Irpef 2010: aliquote scaglioni deduzioni detrazioni addizionali calcolo

Gli scaglioni e le aliquote Irpef relative all’anno fiscale 2010

Scaglioni reddito 2010 Aliquota Irpef lordo 2010
da 0 a 15.000 euro 23% 23% del reddito
da 15.000,01 a 28.000 euro 27% 3.450 + 27% sulla parte eccedente i 15.000 euro
da 28.000,01 a 55.000 euro 38% 6.960 + 38% sulla parte eccedente i 28.000 euro
da 55.000,01 a 75.000 euro 41% 17.220 + 41% sulla parte eccedente i 55.000 euro
oltre 75.000 euro 43% 25.420 + 43% sulla parte eccedente i 75.000 euro

 

Quali redditi sono soggetti all’Irpef 2010

I redditi che ricadono nel regime d’imposta Irpef 2010 sono tutte le entrate economiche derivanti da:

  • attività di lavoro dipendente;
  • attività di lavoro autonomo e d’impresa;
  • pensioni e assegni assimilabili;
  • immobili (terreni, edifici, appartamenti, …);
  • redditi di capitale e redditi diversi di natura finanziaria (plusvalenze).

T.U.I.R. – Articolo 6: I singoli redditi sono classificati nelle seguenti categorie: a) redditi fondiari; b) redditi di capitale; c) redditi di lavoro dipendente; d) redditi di lavoro autonomo; e) redditi d’impresa; f) redditi diversi.

Come calcolare l’Irpef lorda 2010

Irpef lorda = [ (Reddito totale) – (tutti gli oneri deducibili) – (deduzione abitazione principale)] * (% aliquote)

Come calcolare l’Irpef netta 2010

Irpef netta = (Irpef lorda) – (tutte le detrazioni a cui si ha diritto: familiari a carico, tipologia di reddito, oneri sostenuti, …)

Come calcolare l’addizionale Irpef 2010 regionale e comunale

Addizionale Irpef regionale = [ (Reddito totale) – (tutti gli oneri deducibili) – (deduzione abitazione principale)] * (% addizionale regionale)

Per conoscere l’aliquota addizionale della tua regione clicca qui:

Addizionale Regionale 2010

Addizionale Irpef comunale = [ (Reddito totale) – (tutti gli oneri deducibili) – (deduzione abitazione principale)] * (% addizionale comunale)

Per conoscere l’aliquota addizionale del tuo comune clicca qui:

Addizionale comunale 2010

Aliquote e scaglioni Irpef 2010- per il calcolo delle tasse sui redditi

Irpef agli sgoccioli

Il 2010 non riserva grosse sorprese per quanto concerne il pagamento dell’imposta Irpef.

Infatti rimangono identici al 2009 sia gli scaglioni che le aliquote fiscali.

Dunque l’onesto contribuente italiano andrà a pagare nel 2010 grosso modo lo stesso importo di imposte fra irpef e addizionali regionali e comunali. Chiaramente a parità di reddito lordo percepito…

Purtroppo è tutto il resto attorno a noi ad essere cambiato.

Il mondo post crisi finanziaria non è più lo stesso, e non potrà mai più tornare ad esserlo.

Il cambiamento è stato così repentino, permeante e profondo da rendere anacronistico l’attuale sistema fiscale.

La tassazione Irpef è infatti ancorata ad un mondo del lavoro che non esiste ormai più. Volenti o nolenti flessibilità, destrutturazione e precarietà sono le nuove parole d’ordine che mal si addicono all’attuale organizzazione fiscale dei redditi personali.

Se ne sono resi conto anche i nostri politici, seppure molto lentamente.

Tanto che verso la fine dello scorso anno sono fioccate le promesse di eliminare 3 degli attuali 5 scaglioni irpef e di ridurre la tassazione Irpef a due sole aliquote al 23% e al 33%.

Purtroppo come al solito alle parole non sono seguiti i fatti e tutte le decisioni sono state rimandate al 2011.

In attesa di avere maggiori dettagli sull’agognata rivoluzione fiscale che sarà, vediamo insieme gli aspetti salienti della tassazione irpef 2010.

Approfondimenti

Puoi trovare ulteriori informazioni sull’argomento sui siti dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero delle Finanze.

Altre utili risorse fiscali

Esenzioni Irpef 2010

Calcolo Irpef 2010

Acconto Irpef 2010

Archivio Irpef 2010

Scaglioni e aliquote Irpef 2011

Scaglioni e aliquote Irpef 2009

Archivio sull’Irpef

Il ravvedimento operoso 2009

Risorse fiscali

Tutto quello che c’è da sepere sapere sulle imposte Irpef 2010: aliquote, scaglioni, addizionali, deduzioni, detrazioni e calcolo delle tasse irpef 2010.

Irpef 2010: aliquote scaglioni deduzioni detrazioni addizionali calcoloultima modifica: 2010-02-20T00:00:00+01:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

319 pensieri su “Irpef 2010: aliquote scaglioni deduzioni detrazioni addizionali calcolo

  1. avrei bisogno di sapere se è possibile che avendo aderito ad un fondo pensione e chiedendone il riscatto per pensionamento non avendo maturato la pensione del fondo si debba pagare irpef al 23% così facendo versi 10.000 € ne dovresti ricevere11.000 ma ne arrivano 8.500 circa questo è possibile sono in italia.

  2. ciao corrado, reddito netto significa entrate post tasse. per cui se ricevi 22 mila euro gia’ tassate devi pagare le tasse solo sulla mobilita’ secondo il tuo scaglione irpef piu’ alto (vedi schema riportato in alto nell’articolo di questa pagina).

  3. Salve sono un artigiano con 22000 euro nette di guadagno nel 2011, quanto andrei a pagare? ( scusa ma il mio commercialista ) a calcolato una somma secondo me impossibile circa 14500 euro ).considera che ho avuto l’anticipazione della mobilita per aprire la p.iva (circa 7000 euro) ed a mio avviso e già tassata di per se ,inoltre e stata inserita nel reddito netto del 2011 arrivando ad una somma complessiva di 22000 euro di guadagno netto . Ti ringrazio in anticipo per la risposta, Ciao!

  4. quale unico reddito del 2011 ho ricevuto da una società l’importo complessivo di € 8.600 di cui € 8.200 per “prestazione occasionale” ed € 400 quali diritti d’autore ed ho subito la ritenuta d’acconto del 20% su € 8.200.In quale quadro dell’Unico devo dichiarare il reddito? Mi spettano detrazioni (quelle assimilate a redditi da lavoro dipendente?).Dalla certificazione rilasciatami non emergono trattenute previdenziali e, d’altra parte, su consiglio della stessa società non mi sono iscritto alla gestione INPS.Qual’è la mia situazione?

  5. quale unico reddito del 2011 ho ricevuto da una società l’importo complessivo di € 8.600 di cui € 8.200 per “prestazione occasionale” ed € 400 quali diritti d’autore ed ho subito la ritenuta d’acconto del 20% su € 8.200.In quale quadro dell’Unico devo dichiarare il reddito? Mi spettano detrazioni (quelle assimilate a redditi da lavoro dipendente?).Dalla certificazione rilasciatami non emergono trattenute previdenziali e, d’altra parte, su consiglio della stessa società non mi sono iscritto alla gestione INPS.Qual’è la mia situazione?

  6. Buongiorno io lavoro in una mensa scolastica da gennaio a giugno e da settembre a dcembre . contratto tempo determinato volevo sapere il mio reddito indicato nel CUD è di 6728 euro e mi ritrovo come ritenute irpef 20 euro ! è giusto perchè a me sembrano un pò poche e non vorrei trovarmi sorprese nel 730.

  7. Buongiornoinnanzitutto complimenti per il blog … in questi giorni ne ho visitati tanti di siti ma questo è davvero i migliore in assoluto..Io sono nella stessa situazione di Simona che ha scritto il 03 gennaio 2012, con la diversità che non sono fisioterapista ma geometra iscritta però alla gestione separata INPS e non al collegio di appartenenza….spero con tutto il cuore che rispondiate alle nostre domande e a quelle di tutti anche se capisco la difficoltà!!!Sara

  8. Buonasera!io sono una fisioterapista dipe dente full time e in piu ho la partita IVA. Ora con la nuova riforma mi sembra di avere capito che non rientrerò piu nel regime dei minimi,avendola aperta quando gia ero dipendente fisioterapista. Volevo sapere:quanto vengo a guadagnare allora di netto da un lordo annuale di 8000€?e cosa sono questi studi di settore? Grazie

  9. Salve a tutti, è la prima volta che visito questo sito e devo dire che da notizie molto utili. Scusate la mia ignoranza ma volevo porvi delle domande:1: Un soggetto che percepisce una pensione di reversibilità (artigianato), con reddito INPS di 6000 euro., al di sotto quindi di 7500 eu e di anni 75, è esente da irpef? Quindi non potra neanche detrarre nulla: spese sanitarie ecc..?2: Se in aggiunta a tale reddito avrà un’entrata annua di 2000 euro per affitto di immobili, dopo la dichiarazione dei redditi annuale, dovrà pagare il 23% di tale somma al fisco, o si aggiungerà al proprio reddito pagando il 23% di 8000 euro?3: Lo stesso soggetto ha oltre la prima casa, altri piccoli immobili. Dovrà comunque presentare la dichiarazione dei redditi a prescindere dall’eventuale futuro introito dei 2000 euro summenzionato?4: Con le prossime regole per IMU/ICI, ci faranno “solo” pagare di più o aumenterà anche la “rendita catastale” per la dichiarazione dei redditi annuale?VI RINGRAZIO IN ANTICIPO PER LE RISPOSTE.

  10. Per Orpheus 9 nov.2011 – Premesso che per il dipendente statale non esiste il TFR, bensi la “indennità di buonuscita” che viene erogata dall’Inpdap ex Enpas, a cui il Ministero deve inviare il “Progetto di Liquidazione” ed altra documentazione, come prevede il dPR 1032/1973, con particolare riferimento all’art.26; deve essere notificata con l’invio del regolare Mod.PR.1 e regolare Mod. MPB.3!Naturalmente la tassazione viene regolarmente effettuata dall’Ente e segue una particolare procedura, quindi non ha nulla ripeto nulla da vedere con la tassazione separata!Quest’ultima viene applicata unicamente a somme dovute e percepite in anni successivi, anche se tale indennizzo avviene dopo svariati anni, ossia oltre i famosi cinque anni della prescrizione, sempre se vi è ritardo da parte dell’Amministrazione! Nel mio caso specifico, avviato in quiescenza dal Ministero della Difesa, quale militare, nel lontano Set.1996, ci son voluti ben 8 anni per ottenere l’importo corretto, per cui si arrivo’ al 2006! Nel 2010 l’Agenzia delle Entrate tentò il “colpo”, sempre per una pessima esposizione del CUD 2007/Redditi 2006 da parte dell’Inpdap con la dicitura “anni precedenti” riferito alla liquidazione avvenuta nel Nov.1995 e non all’ultimo misero importo a conguaglio di appena €.61,08!Sono riuscito a far revocare il tutto mostrando l’intera documentazione, che ancora oggi custodisco!Ho potuto appurare, perdendo tutto il mese di Settembre 2010 che, eccezione fatta, gli addetti non capiscono un fico secco della materia! Ho specificato loro che al Personale statale spetta la “Indennità di Buonuscita” – (dPR 29/12/1973, 1032); al dipendente Enti locali la la “Indennità di fine rapporto “ e per tutti gli altri lavoratori il “TFR o Trattamento di fine rapporto”! La procedura per il loro calcol è diversa!Sperando possa essere utile, invio tabelle e procedura per il ricavo della Tassazione Media o separata:a) Somma Imponibile anno antecedente + quello dell’anno precedenteb) La somma ottenuta la si divide per duec) Tale somma va moltiplicata per la percentuale dell’aliquota applicata d) Dal prodotto si detrae l’importo relativo al correttivo spettante.I Correttivi sono i seguenti:Aliquota del 27% – Correttivo annuale €. 600 – Mensile €.50,00Aliquota del 38% – Correttivo annuale €.3.680 – Mensile €.306,66Aliquota del 41% – Correttivo annuale €.5.330 – Mensile €.444,17Aliquota del 43% – Correttivo annuale €.6.830 – Mensile €.569,17Come si calcolano i rispettivi correttivi :Aliquota del 27%Scaglione reddito Massimo € 28.000,00 x 27% = Imposta Massima € 7.560,00 –€ 13.000,00 x 27% = € 3.510,00 €.6.960,00 =€ 15.000,00 x 23% = € 3.450,00 Correttivo annuo €. 600,00Totale Imposta annua = €.6.960,00 Correttivo mensile €. 50,00Aliquota del 38%Scaglione reddito Massimo € 55.000,00 x 38% = Imposta Massima € 20.900,00 –€ 27.000,00 x 38% = € 10.260,00 €.17.220,00 =€ 13.000,00 x 27% = € 3.510,00 Correttivo annuo €. 3.680,00 € 15.000,00 x 23% = € 3.450,00 Correttivo mensile €. 306,67Totale Imposta annua = €.17.220,00 Aliquota del 41%Scaglione reddito Massimo € 75.000,00 x 41% = Imposta Massima € 30.750,00 –€ 20.000,00 x 41% = € 8.200,00 €.25.420,00 =€ 27.000,00 x 38% = € 10.260,00 Correttivo annuo €. 5.330,00 € 13.000,00 x 27% = € 3.510,00 Correttivo mensile €. 444,77 € 15.000,00 x 23% = € 3.450,00 Totale Imposta annua = €.25.420,00 Aliquota del 43% (Esempio reddito di 98.000 Euro)Scaglione reddito Massimo € 95.000,00 x 43% – Imposta Massima €. 42.140,00 –€ 23.000,00 x 43% = € 9.890,00 €. 35.310,00 =€ 20.000,00 x 41% = € 8.200,00 Correttivo annuo €. 6.830,00€ 27.000,00 x 38% = € 10.260,00 Correttivo mensile €. 569,17€ 13.000,00 x 27% = € 3.510,00 € 15.000,00 x 23% = € 3.450,00 Totale Imposta annua = €.35.310,00 Cordiali saluti.

  11. Salve , ho ricevuto con grandissima sorpresa una cartella da parte dell’agenzia delle entrate con richiesta di pagamento a breve termine (scade il 27 p.v.) di ben 3.600 euro quale differenza sul Tfr percepito ben 6 anni fa .I conteggi sono certamente fatti alla carlona e secondo me l’inghippo trovasi nella voce “aliquota tassazione separata” pari al 41,1% , cioè a dire su redditi imponibili da “dirigente” mentre il sottoscritto era semplice impiegato ministeriale di 6^ livello .Il conteggio della liquidazione , a suo tempo fu fatto dall’ente erogatore della pensione , cioè l’Inpdap e sono sicuro che non abbia commesso errori .a buon fine allego gli importi imponibili degli ultimi 5 anni precedenti a quello della data della cessazione dal servizio , avvenuta in data 1.9.2005 (ma dopo 5 anni non c’è la prescrizione?)Tabella degli importi :- Anno 2000 £ 53.459.000 pari € 27.795,00- Anno 2001 £ 72.496.000 ” ” 37.441,00- Anno 2002 ……………………..€ 29.959,00- Anno 2003 ……………………..€ 30.524,00- Anno 2004 ……………………..€ 30.939,00Totale imponibile pari ad € 156.658,00Supponendo che l’Inpdap su tale imponibile abbia già provveduto ad effettuare il dovuto tributo fiscale , quanto ancora dovrebbe richiedere l’Ufficio delle imposte ?? Tenendo presente che l’aliquota media è talmente sballata da far resuscitare i morti .Chiedo quale sarebbe l’aliquota a tassazione separata da applicare , se non sbaglio pari all’aliquota media del biennio precedente ?Grazie , attendo fiducioso una vostra risposta prima della scadenza dei termini di legge .Saluti

  12. salve, ho da poco firmato un contratto di lavoro autonomo e mi è stato detto che le trattenute irpef (del 20%) potranno essere dedotte in sede di dichiarazione dei redditi? Qualcuno mi sa chiarire in merito? E’ corretto quello che mi hanno detto? E’ deducibbile il 100% dell’irpef che sto pagando?mille grazie

  13. Ho un quesito: Nel 2011 avrò come unico reddito € 3.600 derivante da parziale affitto ( stanze) di un appartamento di mia proprietà (con contratti regolarmente registrati). Inoltre posseggo un altro appartamento in cui vivo.Rientro nella “no tax area” oppure, quanto dovrò dichiarare di reddito?grazie

  14. buon giorno, mia madre percepisce una pensione di euro 365 e ha due appartamenti che le rendono complessivamente euro 1000 (al lordo delle spese) dovendo affittare la casa di montagna per 1 anno a 260 euro mensili quanto le costera’ di tasse grazie Marisa

  15. Ciao. Complimento per il blog, davvero utile e interessante.Vorrei fare una domanda che riguarda un mio caso personale.Lavoro come dipendente da 6 anni, ma l’anno scorso ho effettutato lavori occasionali presso un’altra azienda, con pagamento in ritenuta d’acconto.Nel fare il 730 ho presentato al caf il cud del 2010 (totale circa 19000 euro) e le ricevute delle ritenute d’acconto (il datore di lavoro versava il 20% dell’importo totale). Il totale delle prest. occas è stato di 4800 (quindi inferiore al limite previsto dalla legge).Il caf però mi ha riconosciuto un debito di circa 500 euro. Mi ha parlato di conguaglio a debito che mi verrà detratto nelle prossime 5 busta paga.Sinceramente, anche se hanno cercato di spiegarmelo non ho capito il motivo di questo debito.Mi è sempre stato detto che la ritenuta non prevede ulteriori tasse. Inoltre mi è stato detto che l’anno prossimo non devo trovarmi nuovamente in debito, altrimenti c’è il rischio di una multa!!!La cosa mi sembra un po assurda…Credo di rivolgermi all’agenzia delle entrate per saperne di più. Intanto però chiedo un vs parere in merito.Grazie di cuore.Stan

  16. Quale vecchio pensionato statale con “stellette” ero interessato alla “Indennità di buonuscita”, bene diversa dal TFR; comunque, con l’incredibile quanto assura baraonda delle normative, ti suggerisco la lettura di questo link:http://community.soldionline.it/economia-fisco/47079-tfr-e-tassazione-separata-ricevuto-avviso-bonario-ma.htmlIo sarei del parere di non perdere altro tempo, anche per non ammalarmi il fegato! Chi ha il coltello democraticamente dalla parte del manico non “sbaglia mai ed ha sempre ragione”, è una pecca della nostra civiltà!

  17. grazie Vincenzo.Quando mi sono recata all’ufficio delle entrate (con i documenti alla mano) mi hanno spiegato che l’azienda che liquida il TFR calcola l’aliquota media degli ultimi 2 anni, mentre in realtà va così calcolata….”l’aliquota media degli ultimi 5 anni precedenti a quello di cessazione del rapporto di lavoro”Questa è anche quello che è stato scritto nella lettera che hanno inviato.Se è vero che è la media deglli ultimi 5 anni, il calcolo che hanno elaborato è giusto.Quello che vorrei sapere è se è vero che sono gli ultimi 5 e non gli ultimi 2. Forse è cambiato qualcosa?????Comunque ugualmente grazie . Mariasole

  18. Salve, a Mariasole rispondo che di queste stranezze accadono solo nella nostra bella penisoletta! Racconto brevemente il fallito tentativo operato nei miei confronti nel febbraio 2010 dall’Agenzia delle Entrate! Premetto che per al personale statale spetta unicamente la “Indennità di buonuscita”; percepita errata nel lontanissimo mese di novembre 1996, mese di settembre collocato in quiescenza quale dipendente statale “stipendiato” dopo ben 45 anni contributiti! Mi fu corretta per ben tre volte, per ultimo nel mese di luglio 2006 e pur se ancora non esatta decisi di non perdere altro tempo e denaro nel “lavare la testa all’asino”, ossia ai sapientoni dell’Istituto previdenziale per il personale statale militare! Ebbene il 10 agosto 2010 l’Agenzia delle Entrate mi notificò un’addebito di ben 896,68 euro per ricezione di somme a titolo di TFR o altre indennità equipollenti erogata in forma di capitale neell’anno 2006! Questo anche in virtù di falso scritto posto nel CUD 2007 (Redditi relativi all’anno 2006) “Compensi relativi agli anni precedenti”! Quali e per cosa? Nessuna indicazione! Dopo aver chiesto la revoca di tale provvedimento ed aver provato con documentazione fiscale, sempre ben custodito fin dal 1978, ed insegnato loro come viene calcolato il TFR, il TFS e quella spettante della “Indennità di Buonuscita”, alla fine del mese di Settembre 2010 mi fu notificato che “il controllo automatizzato non ha evidenziato somme dovute, a titotolo di IRPEF, sui redditi soggetti a tassazione separata relativi all’anno 2006”!Per quanto attiene la tassazione separata essa tiene conto esclusivamente del biennio precedente, quale “Tassazione media”! Dovresti far loro presente il disposto dell’art.17, comma 1 del TUIR d.P.R. 917/1986!

