Calcolo Irpef 2010 di aliquote, scaglioni, detrazioni e deduzioni

Vuoi conoscere l’Irpef da pagare all’Agenzia delle Entrate? Bene, mettiti comodo e vediamo insieme un modo semplice e veloce per il calcolo dell’imposta Irpef relativa all’anno fiscale 2010.

Questa procedura passo-passo ti consentirà di calcolare la tassazione sui tuoi redditi senza essere un esperto della materia fiscale.

Serve solo un po’ di pazienza e un minimo di attenzione nel seguire e applicare le istruzioni in modo corretto. Procedi punto per punto, rileggi i punti che non ti sono chiari in prima lettura e se ancora hai dei dubbi puoi sempre chiedere aiuto attraverso i commenti al termine di questo articolo. E ora buon calcolo :)

Procedura per il Calcolo dell’Irpef 2010

calcolo-irpef-2011-aliquote-scaglioni-addizionali-detrazioni-deduzioni.jpg

1) Individua tutte le tue fonti di reddito relative all’anno 2010;

2) Per ciascuna fonte di reddito ricava il reddito lordo percepito nel 2010;

NB: lavoratori dipendenti e pensionati debbono riferirsi alla retribuzione lorda e non al netto mensile percipito. La voce in busta paga o nella pensione è Totale compenze.

3) Somma tutti i redditi lordi percepiti nel 2010 otterrai l’imponibile Irpef lordo;

4) All’imponibile Irpef lordo sottrai tutti gli oneri deducibili e la deduzione relativa all’abitazione principale. Otterrai l’imponibile Irpef netto;

5) Lo scaglione Irpef che contiene il tuo imponibile Irpef netto è detto scaglione di riferimento;

NB: per identificare il tuo scaglione consulta la tabella degli scaglioni e delle aliquote Irpef 2010 nel paragrafo successivo.

6) A ciascun scaglione Irpef di riferimento è associata un’imposta fissa e una variabile, quest’ultima è calcolata applicando l’aliquota dello scaglione di riferimento esclusivamente sul reddito che ne supera la soglia inferiore;

NB: per identificare la soglia inferiore dello scaglione di riferimento consulta la tabella degli scaglioni e delle aliquote Irpef 2010 nel paragrafo successivo.

7) La tua imposta Irpef lorda si calcola sommando l’imposta fissa dello scaglione di riferimento con quella variabile;

8) Ottenuta l’imposta Irpef lorda si calcola quella netta sottraendo tutte le detrazioni fiscali a cui si ha diritto;

9) L’imposta Irpef netta rappresenta l’importo da pagare al fisco italiano.

irpef-2010-tasse-imposte-fisco.jpg

Tabella degli scaglioni e aliquote Irpef 2010

A seguire la tabella degli scaglioni e delle aliquote Irpef relative all’anno di imposta 2010:

Scaglioni reddito 2010 Aliquota Irpef lordo 2010
da 0 a 15.000 euro 23% 23% del reddito
da 15.000,01 a 28.000 euro 27% 3.450 + 27% sulla parte eccedente i 15.000 euro
da 28.000,01 a 55.000 euro 38% 6.960 + 38% sulla parte eccedente i 28.000 euro
da 55.000,01 a 75.000 euro 41% 17.220 + 41% sulla parte eccedente i 55.000 euro
oltre 75.000 euro 43% 25.420 + 43% sulla parte eccedente i 75.000 euro

 

Altre risorse sull’Irpef 2010

Calcolo Irpef 2011

Aliquote, scaglioni, detrazioni, deduzioni, addizionali Irpef 2010

Addizionale comunale 2010

Addizionale Regionale 2010

Esenzioni Irpef 2010

Dichiarazione dei redditi 2010: scadenze presentazione e pagamenti

Modello 730 210

Archivio Irpef 2010

Approfondimenti

Puoi trovare ulteriori informazioni sull’argomento sui sito dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero delle Finanze.

Come calcolare le imposte sui redditi percepiti nel 2010, metodologia e istruzioni passo-passo per conoscere in modo semplice e veloce le tasse Irpef 2010.

74 pensieri su “Calcolo Irpef 2010 di aliquote, scaglioni, detrazioni e deduzioni

  1. Mi è pervenuto il CUD 2012 relativo anno 2011. Ho notato: 1) Che il reddito lordo è € 20.079.41, mentre nel 2010 era € 20139. (cioè di meno) – 2) La detrazione per pensione è € 1.095,60 – mentre nel 2010 è stata di € 1.823. Quindi ne deduco che ho preso circa € 800 in meno. Come mai c’è stata questa differenza nelle detrazioni? Grazie anticipate. Frarime

  2. salve, gentilmente sapete dirmi se dopo solo 6 mesi di lavoro come commessa devo percepire il cud? xkè sono 2 mesi ke ho smesso di lavorare e il mio ex datore non mi ha dato nulla…. grazie anticipatamente.

