Irpef 2011: aliquote scaglioni addizionali detrazioni deduzioni e calcolo

Gli scaglioni e aliquote della riforma fiscale

Clicca qui se cerchi i nuovi scaglioni e aliquote Irpef della riforma fiscale prevista nella manovra finanziaria 2011-14.

Gli scaglioni e le aliquote Irpef relative all’anno fiscale 2011

 

Scaglioni di reddito Aliquota Irpef lordo 2011
da 0 a 15.000 euro 23% 23% del reddito
da 15.000,01 a 28.000 euro 27% 3.450 + 27% sulla parte eccedente i 15.000 euro
da 28.000,01 a 55.000 euro 38% 6.960 + 38% sulla parte eccedente i 28.000 euro
da 55.000,01 a 75.000 euro 41% 17.220 + 41% sulla parte eccedente i 55.000 euro
oltre 75.000 euro 43% 25.420 + 43% sulla parte eccedente i 75.000 euro

 

Quali redditi sono soggetti all’Irpef?

I redditi personali soggetti al regime d’imposta Irpef 2011 sono tutte le entrate economiche derivanti da:

- attività di lavoro dipendente

- attività di lavoro autonomo e d’impresa

- pensioni e assegni assimilabili

- immobili (terreni, edifici, appartamenti, …)

- redditi di capitale e redditi diversi di natura finanziaria (plusvalenze)

T.U.I.R. – Articolo 6: I singoli redditi sono classificati nelle seguenti categorie: a) redditi fondiari; b) redditi di capitale; c) redditi di lavoro dipendente; d) redditi di lavoro autonomo; e) redditi d’impresa; f) redditi diversi.

Come calcolare l’Irpef lorda 2011

Irpef lorda = [ (Reddito totale) - (tutti gli oneri deducibili) - (deduzione abitazione principale)] * (% aliquote)

Come calcolare l’Irpef netta 2011

Irpef netta = (Irpef lorda) – (tutte le detrazioni a cui si ha diritto: familiari a carico, tipologia di reddito, oneri sostenuti, …)

Come calcolare l’addizionale Irpef 2011 regionale e comunale

Addizionale Irpef regionale = [ (Reddito totale) - (tutti gli oneri deducibili) - (deduzione abitazione principale)] * (% addizionale regionale)

Per conoscere l’aliquota addizionale della tua regione clicca qui:

- Addizionale Regionale 2011

Addizionale Irpef comunale = [ (Reddito totale) - (tutti gli oneri deducibili) - (deduzione abitazione principale)] * (% addizionale comunale)

Per conoscere l’aliquota addizionale del tuo comune clicca qui:

- Addizionale comunale 2011

irpef-2011-aliquote-scaglioni-dichiarazione-redditi-11.jpg

39 pensieri su “Irpef 2011: aliquote scaglioni addizionali detrazioni deduzioni e calcolo

  1. CARISSIMO GOVERNO BERLUSCONI.SONO UN CITTADINO-LAVORATORE DIPENDENTE MESSO IN MOBILITA’ CON LA CERTEZZA E LA PROMESSA DI ANDARE SUBITO IN PENSIONE,DOPO 40 ANNI DI… L A V O R O !!! MA,PURTROPPO HO SUBITO IL PRIMO FURTO ( PROBABILE CHE SLITTI DI 1 ANNO ) GRAZIE ALLA VOSTRA RIFORMA! SECONDO: ASPETTAVAMO LA MANNA DAL CIELO ( DOPO LE VOSTRE PROMESSE-MENZONIERE. IDEM A QUELLE DEL GOVERNO PRODI ) DI POTER AVERE LO SGRAVIO FISCALE CON UNA PIU’ LEGGERA MAZZATA SULL’IRPEF,CHE FRANCAMENTE E’ ESAGERATA PER UN LAVORATORE DIPENDENTE CHE DEVE PORTARE AVANTI UNA FAMIGLIA CON UNO STIPENDIO DI +- 1.000 EURO MENSILI !!!VOI GOVERNANTI DI :CENTRO-DESTRA E SINISTRA,AVETE MAI PROVATO A CHIEDERE ALLE VOSTRE CONSORTI SE HANNO MAI FATTO QUADRARE IL BILANCIO FAMIGLIARE CON QUEL MISERO STIPENDIO ???MOLTO PROBABILMENTE ,POVERETTE ,NON SANNO NEANCHE DI CHE COSA STIAMO PARLANDO? FORSE E’ ORA DI METTERE UNA MASSAIA A CAPO DEL GOVERNO E AL BILANCIO…E NON DEGL’ IPOCRITI FESTAIOLI CHE,NON HANNO PIU’ RISPETTO PER NIENTE,AFFOSSANDO IL VALORE DELLA FAMIGLIA,DELLA SOLIDARIETA’,DELLA CULTURA ,DELLA SCIENZA E DEL SAPERE IN GENERALE.CALPESTANDO IL DIRITTO POPOLARE ALLO STUDIO, TAGLIANDO FONDI ALLE STRUTTURE STATALI CHE DOVREBBERO ESSERE IL CENTRO DELLA CRESCITA E DEL FUTURO DI UN GIOVANE CITTADINO DEL DOMANI !!!!! MI SENTO TALMENTE OFFESO DALLA POLITICA CHE…. PREGO IL SIGNORE DI METTERCI LUI UNA MANO PER RIPORTARE ALLA RAGIONE E ALLA RESPONSABILITA’ I ” NOSTRI ” POLITICI CHE …LA RETTA VIA HANNO SMARRITO !

