogno di un chiarimento; nell’anno 2010 ho avuto un reddito da dipendente sotto gli 8000 euro, ho iniziato a lavorare ad ottobre.Sono esente da irpef, l’ente per cui lavoro prima me l’ha imputata e poi restituita a febbraio. Io ho un figlio a carico senza coniuge, non riconosciuto, ho spese mediche e un’asicurazione pensionistica , che può essere detratta nella misura del 19% credo, e spese per l’asilo nido del bambino.Queste ultime sono esenzioni irpef e quindi non ne ho diritto visto che sono esentata dal pagamento dell’irpef o sono rimborsi ai quali ho diritto presentando il mod. 730?grazie

  21. Avrei bisogno di un chiarimento; nell’anno 2010 ho avuto un reddito da dipendente sotto gli 8000 euro, ho iniziato a lavorare ad ottobre.Sono esente da irpef, l’ente per cui lavoro prima me l’ha imputata e poi restituita a febbraio. Io ho un figlio a carico senza coniuge, non riconosciuto, ho spese mediche e un’asicurazione pensionistica , che può essere detratta nella misura del 19% credo, e spese per l’asilo nido del bambino.Queste ultime sono esenzioni irpef e quindi non ne ho diritto visto che sono esentata dal pagamento dell’irpef o sono rimborsi ai quali ho diritto presentando il mod. 730?grazie

  22. Buongiorno a tutti.ho una domanda che mi preoccupa visto che prossimamente dovro’ fare il 730.mio marito ha un cud di €28.000 e il mio è di 6.000.siamo tuttie due dipendenti.casa cointestata (mutuo)spese mediche, assicurazione vita e figlio a carico di mio marito.la domanda è seguente.posso fare la dichiarazione dei redditi congiunta con mio marito,visto che qualcuno mi ha detto che non posso farlo perche sul cud risulta che io non pago le tasse???mi dispiacerebbe molto visto che abbiamo tutto cointestato!!!grazie in anticipo…

  23. Salve,sono separata,vivio da sola,ho un lav dip con un reddito di 1200 € mensili e percepisco € 350 mens di alimenti dal mio ex marito…non ho mai fatti il 730 e qualche giorno fa mi è arrivata una cartella dall’ag delle entrate che devo pagare € 1600 perchè avrei dovuto sommare il mio reddito da lav di con gli alimenti che percepisco e quindi passare allo scaglione di tassazione maggiore…sapete dirmi se è giusto???grazie!!

  24. Il mio reddito nel 2010 è:€ 6.000 da fabbr. concesso in affitto (4+4)(500 al mese)€ 2.500 socio di coop. di servizi per mesi 11Quanto andrò a pagare ?PS: Ho sentito parlare di cedolare secca affitti; mi conviene ?

  25. articolo 34 codice civile per detrazione tasse va modificato?non è possibile detrazione per figlio dell coniuge (dell precedente matrimonio) perché?se il padre dell bambino non partecipa al sostentamento perché è molto spesso in carcere e quando esce è irreperibile.

  26. Nel 2010 ho un irpef netta pari a zero per effetto delle detrazioni da pensione e coniuge a carico.Ho letto da più parti che non posso fruire delle detrazioni del 36% per ristrutturazioni fatte nel palazzo condominiale nel 2010 perchè non ho pagato l’IRPEF.Tutto ciò è vero e non c’è nessun modo di recuperare questi soldi????

  27. Sono proprietaria di un di un fondo, attualmente affittato a 7000 euro l’anno. Non sono competente in materia; devo fare la dichiarazione dei redditi? Se si Devo dichiarare tutta la quota di affitto? Rientro nella risposta data ad Anna che ti ha scritto 01 Marzo 2011 Qualora debbo fare il730 oppure il modello unico? Anticipatamente ringrazio Monica

  28. Buon giorno a tutti,sono una pensionata con un reddito annuale di 1.900 euro. Ho anche il possesso di una piccola seconda casa con un reddito di circa 600 euro.Debbo presentare il Mod. 730?Grazie per l’attenzione

  29. @ Anna ha scritto martedì, 01 marzo 2011Ciao Anna, con €582,00 lordi al mese sei all’interno della no tax area di 8.ooo euro all’anno, per cui se ti viene trattenuta l’irpef alla fonte puoi chiedere il rimborso a fine anno nella denuncia dei redditi mediante il modello 730:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2011/02/02/modello-730-2011-istruzioni-agenzia-entrate-compilazione-mod.htmlSpero di esserti stato d’aiuto. Contribuisci anche tu alla crescita della nostra iniziativa, è sufficiente aiutare un lettore o segnalare le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o anche con il semplice passaparola :)a presto, ciao!Nestore

  30. salve a tutti,sono stata assunta con un contratto di inserimento di 18 mesi part-time. La mia busta paga lorda mensile è di €582,00. Volevo sapere se le ritenute fiscali mi devono essere detratte oppure no. Grazie mille

  31. Ultimi aggiornamenti su DETRAZIONE MINIMA…allora.. NON esiste nessuna circolare, disposizione e quant’altro che imponga al sostituto d’imposta l’applicazione della detrazione minima anzi…la CIRCOLARE N.15/E del 5 marzo 2008 dell’ Agenzia dell’entrate (dichiarazione annuale della spettanza delle detrazioni) precisa:Per ciò stesso, si ritiene che le detrazioni di cui all’art. 13,…… Resta fermo che il contribuente, qualora abbia interesse al riconoscimento delle detrazioni in misura diversa da quella definibile dal sostituto sulla base del reddito che questi eroga, in quanto, ad esempio, è in possesso di altri redditi ovvero perché ricorrono le condizioni per l’applicazione delle detrazioni minime, può darne comunicazione al proprio sostituto affinché questi adegui le detrazioni rendendo la tassazione il più vicina possibile a quella effettiva. Ergo la detrazione minima si applica solo su precisa richiesta del contribuente!!! Oggi quando sono andata a ritirare la busta mi hanno detto di ritornare l’indomani perchè dovevano rifare tutti i calcoli!!!…poi la sera ricevo una telefonata.. mi comunicano che è tutto a posto..da questo mese mi applicano la detrazione massima!!E quella già pagata a gennaio me la ritroverò a conguaglio a dicembre…Allora che dire?? Spero che questo mio piccolo contributo a questo fantastico sito possa essere di aiuto a qualcuno che si è trovato nella mia stessa situazione…domani, comunque, vi faccio sapere di preciso come è stata rifatta la mia busta paga..baci a tutti barbara

  32. @ barbara p. ha scritto sabato, 26 febbraio 2011Grande barbara 🙂 complimenti per la tua caparbietà. Non ti so dire esattamente la circolare che richiedi, tuttavia normalmente si fa così per cui credo che esista una norma o una disposizione in proposito. Comunque quando sono al lavoro provo a fare una ricerca nell’archivio.Tienici aggiornati sugli sviluppi, a prestociaoM.

