56 Responses

  1. saulo
    saulo at |

    Mi sembra di capire che lo scaglione di reddito da 15mila,01 a 28mila euro sarà il più tartassato sia per un aumento di imposta del tre per cento, che per minori deduzioni ecc.Mentre lo scaglione tra 28mila,01 e 55mila euro è il più agevolato perchè avrebbe un risparmio dell’8 % di imposta ! E’ così ? In base a quale logica viene fatta questa scelta tra i due scaglioni ? Come la si giustifica ?

  2. Marco da Milano
    Marco da Milano at |

    Ciao saulo, per me chi ci ha guadagnato di più sono quelli con un reddito di oltre 75.000 euro perchè risparmiano il 3% netto rispetto al loro attuale scaglione irpef inoltre si bevono il risparmio che gli altri hanno sugli scaglioni più bassi.Qui trovi come avviene il calcolo matematico dell’irpef:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2011/02/01/calcolo-irpef-2011-aliquote-scaglioni-detrazioni-deduzioni.html+siamo +aiutiamo :)

  3. scolle
    scolle at |

    non ho parole, siamo alle solite, piu’ guadagni meno paghi!!!!!

  4. Milena da Milano
    Milena da Milano at |

    eh sì scolle, solo chi ha alti redditi ha un bel risparmio, per i medio bassi cambia ben poco o addirittura è peggio se poi allargano la base imponibile addirittura si finisce per perderci…E poi l’assurdo è che per sta presa in giro di aliquote Tremonti vuole aumentare l’Iva! Piuttosto lasciate tutto uguale ma non taccate l’iva!

  5. liberty kid
    liberty kid at |

    ….per compensare le minori entrate da tassazione IRPEF… ma di quali minori entrate parla il sig.Tremonti e “compagni”. Questa manovra è una (solita) spudoratezza di chi dimostra la misconoscenza dei più elementari principi democratici ed opera (sempre) a suffragio dei più abbienti, massacrando sempre di più la classe media che da sempre ha costituito il volano dei consumi; io,con un reddito imponibile di € 36.774,00 dovrò pagare circa € 750,00 in più mentre chi guadagna molto di più risparmierà anche € 5000’00.Chi vive nelle stanze del potere si sente un garantito e non gli importa nulla delle reali esigenze del POPOLO ITALIANO di cui una fascia sempre maggiore è quasi alla fame, a LORO basta soddisfare le istanze sfrenate di un “superio” ormai incontrollabile del nostro Premier e per il resto:”…chi se ne fotte!!!…” Lo dico a Lei, sig.Berlusconi, mi dispiace di essere sempre stato un uomo di destra e di averla anche (ahimè) votata.

  6. Milena da Milano
    Milena da Milano at |

    @ liberty kid ha scritto sabato, 02 luglio 2011Giusto liberty kid, anche io son di destra ma non ho mai votato Berlusconi. Il punto è che Berlusconi non è ne di destra ne di sinistra, Berlusconi è semplicemente per se stesso.Ha il talento di essere una persona molto furba e con un’ intelligenza sopra la media. Questi due talenti insieme alle sue televisioni e ai suoi soldi gli hanno permesso di abbindolare gli italiani meno intelligenti di lui. Ecco spiegata la carriera politica di Berlusconi.Ma le bugie alla fine hanno le gambe corte e piano piano gli italiani si stanno rendendo conto di essersi fatti infinocchiare ben bene.Questa riforma è l’ultima delle prese in giro, per chi ha redditi bassi non cambierà nulla, anzi le cose peggioreranno soprattutto se Tremonti aumenterà l’iva. Mentre chi ha redditi alti si troverà alla fine dell’anno un extra bonus da 5 mila euro in sù.Tutti gli organi di stampa e le televisioni non fanno altro che pompare la notizia di questa riforma… ma che riforma fiscale d’egitto! La riforma fiscale è ben altra cosa… Questa è un semplice piccolo ritocco delle aliquote a favore di chi sta bene e a svantaggio di chi ha un reddito medio!

  7. saulo
    saulo at |

    cari colleghi nello “sconforto fiscale”,sono d’accordo con quello che scrivete: vorrei richiamare la vostra attenzione in particolare sui due scaglioni che vi avevo segnalato, perchè è proprio su quei due che c’è una “stranezza” particolare e più evidente ! Infatti chi ha un imponibile ad esempio di 16 mila € è più vicino come potere d’acquisto e problemi consegnuenti a chi ne guadagna ad esempio 14 mila(cioè aliquota 20 %): perchè allora questo scaglione dei 16 mila viene spostato all’in su e va insieme a quello dei 55 mila euro ?Come vi segnalavo in precedenza è illogico ! Qualcuno è in grado di dare un parere tecnico ? Perchè lo scaglione da 15.000,01 a 28.000 euro passa al 30% e quindi perde il 3 %; mentre quello da 28.000,01 a 55.000euro passa ugualmente al 30% e risparmia un 8 % ???Mi interesserebbe capire in base a quale criterio(logico, oppure finanziario, oppure politico, oppure altro)si prendono decisioni di questo genere ?! C’è un tencico od un politico che possa illuminarci ?Grazie