  2. Complimenti Kikko per la tua lucida analisi. La tua amarezza e disillusione verso i politici italiani è anche la mia e quella di tante altre oneste persone che non hanno perso la bussola dei valori e del buon senso. Unisciti a noi su twitter, più siamo e maggiore peso potremo dare al nostra protesta.Ci trovi su twitter a questo indirizzo:http://twitter.com/AnticastaIn bocca al lupo per tutto caro Kikko, ciao

  3. @ antonio caretta ha scritto lunedì, 29 novembre 2010Ciao antonio, buone notizie per te. Chi matura i requisiti di pensionamento entro il 2010 non ricade nella manovra 2010 di Tremonti.Per questi ultimi “fortunati” tutto rimane immutato come prima della manovra finanziaria 2010. Anche per le finestre previdenziali, niente finestra unica di scorrimento: si confermano le date di pensionamento precedenti all’attuale riforma previdenziale :) Per maggiori dettagli dai un’occhiata ai commenti di questo post:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/05/31/pensioni-manovra-finanziaria-2010-pensionamenti.htmlo se preferisci avere una conferma ufficiale dall’inps vai a questa pagina:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/11/03/numero-verde-inps-call-center-servizio-assistenza-pensioni.htmlBuona pensione e goditela tu che puoi!ps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao :)

  4. Buon giorno,abbiate la santa pazienza di ascoltarmi . Chiedo cortesemente a chi e’ preparato in materia se’ :un lavoratore dipendente,messo in mobilita’ prima dell’entrata in vigore della riforma del Maggio.2010, con la garanzia aziendale ,di confindustria e sindacati ,di poter andare sicuri in pensione alla fine della stessa mobilita’ che,nel mio caso e’ di 2 anni,raggiungendo i 40 anni a Dicembre 2011 e quindi con la finestra di uscita di Aprile.2012….perche’ deve slittare di 1 anno la pensione??? E come faccio a sapere se entro nei fortunati…10.000 …come se si trattasse di una vincita al lotto ??? Per favore,chiedo a chi puo’ aiutarmi se ci sono le condizioni per poter citare in giudizio di fronte al tribunale del lavoro e di Bruxelles ,tutti coloro che sono venuti meno agli accordi stipulati prima della riforma !!! Mi e ‘ stato detto che la mia mobilita’ di 2 anni con l’accompagnamento alla pensione dopo 40 anni di contribuzione,non avrebbe subito modifiche e penalizzazioni. Invece cosi’ come starebbero andando le cose,resterei 1 anno con la sola paga della mobilita’ di circa 1.000 euro e il resto dello stipendio che percepivo di 900 euro di differenza, chi me li deve dare ???? Come faccio ad andare avanti con i problemi famigliari che ho,visto che gli accordi con le parti in causa e l’azienda erano coperti sino al mese di Aprile .2012 e poi la pensione ?????!!!! Non immaginavo che dopo una vita di onesto lavoro e di esemplare comportamento sia come contribuente-cittadino che come uomo,avrei avuto tutti questi problemi….che desolazione e maggiormente…che delusione da parte di chi doveva tutelare le classi piu’ deboli e indifese…i lavoratori e le lavoratrici !!! Grazie.