  33. grazie a tutti per le vostre risposte… allora vi aggiorno: il consulente mi ha detto che mi applicava la detrazione minima (690euro) tanta poi a conguaglio a dicembre avrei recuperato l’irpef versata in piu’ e non dovuta…alla mia domanda… perchè non mi applica subito la detrazione massima rapportata ai 12 mesi di lavoro? Prima risposta: rifacciamo la busta al computer..accidenti la massima detrazione non la prende.. solo in caso licenziamento la applica!!! Lo forzi il sistema!! Gli rispondo…poi controlla il modulo per la richiesta delle detrazioni..a ecco quì è scritto che la detrazione minima è di 690euro…bene, gli faccio, ma non è scritto che lei deve applicarmela..vede dottore se io mi presento a dicembre con un conguaglio così alto al mio datore di lavoro gli scende un accidenti!! sicuramente farà storie e poi.. provi lei a spiegarglielo che si tratta di un conguaglio!! Bhè, mi fà, effettivamente i datori di lavoro fanno sempre storie a dicembre…sa che le dico? Ora mi informo.. vedo se esiste una circolare che mi obbliga ad applicare la detrazione minima perchè se così non fosse chiamo la società che mi ha fornito il software e lo faccio modificare…ma lo sà che lei è la prima persona che mi fà questa richiesta? Mi ha messo la pulce un un orecchio….Bhè che vi devo dire? Speriamo che si informi bene… anzi giro a voi la domanda:ESISTE UNA QUALCHE CIRCOLARE CHE GLI IMPONE DI APPLICARMI LA DETRAZIONE MINIMA?

  34. @ Karla ha scritto lunedì, 06 dicembre 2010Ciao karla, se non hai trattenute irpef non hai modo di detrarre le spese mediche nemmeno attraverso tuo marito se non sei a suo carico.Mariaps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie 🙂

  35. @ Ferny ha scritto martedì, 11 gennaio 2011Ciao Ferny, buone notizie per te: non devi pagare nulla di irpef perchè i tuoi compensi annuali complessivi rientrano nella soglia di esenzione irpef :)in bocca al lupo, ciaoMariaps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie 🙂

  36. @ Roberto ha scritto mercoledì, 26 gennaio 2011Ciao Roberto, per il calcolo dello stipendio lordo/netto non esiste un formula esatta ma solo approssimata, mentre esiste una procedura di calcolo che prevede diversi passaggi.Per la procedura passo-passo puoi consultare questo articolo:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2011/02/01/calcolo-irpef-2011-aliquote-scaglioni-detrazioni-deduzioni.htmlMaria ps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie 🙂

  37. @ barbara p. ha scritto venerdì, 04 febbraio 2011ciao barbara, il tuo reddito rientra nella soglia di esenzione (se sei impiegata nella tua attività part-time per tutti i 12 mesi dell’anno), questo ti consente di non avere trattenute irpef se non hai altri redditi, tuttavia permangono i contributi previdenziali e sociali che sono appunto quelli che ti vengono imputati, per cui la busta paga mi sembra corretta.Mariaps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie 🙂

  38. Ciao, io ho lavorato solo dal 8 Ottobre al 31 Dicembre con un contratto a progetto da 1000 € lorde. Inserendo i dati del CUD nel programma di compilazione del 730, risulta che deve recuperare tutta l’ irpef pagata. Da quello che ho capito mi viene riconosciuta una detrazione di lavoro dipendente come se avessi lavorato 365 giorni invece nelle relative busta paga ho percepito le detrazione rapportate al numero di giorni lavorate. E’ corretto?

  39. salve..ho scoperto solo oggi il vostro sito…molto interessante complimenti.. vi prego di aiutarmi perchè da quando è entrata in vigore la finanziaria prodi del febbraio 2008 ho visto diminuire il mio stipendio!! Dipendente part-time presso studio medico dal 97(15 ore settimanali) ecco cosè successo alla mia busta paga..(GENNAIO 2008)COMPETENZE MESE 455,26FESTIVITA CADUTA DI DOMENICA 17,51TOTALE LORDO SOGG.CONTR 472,77CNTR.FAP 9.19% (ritenute sociali) 43,47 IMPONIB.FISCALE NETTO 429,00 RIT FISCALE MESE LORDA 98,74IMPONIBILE DETRAZIONE 6.341,64 DETRAZIONI FISCALI 98,74 NETTO IN BUSTA 429,00QUESTO SINO A GENNAIO!! DA FEBBRAIO 2008 DALLA RITENUTA FISCALE LORDA MI E’ STATA FATTA UNA DETRAZIONE FISCALE DI CIRCA 52EURO (INVECE CHE TOTALE) COSICCHE’ DA QUELLA DATA IO PERCEPISCO CIRCA 45EURO IN MENO AL MESE!!!LO SO’.. NON SONO GROSSE CIFRE.. MA MOLTIPLICATO PER 12 +TREDICESIMA E QUATTORDICESIMA SONO PIU’ DI 600EURO CHE PRENDO MENO ALL’ANNO!! QUELLO CHE VI CHIEDO SE ANCHIO RIENTRO SULL’ESENZIONE IRPEF( SONO BEN AL DI SOTTO DEGLI 8000) OPPURE MI DEVO RASSEGNARE AL FATTO CHE SONO SEMPRE I PIU’ POVERI A PAGARE PIU’ TASSE!! Grazie anticipatamente barbara

  40. Avrei una domanda riguardo il costo complessivo di un dipendente per il datore di lavoro. Volevo prendere ad esempio un dipendente con 2000 euro di stipendio netto. Ovvero 28000,00 euro nette annuali su 14 mensilità. Il primo calcolo che volevo fare è il lordo al dipendente che dovrebbe essere equivalente al netto + il contributo INPS del dipendente + IRPEF nettaPoi l’IRPEF netta andrebbe calcolata sul lordo imponibile – le detrazioni da lavoratore dipendente il tutto moltiplicato per l’aliquota che in base allo scaglione dovrebbe essere il 27 oppure il 38 %. Però qui mi perdo perché mi manca il lordo. Il costo per l’azienda sarebbe il lordo al dipendente + la quotaparte INPS + la quota INAILForse converrebbe partire dal lordo annuale. Ma si può farlo a ritroso, conoscendo la situazione delle detrazioni del dipendente? Roberto

  41. Salve,Avrei un quesito da sottoporvi: Ho visto un bando per una borsa di studio del valore di 5000 euro lordi per sei mesi. So che le borse di studio sono assoggettate alla tassazione Irpef. Visto che annualmente il reddito supererebbe gli 8000 euro lordi (10000 euro) mi verrà trattenuto il 23% anche se io per tutto il 2011 guadagnerò solo i 5000 euro lordi percepiti durante i sei mesi. In sostanza riceverò tre rate da 1666 euro l’una o tre rate da 1280 euro. Nel caso in cui non dovessi versare l’irpef avrò comunque delle rate da 1280 euro e i 1150 di tassazione irpef mi verranno restituiti dallo stato dopo x anni in seguito alla dichiarazione dei redditi 2011 da presentare nel 2012?Inoltre se per assurdo esistesse un bando di 2500 euro per sei mesi, che non supera quindi annualmente la quota degli 8000 euro, avrei comunque la stessa trattenuta del 23% sulle rate, che recupererò dallo stato con le modalità di cui sopra (dichiarazione redditi 2011)?Siccome so che c’è un addizionale regionale e comunale, per completezza d’informazione io vivo a Milano, non ho nessuno a mio carico, e per il 2011 non avrò, se concorro per questo bando, altri redditi al di fuori di questi 5000 euro.Grazie anticipatamente,Diego.