  8. pacato
    pacato at |

    Per LibertY Kid, attualmente per un reddito lordo di € 36.774,00 questa è l’mposta lorda:23% su Euro 15.000,00 = € 3.450,0027% su Euro da 15.000,00 a 28.000,00 (€ 13.000,00) = € 3.510,0038% su Euro da 28.000,00 a 36.774,00 (€ 8.774,00) = € 3.334,12Totale imposta lorda € 10.294,12Con la riforma l’imposta potrebbe essere la seguente:20% su Euro 15.000,00 = € 3.000,0030% su Euro da 15.000,00 a 36.774,00 (€ 21.774,00) = € 6.532,20Totale imposta lorda € 9.532,20Risparmio con la riforma € 761,92Provo tanto stupore che uno di destra con tale reddito non sappia fare bene i conti, ma, non è che magari sei diventato di sinistra?Cordialità.

  9. sergio
    sergio at |

    sono pensionato con imponibile annua di euro 25.000 simpatizzante del PDL, se passano queste nuove aliquote unite al blocco della rivalutazione della pensione il mio danno economico sarà di circa 350 euro l’anno e diminuirà il mio tenore di vita. Caro Dr.Tremonti indovini il mio voto alle prossime elezioni a chi verrà dato.

  10. liberty kid
    liberty kid at |

    “Per Pacato da liberty kid”Mi auguro che i conti da te effettuati corrispondano al vero, in tal caso mi scuserei, ma, purtroppo, mi è giunto all’orecchio che qualcuno intende applicare le aliquote a mo’ di cedolare secca e non con conteggi scaglionati, in tal caso, io e gli altri, perderemmocirca € 750 e credimi ,di cuore, mi auguro di sbagliarmi.Senza rancore.P.S.Essere di destra non significa essere Berlusconiano!

  11. pacato
    pacato at |

    Caro Liberty Kid, i conti da me fatti sono basati sulle informazioni finora in possesso a te come a me. Rileggi meglio l’introduzione all’articolo, quanto d’insensato hai scritto e peggio ancora, poiché ribadito. I calcoli sono dati oggettivi che non possono essere condizionati dalle classiche voci di corridoio: sì, se, ma e però… “a mò di cedolare secca”.In base a quanto affermi, come farebbero ad essere avvantaggiati coloro che quadagnano molto, se non proprio in virtù del sistema di tassazione a scaglioni che rimarrebbe comunque tale?Vuoi forse dire che chi guadagna 55.000,00 Euri annui pagherebbe il 30% di aliquota e chi invece, guadagna 55.001,00 pagherebbe il 40% di aliquota IRPEF?Caro Liberty Kid, fare due conti prima di scrivere non significa essere “berlusconiano”.La tua precisazione, conferma ancora una volta, e, non ce n’era davvero alcun bisogno, il “dilagante pressapocchismo d’opposizione” che s’identifica spesso con la “faziosa disinformazione” dettata solo e unicamente dall’antiberlusconismo.Non ti scusare con me, bensì dovresti piantarla d’insultare la tua intelligenza.Con tanto affetto, io mai votai Berlusconi.

  12. liberty kid
    liberty kid at |

    Caro Pacato, da quello che tu scrivi, con forte ed evidente risentimento, a me pare che tu, non solo hai sempre votato Berlusconi, ma che tu faccia parte, probabilmente del suo entourage politico. Se fosse così, mi dispiace per te.Con cordialità.

  13. Ugo U.
    Ugo U. at |

    @ liberty kidAnche io ho avuto la tua stessa impressione… solo un berluscones può difendere in modo così accanito una manovra penosa e vergognosa.anzichè tartassare per l’ennesima volta noi onesti lavoratori andate a prendere il denaro dell’evasione e tagliate realmente i costi della politica non fra tre anni!fate schifo!