  5. Caro Kikko, in qualsiasi stato di diritto la giustizia ti darebbe ragione… in Italia non so… forse è meglio provare con la corte europea… ma i tempi e costi lievitano… e anche qualora ti diano ragione non è automatico che lo stato accetti la sentenza (vedi la celeberrima questione del crocifisso nelle scuole).Comunque sia caro Kikko non disperare resisti e denuncia ai media e al maggior numero di persone il tuo problema e l’ingiustizia che hai subito. Vedrai che alla fine troveremo le giuste risposte a quanto ti è capitato.Forza Kikko! Armati di pazienza e perseveranza, dai voce al tuo problema una soluzione arriverà.

  6. CARISSIMI “ANTICASTA”.SONO DAVVERO COMMOSSO PER LA VOSTRA FRATERNA SOLIDARIETA’ VERSO… NON UN SOLO LAVORATORE /LAVORATRICE COLPITO DA TALE INGIUSTIZIA MA,VERSO UN MONDO A DIR POCO “NASCOSTO” DI TANTISSIME PERSONE CHE NON SI SENTONO TUTELATE E ANCOR PEGGIO …INASCOLTATE !!! CREDO,DI POTER ” INVOLONTARIAMENTE ” RAPPRESENTARE QUELLE PERSONE CHE DI PUNTO IN BIANCO ,SI SONO TROVATE ” SENZA PIETA’ ALCUNA” IN UNA SPECIE DI ANTICAMERA DELLA DISOCCUPAZIONE FORZATA…PERSONALMENTE LA DEFINISCO…. LA MACELLERIA SOCIAL-GOVERNATIVA ! MA CI PENSATE,ALLO STATO D’ANIMO E ALLO SMARRIMENTO DEI TANTI LAVORATORI E LAVORATRICI ITALIANI,CHE DOPO UNA VITA DI LAVORO ,CHI IN FABBRICA ( COME ME ) ,CHI DIETRO UNA SCRIVANIA ,CHI IN UNA STRUTTURA PUBBLICA O PRIVATA E COMUNQUE CHI HA SEMPRE SVOLTO CON PARSIMONIA E RESPONSABILITA’ IL PROPRIO TIPO DI LAVORO PER 40 ANNI ( RIPETO…40 ANNI !!!) ,OGGI DI COLPO E SENZA UNA MINIMA CONSIDERAZIONE ( TOLTE LE 10.000 ANIME CHE USUFRUIRANNO DEL BONUS DI USCITA CONCESSO DALLE SUE EMINENZE GOVERNO E CON IL SILENZIO -CONSENSO DELL’OPPOSIZIONE ), SI TROVONO DAVANTI AD UN MURO INVALICABBILE E NON SOLO DALLE LEGGI,MA DALL’ETA’ DI TANTI ANZIANI UOMINI E DONNE ,STANCHI E SENZA PIU’ FORZE PER POTER COMBATTERE PACIFICAMENTE TALI SOPPRUSI E FURTI AI SOLITI …IGNOTI E ONESTI LAVORATORI E LAVORATRICI ITALIANI !!! I NOSTRI AMATI GOVERNANTI,DI CENTRO-DESTRA,CENTRO-SINISTRA,CENTRO-CENTRO,E TUTTI GLI ALTRI CHE POSSIEDONO UN’APPARTAMENTO O COMUNEMENTE DETTO SEGGIO IN PARLAMENTO,NON HANNO BATTUTO CIGLIO SU’ QUESTA FACCENDA CHE PENALIZZA MIGLIAIA DI LAVORATORI E LAVORATRICI …DEI LORO STESSI PARTITI POLITICI E CON TANTO DI TESSERA DEL PARTITO PAGATA PUNTUALMENTE OGNI ANNO, MA TANTO, A TANTI DI LORO ….( CREDO CHE NON TUTTI I POLITICI SONO UGUALI,PER FORTUNA DI DIO !)…IMPORTA ASSAI POCO DI COME TANTA GENTE DOVRA’ AFFRONTARE LA VITA DI OGNI GIORNO CON UN UMILE E MISERO STIPENDIO O MOBILITA’ DI APPENA 900,OO EURO MENSILI E NE’ SI SONO PREOCCUPATI DEI TANTISSIMI PRECARI E GIOVANI CHE VENGONO SFRUTTATI CON UN MISERO STIPENDIO D’INGRESSO O DI CONTRATTI STRANI.. ( I PIU’ FORTUNATI ) DI SOLI 400-500 EURI MENSILI E FORSE ANCHE MENO !!! E NON PARLIAMO DEI NUOVI POVERI CHE ARRICCHISCONO TUTTI I SANTI GIORNI CON LA PORO SPLENDIDA PRESENZA E DIGNITA’ LE VARIE MENSE PARROCCHIALI E DELLA CARITAS…BERLUSCONI-TREMONTI-BOSSI-FINI-BERSANI-CASINI-DI PIETRO,ETC.ETC. CI HANNO MAI MESSO IL NASO IN QUESTE BELLISSIME REALTA’ DEL NUOVO ….L I B E R I S M O ???!!! LI HO CITATI TUTTI PER UNA PAR-CONDICION,ANCHE SE TRA DI LORO C’E’ GENTE DI ANIMO GENTILE E CARITATEVOLE !! PERO’ E CONCLUDO,TUTTI QUESTI UOMINI POLITICI E I LORO PARTITI ,NON HANNO ,MAI AVUTO IL BUON SENSO DI RINUNCIARE AI LORO AUMENTI DI STIPENDIO E NE’ TANTOMENO AI MIGLIONI DI EURI PER I” FINANZIAMENTI “AI LORO STESSI PARTITI FATTI SOTTO LA VOCE DI SPESE DI PUBBLICITA’ ELETTORALE E MENATE VARIE…CHE A SECONDO DEI LORO VOTI SI DIVIDONO TALI MIGLIARDI CHE POTEVANO IN UN CERTO SENSO ESSERE DESTINATI AI LAVORATORI E ALLE LAVORATRICI IN MOBILITA’-PENSIONE E ANCOR DI PIU’ AL MONDO DELLA SCUOLA ,DELLA CULTURA E DELLO STATO SOCIALE !!! CONCLUDO ALTRIMENTI SAREI LUNGHISSIMO E CI VORREBBERO ALTRE PAGINE DEL BLOB TUTTO PER ME E PER ESTERNARE IL MALCONTENTO DI TANTI ITALIANI COME ME….GRAZIE E BUONA VITA A TUTTI E A TUTTE !!! PS. kIKKO E’ UNO DI VOI,KIKKO PUOI ESSERLO TU CHE NON HAI VOCE ,KIKKO E’ UNO DEI TANTI LAVORATORI E CITTADINI ONESTI DI QUESTO PAESE CHIAMATO…. ITALIA !!!!!!

