Terremoto in Abruzzo: aiuti e donazioni per L’Aquila e le popolazioni degli Abruzzi colpite dal terremoto

3.JPG

Crisi Finanziaria sostiene gli aiuti e le donazioni alle popolazioni dell’Abruzzo colpite tragicamente dal terremoto dei giorni scorsi.

Contribuiamo tutti alla solidarietà in soccorso ai nostri amici abruzzesi, diamo una mano ai terremotati donando anche semplicemente una piccola cifra alla Croce Rossa Italiana o alla Protezione Civile Italiana.

Puoi donare mediante bonifico bancario, bollettino postale o anche con un semplice sms.

Anche un piccolissimo contributo da parte di tutti noi sarà di gradissima utilità per le popolazioni martoriate dal terremoto.

Ecco i principali referimenti a cui è possibile donare il nostro aiuto:

– Manda un sms al 48580 da Tim, Vodafone, Wind, 3Italia e Fastweb. Donerai automaticamente un euro alla Protezione Civile Italiana a favore delle popolazioni terremotate;

– Donazioni per la Croce Rossa Italiana mediante bonifico bancario al conto corrente n. 218020 presso Banca Nazionale del Lavoro, Filiale di Roma Bissolati, via San Nicola da Tolentino 67 – Roma. Codice Iban IT66 C010 0503 3820 0000 0218020. Ricordati di inserire nella causale la dicitura: “Pro terremoto Abruzzo”;

– Le associazioni di volontariato o i singoli volontari possono contattare il Centro operativo della Protezione Civile di Pescara telefonando allo 0852057631.

 

Grazie a tutti di vero cuore.

Dai anche tu un aiuto a favore delle popolazioni abruzzesi colpite dal devastante terremoto. Crisi Finanziaria sostiene gli aiuti e le donazioni alle popolazioni dell’Abruzzo colpite tragicamente dal terremoto dei giorni scorsi. Contribuiamo tutti alla solidarietà in soccorso ai nostri amici abruzzesi, diamo una mano ai terremotati donando anche semplicemente una piccola cifra alla Croce Rossa Italiana o alla Protezione Civile Italiana. Puoi donare mediante bonifico bancario, bollettino postale o anche con un semplice sms. Anche un piccolissimo contributo da parte di tutti noi sarà di gradissima utilità per le popolazioni martoriate dal terremoto. Ecco i principali referimenti a cui è possibile donare il nostro aiuto: – Manda un sms al 48580 da Tim, Vodafone, Wind, 3Italia e Fastweb. Donerai automaticamente un euro alla Protezione Civile Italiana a favore delle popolazioni terremotate; – Donazioni per la Croce Rossa Italiana mediante bonifico bancario al conto corrente n. 218020 presso Banca Nazionale del Lavoro, Filiale di Roma Bissolati, via San Nicola da Tolentino 67 – Roma. Codice Iban IT66 C010 0503 3820 0000 0218020. Ricordati di inserire nella causale la dicitura: “Pro terremoto Abruzzo”; – Le associazioni di volontariato o i singoli volontari possono contattare il Centro operativo della Protezione Civile di Pescara telefonando allo 0852057631. Grazie a tutti di vero cuore.

Terremoto in Abruzzo: aiuti e donazioni per L’Aquila e le popolazioni degli Abruzzi colpite dal terremotoultima modifica: 2009-04-08T19:22:00+02:00da giulia.gossip
Reposta per primo quest’articolo

20 pensieri su “Terremoto in Abruzzo: aiuti e donazioni per L’Aquila e le popolazioni degli Abruzzi colpite dal terremoto

  1. Ho letto da qualche parte (ma ho rimosso per evitare di sporcare a terra …) e spero non sia vero che Vespa ha fatto partire per un po’ di tempo una raccolta in diretta per le Chiese dell’Abruzzo…mmmmmmmmmmmmmmmmmmDi certo la priorità in questo momento… così che si facciano la doccia nell’acqua santa… e dormano sul marmo belli freschi… ho altre immagini dissacranti, molto più satiriche e crude, che evito di citare … per non offendere la fede religiosa di alcuni lettori…. ;-)Ospedali, centri di recupero, scuole? ma no no… vai con le chiese… sono la priorità. Un manicomio per Vespa anche sarebbe utile… 😉 no?Ciao,Mario

  2. Ieri sera ad Anno Zero il vescovo dell’Aquila con una serie ininterrotta di sorrisi e sguardi che sprizzavano gioia e felicità (che ci sia da essere felici lo sa solo il Signore, o forse era per via del fatto che la casa vescovile non è stata intaccata dal terremoto) ha spiegato che la vignetta di Vauro che ha destato i suoi strali non riguardava i morti dell’Aquila ma quella in cui veniva preso in giro Berlusconi…Che vergogna 🙁

  3. Sì hai proprio ragione Forza Abruzzo, la penso anche io come te, purtroppo in giro c’è molta ignoranza ed egoismo.Però c’è anche molta solidarietà e altruismo, lo dimostrano i volontari accorsi in aiuto ai terremotati e le donazioni.

  4. Caro Mario,concordo con tutto quello che hai scritto compreso il migliore modo di morire. Se penso invece ai poveri abitanti dell’Aquila e d’intorni uccisi non dal terremoto ma da chi ha costruito con cemento disarmato per fare più soldi o pagare le tangenti ai politici corrotti!!!Facci sapere per striscia la notizia, bell’iniziativa la tua. Non volevo essere critico nei tuoi confronti è l’esasperazione che mi ha fatto sbottare. L’esasperazione per quanto il popolo italiano si faccia letteralmente rovinare da politici corrotti e collusi.Ma con quale coraggio si preferisce costruire un ponte quando non siamo in grado di garantire scuole e ospedali sicuri per i nostri figli!!!Come è possibile che il popoli italiano non si renda conto dell’inganno di cui è vittima!!!