  19. Scusate, ripeto la domanda formulata il 19 agosto perchè ancora non ho avuto risposta. Probabilmente causa il periodo di ferie.“innanzi tutto voglio ringraziarvi per questa interessante iniziativa. Passo subito alla domanda. Mio figlio nel 2007 cambiò lavoro e gli fu quindi corrisposto il TFR. Detto TFR fu tassato dall’azienda.Un mese fa l’uff. delle entrate ha chiesto un conguaglio di circa 250 euro (dovuti per il ricalcolo dell’imposta). Mi sono recata all’uff. dell’entrate e mi hanno detto che l’aliquota è determinata dalla media degli ultimi 5 anni (mentre il datore di lavoro la calcola sugli ultimi 2 anni) Se così è, il conteggio era giusto ed ho pagato. Ieri sera, in radio, sento uno dei tanti opinionisti che dice che il TFR viene tassato all’11%. A me non risulta. Sapreste dirmi come avviene la tassazione del TFR?Sempre grata per il prezioso contributo. Mariasole”

  20. Buongiorno,vorrei chiedere se è corretto che io che ho un reddito annuo da lavoro dipendente di 5000 euro netti e l’assegno di disoccupazione di 3000 euro annui, vada a pagare circa 1400 euro di tasse. Sono propietaria di metà casa ancora non pagata.Sono disperata.Grazie, siete molto esaustivi, mi piace questo blog.

  21. innanzi tutto voglio ringraziarvi per questa interessante iniziativa. Passo subito alla domanda. Mio figlio nel 2007 cambiò lavoro e gli fu quindi corrisposto il TFR. Detto TFR fu tassato dall’azienda.Un mese fa l’uff. delle entrate ha chiesto un conguaglio di circa 250 euro (dovuti per il ricalcolo dell’imposta). Mi sono recata all’uff. dell’entrate e mi hanno detto che l’aliquota è determinata dalla media degli ultimi 5 anni (mentre il datore di lavoro la calcola sugli ultimi 2 anni) Se così è, il conteggio era giusto ed ho pagato. Ieri sera, in radio, sento uno dei tanti opinionisti che dice che il TFR viene tassato all’11%. A me non risulta. Sapreste dirmi come avviene la tassazione del TFR?Sempre grata per il prezioso contributo. Mariasole

  22. Certamente un’ottima iniziativa; ma serve davvero compilare il Mod.730 da parte di coloro che hanno la “fortuna” d’essere alleggeriti mensilmente dal “Sostituto d’Imposta” (dPR 600/1973, art.23)!L’ho sempre fatto per me, parenti ed amici e sempre, dopo attenti, ripetuti controlli effettuati nel corso degli anni, mi sono reso conto che il “Sostituto d’Imposta” non, dico non, tiene conto delle dovute deduzioni previste dall’art.11, comma 1, T.U. dPR 917/86! Quello che incuriosisce e da ancora maggiore fastidio è che questo “sistema” viene sostenuto anche da “TAX-ON-LINE”!Tutte le “Deduzioni” sono indicate nel rigo “E22” del mod.730 e specificatamente richiamate a pag.37 delle Istruzioni; Quella a cui mi riferisco e che interessa tutti in diversi importi e il CSSN versato per la RCA! Il“Sostituto” zelante non ne tiene conto ed a nulla valgono le richieste di controllo e dovuta correzione! Lascio a voi quantificare il “malloppo” che si viene mediamente a racimolare, considerato che il solo Istituto previdenziale statale dichiara d’amministrare ben oltre 2 milioni e 730 mila pensionati! Per tutti gli altri ed i dipendenti in attività di servizio e/o lavoro?Personalmente, anche quest’anno lascio il mio “contributo” pari a due euro, unitamente a tantissimi Colleghi e conoscenti … quindi a che serve ricevere tante chiarificazioni per la compilare del 730? Forse, oltre a garantire un’ulteriore miracoloso risparmio alle casse dello Stato, anche a regalare il 5 per mille a qualche ONLUS priva dei dovuti requisiti previsti dal D.M. 14/11/2001 n.471 (G.U. 25.01.2002, n.21), “inserita” nel novero da qualche furbastro, certo che nessuno si sarebbe presa la briga del controllo! Infatti molte Associazioni hanno carattere pseudo-militare, politico e sindacale, eppure “godono” della percezione di concreti “contributi”, in deroga al D.lgs 460/1997; ringraziando il “buon cuore” di quanti dovrebbero controllare e non lo fanno! Se qualcuno desidera verificare la loro magnanimità, provare a chiedere un qualsiasi ausilio, naturalmente dopo aver letto il loro “Statuto”, e la dovuta “modesta” richiesta!

  23. Salve, volevo sottoporre alla vostra attenzione la sorpresa allucinante che mi si è presentata dopo aver visto a quanto ammontano le spese che dovrò pagare a breve. Sono una lavoratrice dipendente con un reddito di circa 1850 euro netti al mese. A maggio dello scorso anno è mancato mio marito e da quel momento ho percepito una pensione di circa 1800 euro netti (divisi 60% miei, 20% per n° 2 figli minorenni). Avendo fatto lo scorso anno il modello unico andavo in credito di circa 1400 euro avendo un mutuo intestato. Quest’anno mi sono quindi stati inviati ben 5 cud, il mio personale, il mio INPS, quello dei figli INPS e quello relativo alla liquidazione percepita dalla società dove mio marito lavorava a mio nome. La somma che vengono a pagare nonostante il recupero dello scorso anno e tutte le spese funerarie e visite mediche è una cosa stratosferica. E mi hanno detto che la cosa non varierà con gli anni in quanto in futuro verrà meno solo il cud della liquidazione. Praticamente quel poco che abbiamo da parte verrà consumato in tasse nel giro di 4 anni. Ma è possibile ??? Oltretutto devo togliermi i figli a carico e gli assegni familiari che porterebbero il mio stipendio a circa 250 euro in meno. Possibile tutto questo o c’è qualche errore ?? Oltre il dolore immenso, il danno e la beffa. Grazie di cuore per una risposta sollecita.

  24. mi propongono un contratto di lavoro per 10 mesi retribuzione lorda 7.000 euro ..che tipo di ritenute devo considerare? quale sarà + o – il netto in busta paga?grazie

  25. Buonasera, volevo chiedere se possibile un calcolo approsimativo delle tasse che devo pagare (sono un libero professionista – agente di commercio); ho un mensile fisso di euro 2.700 di imponibile + iva 20% – ritenuta acconto 23% su metà – enasarco 6,75%; in un anno euro 32.400 + un premio di euro 8.000 al ragiungimento del fatturato richiesto, parliamo quindi di un totale di euro 40.400 fisso ogni anno (in caso di raggiungimento fatturato richiesto); pago circa 2900 euro di inps; spese deducibili, inserirei auto (euro 6.000 di diesel annuali + assicurazione e bollo, per un totale di 8.000 per auto; in più telefono circa euro 3.000 annuali + 2.000 euro fra autostrada, ristorante, hotel); parliamo di euro 13.000 di spese deducibili…qual’è quindi l’importo di tasse che dovrò pagare detratte le spese deducibili? A quanto ammonta circa il mio mensile netto o meglio il mio netto annuale? Ci terrei molto ad avere una risposta…grazie mille, Drago.

  26. in questi mesi sto percependo indennità di disoccupazione inps ordinaria;ho notato che mensilmente non viene trattenuta un IRPEF pari al 23% ma inferiore (su una indennità mensile di € 950 lorde mi vengono trattenute 88 euro di irpef)la mia domada è:mi sarà fatto un conguaglio sull’ultima mensilità che mi spetterà?mi pongo la domanda in quanto annualmente faccio MODELLO UNICO quindi il prossimo anno dovrò portare in dichiarazione la disoccupazione percepita che risulterà da CUD inps ma le ritenute IRPEF già effettuate non saranno pari al 23% e dovro pagare maggiore imposta; giusto?posso richiedere all’inps di effettuare ritenute Irpef al 23% per i mesi che mi rimangono??

  27. @ marina ha scritto martedì, 12 luglio 2011ciao marina, purtroppo c’è poco da fare, i rimborsi fiscali dell’anno precedente si possono avere l’anno successivo solo se si ha un sostituto d’imposta. Con la morte di tuo padre è venuto a meno il sostituto d’imposta che gli erogava la pensione e dunque l’unico modo è richiedere il rimborso mediante l’unico. La cifra vi sarà rimborsata a distanza di anni come previsto nel caso in cui la denuncia dei redditi mediante il modello Unico presenti un saldo a credito.E’ assurdo e ingiusto ma purtroppo è così.

  28. Ciao a tutti,mio padre ex dipendente comunale, è deceduto lo scorso febbraio e mia madre casalinga quest’anno ha presentato l’unico invece del 730, perchè il caf le ha detto che l’unico era il solo modello per la dichiarazione dei redditi. ogni anno mio padrequando era in vita, i rimborsi li prendeva sempre con la pensione di luglio, ma quest’anno non sarà così e mia madre contava su quella somma. c’è un modo celere per richiedere questo rimborso che ammonta a quasi 800 euro? e se sì a chi si richiede? Io sono completamente incompetente in materia e vivo a 500 km di distanza, perciò mi è molto difficile seguire tutto da vicino. grazie per l’aiuto

  29. @ davide ha scritto lunedì, 11 luglio 2011Ciao davide, il conguaglio del TFR è una procedura prevista e succede che venga applicato a anni di distanza. Ciò non toglie che entrando nel merito vi sia un errore da parte dell’agenzia delle entrate. Se la cifra è significativa ti consiglio di far verificare il conguaglio a un tributarista o più semplicemente al tuo commercialista.Spero di esserti stata utile, a presto, ciao!PS: ti ho potuto aiutare perchè un’altra persona di questo blog mi ha gentilmente aiutato. Partecipa anche tu a questa semplice iniziativa, è sufficiente aiutare un’altra persona dando un’informazione utile o segnalando le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Perchè più siamo e più possiamo aiutare 🙂 grazie

  30. Salve,spero di pubblicare nella sezione corretta,a distanza di tre anni dall’entrata in pensione (ero docente delle medie), oggi mi giunge comunicazione da parte dell’ufficio delle entrate di una tassa di conguaglio del mio TFR.Si parla di tassazione provvisoria e di tassazione definitiva…Chiedo solo: è normale che l’ufficio delle entrate mi invii richiesta di pagamento di una differenza di imposte, con tre anni di ritardo?O si tratta dell’ennesimo tentativo semi-fraudolento e disperato dei nostri amministratori pubblici di recuperare fondi?

  31. ciao a tutti,ho un’attività di bed and breakfast che si somma sul mio lavoro dipendente.volevo sapere se ci sono delle agevolazioni fiscali per i bed and breakfast in quanto ho guadagnato euro 54.000 con la convenzione della protezione civile dal 30 aprile del 2009 al 30/04/2010. cosa vuol dire agevolazione fiscale per redditi diversi? è vero che non bisogna dichiarare le entrate sulla dichiarazione dei redditi se il b&b non supera le sette camere ma bisogna pagare solo una piccola somma al comune?grazie per un’eventuale risposta

  32. Lady Nutellae, ti ringrazio per la pronta risposta…Probabilmente non mi sono espressa bene…Non mi interessa al momento sapere l’ IRPEF totale dell’anno.Vorrei sapere su un netto di 300 € mensili, quanto dovrebbe versare (a titolo di IRPEF)il mio datore di lavoro per me, e quale dovrebbe essere il mio imponibile IRPEF riferito solo a quei 300 € mensili.Cumulando gli altri redditi rientrerò nella fascia al 23 %.Grazie mille

  33. @ Anonimo ha scritto lunedì, 20 giugno 2011Ciao Anonimo, è impossibile fare il calcolo senza gli altri redditi perchè l’irpef si calcola sulla somma dei redditi lordi… comunque se il tuo reddito complessivo è sotto i 15 mila euro l’aliquota da applicare è del 23% + addizionale comunale e regionale.Mentre se sommando tutti i redditi lordi sei dentro ai 5mila euro rientri nella soglia di esenzione irpef. Qui maggiori info:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.htmlSpero di esserti stata utile, a presto, ciao!PS: ti ho potuto aiutare perchè un’altra persona di questo blog mi ha gentilmente aiutato. Partecipa anche tu a questa semplice iniziativa, è sufficiente aiutare un’altra persona dando un’informazione utile o segnalando le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Perchè più siamo e più possiamo aiutare 🙂 grazie

  34. Salve!Ho bisogno di un chiarimento su cui non riesco a trovare informazioni certe.Volevo sapere a quanto dovrebbe ammontare il lordo di un compenso netto di 300 euro mensili per un contratto a progetto (lordo a mio carico, cioè quello che andrò a dichiarare nell’UNICO). Questo dato mi occorre per sapere a quanto ammonterà poi il mio imponibile IRPEF (visto che percepisco un assegno di mantenimento e ho percepito anche un’indennità oraria relativa ad corso di formazione).Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

  35. Ciao a tutti!! Premettendo che di contribuzioni non ne so nulla, volevo porvi una domanda. Mi è stato detto che da lavoratore dipendente (io sono un co.co.co) fino ad 8000 euro lordi di stipendio non devo pagare contributi fiscali (ossia non possono tassarli giusto?) e quindi quelli che sto pagando mi dovrebbero essere restituiti. Ora io ho un lordo di circa 20000 euro, quindi se non ho apito male io non dovrei pagare i contributi dei primi 5 mesi, giusto? é vero? Se si, come devo fare per ottenere questo rimborso?GrazieFrancesca

  36. @ Silvia ha scritto domenica, 05 giugno 2011Ciao Silvia, se non hai un lavoro e non sei pensionata o hai un qualche vitalizio puoi iscriverti nelle liste di disoccupazione. Questo non ti dà diritto automaticamente di usufruire di un sostegno economico ma è condizione necessaria per ottenerlo. Inoltre così facendo nel caso (ormai raro) vi siano offerte di lavoro tu sarai in graduatoria.Mentre per quanto concerne l’indennità di disoccupazione, a seguire troverai le regole principali che ne governano l’assegnazione:A chi spetta l’indennità di disoccupazione:- Agli operai, impiegati, equiparati ed intermedi (lavoratori che svolgonomansioni a metà strada tra quelle operaie e quelle impiegatizie), anche seassunti con contratto part time o a tempo determinato;- ai dirigenti di qualsiasi settore privato;- ai lavoratori a domicilio, ma solo nel caso di licenziamento/cessazione del rapp o rto di lavoro e non di sospensione del lavoro tra una commessa e l’altra;- ai lavoratori impiegati in attività stagionali o attività soggette a periodi di sosta;- ai lavoratori occupati occasionalmente in sostituzione di altro personale;- ai lavoratori assunti con contratto di formazione e lavoro;- ai lavoratori con contratto di solidarietà;- ai portieri di stabili;- ai lavoratori assunti in Italia ed operanti all’estero in paesi non convenzionati o con i quali non esistono accordi di sicurezza sociale;- ai soci di cooperative, con l’esclusione di quelle disciplinate dal Decreto delPresidente della Repubblica 602/70 (facchinaggio svolto anche con l’ausilio di mezzi meccanici o diversi, trasporto il cui esercizio sia effettuato personalmente dai soci proprietari od affittuari del mezzo ecc.)A chi NON spetta l’indennità di disoccupazione:- i lavoratori che si dimettono volontariamente, ad eccezione delle lavoratrici madri e dei lavoratori padri che si dimettono durante il periodo in cui èprevisto il divieto di licenziamento (dall’inizio del periodo di gravidanza fino al compimento del 1° anno di età del bambino);- i lavoratori parasubordinati; – i lavoratori autonomi; – i lavoratori con contratto a part time verticale per i periodi di pausa dell’attività lavorativa;- i lavoratori a domicilio, per i periodi intercorrenti tra una commessa e l’altra nel corso del rapporto di lavoro; – i lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno stagionale; – gli apprendisti;- i caratisti, gli armatori e i proprietari armatori imbarcati su navi da pesca daloro stessi armate; – i lavoratori con contratto di compartecipazione agli utili;- i ministri del culto che esercitano il loro ministero in modo esclusivo;- i soci dipendenti da società o enti cooperativi anche di fatto di cui al DPR602/70 (vedi pagina precedente);- i soci delle cooperative della piccola pesca di cui alla legge 250/58;- i soci delle cooperative teatrali e cinematografiche.Requisiti per ottenere l’indennità di disoccupazione:- essere disoccupato (ossia non svolgere alcun tipo di attività lavorativa, néautonoma né subordinata né parasubordinata); – aver rilasciato al Centro per l’impiego, competente per territorio, la dichiarazione di immediata disponibilità sia a svolgere un’attività lavorativa sia aseguire il percorso proposto per la ricerca di una nuova occupazione;- avere svolto un’attività lavorativa, con il relativo versamento del contributo per la disoccupazione, almeno due anni prima del licenziamento. (Per maggiore chiarezza, nell’allegato alla guida può essere consultato un esempio);- almeno un anno di contribuzione (equivalente a 52 contributi settimanali) nei due anni che precedono la data di cessazione del rapporto di lavoro ;- essere in possesso della capacità lavorativa, sia pure residua (non avere cioéin corso malattie che provochino la temporanea inabilità al lavoro). In caso contrario, l’indennità sarà erogata a partire dal momento del recupero della capacità lavorativa, sempre che permanga lo stato di disoccupazione.Spero di esserti stata utile, a presto, ciao!PS: ti ho potuto aiutare perchè un’altra persona di questo blog mi ha gentilmente aiutato. Partecipa anche tu a questa semplice iniziativa, è sufficiente aiutare un’altra persona dando un’informazione utile o segnalando le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Perchè più siamo e più possiamo aiutare 🙂 grazie

  37. Ciao a tutti!! ho un dubbio che non riesco a chiarire in quanto non trovo specifiche da nessuna parte, per tale motivo mi rivolgo a voi con la speranza che qualcuno mi aiuti a far luce in merito a questa questione:sono residente in una regione diversa dal Lazio, ma sono domiciliata a Roma in quanto studio e lavoro qui. Da pochi giorni il mio contratto di collaborazione continuativa e subordinata (cocopro) che durava da quasi tre anni, è scaduto senza possibilità di rinnovo nell’immediato; posso essere considerata “disoccupata”? e se sì, di quali benefici ho diritto? dato che ho urgenza di fare alcune analisi cliniche mi premeva soprattutto sapere se ho diritto a qualche esenzione sulle prestazioni sanitarie…grazie mille a chi mi vorrà rispondere, resto a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito a specifiche del contratto o tipo di lavoro (ove necessario)!!Silvia

  38. Salve,sono Paolo e risiedo all’estero e residente dal 2005 iscritto AIRE,sono pensionato I.n.p.d.a.p e l’anno scorso ho avuto conguagli Fiscali da parte dell’ente e con sorpresa contattando a fatica l’Ente centrale di Roma (che non danno informazioni e risposte via e-mail) che dovevo effettuare la dichiarazione dei redditi obbligatoria che ai sensi AI SENSI DELLA Legge 455/2000 non sono tenuto a presentarla,e per oltre 4 mesi detrazioni sulla pensione.Tutt’ora ancora non ho ricevuto delucidazioni in merito al fatto inoltre non sono stati restituiti le detrazione fatte.Oltre a questo mi vengono detratte addizzionali Comunali e Regionali pur non avendo nulla piu’ in italia ? e’ possibile tutto questo?Inoltre non si hanno informazioni dal parte degli Enti preposti che snobbano i residenti all’estero come se fossero degli esiliati senza poter avere risposte.Resto in attesa di vostro cortese riscontro .Cordiali saluti Paolo

  39. @ francesco ha scritto venerdì, 27 maggio 2011Ciao Francesco. I tuoi dubbi sono anche i miei, c’è qualche cosa che non torna. Forse oltre al reddito dell’appartamento ne hai avuti altri nel 2010 (cassa integrazione, indennità di disoccupazione, collaborazioni lavorative…).In questi casi la cosa migliore e da fare sempre è chiedere lumi alla tua commercialista.

  40. Salve.Sono un giovane disoccupato di 32 anni, che risulta proprietario di un appartamento ottenuto in eredita’. Tale appartamento e’ stato ceduto in affitto con regolare contratto di locazione di 300 euri mensili. Oggi, andando dalla commercialista di famiglia, vengo informato che dovro’ pagare un totale di 1400 euro di contributi per la dichiarazione dei redditi! La mia domanda e’: e’ possibile che su un reddito annuo di 3600 Euro debba versare 1400 Euro di tasse allo Stato? E’ possibile che la commercialista abbia fatto un errore?Grazie in anticipo per ogni eventuale delucidazione in merito.Cordiali saluti

  41. Ciao,sono un lavoratore dipendente, quindi percepisco un regolare stipendio su cui già pago le tasse. Ma nel 2010 ho fatto un lavoretto extra per una ditta, da cui ho ricevuto 2000 euro. Devo inserire questo compenso nel 730? Sotto quale voce?grazieGabriele

  42. Buonasera,cerco un chiarimento perchè è la pria volta che compilo l’unico.Ho solo reddito da affitto di un appartamento di 5000 euro.il sistema d’Agenzia delle entrate mi produce 2 f24 di cui 1 di 16oo euro e uno di 450.Non capisco il perche quando nel rigo rn41 e di 1136.Grazie dell’aiuto

  43. Buonasera,vorrei farle una domanda:sono stata licenziata il 15 aprile, sulla mia ultima busta paga (di soli 15 gg di lavoro)oltre le solite trattenute, mi sono ritrovata circa 270 euro di ritenuta tra addizionale comunale e provinciale. Ho chiesto spiegazioni alla responsabile in azienda, e mi ha detto che sarebbero quelle che avrei dovuto versare fino a dicembre.Ma la mia domanda è stata questa, che ora faccio anche a lei:xchè dovrei pagare per mesi in cui io non percepirò lo stipendio?Attualmente io sono in mobilità.Spero di essere stata abbastanza chiara nella mia situazione e nella mia perplessità.Grazie mille in anticipo per la disponibilità.