  14. pacato
    pacato at |

    Il mio non è risentimento gentile Liberty Kid, forse il tuo lo è, poiché con palese pregiudizio scambi lucciole per lanterne. Ti rammento che tu stesso hai dato prova di errare, io la ho solo evidenziata.Sono un genuino liberale da non potermi permettere di schierarmi con l’attuale maggioranza.Detto ciò, giacché queste considerazioni non interessano proprio a nessuno, voglio ancora una volta essere solo costruttivo, null’altro. Se rileggi l’articolo più sopra, esso riporta tra le altre cose anche questo concetto:”Fuor di metafora significa che detrazioni, deduzioni e bonus fiscali saranno ridotti per compensare le minori entrate da tassazione irpef e dunque di necessità i risparmi saranno inferiori per la maggior parte delle categorie contributive.”Vogliamo riflettere insieme su questo concetto che riguarda il “Bancomat di Stato”?Per Bancomat statale, intendo dire tutte quelle detrazioni che procurano la restituzione di imposte già versate e che spesso coincide proprio con il corrente mese di luglio, anche attraverso il modello 730 presentato recentemente dai contribuenti. Sai a quanto ammonta questa cifra? Ben 161 miliardi di euro. Buona parte di questi 161 miliardi di euro all’anno viene restituita ai contribuenti che possono godere delle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico, ristrutturazioni etc. etc.. Ovviamente non mi permetterei mai di mettere in discussione le detrazioni sui medicinali e altro, sono sacrosante e persino insufficienti.Con il tuo reddito caro Liberty Kid e anch’io con il mio, non ci possiamo avvalere più di tanto di queste agevolazioni. Questo perché per intraprendere lavori di ristrutturazione, risparmio energetico etc., bisogna possedere una marcata “propensione al risparmio” e quindi un reddito che non sia al limite della sopravvivenza. Mi segui? E’ probabile che necessitiamo di un mutuo per cambiare i soli infissi e quindi dobbiamo stare molto attenti nel ponderare molto bene le nostre scelte.Ora, lo sai chi sono coloro che più di ogni altro possono beneficiare del Bancomat Statale? Non io, non te e gli altri come me e te, ma coloro che possiedono redditi oltre una certa soglia. Diciamo dai 60-70-80 e oltre mila euro all’anno. Questi individui possono godere di tante, “troppe agevolazioni fiscali” che non c’è che l’imbarazzo della scelta, perché godono dei presupposti per poterlo fare. Il risultato finale è il seguente: è vero che hanno pagato tanta imposta IRPEF ed è vero però, che gli viene pure restituita fino all’ultimo centesimo e tutto a norma di legge. Tranne pure le conclusioni che vuoi, ma alla fine chi veramente paga le tasse da potersi ritenere un “vero contribuente” sono in pochi.Credo fermamente che tutto ciò richieda una profonda riflessione e se qualcuno al governo (chiunque esso sia), mette mano per rimediare con una rimodulazione a questa palese sperequazione non posso che condividerla. Tutto qui.

  15. ANTOS
    ANTOS at |

    con un reddito di 40 milioni di euro dichiarati nel 2009, Berlusca risparmiera’ il 3% praticamente su quasi tutta la cifra, avendo un risparmio di BEN 1 MILIONE e 200 MILA EURO DI TASSE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  16. Martin da Roma
    Martin da Roma at |

    @ ANTOS ha scritto lunedì, 04 luglio 2011eh sì caro ANTOS, quel milione e 200 mila euro che il nostro premier si risparmia di tasse gli servono per pagare le varie escort che lo tengono per i coglioni (sia fisico che metaforico dato che solo a ruby ha dovuto dargli più di 200 mila euro perchè stesse zitta…)

  17. liberty kid
    liberty kid at |

    Altra novità capestro. Nella finanziaria di quest’anno è previsto che chi va in pensione nel 2011 e 2012 avrà corrisposta la liquidazione in tre rate, Io, purtroppo andrò in pensione proprio nel 2011 e contavo sul quel gruzzoletto( dopo 40 anni di lavoro ), non certo per sputtanarmelo con le escort, ma per aiutare mio figlio universitario di medicina a Milano i cui costi stanno strangolando la famiglia.Non tutti sanno che 25 giorni fa, i sigg. ministri e onorevoli si sono approvato un aumento di stipendio di €1300,00 e, non solo,una settimana dopo hanno approvato un altro provvedimento che garantisce (a vita ) alcune indennità parlamentari, anche quando non faranno più parte del parlamento. Naturalmente con approvazione bipartisan. Dove è finita la riduzione dei costi della politica? A questo punto, un padre di famiglia, che è assolutamente impotente davanti a queste atroci, reiterate e nefande ingiustizie, non può che accumulare un odio profondo verso tutti coloro che volutamente precarizzano il destino di milioni di famiglie italiane e non rinunciano mai, in un modo o nell’altro ai loro privilegi. VERGOGNATEVI!!! Avete restaurato “l’Anciene Regime” ma cercate di non dimenticarvi di quello che i francesi fecero il 14 luglio del 1789. Ve lo meritereste!

  18. Anticasta
    Anticasta at |

    Al 100% d’accordo con le parole di liberty kid. Indipendentemente da come la si pensi politicamente credo che tette le persone oneste ed equilibrate siano d’accordo con liberty kid.L’unico modo per cambiare la politica in Italia è diffondere la conoscenza per creare una coscienza politica diffusa.Nel nostro piccolo è quello che tentiamo di fare noi contro la casta politica italiana.Seguici su twitter, il nostro profilo è:http://twitter.com/Anticasta

  19. Gastone
    Gastone at |

    Ho letto i vari commenti relativi alle nuove aliquote.Purtroppo mi trovo a far parte di quei derelitti che attualmente vengono tassati con l’aliquota del 27% e dovrò subire quella del 30%.Al solito si deve colpire sempre i più piccoli.Come si pensa di risolvere queto grave problema ?Dovrà essere trovata ,per forza, una forma di compensazione.