  42. Ciao Sono Ferny, complimenti x il sito! volevo sapere se su 1500,00 E. percepiti in un solo anno di lavoro mi tocca pagare l’IRPEF, cioè il 20% pari a 300,00 E. grazie siete mitici! Ah…dimenticavo che ho svolto un lavoro a prestazione come lavoratore autonomo, almeno credo!

  43. salve ho 57 anni e 41 di contributi + un assegno dinvaldia dal 2006 vorrei sapere se dovro pagare ancora i contributi pensione sulla busta paga circa 540 euro mensili dal mio stipendio.quando poro andarmene in pensione la ringrazio anticipatamene per la vostra atenzione

  44. A fronte di una sentenza del tribunale, mi sarà riconosciuto un rimborso economico riguardante la differenza di inquadramento lavorativo (riferito a molti anni precedenti), gli interessi e alcune maggiorazioni dello stipendio espresse in quote percentuali sullo stipendio percepito. Vorrei sapere a quali aliquote fiscali saranno soggette le somme che mi saranno riconosciute.Grazie

  45. Io percepisco un reddito annuo lordo di circa 3.000 euro, a seguito di contratti a progetto, per cui rientro nella fascia di esenzione IRPEF. Per me risulta impossibile detrarre le spese mediche nel modello unico, perchè al rigo N5 non posso scrivere un importo negativo (che quindi mi porterebbe a credito) e devo riportare “0”. Cosa posso fare per detrarre tali spese? E’ possibile inserirle nella dichiarazione dei redditi di mio marito, anche se non sono a suo carico?Grazie!

  46. Ciao a tutti. Ho avuto una borsa di studio di merito di 1550 euro nell’anno accademico scorso, ma mi è stata pagata nel gennaio 2010. A novembre ho avuto una borsa di studio di 2500 per la laurea per l’anno accademico in corso. Mi arriveranno 2 CUD, dovrò fare l’unico… ma sono tassabili o rientrano nella no tax area, essendo la somma degli importi inferiore a 8000 euro? Le eventuali spese mediche (porto lenti a contatto e ho un bel pò di spese mediche) mi verranno mai rimborsate, non avendo io un datore di lavoro? So che non sarò piu’ a carico dei miei genitori perchè per il 2010 supero i 2840, ma devo pure pagare il 23% di tasse?Grazie a chiunque sappia darmi una risposta.

  47. Gentile blog, grazie in anticipo per l’attenzione e complimenti per la competenza e il servizio che offrite.Lavoro saltuariamente in un ufficio ed entro la fine di quest’anno percepirò il terzo compenso per prestazione occasionale con versamento del 20% di Iva da parte del mio titolare, superando di poco i 5000 euro lordi (credo)Parallelamente percepirò un’altra ritenuta d’acconto a breve del valore massimo di 1000 euro lordi da un altro titolare.Immagino che lo Stato mi consideri una dipendente, quindi dovrei rientrare nella soglia degli 8000 lordi (o netti) che mi permette di essere esente dal pagamento dell’irpef, o no?E per quanto riguarda la dichiarazione dei redditi da presentare l’anno prossimo, a vostro avviso è conveniente che io la prepari nella speranza di recuperare un po’ dell’Iva che è stata versata per me? Spero di essere stata chiara.Cordiali Saluti.B.P.

  48. Ciao a tutti, a fine mese verrò licenziata, seguirà poi il tfr..Ogni mese percepisco netti in busta € 1.140… Volevo sapere se anche io farò parte di quella categoria, sfortunata, alla quale viene imposta l’irpef..Già il trf è una miseria, nonostante io abbia lavorato in questa società 4 anni, in più l’importo è supertassato (23% del totale vero? )…me ne andrò via con l’amaro in bocca:

  49. ah capisco maria chiara. penso che l’enigmista si stesse riferendo ai redditi da pensione, la cui soglia è appunto 7.500 euro, ma anche in quel caso sono lordi…comunque se riesci a trovare la fonte originaria fammi sapere, buona giornata 🙂

  50. l’avevo letto tempo fa, non ricordo più dove di preciso (per questo motivo mi son messa a cercare chiarimenti) Poi ho letto il primo commento de l’Enigmista“ridicole queste soglie di esenzione, con 7.500 euro annui si dovrebbero ricevere sovvenzioni e non esenzioni e comunque l’esenzione dovrebbe essere portata almeno a 12mila euro..”e quindi volevo fugare ogni dubbio.Grazie mille!

  51. @ maria chiara ha scritto martedì, 02 novembre 2010Ciao maria chiara, gli importi di esenzione purtroppo sono lordi (sia per i lavoratori dipendenti che per gli autonomi). Dove hai trovato 7.500 euro di esenzione?Nicoletta S.ps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  52. Buon giorno, ho una domanda forse scontata, da rivolgervi. Quando si parla di esenzione per ” lavoratore autonomo sino a 4.800″ si intendono lordi o netti? Attualmente vengo pagata in ritenuta d’acconto e mi chiedevo se devo considerare come entrate massime 4.800€ + il 20% oppure 4800 in totale. (ho letto in qualche post esenzione fino a 7500€ possibile?)grazie millemaria chiara

  53. Ciao, vi pare giusto che, essendo quella dei minimi un’imposta sostitutiva (di irpef, irap, e ballevarie) non ci sia alcuna no tax area? Ce l’hanno *tutte* le altre categorie di contribuenti, in una qualche quantità, non potevano lasciarla anche ai minimi? Già non si possono dedurre le spese mediche e famigliari, se poi non c’è nemmeno quello che regime dei “minimi” è se proprio ai minimi non conviene?Speriamo che stasera un qualche santo dei poveretti abbia guardato giù su Tremonti & co e li abbia illuminati almeno un po’… altrimenti altro che semplificazione, sono solo paroleparoleparole.

  54. @ MONIKA ha scritto venerdì, 15 ottobre 2010Cara MONIKA, nella tua situazione quel 20% è a “perdere”… mi spiace :(Non dimenticare che queste libere informazioni sono il frutto dell’impegno dei lettori del blog ad aiutarsi reciprocamente.Per favore dacci una mano anche tu, aiutando un lettore o segnalando ad altri quest’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie.ciao :)Nicoletta

  55. @ Daniela ha scritto lunedì, 27 settembre 2010Cara Daniela mi spiace ma con i tuoi redditi non puoi rientrare nell’area di esenzione totale dell’irpef (quella che tu chiami “no tax area”).Lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.grazie, ciaoNicoletta

  56. Sono una praticante avvocato, il mio Dominus mi deve 1250 euro per una pratica che gli ho portato come previamente accordato: in che modo può darmeli ovviamente inserendoli nei costi dello studio?con una collaborazione professionale occasionale, sarebbe tenuto a versare ritenuta d’acconto del 20%. Io non ho partita iva, tantomeno altri redditi e sicuramente sono a carico della famiglia. Come faccio a recuperare il 20% versato per me in ritenuta d’acconto?