  44. Ciao! Vorrei avere un’informazione. Possiedo da poci mesi un contratto di lavoro part-time. Ora però ho trovato un altro lavoro e anche qui il contratto sarà part-time. Avendo due contratti si pagano più tasse? o dipende dal reddito complessivo dichiarato?

  45. ciao a titolo informativo, sono un’insegna e dichiaro circa 20000 lordi con circa 5000 di di imposta lorda, avendo ricavato anche 16000 euro per la vendita di un’attiv autonoma di famiglia (valore avviamento) mi sapresti dire cosa dovrei pagare all’incirca in dichiarazione ..graziee

  46. Salve, ho appena firmato un co.co.proArco temporale: 26 aprile 2011 – 31 marzo 2012Importo lordo del contratto: € 8.500Quanto andrei a prendere di netto ?Grazie per l’informazione

  47. Buongiorno, lo scorso anno ho ricapitalizzato il mutuo prima casa per alcune spese importanti. In un primo tempo la banca mi ha detto che si potevano detrarre tutti gli interessi di cui mi è giunta puntuale documentazione dalla Banca stessa. In un secondo tempo invece mi ha comunicato che a seguito di una circolare esplicativa della banca stessa si poteva detrarre SOLO il rapporto di interessi da calcolare sulla quota utilizzata per l’estinzione. Per cui se ho rifinziato per 70.000 euro e il mutuo da estinguere era di 25.000 euro ecco la formula:70000:100=25000 :xx= 25000×100:70000Volevo sapere se sapete se è proprio cosìGrazieEnrica

  48. Buongiorno, lo scorso anno ho ricapitalizzato il mutuo prima casa per alcune spese importanti. In un primo tempo la banca mi ha detto che si potevano detrarre tutti gli interessi di cui mi è giunta puntuale documentazione dalla Banca stessa. In un secondo tempo invece mi ha comunicato che a seguito di una circolare esplicativa della banca stessa si poteva detrarre SOLO il rapporto di interessi da calcolare sulla quota utilizzata per l’estinzione. Per cui se ho rifinziato per 70.000 euro e il mutuo da estinguere era di 25.000 euro ecco la formula:70000:100=25000 :xx= 25000×100:70000Volevo sapere se sapete se è proprio cosìGrazieEnrica

  49. Buongiorno, lo scorso anno ho ricapitalizzato il mutuo prima casa per alcune spese importanti. In un primo tempo la banca mi ha detto che si potevano detrarre tutti gli interessi di cui mi è giunta puntuale documentazione dalla Banca stessa. In un secondo tempo invece mi ha comunicato che a seguito di una circolare esplicativa della banca stessa si poteva detrarre SOLO il rapporto di interessi da calcolare sulla quota utilizzata per l’estinzione. Per cui se ho rifinziato per 70.000 euro e il mutuo da estinguere era di 25.000 euro ecco la formula:70000:100=25000 :xx= 25000×100:70000Volevo sapere se sapete se è proprio cosìGrazieEnrica

  50. Buongiorno, lo scorso anno ho ricapitalizzato il mutuo prima casa per alcune spese importanti. In un primo tempo la banca mi ha detto che si potevano dettrarre tutti gli interessi di cui mi è giunta puntuale documentazione dalla Banca stessa. In un secondo tempo invece mi ha comunicato che a seguito di una circolare splicativa della banca stessa si poteva detrarre SOLO il rapporto di interessi da calcolare sulla quota utilizzata per l’estinzione. Per cui se ho rifinziato per 70.000 euro e il mutuo da estinguere era di 25.000 euro ecco la formula:70000:100=25000 :xx= 25000×100:70000Volevo sapere se sapete se è proprio cosìGrazieEnrica

  51. Buona sera a tutti! Sono un marinaio, allora una categoria diversa….Alla fine di ogni imbarco siamo costretti a andare in mallatia per poter sopravivere anche quando siamo a casa. Domanda micidiale per noi e questa: il secondo CUD, dall’ parte di INAIL ex- IPSEMA si deve dichiarare or no! Grazie mille!

  52. Salve, Sono un lavoratore dipendente a tempo indeterminato, il anno scorzo 2010 ad Aprile e fino Diciembre, sono stata messa in CIGS a zero ore. In questo periodo, per 2 mesi mi sono sospessa della CIGS perche ho avuto un contratto a progetto.Ho 2 CUD (lavoro dipendente della ditta che mi ha messo in CIGS) e uno del contratto a progetto. Ai fini della dichiarazione dei rediti qual modelo devo utilizare il 730 o il modelo unico.Dove devono essere dichiarati i redditi CIGS e con quali codici?grazie,Marta

  53. @ mariasole ha scritto lunedì, 04 aprile 2011ciao mariasole, in dichiarazione dei redditi puoi alternativamente dedurre o detrarre le tue donazioni. In generale è più conveniente dedurle soprattutto se hai un’elevata aliquota irpef (cosa che ti auguro di cuore dato i tempi che corrono :)In merito alla deduzione delle donazioni ti devi riferire alla sezione 2 del quadro E del modello 730: “Oneri deducibili dal reddito complessivo”. Nel rigo E27, colonna 1 scrivi il codice di identificazione e nella colonna 2 il relativo importo.CODICE 1: identifica i contributi versati ai fondi integrativi del Servizio sanitario nazionale che erogano prestazioni negli ambiti di intervento stastabiliti con decreto del Ministro della salute. Tali contributi sono deducibili nel limite di euro 3.615,20CODICE 2 e 3: identifica i contributi, le donazioni e le oblazioni erogate alle organizzazioni non governative (ONG) riconosciute idonee, che ope rano nel campo della cooperazione con i Paesi in via di sviluppo. In questo caso indicheremo il codice 2 se l’erogazione è dedotta nella misura massima del 2% del reddito complessivo dichiarato, mentre il codice 3 indicherà la deduzione nel limite del 10% del reddito entro i 70mila euro.Il codice 3 è riferibile anche alle erogazioni in denaro riservate a Onlus, ad associazioni di promozione sociale e a fondazioni e associazioni riconosciute aventi come finalità la tutela, la promozione e la valorizzazione di beni di interesse artistico, storico e paesaggistico. Questo genere di erogazioni, come abbiamo visto, possono essere anche soggette, in alternativa, alla detrazione del 19% dell’imposta IRPEF. La scelta spetta al contribuente.Sempre all’interno del codice 3 rientrano anche le donazioni destinate a fondazioni e associazioni riconosciute che promuovono la ricerca scientifica.CODICE 4: identifica le erogazioni liberali in denaro a favore di enti universitari, di ricerca pubblica e di quelli vigilati, nonché degli enti parco regionali e nazionali.Spero di esserti stata utile. Contribuisci anche tu alla crescita della nostra iniziativa di reciproco soccorso, è sufficiente aiutare un lettore o segnalare le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o anche con il semplice passaparola 🙂 a presto, ciao!Lady N.

  54. Mia figlia ha un lavoro dipendente e svolge anche la libera professione come psicologa.Quest’anno dovrà presentare l’unico. Vi chiedo se ha diritto alle detrazioni per lavoro dipendente.GrazieMario

  55. Buongiorno. Come sempre ho un dubbio. Ho fatto una donazione ad AIRC (associazione italiana per la ricerca sul cancro). Credo che l’AIRC sia considerata un ente di promozione sociale. Posso indicarla al rigo 27 del mod. 730 con codice 3 o non posso considerarla tra le donazioni da dedurre?Come sempre grazie e buona settimana. Mariasole

  56. domanda:pensione di reversibilità iniziale lorda di € 1730,00 ridotta del 40% = a € 1038,00, ulteriore riduzione del 50% per altri redditi = a € 519,00 irpef applica € 213,51, è corretto? Sono circa il 21% applicato sul € 1038,00 !!! Non dovrebbe essere il 23% su € 519,00?

  57. sono in affitto presso la cooperativa di vittorio di torino, ho diritto alle detrazioni di imposta sull’affitto che pago ? Se si quanto mi spetta ?graziesaluti

  58. I miei straordinari fino al mese scorso erano tassati per mia scelta al 38%, questo per evitare ingenti coguagli fiscali. Da questo mese gli stessi sono stati messi in busta paga e rientrano nella tassazione al 27%. Cosa avviene ai fini del conguaglio fiscale? Come e quando scatterà l’aliquota al 38%?

  59. Sono un pensionato INPDAP:mi faccia capire per favore . Nel prospetto informativo CUD/2011 che ha lo scopo di spiegare i punti dell’allegato CUD, al rigo IRPEF LORDA si legge :IMPORTO CALCOLATO CON LE ALIQUOTE PER SCAGLIONI,SALVO RICHIESTA EFFETTUATA DI ALIQUOTA FISSA. Come si calcola l’aliquota fissa?La scelta è annuale ?La scelta incide su altre imposte .Grazie

  60. @ LINA ha scritto giovedì, 03 marzo 2011Temo proprio di no LINA, da quello che mi risulta la disoccupazione spetta solo ai dipendenti e l’essere socio non conta nulla dal punto di vista della disoccupazione.mi spiace 🙁

  61. HO BISOGNO DI AIUTO GRAZIE .LA DITTA DOVE LAVORAVO (8anni) CON CONTATTO CO.CO.CO HA CHIUSO E SONO A CASA .LA MIA DOMANDA E …..MI SPETTA LA DISOCCUPAZIONE VISTO CHE SONO STATA SOCIA AL 2 % SENZA PERCEPIRE UN EURO DI UTILE.GRAZIE

  62. @ Pino ha scritto lunedì, 28 febbraio 2011bene Pino, ti confermo che hai diritto al rimborso fiscale di una parte dell’irpef pagata in busta paga. Considera che puoi detrarre anche le spese mediche tue e dei famigliari a carico. ciaoNicoletta ps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie 🙂

  63. @ Pino ha scritto lunedì, 28 febbraio 2011Ciao Pino, hai dimenticato di indicare se il tuo reddito è netto o lordo… :)Nicoletta ps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie 🙂

  64. Salve io sono un lavoratore dipendente e il mio reddito sarà di circa€20.000,ho anche un mutuo, moglie e due figli a carico.Sapete dirmi se ho diritto al rimborso dell’irpef?Grazie anticipatamente e complimenti per il vostro sito

  65. @ oscar ha scritto martedì, 22 febbraio 2011Ciao oscar,la pensione che riceverai è già al netto delle tasse e non devi pagare altro su quella. Tuttavia se dopo il pensionamento riceverai altri redditi oltre alla tua pensione, questi ultimi si sommano al reddito della tua pensione, per cui dovrai pagare le tasse sui redditi extra in base all’aliquota del tuo scaglione irpef più alto.Per determinare lo scaglione irpef più alto devi sommare al reddito lordo della tua pensione gli altri compensi lordi che hai ricevuto nel corso dell’anno.NB: il reddito lordo della pensione e non il netto come hai indicato nel commentoSpero di esserti stata d’aiuto, ricorda di girare il favore a un’altra persona della nostra comunità. E’ il reciproco aiuto il motore di questo blog, ciao 🙂

  66. salve:volevo sapere a titolo informativo,il primo aprile 2011 vado in pensione avendo maturato i 40 anni di lavoro nel settembre del 2010. Mi é stato proposto un contratto a chiamata cosi detto cococo…contratto a progetto ( par taim) di cinque ore al giorno con un reddito netto di eur.1050 mensili, vorrei sapere alla denuncia dei redditi oltre al pagamento delle tasse (a progetto) devo pagare anche una tassa sulla mia pensione per accumolo dei redditi? ,tenendo conto che la pensione al netto dovrebbe aggirarsi sui eur.1250 spero tanto di essere stato chiaro ringraziandovi anticipamente oscar

  67. @ annina ha scritto mercoledì, 09 febbraio 2011Ciao annina prova a spiegarti meglio perchè non è chiara cosa siano i 4mila euro (fatturato complessivo, onorario per prestazione professionale con partita iva, nota di pagamento per compenso occasionale, …) e se è il tuo compenso complessivo in un anno o solo una parte…PS: amici sosteniamo Crisi Finanziari,: con la promozione Codice Amico di Fineco ricevi minimo 50 euro di premio, hai il conto corrente a zero spese (apertura, chiusura e gestione) e sostieni l’iniziativa di reciproco aiuto del blog. Maggiori info:http://www.fineco.it/mgm/?cp=AA2728263Il codice Fineco di Crisi Finanziaria è: AA2728263

  68. con ritenuta d’acconto di € 4.000,00 netto, di cui è stata detratta IVA al 20%, volevo sapere qual’è la percentuale di tassa che dovrò pagare quando presenterò la dichiarazioni di reddito.grazieAnnina

  69. @ Remo da Roma ha scritto mercoledì, 02 febbraio 2011Ciao Remo, penso di aver capito cosa intendi anche se ti garantisco non è chiarissimo. Ma purtroppo l’argomento non si presta ad essere spiegato facilmente…Ti copio/incollo una spiegazione che spero possa essere utile a chiarire il meccanismo:Le addizionali comunali e regionali Irpef andranno calcolate sul reddito imponibile del lavoratore senza tenere conto delle deduzioni. Tale base imponibile non risulta, pertanto, modificata dall’eventuale presenza delle deduzioni, volta a garantire la progressività dell’imposizione Irpef.E’ previsto che le trattenute vengano effettuate nel seguente modo: – in sede di conguaglio di fine anno l’azienda dovrà determinare l’addizionale dovuta da ogni dipendente e la stessa verrà indicata nel cedolino paga- a partire dal mese successivo a quello dello svolgimento delle operazioni di conguaglio il lavoratore subirà la trattenuta che sarà suddivisa mensilmente in un numero massimo di undici rate di pari importo.Se così non è fammi sapere, ciaops: amici sosteniamo Crisi Finanziaria: con la promozione Codice Amico di Fineco ricevi minimo 50 euro di premio, hai il conto corrente a zero spese (apertura, chiusura e gestione) e sostieni l’iniziativa di reciproco aiuto del blog. Maggiori info:http://www.fineco.it/mgm/?cp=AA2728263Il codice Fineco di Crisi Finanziaria è: AA2728263

  70. Grazie Enzo per la risposta (@ Remo ha scritto mercoledì, 26 gennaio 2011). La mia perplessità era un’altra. A prescindere dal calcolo per la determinazione delle detrazioni che già conosco negli anni (utilizzando le formule che determinano i coefficienti e che vanno poi moltiplicati per il reddito teorico suddiviso per fascia di reddito etc. etc.), il mio dubbio era se nella totalizzazione a fine anno, degli importi irpef mensili pagati in busta, e che vanno poi detratti dal totale irpef dovuto per scaglioni e che determina poi il conguaglio positivo o negativo, vanno considerati quelli comprensivi di addizionali o quelli privi di addizionali. La mia azienda al fine di determinare il conguaglio utilizza il totale finale escluso di addizionali irpef (quindi sia comunali che regionali). In pratica il totale rpef PAGATO a fine anno da sottrarre a quello DOVUTO secondo gli scaglioni è COMPRENSIVO di addizzionali oppure no?Non so se sono stato chiaro ed è per questo motivo che avevo riportato tutto il calcolo fedele così come è in busta.Ditemi cortesemente se sono stato chiaro ed eventualmente proverò ad esporre il problema in altro modo. Grazie.Remo.

  71. @ miriana ha scritto mercoledì, 02 febbraio 2011Quello che è successo a Miriana è semplicemente vergognoso, mentre i politici si circondano di ogni agio e privilegio, ci sono onesti cittadini e ligi contribuenti che vengono stritolati dalla burocrazia e ancor peggio dagli errori e dall’inefficienza del sistema tributario nazionale.Cara miriana, tutta la mia solidarietà al tuo caso. Mi impegno a segnalarlo sul mio blog su twitter, tu fai il possibile per far conoscere questa grave ingiustizia agli organi di stampa nazionali, alla televisione e su internet. Scrivi all’indignato speciale di canale 5, a striscia la notizia, alle iene, …Tutto ciò non succederebbe se i nostri politici pensassero a fare leggi giuste e che funzionano, intervenendo energicamente quando la burocrazia fallisce anzichè pensare solo alle leggi che proteggono loro e i loro amici!!!Colgo l’occasione per ringraziare gli autori di Crisi Finanziaria, per l’encomiabile iniziativa di aiuto partecipativo di questo blog e per lo spazio che da ai nostri commenti.

  72. Buongiorno, percepisco indennità di disoccupazione ordinaria non agricola . Per il mese di Gennaio mi sono vista arrivare un bonifico di 10 euro.Andando a controllare nel dettaglio mi sono accorta che si era arrivati a tale somma sottraendo alla mia disoccupazione il conguaglio irpef . Mi sono recata presso gli sportelli inps e mi è stato detto che c’era stato un errore e che comunque non avevo speranze di recuperare la mensilità, bensì avrei dovuto richiedere la somma mediante 730( se mai l’anno prossimo dovessi trovare lavoro e essere assunta!) E intanto questo mese sono senza soldi Miriana

  73. @ roberto ha scritto sabato, 22 gennaio 2011Caro roberto, buone notizie non c’è questo rischio ma ti consiglio di appoggiarti a un commercialista o a un fiscalista o al tuo patronato per dichiarare correttamente il reddito occasionale di tuo padre.Nella nostra comunità chi più aiuta più è aiutato: dai una mano anche tu a un lettore o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda 🙂

  74. @ Lidia ha scritto domenica, 30 gennaio 2011ciao Lidia, purtroppo anche tu rientri nella riforma previdenziale di Tremonti, supponendo che tu sia una lavoratrice dipendente nel settore privato e che compi gli anni prima di ottobre allora maturerai i requisiti per il pensionamento in ottobre 2013 e potrai andare in pensione in novembre 2014.Lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.grazie, ciao

  75. @ vincenzo ha scritto sabato, 22 gennaio 2011Sì vincenzo, tutti i redditi lordi appartenenti al medesimo regime fiscale si sommano fra loro e sulla totale viene applicata l’imposta irpef e le relative addizionali.ciaops: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  76. @ Remo ha scritto mercoledì, 26 gennaio 2011Caro Remo, temo che sia tu a sbagliarti 🙁 Il meccanismo di calcolo dei conguagli della busta paga è cosa abbastanza lunga e che richiede una certa interazione fra “docente” e “discente”. La cosa più semplice e veloce è che tu ti rivolga al sindacato o a un patronato, loro ti spiegheranno passo passo la composizione di ciascuna voce della busta paga e tu potrai fare tutte le simulazioni che vorrai. in bocca al lupo, ciao

  77. Ciao a tutti.. Volevo porvi il mio dubbio:Mio figlio lavora da Giugno 2010 per un contratto di un anno che potrebbe essere confermato per un altro anno.Cosa fare per non averlo più come detrazione INPS?Grazie tante in anticipo..

  78. Salve a tutti; ho bisogno di capire alcuni dettagli tecnici che conducono a fine anno alla determinazione del conguaglio IRPEF. Nelle buste paga viene riportata la voce IRPEF netta che è la voce che determina poi, tra dovuto e pagato, il conguaglio. Però oltre alla voce IRPEF netta ce ne è un’altra: totale ritenute IRPEF che ovviamente è superiore a quela netta perchè comprende anche le addizionali (speriamo non aggiungano in futuro anche le moltiplicazionali).Ora ai fini del conguaglio va’ preso in considerazione il totale degli importi della “ritenuta IRPEF netta” di ogni busta (totale irpef pagata) o il totale degli importi del “totale ritenute IRPEF” di ogni busta (totale irpef pagata comprensiva di addizionali comunali e regionali)? Perchè mi sembra strano che venga preso in considerazione la voce irpef netta quando verso anche le addizionali. Si sta sbagliando il sottoscritto o la mia azienda ci sta …provando? Perchè in quest’ultimo caso la mia azienda dichiarerebbe (almeno al sottoscritto), una trattenuta irpef minore e di conseguenza io verserei di più a fine anno in virtù del fatto che si riduce il conguaglio. In pratica per essere più chiaro: IMPONIBILE 2010 42.962,28 IRPEF LORDA DOVUTA 2010 12.645,67 ALTRE DETRAZIONI ANNUE SPETTANTI 487,52 DETRAZIONI FIGLI ANNUE SPETTANTI 402,60 IRPEF NETTA DOVUTA 11.755,55 IRPEF NETTA PAGATA NEI CEDOLINI MENSILI 11.820,95 IRPEF RESTITUITA (CONGUAGLIO IRPEF SU DIC) -65,40 Se incece la voce in considerazione da prendere fosse “Totale ritenute IRPEF” comprensive di addizionali allora il conguaglio sarebbe maggiore:IMPONIBILE 2010 42.962,28 IRPEF LORDA DOVUTA 2010 12.645,67 ALTRE DETRAZIONI ANNUE SPETTANTI 487,52 DETRAZIONI FIGLI ANNUE SPETTANTI 402,60 IRPEF NETTA DOVUTA 11.755,55 Totale Ritenute IRPEF PAGATE NEI CEDOLINI 11.872,64IRPEF RESTITUITA (CONGUAGLIO IRPEF SU DIC) -117,09Grazie. Remo da Roma.

  79. vorrei fare una domanda poichè alcune persone mi han fatto sorgere dei dubbi…MA, REDDITI PERCEPITI CON DISOCCUPAZIONE RIDOTTA O COMPLETA CHE SIA, si aggiungono alla somma di altri redditi per il pagamento di irpef o altre tasse????grazie per i chiarimenti in anticipo.