  3. Cari amici, sono ancora a voi, per un quesito:una pensione mensile, poniamo di € 370 lordi, sarà soggetta a tassazione, o si percepirà la somma lorda, come sopra descritta? Si tenga presente la proprietà della prima casa al 50% con il coniuge.Grazie mille, favolosi amici, per una risposta.

  4. salve svolgo lavoro domestico con regolari versamenti inps x 30 ore settimanali percepisco e 9750 annue (13a compr) nette abito nella mia unica casa di proprieta’ sono soggetto a pagamento irpef?

  5. @Tony ha scritto mercoledì, 16 novembre 2011sì, ai fini della tassazione irpef le due pensioni fanno cumulo ossia si sommano.Per il calcolo della tassazione irpef non devi far altro che sommare il lordo annuale di ciascuna pensione (attenzione a non sommare il netto) e poi applicare lo schema che trovi all’inizio di questa pagina.Lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, G+, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.grazie, ciao

  6. @Liliana ha scritto mercoledì, 16 novembre 2011ciao Liliana, in linea di principio il tuo ragionamento è corretto, purtroppo non sono in grado di indicarti i riferimenti della normativa che regola il regime di tassazione ordinario e quello separato.Spero che qualche nostro lettore, esperto del tema, ti dia le informazioni che cerchi.Qualora non accadesse ti consiglio di contattare il call center dell’Inps e chiedere lumi a loro.A seguire trovi il link con tutti i riferimenti del numero verde dell’Inps:http://bit.ly/numeroverdeinpsps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, G+, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie :)

  7. Buongiorno,chiedo una cortese precisazione:a seguito di intervento di cassa integrazione in deroga l’Inps mi ha liquidato il trattamento relativo ai mesi di ottobre, novembre e dicembre 2009 nel mese di gennaio 2010. Nel Cud 2011 rilasciato dall’Ente gli importi figurano in tassazione ordinaria mentre, a mio avviso, gli importi relativi ai mesi di ottobre e novembre 2009 ma percepiti nel 2010 dovrebbere figurare a tassazione separata.E’ corretto il mio ragionamento e se si quale è la normativa che lo stabilisce?Ringrazio e porgo cordiali saluti.Liliana

  8. Buona sera. Fantastico questo sito, vi ho trovati per caso e curiosando ho notato le vostre chiarissime spiegazioni, quindi se permettete vorrei approfittarne.Vorrei capire: dovendo percepire 2 pensioni, INPS-ENASARCO come verranno tassate ? (percentuali IRPEF). Non avendo altri redditi, oltre la prima casa in comunione con mia moglie, penso debba limitarmi alla consegna del solo CUD e non la dichiarazione 730. Ai fini della tassazione le due pensioni, farebbero cumolo ?Nell’attesa di una vostra delucidazione, oltre ai complimenti, vogliate gradire i miei più cordiali saluti. Tony.

  9. leggo sul cedolino del mio stipendio: Per l’anno d’imposta 2010, in applicazione delle disposizioni recate dall’articolo 2,comma 86, della legge 191/2009, secondo le procedure di cui all’articolo 1,comma 174, della legge 311/2004, nelle regioni Calabria, Campania e Molise è prevista l’applicazione delle maggiorazioni dell’aliquota dell’addizionale regionale all’IRPEF nella misura di 0,30 punti percentuali, rispetto al livello delle aliquote vigenti. In considerazione del fatto che tale maggiorazione non è stata applicata in fase di conguaglio fiscale e rilascio modello CUD2011, si invita la S.V. a presentare la dichiarazione dei redditi 2011 per l’anno 2010 anche al fine di evitare futuri accertamenti dal parte da parte dell’Agenzia delle Entrate Si ricorda che si è obbligati alla presentazione delle dichiarazione dei redditi se le addizionali all’IRPEF non sono state trattenute o sono state trattenute in misura inferiore a quelle dovute (vedi istruzioni modello 730/2011 o Unico Persone Fisiche 2011 – fascicolo 1). Mi sono reso conto quindi solo ora che sono tenuto a produrre la dichiarazione e intendo farlo telematicamente entro il 30 settembre. Ma per il pagamento ormai sono scaduti i termini? o per chi produce la domanda telematica c’è un’ulteriore scadenza?…grazie

  10. Che il governo è e il sindacato di comune accordo su questo argomento da anni scippano dalla tasca dei monoredditi tanti soldi che spero che ingozzano.Se in un nucleo familiare lavora una sola persona e guadagna 55.000 euro paga una banca di soldi (fate voi il calcolo), se invece nello stesso nucleo familiare lavorano in due (coniugi) guadagnando lo stesso importo ma diviso in due, cioè 27500 ciascuno non pagano nemmeno la metà di quello che paga uno solo se guadagano la stessa cifra. Sapete perchè questo, perche tutti i parlamentari hanno sistemato i loro coniugi figli e proniposti e lo stesso ha fatto il sindacato (ladri).