  7. Mi sono legalmente e consensualmente separato da mia moglie a cui verso un assegno di mantenimento mensile di 500 euro.come mi devo comportare riguardo la denuncia dei redditi? Posso ancora compilare il mod. 730?Mia moglie non ha altri redditi , deve ugualmente presentare la denuncia dei redditie quanto dovrebbe versare?Faccio presente che siamo proprietari di un appartamento al 50 % la cui rendita catastale e’ di 1690 euro

  8. Paragonando i dati relativi alla pensione del mese di novembre 2010 e gennaio 2011oltre ad un addebito rimborso irpef di euro 145 ho constatato che a fronte di un aumento della pensione di euro 25,84 (1,36 %) un aumento irpef sul lordo sul comunale e regionale rispettivamente di + 9% + 4% + 45% risultato diminuizione della pensione di euro 16,00.Considerando tutti i vari aumenti in corso di tutte le utenze più carburanti e balle varie,pur essendo fortunato ad avere lavorato 46 anni e versati i relativi contributi con relatia discreta pensione,mi viene da pensare che se invece di lavorare fossi andato a rubare avrei fatto meno fatica,nessun balzello fiscale e tiket vari,propbabilmente agevolazioni fiscali,e nella peggior dell’ipotesi mangiare e bere gratis presso l’albergo (le mie prigioni).Non sarebbe ora(forse tardi)di smettere di mettere le mani fiscali nelle tasche dei contribuenti a retribuzione fissa,e togliere qualche previlegio e salario a quei tanti onorevoli e senatori di nome e non di fatto che non svolgno le mansioni e percepiscono i salari per i quali sono demandati?enzo

  9. Salve a tutti, avrei 1 domanda per quanto riguarda l’imposta sul reddito per il 2011.Sono un giovane lavoratore dipendente a tempo indeterminato che alterna periodi di cassa integrazione a pariodi di normale lavoro ma la mia domanda non riguarda questo.Riguarda il mio contributo mensile al fondo di pensione complementare a cui ho aderito.Vorrei sapere se i soldi che verso al fondo (Fondo Cometa) vengono considerati nell’imponibile o se vengono scalati dal totale di fine anno essendo questi soldi non percepiti direttamente a me ma “girati” al fondo.Vorrei infatti aumentare il mio versamento mensile al fondo per abbassare il mio imponibile sotto i 15000 e pagare il 23% (visto che me lo posso permettere per quest’anno e che il fondo ha delle agevolazioni fiscali a mio vantaggio) e sarei felice di sentire il parere di altri per sapere se questa idea può fruttare qualche vantaggio.Cambiando completamente discorso; sono d’accordo con kikko e le sue critiche sulla casta che ci costa molto ed è inadeguata a risolvere i problemi degli italiani, proprio perchè non conosce la difficoltà della vita odierna, cosa vuol dire tirare avanti con poco, la frustrazione di non poter realizzare i propri progetti. E c’è di peggio, la casta non sa e non vuole sapere…semplicemente parla ma non ascolta e non può intervenire.Sembra di essere tornati ai tempi di Versailles con re, regina e nobiltà inclusi.Grazie