  57. Salve a tutti, una curiosità…Se in un anno lavoro per:- 4 mesi come dipendente con una retribuzione lorda mensile di €1.500e- 3 mesi a progetto con una retribuzione lorda mensile di €1.500rientro nella “no tax area”?Grazie

  58. @ giuseppe ha scritto domenica, 12 settembre 2010Caro giuseppe, se può consolarti non sei il primo ne l’ultimo che incontra questo genere di problema. La cosa più semplice da fare è rivolgerti a un patronato sindacale, loro possono verificare il problema e darti indicazioni sul da farsi.Nella nostra comunità chi più aiuta più è aiutato: aiuta altri lettori o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda 🙂

  59. il datore di lavoro si rifiuta di accettare la richiesta avente per oggetto l’erogazione,in sede di conguaglio di fine anno, le detrazioni spettanti sul canone di affitto, sostenendo di non sapere a quale voce eventualmente imputare la suddetta elargizione. Gentilmente mi potete dare qualche delucidazione in proposito. grazie e buon lavoro

  60. @ micam ha scritto venerdì, 10 settembre 2010Cara amica micam, sì ti confermo che devi pagare le tasse perchè il tuo reddito annuo supera la soglia massima di esenzione (anche se di poco).Comunque non ti preoccupare, la tasse che devi pagare non sono molto alte. Per metterti in regola la cosa migliore è che tu ti rivolga a un consulente fiscale come un qualsiasi patronato sindacale o un commercialista.I patronati sono più a buon mercato rispetto ai commercialisti, per cui a meno che tu non abbia un amico commercialista o fiscalista ti consiglio di andare in un patronato.Infine qui trovi le aliquote relative alla tua tassazione:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/02/19/irpef-2010-aliquote-scaglioni-calcolo-detrazioni.htmlNon dimenticare che queste libere informazioni sono il frutto dell’impegno dei lettori del blog ad aiutarsi reciprocamente.Per favore dacci una mano anche tu, aiutando un lettore o segnalando ad altri quest’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie.ciao 🙂

  61. faccio la badante e l’anno scorso (2009) ho guadagnato 8700€, ho un sostitutivo cud che lo conferma. devo pagare tasse? a che istituzione mi devo rivolgere? grazie

  62. salve- il prossimo anno percepirò una pensione inps di 7200 euro + una pensione assicurativa di 3300 euro quanto dovrei essere soggetto alla tassa di regime fiscale (grazie e buona giornata)

  63. Ti ringrazio Nicoletta. Sei molto gentile.Hai detto correttamente che con la convenzione europea della doppia tassazione, o si pagano le tasse in un paese o si pagano nell’altro, pero’ si dovrebbe pagare dove si e’ residenti o domiciliati fiscalmente. Io per ora ho doppia residenza (Italia – GB) e sono ancora domiciliata fiscalmente in GB, ma essendo residente in Italia ed essendoci presente piu’ di 183 giorni all’anno (la convenzione ne fa riferimento), dovrei teoricamente pagare le tasse al fisco italiano sui miei redditi esteri, poiche’ il fisco italiano potrebbe dichiarare che mi ritiene domiciliata fiscalmente in Italia, visto che passo piu’ tempo qui che in GB. Il modello Unico, per esempio, fa riferimento a redditi esteri. Per la previdenza sociale/medica non c’e’ problema per me perche’ io ho un certificato con il quale posso avere qualsiasi prestazione medica in Italia che poi viene rimborsata all INPS direttamente dalla GB a cui pago i contributi. La mia domanda specifica e’ comunque questa: se i miei redditi esteri vengono inclusi nella dichiarazione annuale – tipo Modello Unico – posso usufruire delle detrazioni IRPEF a cui avrei diritto se avessi redditi prodotti in Italia, che al momento non ho? Se qualcuno e’ esperto in questa materia e vuole contattarmi separatamente, puo’ lasciare un indirizzo e-mail. Sono disposta anche a pagare un compenso, ma ho bisogno di riferimenti concreti piuttosto che opinioni. P.S. 3 commercialisti mi hanno detto 3 cose diverse, quindi non so come muovermi, anche perche’ vorrei iniziare una nuova attivita’ in Italia e avrei bisogno di consigli su quale regime fiscale mi conviene tenendo conto sia dei redditi esteri (che continueranno), sia delle detrazioni IRPEF a cui ho accennato sopra.Ringrazio tutti per qualsiasi gentile contributo.

  64. Gran bel quesito il tuo MarkAnt, mica facile risponderti… io ti do il mio personalissimo contributo ma spero che qualcun’altro possa esserti più d’aiuto.Poiché paghi le tasse già in Inghilterra, su quei redditi sei completamente esente da ulteriori tasse in Italia.Mentre non ti posso essere molto d’aiuto sui contributi previdenziali, perché non conosco la normativa che regola l’integrazione tra i due sistemi previdenziali.Nella nostra comunità chi più aiuta più è aiutato: aiuta altri lettori o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, in bocca al lupo, ciao :)PS: ma che lavoro fai per beccare 14 mila sterline per 3 giorni di lavoro all’estero al mese? … Il killer?

  65. Salve, e grazie in anticipo.Ho residenza in Italia ma lavoro 3 giorni al mese in GB dove guadagno annualmente 14.000 GBP (sterline) lorde e pago 1320 GBP di tasse, 780 GBP di assistenza sociale e 900 GBP di pensione privata. Netto 11.000 GBP annui. In Italia non ho reddito per ora, ma potrei usufruire di detrazioni IRPEF (36 e 55%) di circa 12.000 euro annui a seguito di una ristrutturazione. Se dichiaro questo reddito estero posso usufruire delle detrazioni Irpef? E se rientro nella No Tax Area, devo comunque pagare la altre tasse (Inps, regionali, comunali e quanto altro esiste)?

  66. Buongiorno!Vorrei avere se possibile un’informazione sulla mia situzione specifica, ho letto vari forum ma non ho trovato una risposta certa. sono una studentessa, a carico dei miei. quest’anno lavorerò solo 2 mesi (luglio e agosto come dipendente a tempo determinato)guadagnando solo 700euro lordi al mese. sulla mia prima busta paga mensile ho 66euro di trattenute previdenziali e 145 euro di trattenute fiscali. rimanendo sotto la soglia dei 2840 euro lordi sono ancora a carico dei miei e allo stesso tempo secondo quanto ho letto, essendo a tempo determinato e sotto i 1340euro di imponibile annuo, non dovrei avere alcuna trattenuta fiscale! invece mi hanno applicato l’aliquota del 23%! sbaglio qualcosa io? vorrei sapere: 1)nel mio caso è possibile essere dichiarati a carico dai genitori ed avere allo stesso tempo l’esenzione irpef sul mio reddito, o una cosa esclude l’altra? 2)perchè mi hanno applicato l’aliquota del 23%? grazie! buona giornata!

  67. Ho 68 anni e una pensione di 640 euro dopo 40 anni di lavoro autonomo nel commercio considerando la esiguità della pensione sono costretto a continuare a lavorare,sono nella ristorazione e mai come in questo periodo si sente la crisi nella ristorazione ( naturalmente parlo della mia zona -la provincia di Oristano)Considerato che sono proprietario dello stabile mi sembra strano che non si possa considerare come costo l’I.C.I pagato per lo stabile che è anche un bene strumentale dell’azienda, mentre se fossi in affitto avrei potuto scaricare per intero.E’ possibile che il mio commercialista si sbagli?