  80. saluti a tutti!cortesemente dato che mio padre, pensionato (mia madre percepisce la pensione sociale) deve avere un’importo di diecimila euro da una società ,con partita iva, subentrata ora, per una progettazione effettuata nel 1995 per conto dei vecchi proprietari del terreno, vi chiedo se a mia madre elimineranno la pensione a amio èpadre aumenteranno le tasse.grazie

  81. Ciao a tutti,mio padre e’ in pensione da agosto e ha chiuso la sua posizione contributiva,rimanendo in societa’ solo al 30%.Chiaramente gia’ da quest’anno non gli sono piu’ arrivati i contributi fissi.Ora lui nel 2010 avra’ reddito da pensione di 4200 euro netti,piu’ 6000 euro da affitti,piu’ 20000 euro da redditi di impresa….E LE TASSE??Quanto saranno??Continuera a pagare oltre che l’irpef,anche i contributi “cosidetti variabili” in dichiarazione dei redditi…Grazie x le risposte su quanto saranno le tax e se continua a pagare contributi

  82. Cercavo di capire da quale fonte ricavare i soggetti esonerati dall’obbligo di dichiarazione dei redditi. In buona sostanza, non riesco a far tornare tutti gli aspetti elencati nel vostro sito alla pagina apposita con L’art. 1 del DPR 600/73. In particolar modo, il quarto comma. Nulla di pratico, solo a livello teorico per la preparazione dll’ultimo esame universitario. Prima di imbattermi veramente nella pratica! Ringrazio anticipatamente. Sylvia

  83. Il 2/11/2010 è morta mia madre che godeva dell’usufrutto su due immobili intestati a me e mia sorella ; ora che il reddito da locazione è nostro, come dobbiamo regolarci sulla prossima dichiarazione dei redditi, dato che per 10 mesi del 2010 resta di nostra madre e dei restanti due è praticamente mio e di mia sorella? Lei ha pagato a fine novembre un certo importo, ma è l’anticipo 2010 o il saldo 2009? Non ne so molto di prassi fiscale perchè da 16 anni non faccio dichiarazione dei redditi in quanto non ho avuto redditi dichiarabili e, se l’importo versato fosse un acconto, come mi devo comportare, a maggio, per la parte a me spettante ? Nel caos delle pratiche per la morte mi è sfuggito questo particolare, in più abito in provincia di Rimini, mentre gli immobili si trovano a Milano così come tutte le documentazioni e i contratti d’affitto che devo ancora visionare . Mia madre è morta all’improvviso e non ne avevo mai avuto la possibilità Grazie per le risposte che vorrete darmi

  84. E’ dal mese di gennaio che mi ritrovo sull’estratto della mia pensione di invalidita’ conguaglioirpef a debitoanno precedente di € 32,63 faccio notare che non ho nessun altro reddito da 10 anni grazie anticipatamente Massimo

  85. Buon giorno a tutti.Potreste chiarirmi quanto segue:- pensione INPS superstite pari a circa 32.300 Euro annui lordiquanto risulterà come netto?Grazie e saluti a tutti

  86. Avrei un dubbio circa la mia posizione rispetto al pagamento dell’IRPEF.So che sotto gli 8.000€ lordi/anno si è esentati dal pagare l’IRPEF. Nel 2010 ho lavorato 6 mesi (attività di lavoro dipendente). Se sommo al lordo tutte le buste paga non arrivo agli 8.000€.Durante l’estate, però, ho lavorato in due posti diversi (associazioni sportive) sotto contratto di collaborazione occasionale (con ritenuta d’acconto).A questo punto se sommo anche questi due redditi a quelli precedenti supero gli 8.000€.La mia domanda è: i redditi da lavoro occasionale vanno conteggiati con quelli da lavoro dipendente e il totale va confrontato con la soglia degli 8.000€?

  87. Salve,sono un pensionato di 78 anni con meno di 8000euro l’anno di reddito e vorrei informazioni riguardo alle detrazioni scaricabili dal 730.E’ vero che non e’ possibile rimborsare piu’ della quota di irpef versata? e,in caso affermativo,fino a quale cifra posso richiedere il rimborso?Grazie,Luigi

  88. @ trouble ha scritto giovedì, 16 dicembre 2010ciao trouble, ti confermo che la tassazione irpef e’ calcolata su (redditi lordi) – (ritenute previdenziali).Aiutiamoci a vicenda, e’ lo spirito della nostra comunita’, ciao 🙂

  89. Salve a tutti.C’è un quesito che vorrei porvi: vi parlo di un reddito da lavoro dipendente. Sulla busta paga le ritenute fiscali (irpef) vengono calcolate sull’importo dato da LORDO-RITENUTE PREVIDENZIALI. Che mi pare sia corretto come modo di fare.Al contrario,in sede di dichiarazione dei redditi vedo che l’irpef mi viene conteggiata sul lordo, cioè in pratica pago l’irpef anche sulle trattenute previdenziali . Ma è giusto così?

  90. Buongiorno, complimenti per il sito! è una vera fortuna al giorno d’oggi avere persone come voi che i aiutano!!In agosto 2010 ho cambiato lavoro, ho percepito fino ad ottobre un reddito intorno ai 34.000 euro lordi, con il nuovo datore di lavoro ho un reddito intorno ai 45.000 euro lordi. Come faccio a calcolare l’imponibile inps di quest’anno? (so che c è una soglia di 42.00 e rotti euro )…ho una dichiarazione del vecchio datore di lavoro dove ho l importo fino ad agosto 2010, ma, per il nuovo rapporto di lavoro che somma e che mensilità devo prendere in considerazione? Grazie per il prezioso aiuto

  91. @ danielel ha scritto martedì, 14 dicembre 2010Ciao danielel, considera che il calcolo della tassazione dello stipendio e’ su base annuale e non mensile. Se moltiplichi per 2 il lordo dei tuoi primi sei mesi risulta che il tuo scaglione e’ appunto quello del 38% :)ps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  92. Salve, complimenti innanzitutto per il vostro blog, dire che è molto utile è riduttivo! Volevo porre questo quesito all’attenzione di chi ne sa più di me…Praticamente ho fatto la somma dei primi sei stipendi del 2010, ovvero fino a giugno, ed ho raggiunto 16790 Euro(al lordo) con aliquota max al 27%,come da tabella.Come mai, però, dal mese di luglio mi sono ritrovato l’aliquota max alzata al 38% nonostante avessi quasi raggiunto ,con lo stipendio di luglio, la soglia dei 20000 Euro (19750) (??!! Qualcuno puoi darmi una risposta? Seguendo la tabella mi ritrovo che il 38 % di irpef la paghi se superi i 28.000 Euro! Grazie per l’aiuto…

  93. Salve, io lavoro per due ditte e con entrambe raggiungo le 7 ore giornaliere (4 ore con una e 3 con l altra) con una ditta devo chiedere che non mi vengano calcolate le detrazioni da reddito per lavoro dipendente ma non ho mai capito il motivo..quest anno mi sono trovata a pagare di irpef 3.400 euro vale a dire che per ben 5 mesi io non ho percepito lo stipendio, nonostante abbia detto ad entrambe le ditte che venisse applicata un aliquota maggiore, per non trovarmi nella solita situazione l’anno prossimo come mi devo comportare? Grazie Maura

  94. Buonasera a tutti,ho un quesito da porvi e spero qualcuno riesca ad aiutarmi.Ho lavorato da giugno 2009 a febbraio 2010 in un’azienda con contratto a tempo detrerminato, ora da marzo 2010 ad oggi, sto lavorando con ritenuta d’acconto. premetto che il 20% della ritenuta lo sta versando il mio titolare.la mia domanda è questa, supero di poco i 5000€ lordi, non contando il tfr però che la mia precedente azienda mi aveva saldato.devo tenere conto anche di quello?i due mesi lavorati nella precedente azienda, devo considerarli?se si è necessario quindi pagare una tassa? è obbligo fare la dichiarazione dei redditi?Grazie mille

  95. Sono in pensione dal 1° Gennaio 2010 e premetto che, non ho altri redditi oltre a quello di pensione . Ho notato che, in tutte le rate di pensione riscosse da Gennaio 2010 a Dicembre 2010, l’inps non mi ha detratto le addizionali regionali e comunali. Vorrei capire come funziona; da informazioni raccolte, mi e’ stato detto che le addizionali relative all’anno 2010 mi verranno detratte sulle rate di pensione che percepiro’ nel 2011 in 11 rate. Se cosi’ fosse, vuol dire che sul 730 che andro’ a fare a Maggio 2011, relativo ai redditi del 2010 non dovro’ pagare nulla relativo alle suddette addizionali. Qualcuno puo’ darmi una risposta esaudiente ?

  96. @ eleo ha scritto martedì, 30 novembre 2010Grazie Eleo per il tuo utile aggiornamento e per il contributo che hai dato per diffondere il nostro spirito :)In merito alle esenzioni irpef ti segnalo questo post, dai un’occhiata anche al gruppo di discussione che si è creato nei commenti a seguire, troverai una serie di utili informazioni:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.htmlContinua a seguire la nostra comunità, ciao e a presto

  97. @ Nicoletta S. ha scritto venerdì, 12 novembre 2010 in riferimento al mio precedente postGrazie infinite per l’aiuto, aggiungo alcune info che sono riuscita a recuperare, spero possano essere utili a altri. In quanto non sono dipendente non mi è possibile fare il 730 ma come giustamente diceva Nicoletta un modello unico. La soglia massima di reddito lordo, al netto delle possibili detrazioni, per i lavoratori nella mia condizione che consente un rimborso totale delle trattenute è 4.700 euro! Quindi fortunatamente dovrei starci!! Ho passato il link di questa pagina a tutti i miei amici precari come me!!! : )

  98. @ marina ha scritto mercoledì, 17 novembre 2010Ciao Marina, temo hai fatto un po’ di confusione fra modello 730, unico, lavoro dipendente e lavoro autonomo. Spiegarti tutto in questa sede è impossibile perchè l’argomento è molto ampio e non conosco il tuo grado di comprensione degli aspetti fiscali di una dichiarazione dei redditi. La cosa più semplice è chiedere una bella “infarinata” generale da un caf o da un amico/collega che abbia una buona conoscenza dell’argomento. A quel punto sentiamoci per quello che ancora non ti è chiaro.ps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  99. @ fragola ha scritto lunedì, 08 novembre 2010Ciao fragola, per conoscere la tassazione sui redditi extra-stipendio non devi far altro che considerare il tuo reddito lordo annuo da lavoratrice dipendente. La tassazione delle entrate extra è tassata sullo scaglione più altro del reddito lordo da dipendente secondo la tabella indicata da Crisi Finanziaria all’inizio di questo post.Nella nostra comunità chi più aiuta più è aiutato: dai una mano anche tu a un lettore o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda 🙂 CiaoLD

  100. Buon pomeriggio, ho lavorato con un contratto a progetto fino ai primi di luglio 2010. a luglio ho pagato l’imposta con il 730 e ora dovrei pagare l’acconto, che so si basa sulla previsione del reddito del 2009, ma io al momento sono disoccupata e mi chiedo se sono cmq tenuta a pagare questo acconto. Preciso che l’Inps mi ha versato un assegno pari a 4000 euro unatantum per la disoccupazione, quindi l’anno prossimo avrò due CUD. Come posso capire se devo o meno pagare questo acconto, posso calcolarmi da sola l’imponibile IRPEF? Grazie per l’aiuto

  101. @ eleo ha scritto mercoledì, 03 novembre 2010Certo eleo, che puoi chiedere il rimborso sulla denuncia dei redditi del prossimo anno. unica cosa il 740 non esiste più. Se sei una lavoratrice dipendente puoi chiedere il rimborso mediante il modello 730 o in alternativa devi fare l’unico semplificato.Lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.grazie, ciaoNicoletta

  102. Salve. Mi trovo in Inghilterra dal 2008. Ho venduto la mia attivita’ nel Nov 2007 in modo tutto regolare. Non capisco perche’ l’agenzia delle entrate mi manda una lettera (arrivati ai parenti in Italia) che chiede €5.000 di congualio per i collaboratori? Avevo sistemato tutto con la commercialista a chiusura attivita’ e i collaboratori hanno firmato ogni contratto? C’entra qualcosa con questa pagina? E’ possibile che non ci sia mai pace e che 4 anni dopo aver venduto e pagato profumatamente. Grazie

  103. Ho letto tanti commenti interessanti , complimentiho anch’io una domanda: se ad un reddito dipendente annuale di 25000 euro aggiungo 5000 € direddito per prestazioni occasionali assogettato a rit acc del 23%sul 50% cioè €575avrò un aumento di tassazione nel 730? di quanto?e se supero i 5000€ ?Grazie per ogni utile info.

  104. Grazie infinite per aver pensato a creare questa pagina che mi sembra davvero utile ad un pubblico vastissimo! Ho una domanda per me di difficilissima risposta: sono una studentessa/lavoratrice chiaramente precaria, sommando tutti i miei redditi lordi ottenuti attraverso contratti co.co.co. distinti, da febbraio 2010 a oggi, arrivo a circa 4.500 euro lordi e ho avuto trattenute per quasi 900 euro. Facendo il 740 andrei a credito d’imposta perchè non supero gli 8.000 lordi annui oppure non posso ricevere indietro quei soldini perchè non sono un lavoratore dipendente?Vi ringrazio infinitamente per l’auito che vorrete darmi!

  105. @ Francesca ha scritto sabato, 30 ottobre 2010Ciao Francesca, qui trovi una sintetica spiegazioni dei metodi per calcolare l’acconto Irpef di novembre 2010:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/05/26/calcolo-acconto-irpef-2010-modello-unico-10-dichiarazione.htmlNon dimenticare che queste libere informazioni sono il frutto dell’impegno dei lettori del blog ad aiutarsi reciprocamente.Per favore dacci una mano anche tu, aiutando un lettore o segnalando ad altri quest’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie.ciao :)Filogamo

  106. @ Francesca ha scritto sabato, 30 ottobre 2010Cara Francesca, non ti viene spiegato come calcolare l’acconto irpef di novembre perchè il calcolo non è semplice e non è possibile spiegarlo in poche parole. Utilizziamo tutti dei software che ci danno in automatico l’importo e questo basta per la maggior parte…Comunque ora faccio una ricerca e se trovo una procedura chiara te la metto nel mio prossimo commento.Mentre in merito alla pietà dei nostri governanti, cara amica… c’è poco da spettarsi… pensano solo al tornaconto personale e a fare i loro p. comodi con il sudore del nostro onesto lavoro.Meglio aiutarsi fra di noi, piuttosto che attendere supplichevoli aiuti dai politici.

  107. Buongiorno a tutti,Sono da 10 anni una “partita iva” molto precaria; ho trovato questo blog cercando in rete qualcosa che mi aiutasse a sapere quanto dovrò pagare di acconto irpef a fine novembre. Ho un’associazione che mi tiene la contabilità, ma in 10 anni di libera professione non sono mai riuscita a ottenere spiegazioni chiare ed esaurienti, e mi scoccia dover “pagare e basta”. Complimenti per l’iniziativa, e tutta la mia solidarietà a chi come me non sa come fare a pagare l’acconto di novembre. Spero che i nostri governanti abbiano pietà di noi e ci concedano uno sconto o almeno la possibilità di rateizzarlo. Qualcuno sa qualcosa in merito?Complimenti per il blog che ho già linkato sul mio profilo facebook

  108. @ mauro ha scritto venerdì, 29 ottobre 2010Ciao Mauro, lo spirito di questa comunità è quello di darsi una mano a vicenda. Anche io faccio parte della comunità di lettori di Crisi Finanziaria, se puoi aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.In merito al calcolo delle tasse a partire dal tuo reddito lordo annuo di 60 mila euro, i contributi pensionistici da pagare dipendono dalla cassa previdenziale a cui sei iscritto tu o il tuo ordine professionale. Considera che tali contributi sono totalmente deducibili ai fini irpef per cui su questi non devi pagare altre tasse. Ad esempio se la tua trattenuta previdenziale è il 20% dei tuoi redditi professionali allora l’irpef deve essere calcolata non su 60 mila euro ma solo su 48 mila. L’irpef da pagare su tale importo è 14.560. Dunque in questo scenario tu andresti a pagare 12.ooo di contributi previdenziali e 14.560 di Irpef. Totale 26.560, poco meno della metà di quanto ricevi. In realtà l’imponibile irpef può essere abbattuto dalle spese deducibili (acquisto beni strumentali alla tua attività, spese di trasporto, rappresentanza, …) infine puoi detrarre spese mediche e bonus fiscali vari, per cui l’importo da pagare per mantenere la nostra classe politica può risultare inferiore ai 26 mila euro.Milena

  109. Complimenti per il blog e l’argomento trattato.Per chiarire meglio la mia futura posizione da libero professionista, potreste spiegarmi quanto potrà incidere INPS ed IRPEF su un fatturato lordo di 60mila euro.Considerando che il lavoro è da agente in attività finanziaria, quindi IVA esclusa per legge.Da conti fatti, dedotte le tasse, resterebbe poco più della metà! ….spero di averli sbagliati!Grazie

  110. @ Daniel da Torino ha scritto domenica, 10 ottobre 2010Ciao Daniel! Complimenti per il tuo interesse e per la tua giovane età. Continua a seguirci, nelle domande e nei dubbi dei lettori troverai i mestieri del futuro ;)In bocca al lupo per i tuoi studi, ciaoCrisi FinanziariaPS: ti consiglio in particolare di seguirci su Twitter dove potrai chiedere informazioni ai membri della nostra community 😉 Ci trovi qui: http://twitter.com/Crisi_Finanza

  111. @ antonio ha scritto venerdì, 15 ottobre 2010Ciao antonio, il calcolo è complesso e può essere influenzato anche da altre variabili che non sono state indicate. Per il calcolo esatto la cosa più semplice è rivolgersi ad un patronato, come spiegava Carmen non ci sono obblighi di tesseramento e l’eventuale costo del servizio è molto basso.Ettore ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice con il passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  112. @ Emilio ha scritto mercoledì, 29 settembre 2010Caro Emilio stai sbagliando il calcolo dell’irpef… devi applicare la relativa aliquota su ciascun scaglione irpef del tuo reddito lordo. Per ulteriori informazioni dai un’occhiata a questa pagina in cui si spiega passo passo come calcolare l’Ipef:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/21/irpef-2010-calcolo-aliquote-scaglioni-detrazioni-deduzioni.htmlNella nostra comunità chi più aiuta più è aiutato: aiuta anche tu un lettore o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda :)Ettore

  113. ciao, complimenti per il sito …una domanda: mi è stata riconosciuta l’indennità di mobilità in deroga e su un importo lordo di circa 6450,00 euro mi è stata fatta una trattenuta Irpef pari a circa 1250,00 euro ricevendo un indennità netta di circa 5250,00 euro dall’inps a copertura di un periodo che parte da settembre 2008 fino a tutto gennaio 2010 circa (per la precisione il 24) pari a 241 giorni (metto in evidenza che in tale periodo ci sono 8 mesi di disocuupazione dal settembre 2008 a maggio 2009 e successivamente l’indennità di mobilità)…vorrei sapere se il calcolo IRPEF di 1250,00 euro su 6450,00 era giusto e come l’avvessero conteggiato..(N.B. non possiedo nessun altro reddito derivante da altro e sono disoccupato)grazie per la risposta che mi darete e attendo

  114. Salve a tutti…nonostante la mia giovane età (17 anni) son molto incuriosito da queste cose tant è che studio ragioneria…trovo interessante e ben organizzato questo blog…complimenti a tutti!!!!

  115. Salve, mi complimento innanzi tutto per la concretezza dei contenuti di questo blog.Io ho rinnovato un contratto metalmeccanico da 27.500 euro, ai quali si aggiungono i vari premi produzione e feriale che insieme valgono qualcosa tra 3000-4000 euro lordi,se la matematica non mi inganna con i premi dovrei superare la soglia dei 28.000,01 euro per i quali si passa da una tassazione del 27% ad una tassazione del 38% (scalino vergognoso!!!!), per cui: se guadagnassi solo i 27.500 pagherei 7425 euro (guadagno netto 20.075 euro)guadagnando 32.000 euro dovrei pagare invece 12160 euro (guadagno netto 19.840 euro)…e` proprio cosi` ho sto sbagliando in qualche passaggio????

  116. Ciao a tutti,in questi giorni la mia ragazza ha ricevuto una cartella esattoriale per Irpef non versata nel 2004. La mia domanda: il fondo cometa concorre ad alimentare l’imponibile Irpef? Da quello che intuisco leggendo il prospetto, non avendo presentato la dichiarazione dei redditi nel 2004, (come lavoratore dipendente ha dato dimissioni per passare ad un’altra azienda), l’aliquota applicata è risultata decisamente inferiore al totale imponibile Irpef. I fondi pensione conccorrono ad alimentare l’imponibile irpef?Grazie per la disponibilità

  117. @ antonio ha scritto domenica, 26 settembre 2010Caro antonio, è impossibile rispondere alla tua domanda con i pochi dati che hai scritto. Innanzitutto il reddito di 10 mila euro è netto o lordo? E’ relativo all’intero anno o solo ai mesi che hai lavorato? Nel secondo caso quanti sono i mesi? Inoltre serve conoscere l’aliquota della tua addizionale comunale e regionale… Qual’è la tua regione e il tuo comune?Se preferisci non indicare la tua regione e comune puoi scrivere direttamente le tue aliquote addizionali che trovi rispettivamente qui:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/08/23/addizionale-regionale-2010-aliquote-irpef-regioni-italia.htmlhttp://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/08/20/addizionale-comunale-2010-aliquote-irpef-comuni-italia.htmlNella nostra comunità chi più aiuta più è aiutato: aiuta anche tu un lettore o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda :)Barbara

  118. ciao sono antonio volevo sapere se con reddito di diecimila euro e normale che l inps pagando 60 giorni di disoccupazione ha trattenuto 450 euro di irpef? grazie per il vostro aiuto

  119. @ rosy ha scritto giovedì, 23 settembre 2010Ciao rosy, senti al numero verde dell’agenzia delle entrate. Qui trovi i riferimenti:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/08/03/numero-verde-agenzia-entrate-assistenza-fiscale-telefonica.htmlNella nostra comunità chi più aiuta più è aiutato: aiuta anche tu un lettore o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  120. buongiorno ho una piccola azienda volevo chiedere: in merito alle ritenute di acconto del 10% su bonifici per restrutturazione e risparmio energetico che la banca mi toglie dall’estratto conto il mese successivo dei bonifici, posso gia’ toglierle dal 2 acconto di novembre visto che sononotevoli.