  10. @ Kikko e enzoCari amici, sono con voi. I nostri politici continuano senza sosta a succhiarci il sangue. Di anno in anno la nostra qualità di vita e le nostre condizioni economiche peggiorano con un ritmo sempre più incalzante!E dove vanno a finire tutti i soldi che la casta politica succhia dal nostro sudore e sangue? Finiscono in scandali, litigi, festini, sprechi e corruzione!!!Amici, se riusciamo ad accrescere la consapevolezza di ciò negli italiani, finalmente cesserà il tifo per una o per l’altra fazione politica e si eleverà forte e incazzata la voce:”ANDATEVENE TUTTI A CASA LADRI E PARASSITI, AVETE TRADITO I NOSTRI VALORI, I NOSTRI VOTI E LA NOSTRA NAZIONE! TUTTI A CASA!!!”

  11. @ Nikfuma ha scritto mercoledì, 12 gennaio 2011Ciao Nikfuma, le spese previdenziali “primarie” sono integralmente deducibili. Ciò significa che se il cometa è il fondo dell’ente previdenziale della tua categoria lavorativa allora tutti i contributi versati a suo favore abbattono interamente l’imponibile irpef.Spero di essere stata sufficientemente chiara, in caso contrario scrivimi sempre nei commenti di questo post.ciaoPS: sono d’accordo con te e con kikko sulla casta vergognosa dei nostri politici, se conoscessero meglio il significato del lavoro e dalla fatica, avrebbero più rispetto per il popolo italiano. Contribuisci anche tu a tener vivo lo spirito della nostra iniziativa, più siamo e più possiamo darci una mano l’un l’altro. Aiuta un lettore o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o anche con il semplice passaparola :) Grazie

  12. @ antonsuda ha scritto lunedì, 03 gennaio 2011Sì antonsuda, puoi tranquillamente compilare il mod. 730 e mettere in deduzione le spese di mantenimento.Lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda. grazie, ciaoNicoletta S.

  13. Salve,mi unisco ai complimenti per la realizzazione del blog.La mia situazione è un po’ particolare e non ho trovato riferimenti simili negli altri post.Dal 01/01/2010 al 08/03/2010 ho percepito l’indennità di disoccupazione per un totale di 3171 €. Successivamente dal 09/04/2010 al 31/12/2010 sono stato assunto da una cooperativa con un contratto a chiamata senza obbligo di rispota per un totale di 79 giorni lavorativi e ho percepito in totale 4703 €.Volevo sapere se rientro nella no tax area, e come eventualmente dovrei calcolare i periodi lavorativi.Grazie e cordiali saluti

  14. Ho sempre avuto una avversione totale per la dichiarazione dei redditi, oggi, però, per poter lavorare, mi ritrovo a seguire un corso veloce per imparare a redigere le dichiarazioni. Otto ore di lezione al giorno tutti i giorni compreso il sabato. Ne sto uscendo a pezzi e con mille interrogativi, dubbi, incertezze e paure. Ho visitato il vostro sito ed ho cercato di risolvermi da sola ciò che non capivo durante la lezione, risultato: SIETE FANTASTICI!!!!! In poco tempo ho chiarito tutta la lezione di un giorno ed ho capito tuttooooo!!!!! GRAZIE DI ESISTERE! Domani divulgherò il nome del vostro sito a tutti i compagni. Siete riusciti a farmi piacere la parte fiscale, incredibile!!!!Grazie ancoraLidia

  15. Devo decidere in che forma mettermi autonoma (libero professionista o ditta individuale). La mia attività consiste elaborare parti elettroniche con il pc. Come si calcola l’Irpef? Spiegatemelo con questo esempio: redditto 43.000.-, Inps 8.607,44 (se ho fatto i calcoli giusti), 43.000.-€ – 8.607,44 Inps = 34.392,56.- su quest’impotro calcolo Irpef:(da 28.000,01 a 55.000 euro: 6.960 + 38% sulla parte eccedente 28.000 euro ed allora: 6.960 + 2429,17 = 9.389,17 totale da pagare come Irpef.Vi ringrazio tanto del Vostro parere ed aiuto.ciao