  68. Salve, sono uno studente universitario. Da Settembre mi sposterò come residente nella seconda abitazione di possesso di mia madre. Per mantenermi affitterò una stanza ad un altro studente. Volevo chiedervi: il comodato d’uso gratuito datomi da mia madre e che sarà unicamente in forma verbale, mi permette di affittare l’abitazione allo studente a mio nome? Inoltre, subentrando io, mia madre avrà l’esenzione IRPEF da rendita catastale? Infine, da quanto ho capito non ho modo, per quanto basso sia il canone di locazione (ma pur sempre maggiore di 500 euro/anno) di entrare in qualche fascia di esenzione IRPEF, pur essendo questa la mia unica fonte di reddito, giusto?Ringrazione anticipatamente per tutte le vostre risposte

  69. @ pasquale leo ha scritto domenica, 25 luglio 2010Sì pasquale, potete richiedere le detrazioni fiscali per la sostituzione degli infissi di casa. Qual’è esattamente il tuo dubbio per cui non dovreste averne diritto?Lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.grazie, ciaoFranco

  70. @ Gian Luca ha scritto martedì, 13 luglio 2010Ciao Gianluca, esistono vari modi per recuperare le spese. Però occorre entrare nel dettaglio delle tue entrate, delle tue spese e delle opzioni fiscali a tua disposizione.La cosa migliore è chiedere una consulenza a un fiscalista o ad un commercialista, la spesa non è altissima e ampiamente coperta dal risparmio fiscale che ti possono procurare.In alternativa puoi anche provare a rivolgerti ad un patronato o direttamente al sindacato che potranno comunque darti un orientamento di massima :)Lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.grazie, ciao

  71. Due coniugi con pensione di vecchiaia e reddito complessivo non superiore ad Euro 13.000 (uno dei due da un mese riconosciuto disabile al 100%) usufruttuari e residenti in abitazione di proprietà di un figlio non residente con loro, possono accedere a detrazioni fiscali (o con legge 104) per la sostituzione degli infissi di casa?

  72. Io ho un invalidità al 100×100 con accompagnamento, e fino ad ora essendo a carico dei miei genitori,detraevo le varie spese sulla dichiarazione dei redditi di mio padre,essendo deceduto, io ho ereditato una parte di fabbricato,e una piccola reversibilità, per questo non potrò più essere a carico di mia madre, che non potrà più nemmeno detrarre le mie spese ecc.Volevo sapere visto che non devo pagare tasse e di conseguenza non posso detrarre, esiste un modo per recuperare questi soldi? Altrimenti la fregatura è enorme, perchè io non potrò detrarre nulla e nemmeno mia madre, anche se sono a suo carico.

  73. @ aldo ha scritto lunedì, 05 luglio 2010Ciao aldo, in merito ai redditi di socio, cercando su internet ho trovato sul sito del sole 24 ore questo articolo:”costituendo un altro provento riconducibile alla stessa categoria del reddito di impresa prodotto in forma associata, vadano indicate, unitamente alle ritenute subite, nel quadro RH fra i redditi di partecipazione in società di persone. In tal senso, le istruzioni a Unico 2010 PF precisano che nel quadro RH vanno, altresì, indicati «i proventi conseguiti in sostituzione dei redditi prodotti in forma associata e le indennità conseguite, anche in forme assicurative, a titolo di risarcimento dei danni consistenti nella perdita di detti redditi». Sarà, quindi, necessario “forzare” la compilazione del quadro RH, dovendovi dichiarare un reddito che non proviene dalla società partecipata. La procedura dovrebbe essere la seguente:1) il socio indica, nel rigo RH1, la quota di reddito a lui imputata per trasparenza dalla società senza maggiorarla delle somme percepite a titolo di indennità;2) il socio indica, nel rigo RH2, un’ulteriore partecipazione “Pfittizia” nell’ente erogante (indicando il codice fiscale di quest’ultimo), nella misura totalitaria del 100%, cui corrisponde il reddito pari all’indennità ricevuta, con le relative ritenute subite.La conseguenza è che il reddito imputato nel quadro RH è diverso da quello che risulta dai dati consegnati dalla società partecipata. Infatti, ipotizzando il reddito di una Snc pari a 200mila euro e supponendo che alla società partecipino al 50% due soci (A e B) e che B abbia percepito un’indennità di maternità di 2mila euro, i quadri RH della dichiarazione di A e B presenterebbero due risultati diversi: il quadro RH della dichiarazione di A presenterebbe un risultato di 100mila euro, mentre quello di B un risultato di 102mila euro.”Non se se fa al caso tuo… spero di esserti stato d’aiuto.ciaoPS: per favore ricorda di dare una mano ad un altro nostro lettore, aiutarsi a vicenda è lo spirito della nostra iniziativa 🙂

  74. @ aldo ha scritto lunedì, 05 luglio 2010Ciao aldo, l’utile di una società è un reddito da rendite, va indicato nella denuncia dei redditi di chi ne beneficia e non ricade nell’area di esenzione irpef.ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  75. buon giorno, desidererei sapere se ai fini dell’area di esenzione irpef – no tax area – il reddito di 5.998,00 di un socio, derivante dagli utili di partecipazione ad una società (s.n.c.) al 25% come viene considerato.Grazie

  76. Mia moglie possiede un negozio (C1). Il negozio va dichiarato nel quadro RB della dichiarazione dei redditi? Quale sarebbe il numero di codice di utilizzoda mensionare nel quadro RB ?

  77. @ ATB 1880Sì prof 51 è veramente in gamba.In merito agli assegni di mantenimento per la tua ex-moglie ti confermo che li puoi mettere in denuncia dei redditi. L’importante è conservare il provvedimento del giudice in cui è indicato l’ammontare dell’assegno mensile e che siate divorziati e non solo separati.ciaops: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda 🙂

  78. A PROF.51 Grazie per la tua spiegazione .I tuoi calcoli sono molto veritieri, purtroppo l’ irpef che sono costretto a pagare sulla pensione è veramente eccessivo…..Volevo chiederti ma nella prossima dichiarazione posso includere anche l’assegno mensile che do alla mia ex moglie? Ti ringrazio

  79. ATB 1880: SCUSA STAVO FORMULANDO UNA SECONDA IPOTESI CONSIDERANDO IL TUO LORDO 4270 MESE * 13 MESI. IN QUESTO CASO LA TRATTENUTA IRPEF MI SEMBRA ABBASTANZA ALLINEATA IN CONSIDERAZIONE DEL SEGUENTE CONTEGGIO:2900NETTO MESE1370IRPEF MESE427013 MESI LORDO 55.510,00 – IRPEF 13 MESI 17.429,10 + ADDIZIONALI13 MESI NETTO 38.080,09 NETTO MESE 2.929,30 SCAGLIONI IRPEF SINO A 1500023%DA 15000 A 2800027%DA 28000 A 5500038%DA 55000 A 7500041%OLTRE 7500043%

  80. ATB 1880: porbabilmente volevi dire 2900 euro LORDE e se ho ben interpretato i 1370 sono al netto dei 750 che riconosci come assegno mensile a tuo figlio.Se così non fosse la trattenuta sarebbe effettivamente alta anche considerando la media massima delle cinque aliquote progressive oggi applicabili.Per quanto attiene al trattamento fiscale dell’assegno che versi necessita verificare lo status da cui è nato questo obbligo (divorzio – separazione – sentenze – volontarietà etc)Dovresti consultare un tributarista e comunque se consulti il link dell’Agenzia delle Entrate in calce, forse puoi individuare la situazione più assimilabile alla tuahttp://www.agenziaentrate.it/wps/wcm/connect/Nsilib/Nsi/Documentazione/Guide+Fiscali/Guide+anni+precedenti/2006/famiglia_2007/capitolo_4

  81. Buon giorno sono pensionato e purtroppo verso alla mia ex moglie un assegno mensile di 750 euro perchè mio figlio 22enne non è ancora autosufficiente.Questo fatto può farmi abbassare la trattenuta irpef sulla mia pensione che mi sembra un tanto alta (1370 euro) con una pensione netta di 2900 euro? grazie….