  121. @ Lisa ha scritto lunedì, 06 settembre 2010Ciao Lisa, sì quanto ti hanno detto è corretto. Entro gli 8 mila euro di reddito lordo da dipendente sei dentro all’esenzione totale. Qui trovi maggiori informazioni sul regime di esenzione irpef:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.htmlps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda. Per favore aiuta anche tu un nostro lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  122. buonasera. ho alcune cose da chiarire con qualcuno che sia esperto dell’argomento. di seguito la mia situazione attuale per la quale vorrei un consiglio.- nell’anno 2010 non ho lavorato- ho percepito però la maternità di stato dall’Inps di circa 1.900,00 euro (ne avevo diritto in quanto ho lavorato fino a febb 2009 e avevo disoccupazione fino a nov 2009 – quindi requisiti ok) – mio figlio è nato ad aprile 2010- ora mi capita un contratto part-time di 20 ore in sostit di maternità a tempo determ – concordati circa 800 euro netti al mese- da gennaio 2010, non lavorando, mi sono messa a carico di mio marito (ma mi hanno detto che andando a superare i 2.840,00 euro di reddito in fase di 730 prox anno andrò a tornare le detrazioni dato che tra maternità inps e reddito per il contratto che inizierò a breve supero i 2.840,00 euro)- mi è stato detto che non superando gli 8.000,00 euro di reddito non pago irpef e non avrò diritto a far 730 recuperando interessi passivi mutuo / spese mediche / e quanto legato al 730.è giusto ?ho la possibilità di concordare di far partire il contratto col prox anno – ma vorrei esere certa di tutto. mi potete aiutare?grazie mille

  123. mah COLAG62 se l’operazione la fate solo per risparmiare sulle tasse allora meglio se abbandonate il progetto. Alla fine della fiera anche se risparmi qualcosa in tasse hai costi indiretti e perdite di tempo che superano nettamente il risparmio economico.Chiaramente se fai le cose bene e corrette come le leggi del nostro bene amato stato richiedono.Se invece avete un progetto imprenditoriale serio, che va al di la della semplice somma dei compensi di due liberi professionisti, allora l’srl è un ottimo strumento per operare di concerto e iniziare l’avventura.

  124. Vorrei fare una società d’ingegneria SRL . con soli due soci.Molti commercialisti la sconsigliano in quanto, secondo loro, la differenza tra le tasse da pagare allo Stato e l’Inarcassa, come libero professionista e quelle come srl è minima.Molti miei colleghi hanno fondato una srl e affermano di risparmiare sulle tasse.Vorrei la vostra opinione a proposito.Se il reddito netto è di 100000 euro, ad esempio, qual’e’ la differenza di tasse tra le due posizioni?

  125. @ liwei ha scritto giovedì, 26 agosto 2010No liwei, perchè la fiscalità a cui ti riferisci, detta regime dei minimi, prevede entrate lorde complessive non superiori a 30 mila euro e tipicamente già solo di pensione lorda si è attorno o sopra a questi importi…Nella nostra comunità chi più aiuta più è aiutato: aiuta altri lettori o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda :)ciaoB.

  126. Sono un pensionato e mi è stata proposta una consulenza. Non vorrei aprire una partita IVA per il momento e non vorrei pagare una valanga di tasse. Ho letto da qualche parte che esiste una legge Bersani che permette di avere una fiscalità agevolata per redditi da lavoro autonomo che non superino un valore di 30.000 Euro. Vale anche per la mia situazione? Vi ringrazio.Liwei

  127. @ ANDREA ha scritto martedì, 24 agosto 2010ciao ANDREA, qui trovi la spiegazione di come fare per calcolare il tuo compenso netto:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/21/irpef-2010-calcolo-aliquote-scaglioni-detrazioni-deduzioni.htmlmentre per la pensione d’invalidità non sono in grado di aiutarti, magari qualche altro lettore esperto del settore…ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  128. Percepisco, da poco, un reddito da lavoro dipendendete per 17000 € lordi annui, ed un assegno d’invalidità di 430 € netti al mese. Vorrei sapere di quanto mi detrarranno la pensione dall’anno prossimo, o come calcolarlo.Grazie in anticipo.

  129. @ VANNA ha scritto lunedì, 23 agosto 2010Cara VANNA, purtroppo non ci puoi fare nulla. Se proprio hai urgente bisogno di soldi puoi chiedere un prestito usando il sistema del quinto della pensione.Ti segnalo anche un interessante link in cui si discute dei modi per ottenere prestiti personali veloci:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2009/09/29/ricerca-prestiti-personali-veloci-banca-perifrastica-aiuto.htmlTienici aggiornati sulla vostra situazione, lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.grazie, ciaoPS: amici sosteniamo Crisi Finanziaria con la promozione Codice Amico di Fineco. 60 euro di premio e conto corrente a zero spese (apertura, chiusura e gestione). La promozione dura solo pochi giorni.Info: http://www.fineco.it/mgm/?cp=AA2728263Regolamento: http://www.fineco.it/promo/regolamentoMGMFLASH_03.htmlIl codice Fineco di Crisi Finanziaria è: AA2728263

  130. Vi chiedo gentilmente un’informazione: mio marito è pensionato, per pagare irpef del 730, non gli viene pagato la pensione per 2 mesi (agosto – settembre), in questo caso non viene dilazionato il pagamento? Se una persona ha bisogno della pensione per vivere, cosa fa?.Ringraziando in anticipo della collaborazione, cordialmente saluto.Vanna

  131. @ Francesco ha scritto venerdì, 20 agosto 2010Ciao Francesco, sì ti confermo che se le te entrate che ricevi sono già integralmente tassate da un altro stato della comunità Europea nulla devi (relativamente a quelle entrate) allo stato in cui attualmente risiedi.Non dimenticare che queste libere informazioni sono il frutto dell’impegno dei lettori del blog ad aiutarsi reciprocamente.Per favore dacci una mano anche tu, aiutando un lettore o segnalando ad altri quest’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie.ciao :)PS: amici non perdete l’incredibile promozione Fineco che premia con 60 euro ogni apertura di conto corrente. Zero costi di apertuta, gestione e chiusura 😉 Dura ancora pochi giorni:http://www.fineco.it/mgm/?cp=AA2554573Qui ulteriori informazioni sulla promozione:http://borsa-finanza.myblog.it/archive/2010/06/30/promozione-conto-corrente-codice-amico-fineco-flash-luglio.htmlIl mio Codice Amico Fineco è: AA2554573

  132. Ciao a tutti,ho 63 anni e sono in regime di prepensionamento. Mi spiego:sono rientrato in Italia dall’Olanda il mese scorso (non ho ancora la residenza in Italia). In Olanda ho versato i miei contributi pensioninstici per circa 35 anni ed ora, da Ottobre scorso, percepisco la quota di prepesionamento che mi viene accrdidata mensilmente sul mio cc chee ho in Olanda da tantissimi anni. Nota: l’importo che mi viene pagato e’ al netto delle trattenute secondo le leggi Olandesi.Domenda: come devo comportarmi verso il fisco Italiano una volta acquisita la residenza in Italia??Qualcuno mi ha detto che vesando le rattenute in Olanda non devo pagarle in Italia quindi zero IRPEF?? Vi ringrazio anticipatamente per la vostra assistenza.Francesco

  133. @ andrea ha scritto martedì, 17 agosto 2010Ciao andrea, è difficile dirti l’importo preciso del conguaglio, il computo è complesso e inoltre mancano una serie di informazioni.Comunque se sei ancora lavoratore dipendente tutto avviene in modo automatico direttamente in busta paga e l’ufficio personale o quello amministrativo della tua azienda ti può dare ampie delucidazioni in merito.Caro Andrea, non dimenticare che nella nostra comunità chi più aiuta più è aiutato: aiuta altri lettori o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda :)ciaoPS: sosteniamo Crisi Finanziaria con la promozione Codice Amico di Fineco. 60 euro di premio e conto corrente a zero spese (apertura, chiusura e gestione). La promozione dura solo pochi giorni.Info: http://www.fineco.it/mgm/?cp=AA2728263Regolamento: http://www.fineco.it/promo/regolamentoMGMFLASH_03.htmlIl codice Fineco di Crisi Finanziaria è: AA2728263

  134. @ mario ha scritto lunedì, 16 agosto 2010Ciao mario, se l’errore è documentato e consiste in un importo extra che hai ricevuto indebitamente allora è giusto che tu lo restituisca. In caso contrario il tuo datore di lavoro si potrebbe rifare per via legale ed essendo tutto documentato non avrebbe difficoltà a riavere indietro la cifra unitamente a parte delle spese legali.Premesso ciò, occorrerebbe entrare più nello specifico della questione, comprendere l’origine del compenso indebito che avresti ricevuto e i tempi di prescrizione legati allo specifico atto amministrativo…Per cui per una risposta completa al 100% ti consiglio un consulto legale, meglio se con un avvocato amico se non vuoi pagare il parere.Oppure puoi rivolgerti al sindacato, possono darti gratuitamente indicazioni di massima sul caso specifico.Dall’altra parte viene naturale pensare che è curioso che il datore di lavoro formuli una rivalsa su una busta paga vecchia di 10 anni… e poi per un importo così ridotto… è molto strano… Forse per il quieto vivere può valer la pena conguagliare amichevolmente, in definitiva la cifra è piccola e fai la figura del gran signore a discapito di quella del tuo datore di lavoro…Facci sapere cosa decidi e come va a finire ;)Non dimenticare che queste libere informazioni sono il frutto dell’impegno dei lettori del blog ad aiutarsi reciprocamente.Per favore dacci una mano anche tu, aiutando un lettore o segnalando ad altri quest’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie.ciao :)PS: sosteniamo Crisi Finanziaria con la promozione Codice Amico di Fineco. 60 euro di premio e conto corrente a zero spese (apertura, chiusura e gestione). La promozione dura solo pochi giorni.Info: http://www.fineco.it/mgm/?cp=AA2728263Regolamento: http://www.fineco.it/promo/regolamentoMGMFLASH_03.htmlIl codice Fineco di Crisi Finanziaria è: AA2728263

  135. Ciao a tutti e complimenti per il sito.Una domanda forse stupida. Sono un lavoratore dipendente. L’anno scorso ho pagato i contributi per il 27% piu o meno. Quest’anno ho cambiato lavoro e il mio reddito è notevolmente aumentato. Ora percepisco quasi 2000€ netti al mese per 14mensilità. Volevo chiederVi: a gennaio avrò un conguaglio negativo visto che mi viene applicata ancora l’aliquota del 27% facendo riferimento all’anno passato? Se sì, gentilmente, sapreste dirmi di quanto sarà la batosta? Grazie mille in anticipo.Un saluto a tutti

  136. Salve a tutti, ho una domanda da chiedervi , il mio datore di lavoro mi ha informato che ha sbagliato il calcolo irpef di dieci anni fa’ e mi chiede la cifra di di 226 euro, ora mi domando li devo pagare io?, ho chi sbaglia paga? Vi ringrazio, Mario

  137. In caso di compensi misti (dipendente autonomo) e/o non continuativi nell’arco di un anno come nel tuo caso il calcolo si complica, così ad occhio mi verrebbe da dire che superi la soglia d’esenzione, perchè la quota degli 8.000 euro è sui 12 mesi lavorativi (inferiore ad 800 euro al mese). Paradossalmente se ne lavori meno la soglia si abbassa…Per ulteriori info ti consiglio la lettura di questa pagina e la relativa discussione che ne è scaturita:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.htmlNon dimenticare che queste libere informazioni sono il frutto dell’impegno dei lettori del blog ad aiutarsi reciprocamente. Per favore dacci una mano anche tu, aiutando un lettore o segnalando ad altri quest’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie.ciao 🙂

  138. salve a tutti,avrei un quesito da porvi: nell’anno 2010 ho percepito da gennaio a giugno 800€ mensili lordi con una borsa lavoro della regione (assimilata a lavoro dipendente) e da luglio a settembre 800€ mensili lordi con prestazione occasionale di lavoro autonomo. Qual è la soglia a cui devo fare riferimento,al di sotto della quale sono esente dal pagamento dell’irpef, 8000€ come lavoratore dipendente o 4800€ come lavoratore autonomo? grazie, ciao 🙂

  139. @ marco ha scritto lunedì, 19 luglio 2010Sì Marco, purtroppo devi fare la dichiarazione dei redditi perchè la tua rendita supera la soglia di esenzione fiscale.Qui trovi l’elenco delle varie esenzioni 2010 con le relative soglie economiche:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.htmlps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  140. @ lino ha scritto lunedì, 19 luglio 2010Giusto Lino! Ben detto. Io sono con te. Dimmi quando fai la tua protesta e vengo anche io con lucchetto e catena.Abbiamo una classe politica da vergognano, ci affamano per fare la vita da nababbi mantenuti a nostre spese. Chiedono a noi di fare sacrifici e di andare in pensione a 41 anni e loro continuano ad andarci dopo poco più di mezza legislatura parlamentare (ossia dopo 3 anni).POLITICI SIETE LA NOSTRA VERGOGNA E ROVINA! ANDATEVENE TUTTI A CASA!!!ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  141. @ tonino da milano ha scritto sabato, 24 luglio 2010Ciao Tonino, la cifra che ti hanno offerto è ottima come inizio. Per fare il calcolo di quanto ti rimarrà al netto delle tasse occorre che tu specifichi se sono 55 mila euro iva inclusa o iva esclusa.Tieni conto che abitualmente con le aziende si parla di iva esclusa, ad esempio nel tuo caso dovrebbero essere 55mila + iva.Facci sapere e ricorda che queste libere informazioni sono il frutto dell’impegno dei lettori del blog ad aiutarsi reciprocamente. Per favore dacci una mano anche tu, aiutando un lettore o segnalando ad altri quest’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie.ciao 🙂

  142. ciaoalla scadenza del contratto a tempo determinato, mi hanno proposto la p iva come libero professonista.dovrei fatturare 55000 euro; devo pagare iva, irpef ed inps?ci sono altre tasse? se si quanto mi resterà al netto delle tasse, non considerando nessuna detrazione? come faccio ad aprire la p iva?grazie dell’aiuto e complimenti per la chiarezza con cui trattare gli argomenti.tonino da milano

  143. @ Federico da Roma ha scritto venerdì, 23 luglio 2010Ciao Federico, non è possibile fare un calcolo affidabile con i dati che hai scritto. Non è possibile nemmeno dare una stima indicativa perchè non è chiaro se il reddito dipendente è lordo o netto (ossia è la somma di quanto realmente ricevi dal tuo datore di lavoro in un anno)…ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  144. Ciao a tutti, avrei bisogno di una mano per calcolare le mie tasse. Mi sono rivolto al CAF per la compilazione del 730 ma credo che abbiano sbagliato e anche di grosso. Vi riepilogo i miei redditi e i dettagli: – lavoro da reddito dipendente 24518€- reddito da locazione di immobile 12800€, l’immobile in questione è per me una seconda casa con rendita catastale di 754€ cointestato con mia sorella per cui io devo rispondere del 50% del reddito derivante da questo immobile pari a 6400€Per quanto rigurda le tassazioni da lavoro dipendente quelle dovrebbero essere già sistemate in quanto prelevate mese per mese dalla busta paga giusto ? Dovrei provvedere solo al pagamento delle imposte sul reddito derivante dall’affitto. Secondo voi quanto dovrei pagare di tasse al di fuori di quelle che mi hanno trattenuto già nella busta paga ?Grazie a tutti!!

  145. Non penso che ci sia molto da commentare,ci restano ancora poche lacrime per piangere,fu detto dal signor (NON L”HO MAI DETTO)che le pensioni non si toccano,ma non le tocchiamo neanche noi,io avrei dovuto andare in pensione dicembre 2012 ora si sposta di un anno e mezzo,mi puo dire il SIGNOR TREMONTI( l’ho scrtto in maiuscolo perche lui e straricco e i ricchi bisogna rispettarli)come potro vivere con un anno e mezzo di posticipo?sono pieno di acciacchi gia ora e certamente non riusciro’ piu a lavorare,ma ai signori del governo gliene po frega’ de meno,ma i sindacati,l’opposizione cosi pronti ad insultare,ma poco ad affrontare,sono solo buoni ad apparire belli in tvsto seriamente pensando di incatenarmi davanti al parlamento e sicuramente molti altri aderirebbero

  146. Da gennaio 2010 sono proprietario per donazione di una villetta con relativa pertinenza la cui rendita si aggira a euro 604 + 37 per la pertinenza.Non avendo altro reddito, devo fare la dichiarazione dei redditi?grazie

  147. se ricevo in regalo una somma di denaro consistente circa 1.000.000.00 di euro li posso ottenere tramite bonifico bancario , vorrei sapere se questo regalo fa reddito e quale sarebbe l’aliquota da pagare

  148. ciao a tutti, mi trovo in difficolta’ xche’ dal 18.5.2010 sono in cig in deroga fino al 12.11.2010…….poi sembra che ci sia solo il licenziamento. Volevo un aiuto x capire alcune cose. Siccome ad oggi sto’ ancora aspettando il primo assegno dell’inps, volevo sapere se sara’ tassato irpef e a quale aliquota; c’e’un modo x recuperare la parte di detrazione irpef che vado a perdere avendo 2 figli a carico ed essendo separata? Se mi licenzieranno come hanno detto alla fine della cig, x il 2010 quanti cud ricevero’ ? Grazie in anticipo a chi mi puo’ chiarire le idee.

  149. @ Gianni ha scritto sabato, 10 luglio 2010:Ciao Gianni, se non scarichi nulla (niente detrazioni ne deduzioni) ti rimarranno in tasca 29.100 euro alle quali devi sottrarre l’addizionale Irpef comunale e regionale che variano in funzione della sede della tua attività. Se poi hai dei collaboratori su quest’ultimi devi pagare l’irap.Luisa da Napolips: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda. Per favore aiuta anche tu un nostro lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  150. Salve innanzitutto vi ringrazio per l’aiuto che date su questo blog.Mi hanno proposto 41000 + iva annui per il mio lavoro con partita iva.Visto che è la prima volta che ho partita iva, approssimativamentea quanto corrispondono al netto?Mettiamo che non scarichi nulla :)Grazie millegianni

  151. GRAZIE PER LA RISPOSTA.Pago attualmente un assegno di mantenimento alla moglie di €300 mensili.Posso chiedere all’inps al momento del pensionamento (tra qualche settimana) di calcolare mensilmente tale importo per il calcolo (al netto) della pensione, o devo attendere il CUD ANNUALE PER PROCEDERE AL RIMBORSO FISCALE? Cordiali saluti

  152. @ Claudio ha scritto sabato, 19 giugno 2010Ciao Claudio, lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda :)Non conosco la tua addizionale comunale e regionale comunque le tasse da pagare si aggirano attorno ai 4 mila euro.

  153. Salve è possibile sapere quanto sarà tassata la mia pensione che andrò a percepire per la prima volta dal 1/07/2010,considerando che al lordo come vi è scritto da lettera INPDAP vado a prendere Euro 18,608 in 13 mensilità, volevo sapere alla fine, al mese quanto vado a percepire,grazie.

  154. Sì è vero Roberta, tuttavia l’esenzione è di 8mila euro su 12 mensilità lavorative. Sembra un’assurdità ma se ne lavori di meno l’esenzione si riduce in proporzione a quanto non lavori.Praticamente il modo contorto di ragionare della legge è di prendere il lordo che hai preso nei mesi in cui hai lavorato e di proiettarlo su tutto l’anno. Se il totale della proiezione è inferiore a 8mila euro hai diritto all’esenzione, in caso contrario no.Spero di essermi spiegata bene, perchè è come l’hanno spiegato a me e ancora stento a credere al metodo vigliacco che viene utilizzato. Vigliacco nei confronti della povera gente chiaramente.

  155. il mio cud del 2009 era di 6.460,73 euro lordi. con il mese di maggio 2010 sono stata licenziata ricevendo liquidazione lorda comprensiva di ratei 13′ e 14′ ferie non godute ecc. di 3.995,08 + mensilità gennaio/aprile totale lordo 2.020,00. mi domando se è regolare che mi sia stata trattenuta irpef nella percentuale del 23%…..so che lo scaglione è del 23% fino a 15.000 euro, ma non avrei diritto a esenzione visto che sono sotto gli 8.000,00? premetto che non avrò sicuramente possibilità di trovare lavoro visto che ho 54 anni e non sono potuta andare in mobilità (ex dipendente studio professionale) quindi impossibilitata ad avere eventuale conguaglio irpef fine anno su altra busta paga. grazie. Roberta

  156. Ciao Roberto da Venezia, nel mio caso sono andato a credito con le addizionali, perchè la ditta in cui lavoravo ha chiuso e dall’inserimento dei CUD (quadro C) nel programma Unico 2010 dell’agenzia delle Entrate , non mi veniva automaticamente compilato il quadro RV 1 e dalla stampa ed invio dello stesso mi da credito addizionali.Il motivo che mi da credito addizionali è perchè le ho pagate in più quando lavoravo.Penso di esserti stato esauriente.