  20. Anticasta
    Anticasta at |

    @ Gastone ha scritto mercoledì, 06 luglio 2011Caro Gastone, considera che come è scritto nel post, gli scaglioni al contrario delle aliquote non sono ancora certi al 100% per cui non è detto che tu andrai a pagare il 3% di più. Inoltre considera che comunque vada, tu sei nel secondo scaglione e i contribuenti negli scaglioni superiori usufruiscono dello sgravio degli scaglioni inferiori, per cui si può dire che nel tuo caso non avrai grandi vantaggi dalle nuove aliquote ma non dovresti comunque rimetterci.Premesso ciò, la riforma fiscale di Tremonti rimane una riforma nettamente sbilanciata verso chi guadagna molto perchè chi guadagna sopra i 75 mila euro ha uno sgravio di varie migliaia di euro pari al 3% mentre chi guadagna sotto i 30 mila euro si risparmia poche centinaia di euro o addirittura ci perde se le soglie di esenzione irpef saranno modificate…La stessa ingiustizia sociale si ripresenta nei bolli dei titoli di conto corrente, chi ha poche migliaia di euro in titoli obbligazionari o azionari perde sino al 90% del rendimento mentre chi ha centinaia di migliaia di euro perde solo qualche punto percentuale di rendita… Questo perchè il bollo non è proporzionale al capitale investito come sarebbe più giusto fosse.Alla faccia dell’equità sociale, in questo modo i meno abbienti saranno sempre più poveri, mentre i molto ricchi neanche si accorgeranno della stretta della finanziaria.Il governo sembra voler colpire chi guadagna poco, forse perchè porta pochi soldi allo stato?Anche per questa ottusa politica egoistica del governo noi protestiamo qui:http://twitter.com/AnticastaUnitevi a noi :)

  21. Elena
    Elena at |

    il mio reddito personale è 27000 euro circa, quindi sono fra quelli scontenti. E’ che devono stare bene attenti, perchè nella mia situazione, ovvero con un reddito medio-basso c’è la maggioranza dei lavoratori che incassa mensilmente fra i 1100 e 1500 netto mensile. Non solo, ma mia madre, 79 anni, ha una pensione di 500 euro al mese, è in dialisi, soffre di delirio cronico e vive sola con la badante. Io la supporto in tutti i modi ovviamente, ma l’Inps ha perso la sua domanda di aggravamento invalidità(inserita in internet da un esperto)da cui ci aspettavamo, una risposta positiva per un sussidio di accompagnamento. Preciso che non abbiamo raccomandazioni. Chi, se non lei, ne ha diritto. Che dire!?….li metterei tutti al muro. La soluzione? Correttezza, giustizia e sincerità, da parte di tutti, ma soprattutto da parte di chi ci governa; tutte qualità che nel nostro “bel paese” sono rare ormai. Le leggi bisogna scriverle tenendo conto dei reali bisogn,i all’insegna di queste qualità e non in base alle convenienze di partito. Aggiungerei una cosa molto imortante, la cassa pubblica è tale perchè tutti al bisogno possono attingere, ma di cui nessuno può abusare.

  22. Nando
    Nando at |

    Che schifo di governo speriamo che non andra in vigore e che cada prima sto governo di merdA

  23. riccardo
    riccardo at |

    caro ministro, ti prego, non toccare niente, non fare altri danni, non ripensare nuove aliquote o, peggio ancora, nuovi scaglioni se il risultato è QUESTO……daci un pò di respiro……non dico di fare come robin hood, ma almeno se proprio devi agisci in modo più giusto, non tartassare i soliti coglioni come me che già faticano, e non poco, a far quadrare il magro bilancio familiare…..E BASTA!!!!!!!!!

  24. SASSAIOLA
    SASSAIOLA at |

    con questa storia degli scaglioni di reddito non se ne può più devono tassare i consumichi più guadagna più compra ed è li che deve pagare le tasse. salvaguardando con speciali aliquote per chi acquista cose prodotte interamente nella comunità europea e dove le ditte sono assoggettate ad uno statuto dei diritti del lavoratore.per ciò che concerne lo scaglione dai 15.000 ai 28.000 è quello dove si annida la stragrande maggioranza degli evasori fiscali. la differenza al netto tra chi guadagna fino a 55.000 e lo scaglione precedente non è il doppio come al lordo ma bensì si e no il 20% in più. Per certi lavori che ti portano fuori casa 18 ore al giorno, se uno potesse scegliere non li farebbe

  25. max
    max at |

    io farei pagare più tasse a chi ha votato questo governo, che ormai è una cozzaglia di cazzate e totalmente incapace di fare riforme vere e serie.La soluzione c’è per salvarsi.. diventare ricchi!!!!

  26. carlotta
    carlotta at |

    la cosa più assurda che le aliquote si applicano sul reddito lordo ad esempio ad oggi avendo un reddito di circa 28.100 mi viene applicata l’aliquota del 38% ma il mio reddito netto è di circa 17.400

  27. san donaci
    san donaci at |

    io ho un reddito di 14700 euro 3 figli e moglie a carico e voglio solo piangere e spero che un giorno il piccolo popolo italiano insorga contro questi politici ladri … comunque noi siamo italiani e aumenta la benzina ,il pane ,iva,ecc…… per noi va sempre bene