  5. Ciao “Forza Abruzzo!!!”,io non ho scritto su quanti hai scritto tu perchè ci ha pensato già Grillo… specialmente dell’ospedale dell’Aquila… Poi ora al Tg3 ho sentito che stanno per aprire un’ispezione verso Annozero perchè giovedì scorso hanno detto che la protezione civile non ha fatto il suo lavoro controllando e ispezionando nuovi e vecchie abitazione in una zona antisismica…Il ponte a me fa ridere… hai sentito cosa ne diceva Fiorello Show nella prima puntata…? ti invito ad andare a vederlo su Youtube.La mafia l’abbiamo ormai esportata, vi consiglio Gomorra di Saviano e L’oro della Camorra di Rosaria Capacchione… alcuni paesi la hanno già… in altri gliela porteremo noi… non devono preoccuparsi… non ne abbiamo anche per loro ;-)Io insomma sono d’accordo su tutto quello che tu hai scritto… e mi sento male in ogni telegiornale o notizia… basta riflettere dietro le parole e le notizie… bisogna applicarsi un minimo… ma molto poco…La mia segnalazione è una goccia nell’oceano, ma se le Iene e Striscia (a cui l’ho mandata subito dopo averlo scritto qui) ne fanno un servizio e (come sembra) mi avvisano… allora ve lo faccio sapere in anticipo, così vi fate 2 “risate” satiriche di indignazione…Che paese… come migliorarlo? Ciao,Mariop.s. ieri Fortapàsc, bellissimo film. Se si potessere scegliere come morire quello sarebbe un modo che sceglierei… non voglio morire, ma potendo scegliere… resta impressa l’espressione di Giancarlo poco prima… non dico di più… per chi non l’ha visto…

  6. però Mario, che attenzione!!!lavori di fino tu… Se le cose stanno così hai sicuramente ragione, però prima di andare a vedere il pelo ahimè sempre opinabile e soggettivo io mi indignerei per cose ben più grossolane e vergognose…Ad esempio una fra le tante la questione del ponte in Sicilia: in tutta Italia abbiamo ospedali, scuole ed asili che si sgretolano come torte brisè e invece di intervenire su queste cose ESSENZIALI si buttano via miliardi di miliardi (alle fine questo sarà il costo complessivo) in un’opera faraonica che farà la fine dell’altrettanto faraonico tunnel della manica (a rischio chiusura per fallimento).Senza contare che in Sicilia e Calabria noi abbiamo mafia e ndrangheta che Francia e Inghilterra non hanno…Alla domanda se è meglio fare il ponte o ospedali sicuri, il nostro primo ministro non ha risposto ovviamente “prima mettiamo in sicurezza gli ospedali e le scuole e poi penseremo al ponte sullo stretto” bensì ha ribattuto con il vergognoso: “il popolo Siciliano ci chiede il ponte sullo stretto, noi faremo il ponte sullo stretto”.Non credo proprio che il popolo Siciliano chieda il ponte anzichè scuole e ospedali sicuri, soprattutto considerando che la Sicilia e la Calabria sono regioni ad altissimo rischio sismico e che ad esempio il terremoto del belice che colpì la Sicilia rase al suolo il 90% delle costruzioni…Cosa ne pensi tu Mario?

  7. Perchè la notte tornare a casa in elicottero in Sardegna e dormire una notte lì?…. 😉 Obama l’avrebbe fatto…. ?Ieri Raiuno, trasmissione a pranzo di Pasqua, SMS al 48580 pubblicizzato di continuo… ottimo…. è anche qui, io ne ho mandato solo 1 (per ora).Ma poi avete notato, l’avete visto? Esce fuori un sondaggio politico???????? Se il terremoto fa riavvicinare sinistra e destra…….. era la domanda fondamentale per loro………………aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaStavo per vomitare…. Un SMS per votare!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ma sono pazzi? un SMS dal costo di 75 centesimi…. ditemi che mi sbaglio…. per favore…Ditemi che anche quei 75 centesimi andranno a terremotati… e non ai gestori di telefonia…Ditemi non ci sono 10mila anziani o più che hanno sbagliato il numero SMS a cui mandare… perchè uscivano entrambi di continuo…. non sanno di aver sbagliato…Penso male io? Nessuno ha sbagliato?…. La Rai non se n’è accorta? Sono un bastardo insensibile? L’importante è che qualcosa sia arrivato…? si fa male a volere di più? e a pensar male?Ciao,Mario

  8. PERCHE’ I POLITICI NON DEVOLVONO UN MESE DEL LORO STIPENDIO (NON SI RIDURREBBERO SUL LASTRICO) AGLI SFORTUNATI FRATELLI ABRUZZESI??PERCHE’ NON BLOCCARE IL JAKPOT DEL SUPERENALOTTO DI 40.000.000 DI EURO E DARLO AI POVERI SINISTRATI?PERCHE’ NON DARE L’8 PER MILLE AGLI ABRUZZESI?MEDITA BERLUSCONI MEDITA.

  9. Che tragedia ragazzi!!!Complimenti a questo blog che riporta solo i riferimenti di aiuti ufficiali. In giro ci sono sciacalli informatici che mettono i riferimenti bancari dei proprio conti correnti, roba da non credere!Di nuovo complimenti ragazzi e forza Abruzzo!!!

  10. Che dramma ragazzi, forza Abruzzo. Questa sera fa particolarmente freddo dalle mie parti, spero abbiate coperte sufficienti per potervi scaldare.ho visto tanti bei gesti in aiuto della vostra sofferenza, spero che anche il mio anche se è una goccia nell’oceano sia di aiuto per voi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.