  157. @ Federico da Bari ha scritto martedì, 15 giugno 2010devi conoscere il tuo compenso lordo annuo e poi ti calcoli l’irpef secondo lo schema che trovi qui:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/21/irpef-2010-calcolo-aliquote-scaglioni-detrazioni-deduzioni.htmlps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet e passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao 🙂

  158. Federico da Bari ha scritto martedì, 15 giugno 2010 Grazie Fede, quindi per sapere l’aliquota che mi viene applicata se del 23 o 27 come devo fare? Devo chiedere all’azienda oppure posso calcolarla anche io dalla mia busta paga?Ciao e grazie ancora.Davide

  159. @ Davide ha scritto martedì, 15 giugno 2010Ciao Davide, in realtà il calcolo dell’irpef è più complesso di quanto si può immaginare, perchè giocano una serie di fattori legati a come si deve calcolare l’irpef mese per mese anzichè alla fine dell’anno.Comunque è normale che di mese in mese il netto in busta paga varia rispetto al lordo complessivo diviso i 12 mesi.ciao

  160. Salve a tutti, innanzitutto voglio farvi i complimenti per questo sito Web, davvero molto interessante e pieno di ottime informazioni. Lo consiglierò di sicuro per chiarimenti.Poi volevo fare una domanda (ne capisco poco di economia e tutte le tasse che si pagano in busta paga): Ho un contratto a tempo determinato con paga mensile sempre relativa a 173 ore (forfait) e in aggiunta gli straordinari. In tutti i mesi ho sempre fatto 14 ore di straordinario quindi mi aspetterei tutti i mesi sempre la stessa paga, cioè 173 ore ORDINARIE + 14 STRAORDINARIE, ed invece non è cosi perchè le trattenute irpef una volta sono di 240€, un’altra volta di 265 e in Maggio di 300€ .. la mia domanda è come mai e da cosa dipende questa variazione di paga dell’IRPEF? non dovrei pagare tutti i mesi sempre la stessa IRPEF?Grazie mille..salutiDavide

  161. Grazie Angelo, informazione molto preziosa la tua!Ma c’è una aspetto che non mi è chiaro, come è possibile addirittura andare a credito delle addizionali comunali e regionali?Spero potrai rispondermi, penso che questa informazione sia utile a molti altri, oltre che a megrazie, ciao

  162. Ciao a tutti/e oggi finalmente sono andato all’appuntamento al Ministero delle finanze per la compilazione dell’unico 2010.Voglio comunicare che se qualcuno nel rigo RN 27 è a 0 , per quanto riguardano le addizionali comunali e regionali non deve nulla, ma va addirittura a credito.

  163. @ angelita ha scritto mercoledì, 09 giugno 2010ciao angelita, in questa comunità ci si aiuta a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda :)Nel tuo caso gran parte dei provvedimenti della manovra non hanno conseguenze in quanto si riferiscono a chi matura i requisiti pensionistici nel prossimo anno.Anche per l’acconto irpef nulla cambia, se sei una lavoratrice dipendente. ciao

  164. salve ragazzi, siete veramente in gamba, io per niente invece, soprattutto in materia fiscale. Vado al dunque, ho compiuto 62 in aprile 2010 e il 23 gennaio 2010 ho raggiunto 38 anni di contribuzione. Avrei voluto aspettare il compimento dii 40 anni ma con l’aria che tira penso che non mi convenga proprio, che pensate? Io che ho acquisito il diritto alla pensione ,già nell’anno 2007, vado incontro alle novità della manovra? E poi, lo slittamente dell’acconto IRPEF al 2011 e 2012 in che modo incide sulla pensione, sulla buonuscita etc. Mi potreste spiegare dettagliatamente anche questo punto? Mi conviene, se compilo domanda di pensione, di indicare decorrenza entro il 30 novembre 2010 o va bene anche il 31/12/2010 e perchè? Vi ringrazio anticipatamente per i chiarimenti .

  165. Ciao a tutti/tutte, chiedo una Vs. opinione:Ho compilato il modello unico 2010 (agenzia delle entrate), premetto che ho lavorato da gennaio a giugno 2009, è possibile essere a credito sia IRPEF, che addizionali comunale e regionale?Ringrazio anticipatamente chi sa fornirmi una risposta.P.S.: se lo faccio manualmente inserendo l’imponibile nel quadro RV1 , per quando riguarda le addizionali non risulto a credito. C’è un’errore forse nel programma?

  166. @ Angelo ha scritto lunedì, 07 giugno 2010 :Ciao Angelo, hai perfettamente ragione non hanno vergogna con tutti i soldi che prendono. Però angelo ancora più dei calciatori il vero scandalo sono i nostri politici.Chiedono sacrifici a destra e a manca e loro? Hanno portato a 41 anni il lavoro prima di andare in pensone e loro? Dopo due anni e mezzo di legislatura vanno in pensione!Ti rendi conto una pensione a vita per due soli anni? E non è una pensione da 500 euro al mese!Dovevano tagliare del 10% gli stipendi dei politici e poi ci hanno messo una postilla che questo si applicava solo ai ministri non parlamentari… E sai quanti sono i ministri non parlamentari? Uno. Sì uno solo!Fra l’altro è proprio ridicolo il provvedimento: ai ministri che hanno già lo stipendio da parlamentare non viene tolto nulla e aggiunto per intero quello da ministro, mentre all’unico ministro che ha solo il suo stipendio gli viene tolto il 10%…Ci prendono in giro, e noi ci caschiamo ogni volta…

  167. salve volevo sapere con 29000 di reddito come libero professionista con partita iva (regime agevolato per i primi 3 anni) e lavorando con ritenuta d’acconto del 20% quanto si dovrebbe pagare di tasse ???? grazie

  168. @ Tralal ha scritto giovedì, 03 giugno 2010Ciao Tralal, in questa comunità ci si aiuta l’un l’altro. Aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie :)In merito al calcolo della tua irpef, attenzione i redditi si sommano e poi si applicano le aliquote in funzione di ciascun scaglione. Mentre tu applichi lo scaglione minimo per ogni tipologia di reddito… magari si potesse fare sempre così 😉

  169. ciao nel 2009 ho percepito redditi per 16500 euro come libero professionista con partita iva con il sistema dei minimi ( al di sotto dei 30000 euro non si paga iva) cosi’ han detto ho lavorato con ritenuta d’acconto del 20 % vorrei sapere quanto dovrei pagare di tasse ora col modello unico 2010

  170. ciao nel 2009 ho percepito redditi per 16500 euro come libero professionista con partita iva con il sistema dei minimi ( al di sotto dei 30000 euro non si paga iva) cosi’ han detto ho lavorato con ritenuta d’acconto del 20 % vorrei sapere quanto dovrei pagare di tasse ora col modello unico 2010

  171. @ Enrica ha scritto venerdì, 04 giugno 2010ciao Enrica, in questa comunità ci si aiuta l’un l’altro. Aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie :)In merito alla detraibilità del mutuo sulla denuncia dei redditi, quanto hai letto sul 730 è corretto, tuttavia devi sapere che i termini di consegna del modello 730 sono scaduti già da una settimana e non ti conviene consegnarlo in ritardo perchè devi pagare delle penali salate.Ti consiglio di utilizzare il modello unico 2010, per il quale hai ampio tempo a disposizione e che ti consente ugualmente di detrarre le spese del mutuo.Qui le istruzioni:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/26/istruzioni-modello-unico-2010-guida-compilazione-mod-pf-10.htmle qui le scadenze:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/27/scadenza-modello-unico-2010-presentazione-pagamento-mod-pf.htmlin bocca al lupo e ricorda di aiutare un altro lettore, ciao

  172. Chi Vi scrive è disoccupato da 8 mesi.Questa mattina leggendo i titoli dei giornali di canale 5 ed in particolare delMessaggero, sul quale i calciatori Buffon e Cannavaro dicono che questo è un paese ridicolo, dopo la proposta del ministro Calderoli di ridurre i premi ai calciatori,devo dire che sono rimasto esterefatto e disgustato dall’atteggiamento degli stessi.Miliardari come sono pensano solo al loro portafoglio. Il loro “lavoro”, che è fatto solo di divertimento è pluripagato, pensiamo ai poveri operai minatori o che lavorano in fonderia. Dovremo, tutti quanti disinteressarci di loro e non frequentare nessuno stadio. Lasciamoli, come si dice a Milano, nel loro brodo.Premetto che io non sono nè di destra, nè di sinistra, nè di centro, ma le cose giuste le accolgo da qualunque parte provengano. Ciao a tutti ed a tutte.

  173. salve sono un lavoratore autonomocon una piccola impresa edile ho fatturato untotale di circa 8.000,00 euro comreso di iva perche nelle mie fatture l’iva non si paga… quanto pagherò e quado ALLA DENUNCIA DEL REDDITO? gRAZIE MILLE

  174. Lo scorso anno ho stipulato con la banca un mutuo ipotecario che mi ha permesso di estinguere il precedente ed avere un minimo di liquidità.La banca mi ha confermato che mantiene le stesse caratteristiche di detraibilità del precedente.Inoltre leggendo le istruzioni del 730 ho letto che è possibile detrarre sia le spese di perizia e di istruttoria che le spese notarile.Voi ne sapete di più? Mi servirebbero urgenti informazioni in merito.Un grazie anticipato Enrica

  175. Grazie Lore, su internet avevo letto 4 anni e mi sono indignata quando ho sentito Schifani che chiedeva sacrifici.Ora che tu mi dici che non sono nemmeno 4 anni ma appena due anni e mezzo sono letteralmente imbestialita.Io andrò a votare, non andare a votare non serve a nulla, fa solo il loro gioco! Ma non voterò mai più questa casta immonda! Sia di destra che di sinistra!Sono tutti vergognosi! Loro e i loro sacrifici farisei!

  176. Ehm veronica… sembrerà incredibile ma bastano 2 anni e mezzo di parlamento per ottenere la pensione, non 4. Per la cronaca i 30 scadono a settembre 2010 quindi dopo tale data potrà finalmente esserci crisi di governo, non certo prima 🙂

  177. Hai proprio ragione Silvano! A noi hanno aggiunto più di un anno ai 40 che già dobbiamo lavorare e i politici dopo 4 anni di parlamento hanno già diritto alla pensione!Fanno schifo! E chiedono sacrifici nel nome della patria! Non hanno vergogna!Alle prossime voterò Grillo, sperando che almeno loro siano diversi.

  178. Ma quando la smettono di farci correre tutti gli anni, ogni anno, sempre le stesse proposte di ogni anno, facendoci correre ancora e per l’ennesima una volta dietro le nuove finestre di pensione, mentre tutti i politici ignorano la riforma delle pensioni a loro stessi, ai dipendenti della Banca d’Italia, ai dipendenti dei Ministeri, alle Forze dell’Ordine, quando elimineranno tanti privilegi invece di bastonare sempre e solo chi è stato già bastonato più volte.Silvano

  179. Ho – reddito di lavoro autonomo (su cui grava un’aliquota Irfef agevolata del 10%)- un CUD- un redditto da affitto attivo derivante da un immobile di mia proprietàCome faccio a calcolare le imposte?Ho pensato 1) calcolo reddito imponibile da lavoro autonomo (ricavi-costi deducibili) e applico l’aliquota del 10%;2) calcolo reddito da lavoro dipendente (CUD) e applico l’aliquota IRPEF del 23%;3) calcolo il reddito imponibile relativo al reddito derivante dall’affitto dell’immobile, applico l’aliquota del 23% e calcolo l’imposta4) sommo le imposte calcolate e LA PAGO ENTRO IL 16 GIUGNOE’ corretto????Un grazie a tutti!!!

  180. Tanti uffici che hanno il compito di chiarire e proporre correzioni alle ingiustizie fiscali,compreso il garante del contribuente al quale l’unica garanzia che gli interessa è quella del suo stipendio e di quelli del suo ufficio.Credo che non abbia mai risolto un problema di ingiustizia fiscale.Prova ne è la seguente che ha avuto la risposta di rivolgersi altrove.Il problema:Nel predisporre la dichiarazione dei redditi 2010 avendo ricevuto anche un CUD 2010 dall’Inps per indennità di disoccupazione requisiti ridotti riferita all’anno 2008 per gg.147 per i quali avrei diritto alla detrazione d’imposta mi ritrovo considerato i giorni effettivamente lavorati nel 2009 ad avere un totale di 467 gg.,ma per norma fiscale non posso usufruirne che per 365.L’ingiustizia palese è che i disoccupati pagano di più nel momento in cui indennità riferite ad anni precedenti vengono esposte nel CUD nell’anno di erogazione facendo lievitare sia le aliquote che il venir meno alle detrazioni per i giorni di disoccupazione fruiti.Credo che dovrebbero figurare come assegni arretrati e non come correnti.La conseguenza è che per il 2008 non ho fruito della detrazione fiscale e per il 2009 altrettanto.Risparmiamo gli stipendi dei garanti e di altri ipocriti uffici dai quali non si pretende l’interessamento per il singolo caso,ma come quello descritto che riguarda tutti i disoccupati a meno che non ci dicano che chi è abituato a stringere la cinghia la deve stringere sempre di più.

  181. Salve a Tutti, Vi sarei grata se qualcuno potesse chiarirmi le idee sulla seguente situazione: mia Madre e’ una libera professionsita, con partita IvA. Ha un suo studio privato e si occupa di terapie alternative nel Veneto (shiatsu e yoga). E’ molto preoccupata perche’ a detta del suo commercialista da Luglio 2010 e’ possibile che dovra’ iniziare a pagare in anticipo le tasse per l’anno fiscale 2010/2011 senza sapere in effetti che reddito avra’/dichiarera’ l’anno prossimo. E’ un onere veramente grande per lei e non sa che fare.Ho letto e riletto la finanziaria 2010 ma non riesco a capire dove si faccia riferimento ad una tale iniziativa fiscale.Io risiedo all’estero e purtroppo non sono aggiornata sulla situazione fiscale odierna in Italia.Vi sarei grata per un’opinioneAruli

  182. Ciao! intanto grazie per tutte queste informazioni! io volevo chiedere: fino a quest anno ho avuto un contratto con una società, da ottobre però mi faranno due contratti part-time, a parità di reddito percepito… mi cambia qualcosa ai fini del calcolo irpef? grazie anticipatamente! Nadia

  183. In caso di percepimento dell’assegno di mobilita’ dall’inps (conseguente ad accordo aziendale che accompagnerebbe alla pensione) non sono riuscito a capire come funziona la tassazione irpef e cioe’:Nell’anno successivo all’inizio della mobilita’ (es. dichiarazione 2011 su redditi 2010) la mobilita’ si sommerebbe al reddito da lavoro (avendo sei mesi da lavoratore dipendente (reddito annuale circa 35.000 lordi) e sei mesi da lavoratore in mobilita’). Due domande:a) Il calcolo dell’Irpef va fatto sul totale del reddito (35.000/2 + importo mobilita’) oppure l’assegno di mobilita’ viene tassato in modo separato? b) Nel primo caso e se l’assegno e’ tassato alla fonte dovro’ pagare un irpef piu’ alta al momento della dichiarazioone?GrazieMauro da Genova

  184. grazie rita, si sta ancora lavorando da noi ma l’anno scorso ha chiesto un mese ad agosto e un mese a dicembre oltre le ferie x tornare a casa x dei problemi pertanto sul cud sono segnato 289 giorni retribuiti anziche’ 365. x il tfr non sai se deve pagare?

  185. grazie rita, penso che la mia badante sia come lavoro dipendente pero’ non ha lavorato 365 guorni ma 289 giorni!!! rientra ugualmente nella soglia dell’esenzione? e sull’aconto tfr deve pagare l’irpeff tassazione separata? grazie ciao

  186. Cara luciana dipende da come è stato inquadrato il badante, se come lavoratore autonomo deve presentare il modello unico perchè il suo reddito supera la soglia di esenzione, mentre come lavoratore dipendente (come mi sembra di capire dato che parli di tfr e part time) rientra per un pelo nella soglia di esenzione se ha lavorato tutto l’anno e quello è il suo unico reddito.Per ulteriori approfondimenti ti consiglio la lettura di questo post:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.htmlps: sostieni la nostra iniziativa segnalando questo blog ad altri, più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda 🙂

  187. mia mamma ha una badante nel 2009 ha percepito un importo lordo di euro 7958,93 trattenute euro 244,14 x un netto di euro 7714,14 in più un acconto del trf di euro 1.900. sul cud i sindacati hanno segnato:percentuale par time 62,5% e il periodo x il quale spettano eventuali detrazioni e di 298 giorni dal 1.1.09 al 31.12.09. deve fare il modello unico? grazie x una rispostase si, quando dovra’ pagare pressapoco?

  188. ciao tiziana, grazie per il tuo contributo l’iniziativa si basa sull’aiuto di tutti ;)In merito al calcolo dell’irpef ci sono alcune imprecisioni in quello che hai scritto.Provo a rettificarle:- la pensione lorda è pari a Euro 18.000 e il reddito netto da lavoro dipendente è pari a euro 6.000: no, così sommi pere con mele. Devi sommare tutti i redditi lordi e poi applicare il calcolo dell’irpef (vedi link alla fine di questo commento)- da 15.000 a 55.000 l’aliquota è pari al 27%: no, ci sono vari scaglioni e dunque varie aliquote fiscali- E’ sufficiente applicare il 27 % sul totale del reddito ovvero euro 24.000 (18.000+6.000): no, devi applicare in modo letterale la tabella a inizio di questa pagina (se non ti è chiara, ti consiglio di leggerla integralmente più volte, così facendo in molti poi la capiscono)Se hai ancora dei dubbi ti consiglio di leggere questo utile post che illustra come calcolare l’irpef:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/21/irpef-2010-calcolo-aliquote-scaglioni-detrazioni-deduzioni.html

  189. Ciao, intanto GRAZIE per aver creato questo blog UTILISSIMO!!!Io non riesco a fare i calcoli nonostante i vstri prospetti siano chiari!!!Mio papà ha una pensione di anzianità e ha 62 anni. Accertato che dal 1° gennaio 2009 le pensioni dirette di anzianità a carico dell’assicurazione generale obbligatoria sono totalmente cumulabili con i redditi da lavoro autonomo e dipendente, non riesco a calcolare le trattenute fiscali!!!!La pensione lorda è pari a Euro 18.000 e il reddito netto da lavoro dipendente è pari a euro 6.000.Lo scaglione di riferimento dunque non cambia (da 15.000 a 55.000) e l’aliquota è pari al 27%.La mia domanda è la seguente.E’ sufficiente applicare il 27 % sul totale del reddito ovvero euro 24.000 (18.000+6.000) oppure il sistema di conteggio è diversificato per i due redditi???VI RINGRAZIO in anticipo e provvederò a far conoscere tramite internet questo prezioso blog.Ciao Tiziana

  190. Nell’anno 2009 ho ricevuto solo un compenso occasionale di euro 1500 e una tassazione a titolo di acconto del 20% di euro 300(netto corrisposto 1200). A quale detrazione avrò diritto in sede di dichiarazione dei redditi?Grazie

  191. @ PINO ha scritto sabato, 15 maggio 2010Ciao Pino, sinchè hai un lavoro pensa a tutto il tuo datore di lavoro, in caso contrario devi fare il modello unico ma solo se i tuoi compensi superano le quote di esenzione irpef che trovi in questa pagina:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.htmlPurtroppo le spese dell’avvocato non le puoi mettere in denuncia dei redditi a meno che hai la partita iva.In questa comunità ci aiutiamo a vicenda, segnala l’iniziativa ad altri, contribuirai a tenerla viva e a farla crescere 🙂

  192. Come al solito solo parole, chi lavora e produce paga il 38% + addizionale regionale, comunale e fra poco credo anche CONDOMINIALE + il 20% di IVA SU OGNI ACQUISTO, mentre chi muove capitali il 12,5, e se illeciti il 5%. Andiamo avanti così

  193. SALVE A TUTTI ,HO LAVORATO PER UN MESE COME MARITTIMO ADESSO SONO SOTTO INFORTUNIO E VORREI SAPERE L’IRPEF IN QUESTO CASO COME VIENE CALCOLATA .?SI POSSO METTERE FRA LE SPESE DEL MODELLO 730 ANCHE LE SPESE DI AVVOCATO.?GRAZIE A TUTTI.