  16. @ mayaa ha scritto giovedì, 17 febbraio 2011Sì mayaa il calcolo è corretto, bravissima. Aggiungi poi le addizionali regionali e comunali mentre devi sottrarre eventuali detrazioni, deduzioni e bonus fiscali a cui puoi avere diritto.Qui trovi la procedura passo passo per il calcolo esatto dell’irpef:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2011/02/01/calcolo-irpef-2011-aliquote-scaglioni-detrazioni-deduzioni.htmlP.S. amici di Crisi Finanziaria, non perdete l’incredibile promozione di Fineco: minimo 50 euro per chi apre il suo conto corrente. Dura ancora pochi giorni. A seguire il link per aderire:http://www.fineco.it/mgm/?cp=AA2554573

  17. @ caponatina ha scritto venerdì, 04 febbraio 2011Ciao caponatina, dal tuo commento non è chiaro se i redditi che hai indicato sono lordi o netti. Se sono netti, sostanzialmente sei già a posto con la tassazione irpef mentre se sono lordi non rientri nella no tax area.Considera che la soglia di esenzione irpef per il lavoro dipendente a cui può essere assimilato il tuo è di complessivi 8.ooo euro, per 12 mesi lavorati. Tuttavia se hai lavorato di meno (come mi sembra di capire nel tuo caso) la soglia di esenzione si riduce proporzionalmente.Per ulteriori informazioni ti consiglio la lettura di questo post e dei casi specifici affrontati nei relativi commenti:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.htmlps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie :)

  18. @ Lidia ha scritto lunedì, 14 febbraio 2011Grazie Lidia, ci fa veramente molto piacere che il nostro blog ti sia stato così d’aiuto. E’ proprio quello che si propone di fare questa iniziativa.Se ti è possibile daccia una mano anche tu rispondendo alla domanda di un lettore :) Per qualsiasi dubbio o richiesta di informazione non esitare a segnalarla. Magari non riusciamo a risponderti subito, ma vedrai che prima o poi riceverai la giusta risposta.In bocca al lupo per il tuo corso, ciaoCF

  19. Salve! Io collaboro presso una nota compagnia assicurativa. Non sono dipendente ma un semplice collaboratore che guadagna a provvigioni. Nel 2010 ho guadagnato 15800 euro. Sullo stipendio di ogni mese mi è stato trattenuto l’11.5%di tasse. Ora dovrei pagarne la restante parte. Ma le tasse le devo pagare su tutti i 15800 euro oppure devo levarci la no tax area di 8000euro?

  20. @ MIster ha scritto sabato, 05 marzo 2011Ciao MIster, purtroppo la soglia di esenzione di 8.000€ è valida solo per i lavoratori dipendenti. Mentre da quello che hai scritto mi sembra di capire che la tua attività lavorativa sia assimilabile a quella dei liberi professionisti.Per quest’ultima tipologia lavorativa la soglia è solo di 4.800€.Infine poichè tu hai superato abbondantemente la soglia d’esenzione non puoi sottrarre alla tua ipref lorda l’intera detrazione derivante dalla soglia d’esenzione bensì solo una percentuale di essa che si riduce progressivamente man mano che l’imponibile irpef aumenta.Semplificando al massimo nel caso in cui tu abbia un reddito complessivo annuale (comprensivo di eventuali rendite catastali, redditi da locazione, etc etc) di 15.800€ la detrazione derivante dall’esenzione irpef sarà di 862€.Per ulteriori info sulle soglie di esenzione irpef puoi consultare questa pagina:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.htmlSpero di esserti stata d’aiuto, ciaoNicoletta PS: ti ho potuto aiutare perchè un’altra persona di questo blog mi ha gentilmente aiutato. Partecipa anche tu a questa semplice iniziativa, è sufficiente aiutare un’altra persona dando un’informazione utile o segnalando le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Perchè più siamo e più possiamo aiutare :) grazie

  21. Ingratitudine continua è la parola d’ordine. Aliquote di tassazione invariate , reddito da incremento di produttività tassato al 10 % ( su premio produzione , straordinari ecc ) e cedolare sugli affitti al 20 / 23% , anzichè applicare questi redditi a regime ordinario. «Non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere né peggior sordo di chi non vuole sentire».