  28. piluxinz
    piluxinz at |

    Vorrei fare una domanda sulle pensioni. E’ costituzionale il fatto che chi raggiunge i requisiti della pensione debba rimanere in servizio un anno senza benefici, oppure può andare ma la pensione la prende dopo un anno? Dove è finito il presupposto che chi fosse rimasto in servizio ,dopo avere i requisiti per la pensione , avrebbe ricevuto una indennità pari ai contributi? Ma i sindacati che dovrebbero difendere i lavoratori dove sono? Un’altra domanda: Viste le difficolta per ottenere il credito da parte delle aziende perchè hanno tolto ad esse il TFR dei propri dipendenti che serviva per autofinanziarsi?Questi luminari dell’economia, della finanza e della politica vivono nelle nuvole e nelle favole; sono tutti matti da legare

  29. Francesco
    Francesco at |

    Comunque, “l’onorevole Tremonti”, è stato sincero quando ha annunciato la manovraai suoi colleghi,dicendo “…questa manovra viene fatta per il bene nostro e dei nostrifigli….” , perciò cos’altro ci saremmo dovuti aspettare?Keko

  30. graziella
    graziella at |

    Che bello essere donna, lavori lavori. Lavoro, casa, figli e far quadrare il bilancio famigliare (sempre più difficile vedi finanziaria agosto 2011)……..stiamo molto bene di conseguenza ci manderanno in pensione a 65 anni (per chi naturalmente ci arriverà).Grazie ai nostri governanti che loro difficolta’ non ne conoscono stipendi da favola,incentivi, aerei blu, auto blu, scorte (anzi squadre di scorte), ristorante, parrucchiere, porta borse e chi più ne ha più ne metta…….. naturalmente tutto pagato da noi che non riusciamo ad arrivare a fine mese.Una sola parola per tutto questo ……….RIVOLUZIONE

  31. graziella desideri
    graziella desideri at |

    Come al solito chi ci rimette sono sempre i più piccoli. Mai una volta che tutti quanti i politici diano il buon esempio di dimezzarsi lo stipendio, non dico sempre, ma per almeno un anno. E in questo anno dovrebbero campare con quello che guadagna un operaio, allora forse capirebbero quanto è dura tirare avanti.

  32. CESCO111
    CESCO111 at |

    Il vero problema di noi italiani è che siamo abituati a lamentarci e a non agire, in altri posti del mondo sarebbe già scoppiata la rivoluzione.Il governo questo lo sa e ci marcia, potrebbe fare peggio di quello che ha fatto senza rischiare nulla, sapendo che il popolo italiano oltre che scrivere sui blog non farà mai altro, si rassegnerà o peggio ancora morirà scontento della vita che i signori della politica ci hanno fatto fare senza aver battuto ciglio quando andava fatto!Purtroppo la verità è questa, come al solito saremo succubi del sistema politico e pagheremo anche l’aria che respiriamo.Sono anche convinto che non è un discorso di sinistra o di destra, ma da entrambe le parti!Saluti

  33. micki
    micki at |

    Da che mondo è mondo si è capito che sempre le stesse persone pagano. non si è mai pensato di promuovere un referendum in cui si richiede l’abolizione di tutti quei privilegi che godono i cosiddetti “parlamentari” di qualunque schieramento. Inoltre mentre i normali cittadini devono aspettare 35 o 40 anni di contributi per andare in pensione, i ns. parlamentari godono delle pensioni ad ogni fine legislatura. Basta con questi privilegi. E che dire degli ex ministri del walfare “Dini e Amato” che ogni mese mettono in tasca stipendi mensili di 35 e 41 mila euro, mentre tanta gente non riesce a raggiungere fine mese.

  34. antonio
    antonio at |

    IL parlamento,ogni giorno pensa come diminuire lo stipendio e le pensioni delle categorie medio basse, I governati delle regioni, delle province e dei comuni sono incompetenti ,perchè pensano solo a se stessi. A chi dobbiamo credere? La destra e peggio della sinistra. I sindacati sono assenti.Cosa possiamo aspettarci?La nostra fine è alle porte, perchè la classe media bassa di 20.000 euro l’anno sta diventando povera.Comunque la classe politica che predispone la manovra non hanno la pallida idea cosa significa vivere con 1200 euro al mese. Spero che gli italiani si sveglino da questo sogno angosciante.

  35. antonio
    antonio at |

    IL parlamento,ogni giorno pensa come diminuire lo stipendio e le pensioni delle categorie medio basse, I governati delle regioni, delle province e dei comuni sono incompetenti ,perchè pensano solo a se stessi. A chi dobbiamo credere? La destra e peggio della sinistra. I sindacati sono assenti.Cosa possiamo aspettarci?La nostra fine è alle porte, perchè la classe media bassa di 20.000 euro l’anno sta diventando povera.Comunque la classe politica che predispone la manovra non hanno la pallida idea cosa significa vivere con 1200 euro al mese. Spero che gli italiani si sveglino da questo sogno angosciante.

  36. anonimo
    anonimo at |

    Una riforma fatta per i poveri o per i ricchi ? Chi paga saranno sempre i redditi bassi che tralaltro sono la fascia di lavoratori oggi considerati disagiati !!! Poveri noi !!! Che ci riserva il futuro ? Ai posteri l’ardua sentenza

  37. anonimo
    anonimo at |

    Purtroppo siamo sempre un popolo di pecoroni, Svegliati Italia !