  82. Sono fiducioso che il buon senso “governi chi Governa , chiunque esso sia” , Va benissimo la lotta all’evasione così pagheremo TUTTI e MENO!? anche se temo che a pagare la parte più consistente dela bolletta saremo “i soliti noti” .Il web è troppo immenso perchè qualcuno possa decidere di “zittirlo” , naturalmente necessita stare nelle righe della legalità anche nell’esprimere le proprie legittime opinioni.Un’altro punto è che quanto il contribuente è costretto a difendersi con i conseguenti costi economici e morali (mentali – stress etc) e poi vince , magari dopo tre gradi di giudizio e sembra che dalle statistiche questo accada spesso, nessuno rimborsi nulla al contribuente che si è difeso, mentre chi ha sostenuto l’azione perdente resta completamente impunito.

  83. @ prof 51 ha scritto martedì, 15 giugno 2010Infatti prof 51, condivido le tue valutazione e mi stupisco che nessuno dica niente. Per certe stupidaggini senza importanza assistiamo a delle levate di scudi epocali e poi vengono perpetrate ingiustizie di questo genere e nessuno ne parla!VERGOGNOSO!Meno male che esistono luoghi come questi in cui si può essere informati liberamente!Speriamo solo non mettano il bavaglio anche ai blog!

  84. Barbara, d’accordo con te sull’iniquità e sul possibile ricorso alla Corte Europea , occorrerebbe la famosa ‘class action’, purtroppo, come ho detto, la Cassazione Italiana si è già espressa con la sentenza ed il commento in calce.Oltretutto essendo ilo sostituto d’imposta un “istituto di legge” per il quale il contribuente non ha opzioni e neanche il diritto di verifica sulla regolarità dei versamenti, resta completamente tagliato fuori da qualsiasi azione di rivalsa. Pensa alle Aziende in Liquidazione (procedure concorsuali o fallimenti) la cui mia sensazione è che oggi siano incrementati fortemente.”La Sezione Tributaria della Corte di Cassazione (Sent. n. 8316/2009) ha stabilito che l’Irpef non versata dal datore può essere chiesta direttamente ai dipendenti e che fanno parte dell’imponibile anche gli assegni riscossi dal coniuge del contribuente.Gli Ermellini hanno quindi precisato il seguente principio di diritto “il contribuente che abbia percepito somme soggette a ritenuta alla fonte a titolo di acconto resta debitore principale dell’obbligazione tributaria: pertanto, qualora il sostituto non abbia versato all’erario l’importo della ritenuta, l’amministrazione finanziaria può rivolgersi direttamente al contribuente per ottenere le somme dovute a titolo di imposta”.

  85. @ prof 51 ha scritto lunedì, 14 giugno 2010Sì è vero prof 51, tuttavia la questione è ancora controversa perchè oggettivamente iniqua. Attualmente non mi risultano sentenze della cassazione a favore di questa modalità operativa del fisco italiano.Roba da ricorrere alla corte europea, è l’ennesima assurdità del nostro paese, si parla tanto di giustizia e il primo a non esserlo è il nostro stato e la sua longa manu fiscale.Già il dipendente subisce un danno per il fatto che il datore di lavoro non versa i contributi (già trattenuti sulla sua busta paga) e poi deve pure rifondere una seconda volta i contributi con tanto di sanzione.Se questo non è ingiusto ditemi voi cosa lo è…

  86. Complimenti per il sito; domande e risposte chiare.La domanda: E’ noto che per il fisco il contribuente è il soggetto passivo, sembrerebbe che recentemente la cassazione abbia sancito che in caso di ritenute irpef regolarmente trattenute al LAVORATORE DIPENDENTE ed ovviamente risultanti da CUD ma NON VERSATE dal sostituto d’imposta (datore di lavoro) al fisco, lo stesso può rivalersi sul contribuente per il principio di solidarietà tra sostituto e sostituito! ma è vero?! chi sa dica.grazie

  87. Ciao,mi servirebbe una delucidazione viste le numerose risposte tra loro discordanti ricevute.Sono in comunione dei beni con mia moglie la quale, per l’ano 2009, non ha ricevuto reddito.Lei ha intestata una casa con una rendita catastale di circa 250€ e 2 piccolissim appezzamenti di terreno del valore di qualche euro, in più abbiamo comprato (cointestandola) una prima casa del valore catastale di circa 108€.Poiché lei è a mio carico, non credo serva che dichiari i suoi redditi derivanti da fabbricati, visto che non supera la soglia minima, ma c’è chi mi ha detto di farlo e chi no….Ciao, e complimenti per il servizio.

  88. @ LORY ha scritto giovedì, 10 giugno 2010Ciao Loredana,io sconsiglio sempre di fare questi calcoli probabilistici, perchè molto spesso si rimane scottati e le conseguenze sono ben più pesanti rispetto al vantaggio sperato.Oggigiorno tutto è informatizzato, attualmente i database e i software in dotazione all’Agenzia dell’Entrate consentono di fare interrogazioni su migliaia di contribuenti in pochi secondi. Le incongruenze sono le prime a saltare fuori. Questo implica l’accertamento automatico sui casi segnalati e noie a non finire…Poi dipende quanto piace a ciascuno il rischio e dove si è residenti (sia il contribuente che il datore di lavoro). Dico questo perchè in certe città/regioni i controlli sono molto più blandi che altrove. La sede amministrativa del tuo ex datore di lavoro in quale città è? E la tua città di residenza?ciaops: in questa comunità ci si aiuta a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  89. CIAO, OGGI HO SCOPERTO CON SORPRESA AL CAF CHE DEVO RIDARE 1081 EURO DI IRPEF CHE IL MIO EX DATORE NON HA VERSATO PER ME PERCHE NON OBBLIGATO (SCANDALOSO E SCORRETTO QUESTO COMPORTAMENTO DI CUI IO ERO ALL OSCURO). IN PIU MI CHIEDONO UN ALTRO 99% PER L ANNO SUCCESSIVO. IO SONO DISOCCUPATA E NONHO QUESTI SOLDI. POSSO NON PAGARE VISTO CHE NON CONTROLLERANNO PROPRIO TUTTI TUTTI E RISCHIARE QUANTO PIU UNA SANZIONE OPPURE COSA MI CONSIGLI? ESSENDO DISOCCUPATA PER L ANNO PROSSIMO DOVRO DICHIARARE LA DISOCCUPAZIONE RIDOTTA (500) QUELLA NORMALE (833*8 MESI) PIU ALTRI SOLI5 GIORNI DI LAVORO A GENNAIO. POTREI ESSERE ESENTATA DAL COMPILARE IL CUD L ANNO PROSSIMO SE NON TROVO LAVORO PERCHE NON ARRIVEREI AGLI 8000EURO GIUSTO?NON SO DAVVERO CHE FARE AIUTO PLEASE!!!