  194. @ mariolina ha scritto giovedì, 13 maggio 2010Sì Mariolina, i redditi da immobili devono essere dichiarati se superano i 500 euro annui. In caso contrario è evasione fiscale, e ti consiglio francamente di non correre il rischio di incappare in questo reato, oltretutto gli importi sono veramente piccoli e l’irpef da pagare è molto bassa.Qui puoi trovare lo schema dei redditi esenti irpef e dunque da dichiarazione dei redditi:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.htmlPer il modello da utilizzare per la dichiarazione dei redditi, dipende se tuo figlio è un lavoratore dipendente o no. Nel primo caso può utilizzare semplicemente il 730 altrimenti il modello unico semplificato.Ciaops: sostieni la nostra iniziativa segnalando questo blog ad altri, più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda 🙂

  195. @ Antonio ha scritto venerdì, 14 maggio 2010Ciao Antonio, i caf sanno il fatto loro se dicono che non è possibile credo proprio che abbiano ragione. Comunque in questi casi la cosa migliore da fare è sentire un terzo parere, attendi la risposta di un esperto di questo blog o in alternativa rivolgiti ad un altro caf o commercialista.caro Antonio, più siamo e più possiamo aiutarci, aiutaci a diffondere l’iniziativa anche fra i tuoi contatti 🙂 ciao

  196. Ringrazio in anticipo chi potrà darmi un aiuto. Quest’anno passo dal regime contabile del “forfettino” al regime contabile semplificato.Nel caso di primo acconto irpef e addizionali da versare entro il 16 giugno 2010, devo calcolare il 39,60% sul 99% (o 79%) dell’imposta dovuta per l’esercizio precedente (anche se nell’esercizio precedente ho pagato l’imposta sostitutiva del 10% secco) oppure devo calcolare le percentuali sul quello che si sarebbe dovuto pagare con le aliquote dell’irpef correnti?In quest’ultimo caso devo detrarre dall’imposta il 20% delle ritenute d’acconto?Grazie infinite. Ilde

  197. Salve a tutti. Volevo porvi un quesito sulla dichiarazione dei redditi 730. Il mio assicuratore mi ha convinto a stipulare un fondo pensione per un totale di 5165 euro. Per poter poi nel 730 recuperare l‘Irpef. Invece io non ho visto che pochissimo rimborso. Mi sara’ rimborsato solo il totale dell’imposta lorda. Senza andare a credito il prossimo anno. Ma non esiste il credito? L’assicurazione dice che e’ possibile ma il CAF no: Chi ha ragione⁇

  198. Salve a tutti. Volevo porvi un quesito sulla dichiarazione dei redditi 730. Il mio assicuratore mi ha convinto a stipulare un fondo pensione per un totale di 5165 euro. Per poter poi nel 730 recuperare l‘Irpef. Invece io non ho visto che pochissimo rimborso. Mi sara’ rimborsato solo il totale dell’imposta lorda. Senza andare a credito il prossimo anno. Ma non esiste il credito? L’assicurazione dice che e’ possibile ma il CAF no: Chi ha ragione⁇

  199. Mio figlio ha un appartamento, dove risiede, ha affittato una stanza ed ha registrato il contratto per 700,00€ al mese.Non ha altre entrate deve fare la dichiarazione dei redditi? se si che tipo di dichiarazione? e dovrà pagare irpef?grazie molte per una rispostaMariolina

  200. OGGETTO: riferimento unicoweb agenzia entrateDopo attenta verifica ho riscontrato che il problema da me indicato martedi 11/5/2010si ha quando inserisco l’assicurazione sulla vita nel quadro RP. Per far quadrare il tutto(quadro RV1) l’assicurazione non va messa. Cosa sbagliata in quanto la mia assicurazione ha tutti i requisiti indicati nelle istruzioni.Ciao a tutti.

  201. Salve a tutti, complimenti per il sito, molto completo e aggiornato. Volevo chiedere se qualcuno sa quanto sarà tassato l’anticipo di mobilità che andrò a riscuotere tra qualche giorno, come comunicatomi dall’ INPS.Grazie.Paolo

  202. Qualcuno/a mi sa risolvere questo problema riguardante la compilazione dell’unicoweb 2010 agenzia entrate:nel quadro RV1 non mi viene indicato in automatico il reddito imponibile che deve essere uguale a quello indicato nel quadro RN4.Lo stesso mi viene indicato se elimino il quadro RP, cosa che non posso eliminare avendo delle spese.Ringrazio anticipatamente chi mi può dare indicazioni in proposito.

  203. Sono capitata per caso su questo blog ed è stata una gran fortuna!Davvero complimenti!Vorrei sapere se e quando si può evitare di pagare l’acconto sull’addizionale regionale e l’addizionale comunale IRPEF.So per certo che l’anno prossimo guadagnerò meno di quest’anno.Vorrei evitare di dare al Comune male amministrato soldi che non merita e che legalmente potrei non dargli.Ringrazio in anticipo per una cortese risposta.Grazie mille.CiaoPaola

  204. Caro Nemez, hai perfettamente ragione purtroppo la legge prevede che le addizionali irpef siano applicate a tutti i redditi e dunque anche alle pensioni (che il sistema fiscale italiano considera alla stregua di qualsiasi altro reddito).

  205. > Massimo ha scritto domenica, 09 maggio 2010Ciao Massimo, è un tema abbastanza tecnico quello su cui chiedi info e che esula dall’argomento centrale di questo post.Comunque prova a dare un’occhiata a questo documento della CGIL sugli incentivi all’esodo in cui sono illustrate le linee guida fondamentali, facci sapere se ti è stato utile o se hai bisogno di ulteriori approfondimenti.http://www.sanpaolo.fisac.cgil.it/sc070223a.pdfricorda caro Massimo, più siamo e più possiamo aiutarci, diffondi anche tu l’iniziativa 🙂 ciao

  206. COMPLIMENTI!!! – E’ la prima volta che entro nel vs. blog.Vorrei sapere-avere informazioni in merito alla sentenza della corte di cassazione (sentenza n. 24089 del 25 settembre 2008) sulla tassazione separata per gli incentivi all’esodo.A chi rivolgersi per valutare l’effettivo diritto ed a chi richiedere il riconoscimente ed i relativi termini, quali documenti sono necessari etc.Vi ringrazio anticipatamente ed invio cordiali saluti.Massimo

  207. Qualcuno ha provato ad usare il software unico 2010 dell’agenzia delle entrate?Sicuramente avrà trovato almeno 2 problemi: il primo nel caso di una persona nata all’estero, quando si da cerca di salvare da errore, il secondo non da in automatico, nesi puà indicare manualmente l’imponibile irpef nel quadro RV 1.A che serve mettere in circolazione il software, senza averlo prima testato?Ciao a tutti.

  208. > Raffo ha scritto venerdì, 07 maggio 2010per calcolare l’irpef devi sommare tutti i tuoi redditi (17.300 + 8.000) e poi applicare lo schema di inizio pagina. Nel tuo caso specifico essendo il reddito complessivo lordo di 25.300 euro devi pagare 3.450 + il 27% sulla parte eccedente i 15.000 euro.caro Raffo , più siamo e più possiamo aiutarci, diffondi anche tu l’iniziativa 🙂 ciao

  209. @Valerioè che avendo due CUD differenti mi chiedevo se si dovevano sommare le irpef singolarmente oppure si calcola una unica irpef sul totale.Adesso è tutto chiaro, grazie!!!

  210. Esattamente il contrario!!! praticamente su 25300 euro lordi paghi 6231 di tasse é cioe´3450 (al 23% fino a 15000 Euro) e 2781(al 27% sui restanti 10300) la tabella a mio giudizio é chiarissima!!!

  211. @Valerioquindi dici che devo calcolare separatamente le due irpef e poi sommarle (cioè l’irpef sui 17300 + l’irpef sugli 8000, piuttosto che l’irpef sui 17300+8000=25300)?

  212. >RAFFO:Scaglioni reddito 2010 Aliquota Irpef lordo 2010da 0 a 15.000 euro 23% 23% del redditoda 15.000,01 a 28.000 euro 27% 3.450 + 27% sulla parte eccedente i 15.000 euro

  213. Ciao a tutti,nell’anno 2009 ho lavorato cocopro per i primi 8 mesi con lordo pari a 17300 euro (questa cifra è calcolata su 8 mesi), poi ho avuto un rinnovo a tempo determinato con lordo annuo di 24000 (ovviamente nel 2009 vanno considerati solo 4 mesi, cioè 8000 euro).Devo sommare i lordi e poi calcolare l’irpef (quindi con l’unica aliquota del 27%), o devo calcolare l’irpef sui singoli lordi (quindi usando per uno l’aliquota del 27% e per l’altro del 23%) e poi sommare questi due termini?

  214. Ciao Gina, sintanto che riceverai le indennità di mobilità puoi utilizzare il modello 730 per la dichiarazione dei tuoi redditi. Vedi punto 3 dell’elenco al termine di questo commento.Il modello unico è molto più complesso da compilare e poco adatto alla tipologia di redditi che devi dichiarare.Aiutaci a diffondere la nostra iniziativa, più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda 🙂 In bocca al lupo, ciao———-Chi può utilizzare il modello 730Possono presentare il 730 le seguenti categorie di contribuenti:1. lavoratori dipendenti;2. pensionati;3. coloro che percepiscono indennità sostitutive di redditi di lavoro dipendente (es. indennità di mobilità);4. sacerdoti della Chiesa cattolica;5. soci di cooperative di produzione di servizi,agricole,di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;6. giudici costituzionali, parlamentari nazionali ed altri titolari di cariche pubbliche (consiglieri regionali,provinciali,ecc.);7. coloro che sono impegnati nei lavori socialmente utili;8. i rappresentanti o i tutori che devono presentare la dichiarazione per conto delle persone incapaci, compresi i minori, se questi contribuenti hanno un sostituto d’imposta che può effettuare i conguagli.

  215. attualmene sono in CIGS, molto probabilmente l’azienda non concederà una cassa in deroga pertanto a breve entrerò in mobilità, per cui chiedo aiuto:posso ugualmente emettere il 730? o devo per forza fare l’Unico?scusate l’ignoranza e grazie

  216. Grazie Angelo, per l’aggiornamento che ci hai dato. Molti altri lettori hanno chiesto aiuto sul tuo stesso tema e le tue informazioni saranno molto utili per loro.Lo spirito di questo blog è proprio quello di aiutarsi a vicenda, condividendo liberamente le proprie conoscenze ed esperienze :)continua a seguirci, ciao

  217. Ciao a tutti, come da consiglio di Nicoletta Saponetta, ho comunicato al Ministero delle finanze la mia situazione riguardo aigiorni per le detrazioni, mi hanno risposto che nell’Unico 2010 devo indicare 365 giorni.In questo modo voglio aiutare le persone che sono nella mia stessa situazione.(rif. allamia richiesta del 28.10.2010)Angelo

  218. > Angelo ha scritto mercoledì, 28 aprile 2010Ciao Angelo, non ti so essere d’aiuto con certezza perchè il tuo è un caso “atipico” e non conosco l’Ente Bilaterale E.L.B.A, se nessun esperto ti da risposta meglio se senti con il sindacato o il CAF.Quando ricevi risposta aggiornaci. Sarà utile per ulteriori valutazioni e per altri nella tua stessa situazione.ciao

  219. La società dove lavoravo ha chiuso il 31.07.2009.Ho ricevuto n. 3 CUD e precisamente quello della società con 212 giorni lavorativi el’indicazione delle detrazioni d’imposta;quello dell’INPS (indennità disoccupazione) per 141 giorni e l’indicazione delle detrazioni d’imposta,quello dell’Ente Bilaterale E.L.B.A. con 105 giorni senza indicazione detrazioni d’imposta.Al fine della presentazione del modello unico, quanti giorni devo indicare?Ringrazio anticipatamente.

  220. > Giuseppe ha scritto giovedì, 15 aprile 2010Ciao Giuseppe,gli 8mila di ombrello “fiscale” sono relativi a 12 mesi interamente lavorati. Se i mesi lavorati si riducono anche l’ombrello si riduce proporzionalmente Ad esempio se i 2.802,70 li hai ricevuti in un solo mese, anche se è l’unico mese che hai percepito redditi in quell’anno, non hai diritto ad alcuna esenzione fiscale per via del fatto che se quella cifra l’avessi ricevuta tutti i 12 mesi saresti stato ampiamente sopra gli 8mila.Tu obietterai, è assurdo! Sì hai perfettamente ragione, ma la legge prevede questo, se qualcuno ha un’idea migliore lo segnali, altrimenti prenditela con chi non cambia da oltre 10 anni queste leggi dissennate.A questo indirizzo troverai i punti salienti della normativa sulle esenzioni fiscali:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.html

  221. Ciao volevo chiedere su un reddito annuo pari a 30000 lordi quanto dovrei pagare di tasse e quanto mi troverei in busta paga, non specifico il tipo di contratto, ma se è possibile considerate ipotesi di contratto a tempo determinato generico.grazie

  222. grazie in anticipo per la risposta. la domanda è questa: dovendo percepire competenze arretrate di lavoro dipendente, per errato assorbimetno da parte dell’azienda di assegno ad personam al momento del passaggio di livello, vorrei sapere che aliquota irpef si deve applicare, cioè quella ordinaria, a scagliuoni di reddito, o quella fissa del 23%?

  223. Salve!!! Innanzitutto mi complimento per le preziose informazioni fornite nel blog.Mi è stato appena consegnato il CUD, e ho notato che in esso non sono state segnate le detrazioni Irpef, cosa che mi impedisce di usufruire delle detrazioni. Il CUD si riferisce a un periodo di lavoro dipendente a tempo pieno, con contratto a tempo indeterminato, di 67 giorni. L’importo del reddito è pari a € 2.802,70.Sapreste spiegarmi il perché di questa cosa? La no tax area non è solo per i redditi fino a 8.000 euro percepiti su 12 mesi?Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

  224. > kateCiao Kate con 28 mila euro netti annui saresti nel 3° scaglione con aliquota massima del 38%.Impossibile dirti quanto pagheresti esattamente di tasse per via del fatto che serve tutta una serie di parametri che non hai specificato (comune e regione in cui lavori, figli e/o familiari a carico, detrazioni, bonus, spese mediche…)Diciamo che indicativamente potresti pagare da 12mila a oltre 13mila euro di tasse per un lordo complessivo di circa 43mila annui.contribuisci anche tu a far crescere la nostra iniziativa segnalando questo blog ad altri, più siamo e più possiamo aiutarci a vicendaciao

  225. Salve,ho un contratto a progetto da cui percepisco 18.000 euro netti, ho la possibilità di averne in aggiunta un altro da 10.000 euro netti. In questo modo venendo a percepire 28.000 euro netti l’anno quanto verrei a pagare di tasse? Rientro nel secondo scaglione di aliquote(27%)? Inoltre la casa dove vivo è di mia proprietà, questo incide sull’ irpef da pagare aumentandolo?Grazie.

  226. Per motivi di lavoro ho dovuto trasferirmi.Non riuscendo a vendere la mia vecchia casa di proprietà per acquistarne un’altra ho dovuto prenderne una in affitta e dare in affitto a mia volta la vecchia casa.L’affitto mensile che pago è di 500 Euro più alto di quello che incasso.Debbo denunciare l’affitto percepito e pagarci l’Irpef ?A me sembrerebbe assurdo, ma in Italia tutto è possibile quindi chiedo il parere di qualche esperto .Grazie

  227. Salve a tutti. Chiedo un consiglio riguardo alla pensione di mia madre, pensionata inpdap. Secondo il prospetto 2009, la pensione annua lorda era di 12779,76 euro.Ora nel prospetto 2010 risulta essere 12856,80 euro. Quindi un aumento di circa 80 euro, ma ci è stato comunicato che a causa di questo, verrà aumentata l’irpef e mia madre si è trovata nella situazione che per avere un aumento di 20 euro al mese, le tolgono circa 80.Chiedo, è normale una cosa del genere o è possibile fare un ricorso?

  228. saluo a tutti,spero che vuoi mi potete aiutare, l’anno scorso avevo pagato tasse su un reddito di 77.000 euro, invece quest’anno quest’anno mi trovo a pagare tasse su un redito di 98.000 anche se ho pagato gli anticipi sul 2009 secondo vuoi quanto dovrei pagare quest’anno.smesso attività ne 2010; spese 2009 tra casa e congressi e altre spese 14.000grazie in anticipo

  229. Ciao caro Simone da Foggia, una persona con 15.ooo euro di redditi ricade completamente nel primo scaglione Irpef e gli sarà applicata l’aliquota irpef del 23% per l’intero importo dei suoi compensi.Spero di esserti stato d’aiuto per le tue “consulenze”, continua a seguirci e a segnalarci, più siamo e più possiamo aiutarci l’un l’altrociao

  230. ciao Martina, grazie per il tuo gentile sostegno! Più siamo e più possiamo aiutarci ;)Faccio seguito alla risposta di Nicoletta Saponetta: i tuoi redditi da locazione saranno tassati al 38% i primi 19 mila euro (sino a colmare lo scaglione che arriva a 55 mila euro) e i restanti 1.400 euro al 41%.Credo che Simonetta ti avesse indicato tutto al 38% perchè la cifra al 41% è così piccola e la differenza di aliquote irpef così ridotta che praticamente è come se fosse tutto al 38%.a presto, ciao

  231. Ciao Nicoletta, grazie per la tua spiegazione. Vorrei chiederti solo un altro chiarimento: se sommo 36000+i redditi da affitto raggiungo € 56400. Quindi dovrei essere oltre i 55000….ed esattamente 56400. Faccio quindi comunque parte della fascia IRPEF 38% ?grazie anticipatamente e scusa per l’estrema ignoranza in materia. PS: ora che vi ho trovati non vi lascio più!!spargo la voce

  232. Ciao caro Luca da Perugia,l’irpef sul tuo fatturato 2010 si aggirerà circa sui 7 mila euro. In realtà se hai spese da mettere in detrazione e familiari a carico le tasse irpef saranno sicuramente inferiori. E’ impossibile dirti la cifra esatta senza conoscere queste informazioni.Per quanto riguarda i compensi che hai ricevuto in ritenuta d’acconto vanno sommati a quelli percepiti con la partita iva e sul totale applichi l’aliquota del relativo scaglione.Mi raccomando non aggiungere il netto percepito ma l’importo lordo degli emolumenti in ritenuta d’acconto.Spero di asserti stata d’aiuto, se puoi aiuta anche tu gli altri lettori del blog o segnala il blog su internet. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.ciao

  233. Ciao Martina,eccoti il calcolo che chiedi:per quanto riguarda i 36.ooo euro del tuo stipendio non devi pagare nulla, in quanto le imposte sono trattenute alla fonte dal sostituto d’imposta ad ogni mensilità che ricevi (vedi ultimo tuo CUD). Grossomodo le tasse sul tuo stipendio saranno le stesse dello scorso anno.Per quanto concerne i redditi da locazione l’aliquota da applicare è del 38% perchè è l’aliquota dei redditi che va da 28 a 55 mila euro su cui tu ti collochi per via dei 36 mila euro di reddito da lavoro dipendente.Infine sempre e solo sui redditi da locazione devi aggiungere le addizionali regionali e comunali. Non ti so dire le percentuali esatte delle addizionali perchè variano di comune in comune e di regione in regione comunque pesano relativamente poco sull’ammontare complessivo essendo ciascuna attorno al punto percentuale.Spero di asserti stata d’aiuto, se puoi aiuta anche tu gli altri lettori del blog o segnala il blog su internet. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.ciao

  234. Buongiorno a tutti, innanzitutto grazie per le preziosissime informazioni che elargite.Vorrei anch’io approfittare della vostra esperienza e professionalità, dal momento che sono totalmente negata in fatto di tassazioni. Sono una lavoratrice dipendente che percepisce 36000€ (da ultimo CUD2009). Da quest’anno avro’ un ulteriore entrata data da case in affitto di mio possesso. (canoni affitto annui lordi 13200 prima casa+7200 seconda casa).Non credo di aver diritto a detrazioni da momento che non ho persone a carico.Quanto mi troverò a pagare di tasse?Spero possiate aiutarmi…in modo tale da essere preparata al peggio…grazie molte in anticipo.PS: linkati molto volentieri!

  235. ciao amici, questo blog è proprio forte vi ho segnalato e linkatopiù siamo e più possiamo aiutarci :)ho bisogno di una stima su quanto pagherò di irpef quest’anno. Ho aperto la partita iva a febbraio e se tutto andrà bene dovrei fatturare circa 30 mila euro + iva.quale sarà la mia ritenuta irpef di quest’anno?in gennaio ho lavorato in ritenuta d’acconto perchè ancora non avevo la partita iva, come pago le tasse su questi compensi?grazie a tutti

  236. Mio figlio inizierà a giorni a “rilavorare”. Lo scorso anno ha lavorato fino a maggio poi ….licenziamento, indennità di mobilità e ora (pare) di nuovo lavorerà. Contratto a tempo determinato, ma è già qualcosa. Come funzioneranno le trattenute regionali e comunali? Ma già dal primo mese di lavoro vengono effettuate le trattenute per add.li comunali e regionali. Inoltre non ho capito (perchè ancora l’INPS non ha inviato il CUD relativo alla disoccupazione) quale tipo di trattenute sia stato effettuato sull’assegno di disoccupazione. Non è escluso, quindi, che in sede di compilazione del 730 ci si trovi un grosso conguaglio. Spero di essere stata chiara e complimenti per il sito! Grazie

  237. Grazie Gianni per i tuoi gentili complimenti e utili consigli. Lo spirito di questo blog è proprio quello di aiutarsi l’un l’altro, chiaramente per quello che sono le proprie competenze e conoscenze. Per questo più siamo e più possiamo aiutarci.Il consiglio sulla LIFO (ultimo arrivato primo in lista) è giustissimo e molti altri lettori ce lo hanno segnalato.Purtroppo quest’implementazione tecnica non dipende da noi ma dalla piattaforma di blog su cui ci appoggiamo che è myblog.it di virgilio.itAbbiamo da tempo e ripetutamente segnalato l’esigenza ai responsabili dell’infrastruttura ma purtroppo per il momento non abbiamo avuto risposta e non siamo riusciti a trovare una soluzione nemmeno su internet.Comunque appena sarà possibile provvederemo a implementare la LIFO.continua a seguirci, ciao 😉

  238. Salve a tutti vorrei 1 informazione di cortesia e gentilezza per alcune mie consulenze..spiegatemi se una persona con esempio 15.000 rientra nel 1° scaglione o nel 2° scaglione??? Si dovrebbe inserire nel 2° perchè si va per eccesso giusto???.. GRAZIE ANTICIPATAMENTE A TUTTI!