  38. incavolatonero
    incavolatonero at |

    il solito massacro x chi ha un reddito che basta giusto x sopravvivere. per non parlare poi che si continua a spremere gente che porta a casa si e no 1000 euro al mese e già deve fare i giochi di prestigio x non morir di fame. Poi parlano di misure x la “ripresa”; forse sarebbe meglio parlare di “round” : quello in cui si va K.O.Un governo che ha negato la crisi per un sacco di tempo e che, invece di adottare per tempo misure utili al paese grazie alla maggioranza ampia, ha solo pensato a parare le ch….e al proprio leader con provvedimenti “ad personam”.

  39. giuseppe 49
    giuseppe 49 at |

    Quando ci sveglieremo, sarà una grande rivoluzione, perchè è a tale evento che il Governo ci stà portando con le Sue riforme fiscali. Le riforme che vengono fatte, tendono a salvaguardare la casta dei ricchi. Le aliquote che verranno applicate vanno a penalizzare una maggiore quantità di contribuenti, quelli della fascia dei redditi più bassi. Mentre quelli che vanno da € 55.000 in poi verranno agevolati. E poi parlano del PIL, delle aziende che “chiudono”, degli ammortizzatori sociali, della Sanità. Tutte situazioni che chiedono interventi dello Stato. Ma, se i redditi più bassi venissero più agevolati, la “ruota” dell’economia non girerebbe meglio? Maggiori consumi, più possibilità di acquisto e quindi maggiore produzione delle aziende che farebbero diminuire di mettere gli “operai” in “cassa integrazione”. Sanità, maggiore sarebbe la possibilità di curarsi, non dovendosi privare delle misure di prevenzione, (potendo affrontare meglio le spese dei ticketts sanitari e dei farmaci) con conseguente diminuzione di ricoveri che sono quelli che incidono nelle spese per le Aziende Ospedaliere ecc. ecc. Chi ci governa dovrebbe farsi affiancare anche da chi vive i problemi della “sopravvivenza” con un famiglia monoreddito, che ha sani principi che lo allontanano dalle tentazioni più….ardue e farsi consigliare da questi!

  40. marco
    marco at |

    furbetti di C………. nel 2012 saremo sempre noi dipendenti di fascia medio bassa ha pagare!!!!!!!!!!!!! visto che le aliquote del 2012 per i redditi bassi, medi alti e alti saranno ridotte, complimentiiiiiiiiiiiiiiiiii .

  41. Crisi Finanziaria
    Crisi Finanziaria at |

    @marco ha scritto mercoledì, 16 novembre 2011Attenzione marco, la riforma descritta in questo articolo è quella pensata dal governo Berlusconi. Non è affatto detto che sia applicata dal governo Monti così come è…

  42. andri
    andri at |

    no vabbè…aahhahahahah cose assurde,i poveri pagano sempre di più…ma l’irpef non era un’imposta progressiva che serviva a ridistribuire il reddito?si ai più ricchi -.- più hanno più avranno…

  43. Emanuele
    Emanuele at |

    Deduzione o Detrazione?Nel 2011 ho effettuato una donazione a una ONLUS tramite bonifico bancario di 1000 euro.Ho visto che è possibile effettuare in questo caso sia la detrazione del 19% (vorrebbe dire un ritorno di 190 euro) che la deduzione quindi (correggetemi se ho capito male) una riduzione del reddito complessivo di 1000 euro dei quali mi verrebbe restituita l’aliquota che normalmente io pago sul mio reddito che è di circa 23000 euro, ossia il 27%.Così d’acchito converrebbe la deduzione che mi porterebbe un ritorno del 27% (contro il 19% della detrazione).C’è un PERO’: nelle istruzioni di compilazione del modello 730 ho letto che la quota deducibile non può superare il 2% del reddito complessivo. Questo vorrebbe dire che per un reddito intorno ai 23000 euro non si può dedurre più di 460 euro? Tale limitazione non c’è con la detrazione? Perchè se cosi fosse e non ho sbagliato a capire posso riottenere 190 euro (il 19% di 1000) con la detrazione e soli 124 euro (27% di 400) con la deduzione.Se qualcuno ne sa con precisione mi faccia sapere. Grazie!

  44. Vladdd
    Vladdd at |

    Per me c’è solo un assurdo che viene perpetrato da tempo indefinito in Italia.Se un dipendente con 8000€ non paga nulla, perché chi guadagna 9000€ paga il 23% e poi pagherà il 20% su tutti i 9000 e non solo sui 1000 di differenza?E’ ovvio che si incentiva l’evasione finché ci sarà tale sistema.Parla una persona che prende circa 24000 euro l’anno e quindi uno della fascia dei tartassati.Ovviamente chi ha fatto i conti li ha fatti perché sa che la maggior parte dei contribuenti che non possono evitare di farlo (cioè i dipendenti) si trovano nella fascia colpita e quindi lo stato non perderà molto dando a questi un pranzo all’anno. Per gli altri enormi vantaggi, tanto per cambiare.

  45. georossi
    georossi at |

    Il problema é questo: la casta con Berlusconi in testa che guadagna anche molti milioni, paga circa il 43% di tassecome un artigiano o commerciante.Questa é la vergogna di chi fa queste leggi.