  90. Buongiorno,la mia ragazza nel 2009 ha lavorato come baby sitter (contratto a tempo indeterminato) da aprile a fine dicembre con un imponibile irpef di 6680 euro. Al caf del sindacato le è stato detto una volta che doveva pagare poco più di 100 euro, mentre la seconda volta che invece non doveva versare niente perché rimaneva entro la soglia di esenzione irpef.Come scritto da voi però “sono esenti i redditi da lavoratore dipendente sino a 8.000 euro (su 12 mesi di lavoro)”.Visto che lei ha lavorato solo 9 mesi è esente o no?Grazie e complimenti per il blogCarlo

  91. @les ha scritto mercoledì, 09 giugno 2010Ciao @les, credo proprio che dovrai fare la denuncia dei redditi perchè l’articolo parla di redditi sotto i 4mila euro per i lavoratori autonomi e non di redditi – spese professionali.Comunque nel caso in cui sei dentro la soglia di esenzione che io sappia non devi presentare la dichiarazione dei redditi.ciaoFabriziops: in questa comunità ci si aiuta a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  92. Salve! Ho partita IVA e un reddito (togliendo le spese professionali) di c. 4,000 euro. Sono esentato dal pagamento Irpef? Devo comunque presentare una denuncia? La posso fare io? Grazie e complimenti per l’ottimo articolo, davvero utile! @les

  93. nON SONO MOLTO FERRATO IN CONTEGGI; vI ESPONGO QUANTO SEGUE NELLA SPERANZA DI AVERE DEI CHIARIMENTI…. COME FACCIO A CALCOLARE SE è GIUSTA LA RITENUTA IRPEF CHE L INPS MI FA MENSILMENTE SULLA MIA PENSIONE OLTRE A TUTTE LE ALTRE TRATTENUTE DI ADD.REGIONALI ?

  94. @ ennio ha scritto giovedì, 03 giugno 2010ciao ennio, in questa comunità ci si aiuta a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda :)Purtroppo debbo confermarti che quando si supera la soglia di esenzione occorre pagare l’irpef anche sui redditi da locazione.

  95. @ Erica ha scritto martedì, 08 giugno 2010ciao Erica, niente f24 se rimani dentro alla soglia di esenzione ;)in questa comunità ci si aiuta a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  96. @ Fede ha scritto venerdì, 04 giugno 2010Ciao Fede, devi dichiararlo tra i redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente per i quali non spettano le deduzioni. Se è il tuo unico reddito non devi pagare nulla in quanto sei all’interno dell’area di esenzione irpef, in caso contrario occorre fare il computo dei redditi complessivi e poi applicare le varie aliquote in funzione degli scaglioni.Qui trovi le aliquote 2009 necessarie al calcolo della denuncia dei redditi 2010:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2009/01/13/irpef-2009-aliquote-scaglioni-calcolo-addizionali-detrazioni.htmlE qui le istruzioni per il calcolo:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/21/irpef-2010-calcolo-aliquote-scaglioni-detrazioni-deduzioni.html in questa comunità ci si aiuta a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  97. Salve a tutti! Sono una traduttrice free-lance (lavoro autonomo). I miei redditi per il 2009 non superano i 4800 euro, quindi sono esente dall’Irpef. La mia domanda, forse un po’ stupida, è: devo comunque compilare e consegnare il modello F24? Mi sembrerebbe logico non farlo, ma non si sa mai…

  98. Buonasera, volevo porre una domanda riguardo al pagamento dell’irpef: sono separata e percepisco un assegno di mantenimento mensile di 300 euro, è il mio unico reddito ma pur cercando nel web e chiedendo in giro non sono riuscita a capire se devo pagare l’aliquota o no. Devo farlo? Grazie per l’attenzione!

  99. Non ho alcun reddito. alla morte di mio padre ho ereditato un fabbricato in successione con altri due fratelli e mia madre dal quale ho un reddito annuale di 900 euro. devo presentare dichiarazione dei redditi e magari pagare anche il 23% di tale somma?

  100. E’ un piacere cara Cristina leggere che il blog ti è stato d’aiuto 🙂 aiutaci anche tu segnalandoci sui tuoi social network, ai tuoi amici o rispondendo ad altre persone bisognose di informazioni.grazie, ciao

  101. Ciao SCOTTI CESARE, sì la badante deve fare la dichiarazione dei redditi perchè supera la soglia di esenzione oltretutto in un periodo inferiore ai 12 mesi. Le tasse da pagare non saranno altissime, il calcolo su quanto deve pagare dipende da una serie di altri parametri e non è possibile farlo su due piedi. Per il calcolo delle tasse meglio rivolgersi ad un caf o alle associazioni di categoria.più siamo e più possiamo aiutarci, aiutaci anche tu a diffondere la nostra iniziativa 🙂 ciao

  102. mia madre ha una badante ucraina dal 1/4/2009. La badante ha percepito nei 9 mesi euro 8.700. La badante deve fare la dichiarazione dei redditi? Eventualmente su quanto è esentata in quanto l’esenzione di euro 8.000 vale per un periodo di lavoro di 12 mesi.grazie

  103. sono studente e percepisco un canone d’affitto di 12000 euro e la rendita catastale dell’immobile e di euro 700.vivo da solo e non ho nessuna spesa particolare. quanto pacherò di tassa irpef. grazie anticipate per la risposta.

  104. Ciao Pescerosso, il rimborso delle spese mediche avviene tramite il meccanismo della detrazione. Ossia semplificando all’estremo si sottrae le spese mediche alle tasse che devi pagare.Nel tuo caso non avendo tasse da pagare non hai nemmeno nulla da detrarre, mi spiace.A te l’appello a tutti i membri della nostra comunità di reciproco aiuto, più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda. Diffondi l’iniziativa non costa nulla ma contribuisci a sviluppare l’iniziativa 🙂 ciao

  105. Salve! Ho un lavoro part-time a 20 ore settimanali dal 2003. Ho sempre fatto il 730 per scaricare le spese mediche (molto alte ogni anno, purtroppo). Quest’anno, con l’irpef al 10% mi è stato detto che non posso fare la dichiarazione dei redditi e quindi non posso scaricare le spese mediche. Sul cud l’irpef risulta pari a 0. Questo è corretto? E inoltre, si può pretendere di pagare l’irpef come gli altri anni ogni mese in busta paga? Ho “risparmiato” davvero poco da non essermene neanche accorta e mi trovo impossibilitata ad avere il “rimborso” di un bel po’ di soldi in più…

  106. > Vascario ha scritto sabato, 08 maggio 2010Ciao Vascario, tu non sei obbligato a presentare la denuncia dei redditi avendo un unico reddito su cui sono già state pagate le tasse mediante il sostituto d’imposta che ti eroga la pensione.Mentre tua moglie deve dichiarare i redditi da immobili per non incorrere nell’evasione fiscale. I redditi del fabbricato di tua moglie sono molto bassi tuttavia superano la franchigia (sono esentati dalla dichiarazione dei redditi coloro che possiedono redditi da terreni e/o fabbricati di importo inferiore ai 500 euro) e dunque non ci si può esimere dall’obbligo.In alternativa puoi presentare la denuncia dei redditi congiunta dichiarando i 1.500 di tua moglie sul tuo 730.Non tutto il male vien per nuocere Vascario! grazie alla dichiarazione dei redditi potete chiedere il rimborso di tutte le spese mediche e di eventuali bonus fiscali di cui potreste aver diritto…Anche a te l’appello a tutti i membri della nostra comunità di reciproco aiuto, più siamo e più possiamo aiutarci a vicendadiffondi l’iniziativa non costa nulla ma contribuisci a sviluppare l’iniziativa 🙂 ciao