  22. Qualcuno mi sa dire come stanno le cose?Sono andato in pensione mel mese di ottobre 2010.Fino a settembre 2010 il datore di lavoro ha operato mensilmente le ritenute per add.Regionale e add. Comunale, nel mese di dicembre mi aspettavo il rateo di 13^ invece mi son visto operate ritenute “a saldo per le addizionali”. Praticamente ho avuto come ritenute per l’add.Regionale €.329,64 e 309,11; mi dicono che la prima è per l’anno 2009 e la seconda è per il 2010, le devo pagare tutte e due perchè sono andato in pensione. Lo stesso per l’add. comunale. Le ritenute per gli anni precedenti mi sono state fatte regolarmente anno per anno.Com’è la cosa. Grazie

  23. @ migio ha scritto mercoledì, 23 marzo 2011Ciao migio, in linea di massima potrebbe anche essere corretto, occorre vedere il dettaglio delle relative voci delle tue buste paghe e delle tue dichiarazioni dei redditi 2009 e 2010. Ormai sono rari errori di carattere contabile in questi ambiti. Comunque nel dubbio ti consiglio di far controllare la documentazione succitata a un consulente del lavoro o a un commercialista o appoggiarti al servizio fiscale offerto dal tuo sindacato/caf.In alternativa puoi chiedere informazioni generali al servizio di assistenza dell’agenzia delle entrate. Qui i riferimenti:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/08/03/numero-verde-agenzia-entrate-assistenza-fiscale-telefonica.html

  24. Ciao kikko ho letto per caso la tua lettera, se sei andato in mobilità prima del 30 giugno 2010 per te resta tutto invariato perciò vai in pensione come stabilito prima della mobilità . spero di esserti stata di aiuto Ciao Rosy

  25. salve a tutti sono un artigiano (ditta individuale), ho una piccola torneria e faccio lavorazioni meccaniche, il mio commecialista mi ha fatto il bilancio per l’ anno 2010 ed ho un utile (contabilità semplificata) di 43.000 euro, siccome con questa benedetta irpef non ci capisco nulla, vorrei capire con esattezza quanto devo pagare :irpef 43.000 – 3.250 inps = 39.750Il mio scaglione sarebbe questo: da 28.000,01 a 55.000 euro: 6.960 + 38% sulla parte eccedente 28.000 euro6960,00+4465,00 = 11425,00 Per cui a conti fatti dovrei pagare 11425,00 + gli acconti che sarebbero il 98% ??Vi ringrazio, saluti Giordano.

  26. ciao io o una ditta individuale artigiano edile vorrei sapere visto che devo chiudere la ditta io o fatturato 21 milaeuro quanto dovrei pagare solo sul fatturato senza calcolare inail e imps solo sul fatturato o sapere in quale percentule mi trovo. grazie

  27. ho quindi aspettato tanto la famosa riforma fiscale per sentirmi dire che la classe medio bassa (15.000-28000) sara” quella piu” presa in giro. caro governo arriveranno anche le prossime elezioni, e li faremo i veri conti!!!! NB ho sempre votato il signor Berlusconi.

  28. @giuseppe de paolis ha scritto domenica, 03 luglio 2011 Caro giuseppe, ti lamenti di Berlusconi solo perchè sta tartassando a dovere il ceto medio-basso a cui appartieni…La corruzione, gli scandali economici, sessuali e morali del suo governo e dei suoi ministri, le amicizie imbarazzanti (Gheddafi, Mubarak, Ben Ami, e altri dittatori sanguinari in giro per il mondo), tutte cose che ti hanno lasciato completamente impassibile e menefreghista…Bravo! Ma quando Berlusconi ti mette le mani in tasca per rimediare a parte degli errori ed orrori che ha commesso allora ti lagni e minacci di non votarlo più.Ma sino al giorno prima lo sostenevi e magari scendevi pure in piazza per acclamarlo. Berlusconi l’hai votato e te lo sei proprio meritato, torna a votarlo che siete fatti della stessa pasta!

  29. caro lettore di milano, immagino tu sia uno di quelli che non vota berlusconi, ma che poi ne prende tutti i benefici……sicuramente uno di quelli che scende in piazza con la bandiera rossa a predicare (rompere vetrine,macchine,ecc,ecc) , e poi a lavorare non ci va” mai!!!! tanto lavorano gli altri per te!!! ne conosco tanti come te .