  239. Complimenti per il sito e per il contributo che date a chi ne ha bisogno. Ci sono capitato per caso e ho letto diverse domande.Per molte risposte, basterebbe un foglio di calcolo dove inserire i propri dati, mentre quelle riguardanti normative sono preziosissime e insostituibili. Con le tecnologie disponibili in rete, non dobrebbe essere un grosso problema.Un ultimo suggerimento: rovesciate l’ordine degli interventi. Lo standard è LIFO (ultimo arrivato, primo in vista) e consente più facilmente di controllare se ci sono risposte.Cordiali saluti.

  240. Ringrazio Michela da Milano e vi sottopongo un ulteriore quesito sempre in merito alle prestazioni occasionali prestate da un lavoratore dipendente. Il tetto di tali prestazioni, per cui è sufficiente la dichiarazione sul 730, è fissato alla cifra di 5.000 euro annui?Bisogna recarsi all’INPS per ulteriori dichiarazioni qualunque sia la cifra o è sufficiente tale dichirazione (compilazione rigo D5 codice2?)Grazie mille e cordiali salutiEnrica

  241. ciao cara Enrica, la risposta alla tua domanda è sì.tutti redditi sono sottoposti alla tassazione irpef, sia quelli da lavoro dipendente che quelli da lavoro autonomo o occasionale.Nel tuo caso particolare, avendo già pagato la ritenuta d’acconto del 20%, si applica l’aliquota su cui poggia il reddito extra – 20 di ritenuta.Avendo tuo marito un reddito superiore a 28 mila euro grazie al compenso occasionale l’aliquota irpef di riferimento è il 38% a cui va sottratto il 20 della ritenuta d’acconto e dunque i compensi extra che tuo marito ha ricevuto saranno tassati di un ulteriore 18% più le addizionali comunali e regionali che sono fisse e vanno applicate a tutti i compensi indistintamente.aiuta la nostra iniziativa a crescere, più siamo e più possiamo aiutarciciao

  242. Ciao Antonio, in linea di massima no a meno di speciali convenzioni fra i due stati. Mentre ti consiglio di guardare i tuoi documenti di viaggio, molto spesso sono corredati di un’assicurazione sugli infortuni che coprono sia il ricovero ospedaliero che la spesa di farmici. Magari può fare al caso tuo.ciao

  243. Salve, ho un quesito da sottoporvi.Mio marito ha un reddito da lavoratore dipendente che supera di poco i 28.000 euro lordi l’anno. Lo scorso anno è effettuato una prestazione con ritenuta d’acconto di 4.600 euro su cui ha pagato la ritenuta del 20%. Dovendola dichiarare nel 730, se non sbaglio nel rigo D5 con codice 2, verrà ulteriormente tassata? Se sì di quanto.Grazie milleEnrica

  244. ciao Fabiola,il calcolo che chiedi è impossibile da fare con precisione sulla base dei pochi dati che hai dato. Questo perchè ci sono da conteggiare le varie detrazione di cui puoi aver diritto, le spese previdenziali, il numero e la percentuale di figli a carico, etc etcposso però dirti che l’ipef “teorica” è di poco inferiore ai 7.000 euro, che poi sarà abbattuta più o meno significativamente dalle tue detrazioni, deduzioni, familiari a carico, etc etcaiuta la nostra iniziativa a crescere, più siamo e più possiamo aiutarciciao

  245. salve, ho un quesito da proporvi: ho affitato un appartamento intestato ai miei figli minori con un canone di 550 euro mensili, il mio reddito da dipendente ammonta a circa 21000 euro quante tasse pagherò l’anno prossimo?

  246. @ Marco da Bologna e Lisa da Milanoeh eh sì Marco hai proprio ragione siamo proprio dei fessi a tenerci sta classe politica…Complimenti Lisa per il tuo lavoro 60 mila euro all’anno è una gran bella cifra, temo però che dopo le tasse te ne rimarrà poco più della metà :(Però se hai molte spese legate alla tua attività le puoi scaricare, in questo modo pagherai meno tasse :)ciao

  247. Cara Susy,hai perfettamente ragione ad essere …zzata per le tasse che hai dovuto pagare, comunque se ti può consolare è capitato a tutti quelli nella tua stessa situazione.come si suol dire mal comune mezzo gaudio…per quanto riguarda quello che dice il nostro primo ministro, tu credi ancora alla sua parola? in piena crisi negava che in Italia ci fosse la crisi e ora sostiene che siamo usciti dalla crisi…ma come si fa ad uscire da qualcosa in cui non si è mai entrati?bah… un giorno risponderà anche a questo mistero… magari con un bel decreto legge…

  248. siete grandi ragazzi, blog molto interessante e informazioni utilissimevi ho linkati da tutti i miei social :)ho bisogno di una mano per il calcolo dell’irpef nel caso prendessi la partita iva come agente di commercio.Se in un anno riceverò circa 50-60 mila euro al netto dell’iva quale sarà l’irpef che dovrò pagare?grazie di nuovo ciao

  249. Ciao Michela, ti ricordi di me. Mio figlio inizierà a giorni a “rilavorare”. Lo scorso anno ha lavorato fino a maggio poi ….licenziamento, indennità di mobilità e ora (pare) di nuovo lavorerà. Contratto a tempo determinato, ma è già qualcosa. Come funzioneranno le trattenute regionali e comunale? Già non ho capito (perchè ancora l’INPS non ha inviato il CUD relativo alla disoccupazione) quale tipo di trattenute sia stato effettuate sull’assegno di disoccupazione.Quindi non è escluso che in sede di compilazione del 730 ci si trovi un grosso conguaglio. Ma già dal primo mese di lavoro vengono effettuate le trattenute per add.li comunali e regionali. Spero di essere stata chiar e un grosso GRAZIE.

  250. Cara Mariasole, sono lieta che il mio aiuto ti sia stato utile. Aiuto e confronto rappresentano lo spirito che ci unisce in questo blog. Quando hai bisogno di altre informazioni io son qui e se hai contributi su altre argomenti son certa saranno di utilità per tutti, ciao

  251. grazie Michela ! Sei stata esaustiva e tempestiva. Ancora grazie. Avevo anche io fatto un calcolo approssimativo e a me – per la verità- risultava 40.000 o poco più.Comunque ho già un’idea abbastanza giusta dell’importo lordo da poter accettare e firmare.Non mi pare vero poter potere confrontarmi in tempo reale con altre persone che possono avere i nostri stessi problemi.Un GRAZIE grandissimo

  252. in risposta al post di marco da bolognahttp://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2009/01/13/irpef-2009-aliquote-scaglioni-calcolo-addizionali-detrazioni.htmlAl momento purtroppo non ho le buste paga dietro xche mi sto trasferendo ma sono certa che non confondo il netto con il lordo.PEr i 3 mesi lavorati luglio agosto settembre lo stipendio mensile lordo era di poco inferiore ai 1500 euro e netto erano circa 990 euro.Lavoravo come barrista assunta di 5° livello.Sugli importi del mio reddito lordo posso aver sbagliato ma in più ho calcolato tutto aggiungendo sempre qualcosa.SIcuramente non ho passato i 15 mila euro lordi anno ci metto la mano sul fuoco anche perchè è il mio reddito che ho più o meno tutti gli anni.SIcuramente non ci sono stati errori su di me questo lo capisco perchè è una cosa generale quello che mi interessa sapere è come mai solo quest anno ho avuto questo conguaglio irpef,mentre negli anni precedenti con gli stessi lavori stessi periodi di disoccupazione stesso reddito non mi era mai stato fatto questo conguaglio a gennaio.E cosi vale per una mia amica che ha lo stesso lavoro da anni stesso reddito e a gennaio anche ha avuto questo conguaglio.Sembra quasi che fino a quest anno si scordavano di fare questo conguaglio(cosa abbastanza impossibile)e quest anno si sono ricordati.Oppure il calcolo dell irpef è stata cambiato?Possibile che gli anni passati l irpef non venisse contata su qualcosa tipo la tredicesima,la liquidazione o che altro..e quest anno invece viene applicata anche li?Ripeto che è una cosa che hanno fatto a tutti ma mi interessava capire il perchè con una situazione economica e lavorativa uguale agli anni precedenti quest anno c e stata questo maxi conguaglio.NE approfitto per ringraziare il nostro presidente che tanto si pavoneggia in tv dicendo che nel momento di crisi mondiale ha esteso i sussidi ai disoccupati anche per gli apprendisti collaboratori a progetto ecc…e poi arriva una stangata del genere a tutti i disoccupati.. gli apprendisti alla fine dei conti non l avranno mai la disoccupazione,c e passato il mio ragazzo che per “una postilla” nel decreto non l ha presa e per i collaboratori a progetto a leggere da internet pare che anche loro non riescano a prenderla!!

  253. Ciao alessandromarch,a fronte di un fatturato di 60 mila euro più iva l’imposta irpef è circa 20 mila euro. Questo se non ci sono oneri deducibili…In realtà abbatterai l’imponibile Irpef con tutta una serie di spese detraibili legate alla tua attività, quindi l’irpef da pagare sarà sicuramente inferiore a 20 mila euro.Ad esempio le spese di benzina e auto sono detraibili in parte o totalmente in funzione dell’uso che ne farai (esclusivo alla tua attività o promiscuo).Per quanto concerne i contributi previdenziali (fondo pensione) sono circa il 25% del totale delle tue entrate.

  254. ciao Mariasole,purtroppo il calcolo non è proprio automatico perchè ci sono in ballo una serie di paramatri e di alternative contrattuali.Come diciamo che in linea di massima il lordo si aggira attorno a 36 mila euro per 13 mensilità e 39 mila euro per 14 mensilità.in bocca al lupo per il nuovo lavoro di tuo figlio e se puoi dai una mano alla nostra iniziativa linkando le nostre pagine.ciao

  255. Complimenti per il vostro sito. Avrei anche io un quesito da porvi: mio figlio inizierà un lavoro con contratto a tempo determinato di 1 anno nel campo informatico. Per quanto riguarda la parte economica ha chiesto una paga netta mensile di 1.850,00 euro (x 14 mensilità). Presumo che il contratto che verrà stipulato indicherà un importo annuo lordo. Per avere un netto in busta di 1850 euro mensili , quale deve essere l’importo annuo lordo? Il netto terrà conto anche delle ritenute per addizionali regionali e comunali? Vi ringrazio per i chiarimenti. Grazie!

  256. Per la pensione dipende dalla cassa previdenziale in cui sarai iscritto, ogni cassa ha livelli di trattenuta previdenziale propri. Ad esempio c’è la cassa degli architetti, quella degli avvocati, quella dei lavoratori dipendenti privati, quella dei lavoratori dipendenti pubblici e via discorrendo…In generale più è prestigiosa e lucrosa la professione a cui appartieni e meno andrai a pagare di trattenute

  257. un quesito.attualmente sono dipendente ma sto per trasformare il mio rapporto di lavoro da dipendente ad autonomo, sempre collaborando con la mia attuale azienda.Ho calcolato che dovrei fatturare nei 12 mesi circa 60.000 euro di provvigioni piu’ iva.Mi chiedo:per la pensione come e quanto dovro’ pagare??questi soldi che paghero’ verrano detratti dal fatturato per pagare meno IRPEF?quindi quanto pagherei di IRPEF alla fine?e le spese di benzina come le posso recuperare?Grazie e complimenti

  258. @ Michela e Giovannino Michela, anche io la intendo al tuo stesso modo. Forse Giovanni confonde reddito lordo con reddito netto… Quello che la moglie di Giovanni percepiva era la pensione netta ossia al netto di tutte le trattenute. Mentre i conti vanno fatti con la pensione lorda.Giovanni se i conti non ti tornano ancora scrivici gli importi e vediamo se riusciamo ad aiutarti. Oppure puoi rivolgerti all’ufficio preposto dell’inps loro ti spiegheranno il meccanismo di calcolo della tua pensione di reversibilità e potrete verificare la congruità delle cifre ;)Caro Giovanni aiutaci a diffondere l’iniziativa di questo blog, più siamo e più ci potremo aiutare a vicenda. E’ sufficiente linkare queste pagine dai tuoi social networks e siti web.Segnala anche ai tuoi amici le pagine che possono essere utili o di interesse.ciao

  259. ciao Giovanni, la normativa parla solo del 60% di reversibilità e poi in caso di altri redditi del “superstite” ci sono le riduzioni del 25%, 40% e 50% in funzione dei suoi livelli di reddito. Non ho ben capito gli altri calcoli che fai, ma dato che la normativa è alquanto cervellotica comprendo bene il tuo disorientamento.Tu Barbara la intendevi diversamente?

  260. Cara Barbara di Bari sei stata molto gentile nel rispondermi ma forse ho descritto male le mie perplessità sulla pensione di reversibilità. Cerco di spiegarmi meglio:Accertato il 60% di reversibilita e la decurtazione del 25% per il reddito percepito dal superstite, perchè la somma derivante deve essere sottoposta due volte a ritenuta IRPEF, prima nel calcolo della reversibilità sensa alcuna detrazione e successivamente nel cumulo delle pensioni portando così la trattenuta totale IRPEF sulla stessa somma a circa il 45/50% ?

  261. ciao Jacopo, hai letto bene: entro gli 8.000 euro di reddito lordo, i lavoratori dipendenti non pagano l’irpef.Ma attenzione gli 8.000 euro di esenzione sono relativi al reddito di 12 mesi lavorativi e non di soli 2 mesi come nel tuo caso…Per cui il conteggio che ti è stato fatto è tristemente corretto caro jacopo :(Continua a seguirci e a sostenere la nostra iniziativa linkando questa pagina o inviando ai tuoi amici gli articoli che pensi possano essere utili anche a lorodiffondiamo la conoscenza economico-fiscale fra il maggior numero di persone 🙂

  262. Ciao, complimenti per le preziose informazioni. Volevo porti un mio dubbio… ho iniziato a lavorare dal 2 di novembre dell`anno 2009. In totale al lordo ho guadagnato 3524.56 euro. nel modello cud mi viene presentata un’irpef lorda di 810.65 che è esattamente il 23% del mio lordo. le detrazioni sono di 302.47 euro. volevo sapere, siccome cercando su intenet ho visto che sotto 8000 euro annuali non dovrebbe esserci imposta Irpef, volevo sapere se sono io che sbaglio qualcosa o se devo comunicare ai datori di lavoro che non ho avuto altri guadagni nel 2009… grazie saluti!

  263. mah caro lorenzo continuo ad essere dubbioso in merito, su internet si trova tutto e il contrario di tutto, quello che fa la differenza è a fonte…a me risulta quanto segue:”Se il fabbricato produce un reddito da locazione, l’imponibile per il calcolo dell’Irpef si ottiene confrontando la rendita catastale e il reddito effettivo ridotto del 15% (a titolo di deduzione forfetaria delle spese sostenute per produrre il reddito), e prendendo per il calcolo la cifra più alta tra le due.”Se ad altri risulta differente prego di comunicare anche le fonti o i riferimenti normativi. Qui diamo informazioni affidabili e verificate per aiutarci l’un l’altro e non per creare ulteriore confusione sul già dilagante caos informativo italiano ;)w la libera informazione finanziaria

  264. Ciao,mia madre casalinga e senza pensione tra un paio di mesi inizierà a percepire un reddito da affitto per un totale di 6000 Euro annui.Questo reddito è l’unico reddito che ha.A quanto ammonterebbe la NO TAX AREA per reddito da affitto? solo 500 euro oppure 4800 euro?C’è una bella differenza… con 500 euro di tetto pagherebbe (6000-500)*23% = 1265 euro di irpef all’annocon 4800 euro di no tax area pagherebbe (6000-4800)*23% = 276 euro di irpef

  265. ciao Federica,con 25-26 mila euro di reddito da lavoro autonomo al netto dell’iva, l’ipef da pagare si aggira attorno ai 3mila euro.Tranquilla Federica, non ci sono ne anticipi ne garanzie da pagare per aprire la partita iva, semplicemente a giugno e a novembre dovrai pagare due rate d’acconto irpef sul reddito dell’anno in corso.Sulla scelta di cosa fare, ci sono pro e contro in entrambi i casi… ti consiglio di scegliere in funzione delle tue aspirazioni e comunque di informarti e confrontarti con amici e conoscenti che hanno la partita iva magari nel settore in cui vorresti lavorare.in bocca al lupo, ciao

  266. Informazioni sull’irpef molto utili, vi ho linkati dal mio facebook, avrei bisogno di un calcolo essendo indecisa se prendere la partita iva o no.Con circa 25-26 mila euro annui lordi quanta irpef andrei a pagare? è vero che alla partenza debbo pagare una sorte di anticipo o garanzia proporzionale ai miei presunti compensi e che è molto elevato? e di quanto sarebbe?cosa mi consigliate di fare, la libera professionista o la precaria in cerca di impiego fisso?grazie per le risposte che vorrete darmi, farò certamente il passaparola della vostra lodevole iniziativa

  267. @ Antonio da NapoliSì Antonio, ti confermo che sia gli scaglioni che le aliquote irpef pubblicate in questo post si applicano al reddito da pensione 2010, come a qualsiasi altro reddito personale.ciao e buona giornata ;)PS: Aiutaci anche tu a diffondere la libera informazione economica, invia ai tuoi amici i link degli articoli che possono essere utili o linka le nostre pagine sui tuoi social networks. grazie.

  268. Ciao Rita,l’irpef di 60 mila euro lordi annuo è circa 19.500 euro.Segnala ai tuoi amici le nostre pagine che possono essere a loro utili, aiuterai la diffusione dell’informazione finanziaria libera ;)ciao

  269. salve a tutti, mi potreste aiutare sul calcolo dell’irpef?Purtroppo i numeri non sono il mio forte e avrei bisogno di sapere quanto andrò a pagare di irpef nel 2010 se riceverò complessivamente circa 60mila di euro lordi.siete unici, vi ho linkato sia sul mio facebook che da twittergrazie, ciao

  270. Ciao Carlo, temo tu stia facendo un po’ di confusione nei calcoli. Infatti il tuo imponibile irpef 2010 è inevitabilmente più alto del tuo imponibile irpef 2009, per il fatto che si incrementa l’importo tassato nello scaglione irpef superiore. Questo perchè nel 2009 hai ricevuto solo 9 mensilità pensionistiche mentre nel 2010 ne riceverai 12.Conseguentemente le tasse irpef 2010 saranno complessivamente più alte del 2009 e non certo per una differenza di 4 euro…Spero di essere stato sufficientemente chiaro, in caso contrario chiedimi pure.Ricordati di seguire la netiquette di questo blog linkando le pagine del blog o inviando link ad amici a cui possano essere utili le informazioni finanziarie segnalate. Chi risponde alle domande poste da tutti noi sostiene la libera diffusione delle informazioni economiche 😉

  271. Caro Filippo da Milano,33mila euro iva inclusa di entrate 2010 significa che di reddito irpef hai € 27.500,00.Dunque la tassazione irpef 2010 su € 27.500,00 è poco meno di 6.900 € a cui si aggiunge l’addizionale irpef del tuo comune e della tua regione (decimi di punto percentuale ciascuno).Aiutaci anche tu a diffondere la libera informazione economica, invia ai tuoi amici i link degli articoli che possono essere utili o linka le nostre pagine sui tuoi social networks. grazie.

  272. Salve, fin dal mese di Gennaio 2010 ho notato che il netto della mia pensione Inps accreditato sul mio conto bancario risultava inferiore rispetto a quanto avuto fino al dicembre 2009. Entrando nel dettaglio del pagamento, e con riferimento a quanto mi ha comunicato l’INPS per lettera, l’importo inferiore è da attribuire in larga parte alle trattenute per addizionale comunale e regionale. Ciò che stupisce, e non penso solamente a me, è che la comunicazione INPS fa riferimento anche ad un aumento della mia pensione lorda (perequazione automatica) da € 3581,86 ad € 3.602,99 ……ben 21,13 Euri !! che al netto si traducono con una perdita di € 20 circa perchè la nuova IRPERF calcolata passa dal vecchio importo di € 1.001 al nuovo di € 1.041 ………ma sapete per caso come si chiama questo gioco ? …….. Come fare a verificare l’esattezza dei conteggi effettuati ? perchè, anche considerando l’anno 2009 non completo (sono andato in pensione da aprile) l’aliquota IRPEFapplicata, rientrando nella medesima fascia di reddito, dovrebbe essere la stessa e pertanto un aumento della trattenuta dovrebbe tradursi più o meno in 4 EURI e non più.Potete aiutarmi a far chiarezza ?Grazie Carlo da Palermo

  273. complimenti per l’iniziativa, ottimo blog. avete il mio pieno sostegno, vi ho linkato.Dai miei calcoli nel 2010 dovrei fatturare senza grande fatica circa 33mila euro, comprensivi di iva. Sono un uomo di estrazione umanistico-letteraria, i numeri non fanno proprio al mio caso e non ci ho capito molto della questione dell’aliquota e degli scaglioni, chi mi può dare una mano a calcolare quanto andrò a pagare di irpef nel 2010?grazie e w la libera informazione finanziaria!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.