  107. Sono pensionato e percepisco 35000 € l’anno.Mia moglie é casalinga, non ha la pensione, ed ha un reddito annuo da fabbricati di 1500 €.Deve presentare la denuncia dei redditi? Cordiali saluti

  108. @ RANIERI ROBERTOCaro Roberto, se non ricordo male i miei vecchi studi universitari credo proprio che il tuo datore di lavoro ti abbia detto bene. L’inps non funge anche da sostituto d’imposta per le addizionali irpef in caso d’indennità di disoccupazione.più siamo e più possiamo aiutarci, aiutaci anche tu a diffondere la nostra iniziativa 🙂 ciao

  109. BUON GIORNO, INTANTO COMPLIMENTI PER IL SITO, VERAMENTE UN SITO DAVVERO UTILE, E APPROFITTO PER FARE UNA DOMANDAAVREI BISOGNO DI AVERE INFORMAZIONI. MIA MOGLIE NEL 2009 HA PERCEPITO L’INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE E L’INPS MI HA INVIATO IL RELATIVO CUD.IO STO FACENDO IL 730 CONGIUNTO DICHIARANDO ANCHE QUEI REDDITI.NEL CUD, L”INPS NON HA INSERITO L”ADDIZIONALE COMUNALE E REGIONALE IRPEF.LA DOMANDA E’: QUESTO PERCHÈ NON DEVE PAGARLI IN QUANDO DISOCCUPATA E PER INDENNITÀ DIDISOCCUPAZIONE NON SONO DOVUTI???VORREI SAPERLO PERCHÈ IL MIO DATORE DI LAVORO (SOSTITUTO DI IMPOSTA) VUOLE FARLI PAGARE OLTRE CHE A ME ANCHE A MIA MOGLIE.GRAZIE PER LE INFORMAZIONI.DISTINTI SALUTI.RANIERI ROBERTO

  110. io ho la possibilita di avere rimborsate parzialmente le spese mediche.per avere questo servizio io pago mensilmente 30 0 40 euro.la domanda e :le stesse fatture poi posso esentarle al 19 per cento quando faccio il 730?

  111. Io ho un lavoro come dipendente ho un cud di 33.000 euro annue.Ho ho una figlia di 23 anni che lavora e il suo cud e di circa 6.000 euro che vive con me.La domanda è:mia figlia puo fare un 730 indipendentemente da quello che faccio io come se vivesse da sola? si o no?

  112. > Antonio da Bari ha scritto giovedì, 29 aprile 2010Ciao Antonio da Bari, con 800 euro al mese lordi e contratto da dipendente part-time la tua ragazza non ha diritto ad esenzioni ipref.ciao

  113. se mi licenzio dal mio posto di dipendente qst’anno a settembre , e quindi percepisco la liquidazione e poi non lavoro piu per il resto del 2010 l’anno prossimo devo fare il modello 730?

  114. ciao Antonio da Bari, l’esenzione dall’irpef dipende dal reddito percepito nell’anno e dalla tipologia di lavoro svolto. All’inizio di questo post trovi lo schema delle varie esenzioni per ciascuna tipologia di reddito.Contribuisci anche tu alla nostra iniziativa di condivisione delle informazioni e conoscenze, più siamo e più possiamo aiutarci :)ciao

  115. Caro Piergiorgio,se vuoi avere il rimborso delle spese mediche tua moglie deve fare il modello 730, in caso contrario non è necessario perchè avendo lavorato come dipendente ha pagato le tasse in ogni busta paga tramite il suo datore di lavoro che ha fatto da sostituto d’imposta.Ordinariamente il rimborso avviene come scomputo sulla busta paga (tipicamente quella di luglio), ma è anche possibile chiedere il rimborso direttamente dallo stato. In questo secondo caso i tempi si allungano, possono passare anche più anni prima di riceverlo ma alla fine li ricevi senza problemi.questo è quanto, ciaops: dai una mano anche tu ad aiutare altri che hanno bisogno, qui niente denaro da dare, solo condivisione di informazioni e conoscenze 🙂

  116. Grazie Matteo, Lei ha lavorato come dipendente|Per quanto riguarda le spese mediche, so che vanno inserite nell’apposto riquadro ma poi chi gliele rimborserà (io per esempio me le troverò in busta paga a luglio 2010), quest’anno non lavora.Piergiorgio

  117. Ciao PIERGIORGIO,in merito alla prima domanda dipende se il lavoro che ha svolto è autonomo o dipendente.In merito alla seconda domanda è sufficiente inserire le spese mediche nell’apposita voce prevista sia dal 730 2010 che nel modello Unico 2010.Contribuisci anche tu alla nostra iniziativa di condivisione delle informazioni e conoscenze, più siamo e più possiamo aiutarci :)ciao

  118. Salve a tutti, mia moglie in 6 mesi lavorati nel 2009 ha percepito un reddito lordo di circa 10.000 euro!!!Attualmente è senza lavoro.Volevo chidervi: deve fare la dichiarazione dei redditi?Se si come fa a rientrare del 20% delle spese mediche sostenute l’anno scorso.Grazie Piergiorgio

  119. Spese deducibiliHo fatto ieri il mio mod 730. Mi chiedevo se l’iscrizione e i versamenti fatti ad una cooperativa edilizia per la prima casa, sono spese che si possono dedurre ai fini dell’Irpef.I figli sono a carico dei genitori fino a quale reddito annuo?

  120. Non è un commento ma una domanda:aliquota comunale che sarà applicata alla IRPEF 2009 per il comune di Romaaliquota regionale che sarà applicata alla IRPEF 2009 per la regione LazioGrazie e cordiali saluti

  121. Concordo in tutto e per tutto con l’Enigmista e con Luca di Firenze…Solo una cosa:”alla fine della prima settimana non farebbero una LEGGE per accorciare la settimana, ma un bel DECRETO LEGGE!”Anche io rido per non piangere, almeno finchè non verrà emanato un decreto legge che permetterà di ridere solo a quelli che hanno un reddito superiore ad almeno 30.000 euro annui netti…

  122. eh sì, hai perfettamente ragione enigmista. alla fine della prima settimana i nostri politici farebbero una legge per accorciare il mese a una settimana, così possono dire che ce l’hanno fatta :Dscherzo per non disperarmi…

  123. ridicole queste soglie di esenzione, con 7.500 euro annui si dovrebbero ricevere sovvenzioni e non esenzioni e comunque l’esenzione dovrebbe essere portata almeno a 12mila euro in modo da avere netti almeno 1.000 euro al mese… già son pochi per camparci se poi ci cavi pure le tasse siamo alla fame nera!Sfido chiunque dei nostri politici a vivere con 700 euro al mese, loro non arriverebbero alla fine della prima settimana… e noi fessi ke lavoriamo come somari per farli vivere negli agi, nei vizi e al di sopra della legge!!!Grazie Crisi Finanziaria che ci sei! Vi seguo sempre, viva la libera informazione finanziaria 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.