  46. Raff66
    Raff66 at |

    Capitalismo ok. Ma non vi rendete conto che’vi anno rubato la libertà e’sopratutto le vostre famiglie. Sai cosa significa la liberta’ e’ un bene che supera le tue prospettive.Pensa alla tua liberta’ perché in questo momento sei controllato dalla massoneria.Ti auguro buona Pasqua a tutta la tua grande famiglia.( escludo il governo ) E’ vi dirò di più sono un autonomo, mi vergogno di essere un italiano. CIAO A TUTTI VOI.

  47. Angelo
    Angelo at |

    Nella tabella dei scaglioni irpef è stato riportato che da zero euro a 15.000 la percentuale di tassazzione è del 15%.Domanda; ma da zero a 2840 la tassazzione non era 0 % Cioè esente e si applica il 15% da 2.841 in poi?

  48. Federico da Roma
    Federico da Roma at |

    @Angelo ha scritto domenica, 29 aprile 2012no amico mio, magari. esistono solo delle detrazioni che azzerano parte dell’aliquota base e un sorta di no tax area, qui trovi maggiori informazioni in merito:http://j.mp/eBMbWlSpero di esserti stato utile, a presto, ciao!PS: ti ho potuto aiutare perchè un’altra persona di questo blog mi ha gentilmente aiutato. Partecipa anche tu a questa semplice iniziativa, è sufficiente aiutare un’altra persona dando un’informazione utile o segnalando le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Perchè più siamo e più possiamo aiutare :) grazie

  49. Raven
    Raven at |

    Salve vorrei chiedere se queste aliquote vengono applicate anche ai redditi diversi. e se no come vengono tassati?? (in particolare mi interessano i proventi da giochi di abilità, poker, e giochi di fortuna, roulet e casinò in genere)

  50. patou
    patou at |

    io sono molto arrabiata, sono francese e vivo qua in italia da 13anni, ho la residenza qua e mia mamma mi ha fatto donazione di un terreno in francia che poi è diventtato edificabile, l’ho venduto, ho pagato 32 000euro du plus-value e adesso per i 170 000euro devo pagare a l’italia di nuovo 32 000 euro d’irpef, la stessa somma!!!!! solo perché ho la residenza qui!!!! ho pianto per strada quando me l’hanno detto, non ho un lavoro, viviamo in 4 sulla paga di mio marito e fatichiamo ad arrivare alla fine del mese e l’italia mi prende tutto quello che mia mamma mi ha lasciato!!! vergogna! tanta gente scaperà da questo paese, come hanno fatto i miei nonni nel loro tempo, io ho voluto tornare alle radice e voilà…la bella sorpresina….riprenderò la residenza in francia, questo è sicuro non voglio più dare un soldo a l’italia, e se avessi saputo prima lo faccevo ormai da tanto!

  51. jorse
    jorse at |

    1 Agosto 2012Ciaoho ricevuto la busta paga di luglio autoferrotranviere (la riceviamo a fine mese e contiene le ore lavorate di giugno) di €890,00NETTI contro i medi €1500,00 €1600,00NETTI(netti sono quelli che ti arrivano in banca).Vi chiedo non avendo sotto mano al momento la busta paga il perchè?deve essere una legge del 2011 (marzo) che è contenuta nella busta paga di luglio 2012 relativa ai premi produzione e straordinari e?????sapete i dettagli?.Prevedo che il 10 di luglio 2012 i metalmeccanici, che hanno superato la soglia dei lordi 28000,00euro nel 2011, abbiano nel leggere quello che vi sto informando(scusate l’italiano appositamente “immediatoignorantista” o terra terra),da piangere già da ora se riceveranno una busta paga di €600,00euro(netti) o ancora meno €300,00.Non pretendo risposta(se volete farlo è gradito), inquanto vedo che ne in televisione, ne sui giornali e ne su internet, parlano informano che la busta paga di luglio 2012sarà inferiore del 38%??? rispetto al solito.Mi scuso per non aver citato la legge ma domani posso già comunicarvelo e se volete vi dò anke la busta paga.Chi lavora paga sempre più tasse ma ora non vale la pena neanke di impegnarti di + sul lavoro con produzione e ore di straordinario perchè prendi quasi quanto andartene a casa facendo solo 8 ore.COMPLIMENTI A TUTTI GLI ORGANI D’INFORMAZIONE PER LA BOMBARDATA DI INFORMAZIONI SULLO SPREAD, E DELLA NON INFORMAZIONE VOLUTA DI QUANTO HO PRESO NETTO NELLA BUSTA PAGA DI LUGLIO 2012.Spero di essere tra i pochi ad averlo preso nello zainetto….aspettando i metalmeccaniciCiao a tutti e godiamoci la vita almeno come fanno i poveriJORSEJorse