  30. @giuseppe de paolis ha scritto martedì, 09 agosto 2011scusami giuseppe, il mio era uno sfogo nei confronti di quelli che pensano al solo tornaconto personale e non guardano in faccia a niente e nessuno pur di perseguirlo.Mi sono reso conto che in realtà non conosco la tua storia e dunque è sbagliato dare giudizi a priori.Comunque se ti interessa conoscere la mia storia personale, devi sapere che io lavoro 10-12 ore al giorno, che non sono mai andato in piazza, meno che meno con la bandiera rossa o a rompere vetrine. Il resto del tempo non lavorativo lo passo con la mia famiglia e a fare volontariato.Non ho mai votato Berlusconi e mai lo farò perchè non voterei mai una persona che con la stessa disinvoltura va al family day e con le escort.Auguro a te e ai tuoi cari il meglio e spero che a questa andata Berlusconi non ti prenda altri soldi dal portafoglio e magari ne prenda un po’ a chi ne ha tanti e li butta in auto di lusso, donnine e sostanze chimiche…

  31. Antefatto: Nel mese di novembre 2010 abbiamo stipulato un contratto di permuta di un terreno (cosa presente) contro appartamento (cosa futura) . La scadenza e quindi la eventuale consegna dell’appartamento è previsto per la fine del 2012 inizio 2013.Domanda: Negli anni 2011 e 2012 ci compete continuare a pagare l’ICI sul terreno o dobbiamo pagare come se avessimo già l’appartamento?Nella dichiarazione redditi 2011 e 2012 dobbiamo inserire il valore economico permutato?? Quali incombenze fiscali ci toccano nel frattempo ed in attesa di avere la piena disponibilità dell’appartamento??

  32. L’ immobile che ho destinato ad abitazione principale è in comproprietà, ancora indivisa, fra parenti in linea collaterale di 2° grado ed è, in base a tale utilizzo esentato dal pagamento dell’ ici. Nel calcolo dell’ imponibile irpef tassabile, ho diritto alla detrazione dall’ imponibile lordo il reddito sulla casa di abitazione? e, cosa devo considerare, il reddito sulla mia quota di possesso o dell’ intera unità immobiliare pur essa in comproprietà? Specifico che in quanto proprietà comune indivisa ho delle quote di possesso sulle altre unità immobiliari utilizzate come abitazione principale dai parenti comproprietari.Posso portare in detrazione anche le relative pertinenze? e in quale misura? Grazie

  33. L’ immobile che ho destinato ad abitazione principale è in comproprietà, ancora indivisa, fra parenti in linea collaterale di 2° grado ed è, in base a tale utilizzo esentato dal pagamento dell’ ici. Nel calcolo dell’ imponibile irpef tassabile, ho diritto alla detrazione dall’ imponibile lordo il reddito sulla casa di abitazione? e, cosa devo considerare, il reddito sulla mia quota di possesso o dell’ intera unità immobiliare pur essa in comproprietà? Specifico che in quanto proprietà comune indivisa ho delle quote di possesso sulle altre unità immobiliari utilizzate come abitazione principale dai parenti comproprietari.Posso portare in detrazione anche le relative pertinenze? e in quale misura? Grazie

  34. Vorrei avere un vostro commento su quanto mi è capitato: il mio ente non mi ha pagata l’indennità di maternità per mio figlio nato nel 2006 accampando ritardi e scuse varie. Solo dopo aver fatto scrivere una lettera da un avvocato, dopo ben 5 anni nel mese di giugno 2011 mi è stata erogata la maternità spettante (5 mensilità), con la trattenuta dell’ IRPEF al 23%.A questo punto a fine anno mi viene recapitata una busta paga di soli 62 euro perchè mi hanno sommato l’indennità di maternità (già tassata) con il mio reddito del 2011 e mi hanno preso più di 3000 euro di IRPEf a conguaglio….Ma io se avessi avuto la mia indennità quando ne avevo diritto (nel 2006) non avrei pagato tutta questa IRPEF !!! Per cui oltre al ritardo ho avuto anche una doppia tassazione…..qualcuno si è trovato in una situazione simile? Come potrei fare per essere sicura che hanno fatto bene i calcoli?

  35. quale unico reddito del 2011 ho ricevuto da una società l’importo complessivo di € 8.600 di cui € 8.200 per “prestazione occasionale” ed € 400 quali diritti d’autore ed ho subito la ritenuta d’acconto del 20% su € 8.200.In quale quadro dell’Unico devo dichiarare il reddito? Mi spettano detrazioni (quelle assimilate a redditi da lavoro dipendente?).Dalla certificazione rilasciatami non emergono trattenute previdenziali e, d’altra parte, su consiglio della stessa società non mi sono iscritto alla gestione INPS.Qual’è la mia situazione?”

Lascia un Commento