  52. Jack Montezuma
    Jack Montezuma at |

    @jorse ha scritto mercoledì, 01 agosto 2012Ciao jorse il 38% in meno in busta paga è fuori da ogni canone. Non credo proprio sia da imputare solo ed esclusivamente alla legge a cui fai riferimento.Può essere un errore o ancor più probabile una compensazione fiscale o contrattuale.Ti consiglio di rivolgerti innanzitutto all’ufficio stipendi o all’amministrazione della tua azienda. Loro ti daranno la motivazione della trattenuta straordinaria che hai avuto in busta paga.Facci sapere la risposta che poi si ragiona insieme sul da farsi ;) Jackps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala questa iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, G+, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie :)

  53. gianfranco
    gianfranco at |

    purtroppo i nuovi scaglioni irpef hanno gia colpito , sopratutto i pensionati e lavoratori fino ai 28.000 € di reddito, nel mio caso essendo pensionato in fascia di reddito intorno ai 19.000 € – ho visto RAPINARMI la pensione dopo aver versato contributi per quasi quarat’anni- oltre subire un recupero di – € 476,00 , SUBISCO UNA DIMINUIZIONE DELLA PENSIONE DI € 76,00 MENSILI, DI CASI COSI’ LA MAGGIOR PARTE DEGLI ITALIANI CONTRIBUENTI- E I DELINQUENTI MANGIANO E SPERPERANO SULLA NOSTRA PELLE- NESSUNO CI TUTELA NON ESISTONO PIU’ I SINDACATI DI UNA VOLTA, E NOI A PAGARE— UNA VERGOGNA TUTTA ITALIANA DOVE FANNO FINTA DI LITIGARE, MA DI FATTO STUDIANO IL MODO DI FREGARCI I PARASSITI DEI POLITICI CHE CAMPANO E SPERPERANO SULLA NOSTRA PELLE

  54. Anticasta
    Anticasta at |

    @gianfranco ha scritto mercoledì, 05 settembre 2012sì gianfranco, hai ragione e siamo sempre più a pensarla come te. Basta con questi parassiti che ci levano pure l’aria per respirare.Se vogliamo cambiare le cose ognuno di noi, nel suo piccolo, deve fare la sua parte.Noi cerchiamo di informare le persone e di creare una coscienza nazionale contro questa vergognosa classe politica (di destra, sinistra e centro) che ha portato il nostro bel paese allo sfacelo.Unisciti a noi, ci trovi su Twitter: http://twitter.com/Anticastae su Googleplus: http://bit.ly/anticasta

  55. Manu
    Manu at |

    interessante. Io proporrei di abassare le aliquote sui scaglioni di reddito più bassi.

  56. angelo-19551
    angelo-19551 at |

    Sono sempre del parere che l’Italia ha un problema da risolvere, ed è quello dell’ignoranza dei nostri politici.Certamente vi è anche un problema di opportunismo , ma questo va combattuto dalla giustizia, in quanto nessun soggetto farebbe politica se non per opportunismo personale.Se i nostri politici conoscessero la nostra costituzione, sarebbe già un gran passo avanti.personalmente modificherei l’articolo 53 della costituzione , eliminando la seconda parte “il sistema tributario è informato a criteri di progressività”.Se tutti contribuiscono in ragione della propria capacità , sarebbe che chi guadagna 10. 000 euro paga il 10% di 10.000 e chi guadagna 1.000.000 di euro paga sempre il 10% ma ne versa 100.000 euro.Applicando il sistema a percentuale fissa si eliminerebbero quelle retribuzioni strane dei dirigenti e funzionari, in quanto le retribuzioni vengono fatte in considerazione delle fasce fiscali in cui si collocano.Sarebbe anche più semplice e comprensivo a tutti il sistema fiscale, senza dover interpellare il commercialista, sfido tanta gente dichiarare di conoscere il sistema fiscale e aliquote del nostro paese, sicuramente il 95 % lo ignorano, ANCHE e SOPRATUTTO i POLITICI.E’ anche da dire che se si vuole combattere l’evasione fiscale, è anche opportuno che si riduca il coefficiente di tassazione.Non è possibile che il nostro parlamento e governo riconosce e dichiara che il contribuente è tassato in maniera eccessiva, riconosce che una eccessiva tassazione è causa di recessione, ma che comunque nulla viene FATTO.Ben sappiamo che i dati di disoccupazione sono falsi in quanto il cassintegrato lavora in nero, il disoccupato lavora in nero e i giovani vengono sfruttati con lavori mal retribuiti in quanto vengono scioccati e soggiogati dalle cattive e tendenziose informazioni di pseudo crisi.se un ragazzo lavora in nero e viene mal retribuito, viene soggiogato dal fatto che se denuncia il datore di lavoro (sfruttatore) non trova più lavoro, pertanto sarebbe bene che si possa fare denuncia anonima,e BASTA con queste amministrazioni locali che vanno a condizionare la GDF o le istituzioni con chiacchiere da quattro soldi.Quest’anno (questa estate) ho appurato che ci sono stabilimenti balneari che da giugno fino ai primi di agosto non hanno emesso una sola ricevuta fiscale, ma che avevano in attivo dai 200 ai 300 ombrelloni affittati a 15 euro al giorno, e che facevano servizio di ristorazione con incassi da 2000 a 3000 euro al giorno.Con entrate del genere avevano camerieri in nero e mal pagati, allora vi domando I CONTROLLI DOVE SONO?

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.