  11. ciao, una domanda: ho 3 cud da lavoro dipendente, tutti contratti a tempo determinato per un imponibile totale di 14.438 euro (reddito da lavoro dipendente 14.438). IL CAF che ha curato il mio 730 mi ha detto che sono a debito, devo pagare 294 euro a luglio e 216 a novembre. La domanda è: se per ognuno dei cud l’imponibile era sotto i 15.000 euro, come mai il datore di lavoro ha trattenuto ogni volta meno del 23%? Quale percentuale applica il singolo datore, in base a quale criterio? grazie

  12. @ Mary ha scritto martedì, 12 luglio 2011Ciao Mary, sì anche per me l’indennizzo sarebbe dovuto andare in tassazione separata. Tuttavia tu non puoi in alcun modo intervenire sul tuo cud, solo il tuo datore di lavoro può farlo. Per cui o intervieni con un sollecito del tuo legale o provi la via del sindacato.Spero di esserti stata utile, a presto, ciao!PS: ti ho potuto aiutare perchè un’altra persona di questo blog mi ha gentilmente aiutato. Partecipa anche tu a questa semplice iniziativa, è sufficiente aiutare un’altra persona dando un’informazione utile o segnalando le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Perchè più siamo e più possiamo aiutare :) grazie

  13. A seguito di sentenza per illegittimo licenziamento avvenuto nel 2008, il datore di lavoro nel 2010 mi ha dovuto corrispondere, oltre agli stipendi arretrati, un indennizzo relativo al fatto che ho lasciato il mio posto di lavoro optanto per una indennità così come previsto dal comma 5 dell’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori. Ebbene, gli stipendi arretrati riferentesi agli anni scorsi (2008 e 2009) sono stati iscritti giustamente nella Parte B rigo 120 del Cud, mentre l’indennità (che secondo me andava riportata nel rigo 134) mi è stata accorpata agli stipendi di alcuni mesi del 2010 in cui figuravo ancora in servizio. Essendo andata in pensione nel 2010 ho anche il relativo Cud da reddito di pensione, pertanto dai calcoli del CAF al quale mi sono rivolta per il 730, risulta che sono a debito IRPEF di un sacco di soldi e in più devo anche pagare l’accondo per il prossimo anno… prossimo anno in cui avrò sicuramente solo redditi da pensione!Siccome questa cosa mi sembrava incredibile, ho provato ad informarmi di qua e di là, e tutti mi hanno detto che nel CUD del datore di lavoro c’è un errore: l’indennizzo percepito ai sensi del comma 5 art. 18 Statuto dei lavoratori andava indicato a tassazione separata, come si fa per la liquidazione! Oltre che non pagare nulla nella dichiarazione dei redditi, avrei risparmiato anche un sacco di trattenute alla fonte, visto che così invece mi hanno applicato l’aliquota massima! Pare che ci sia anche una sentenza in tal senso (Corte di Cassazione Ordinanza n. 1349/2010). Ma il datore di lavoro, da me sentito, ha detto che il Cud non lo rifà perchè per lui è corretto così! Qualcuno gentilmente mi può dare un’informazione più affidabile? E se davvero dovessi aver ragione io, cosa posso fare per farmi rifare il Cud dal mio ex datore di lavoro? (intanto ho annullato il 730 perchè mi è stato detto che posso fare l’Unico con più calma, insomma c’è più tempo…)Grazie mille a chi potrà rispondermi con sollecitudine e complimenti per il vostro impegno. Mary

  14. @ patrizia ha scritto sabato, 09 luglio 2011Il calcolo è fatto sul totale del lordo percepito per cui sui 16 mila euro, ma attenzione se hai ricevuto 11 mila euro netti dal lavoro dipendente part-time a tempo det. in realtà il tuo lordo è superiore a 16 mila euro.Spero di esserti stata utile, a presto, ciao!PS: ti ho potuto aiutare perchè un’altra persona di questo blog mi ha gentilmente aiutato. Partecipa anche tu a questa semplice iniziativa, è sufficiente aiutare un’altra persona dando un’informazione utile o segnalando le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Perchè più siamo e più possiamo aiutare :) grazie

  15. Salve, nel fare la dichiarazione IRAP 2011, fatturato nullo, il programma mi salva la dichiarazione in formato cod_fiscale_IRA11.xml. Il programma di controllo non prepara il file per l’invio. Cosa sto sbagliando? grazie a tutti piero

  16. Ciao avrei bisogno di una spiegazione in merito a detrazione lavoro dipendente.Nel 2010 ho percepito reddito per 16.000 di cui 11.000 lavoro dipendente part-time a tempo det. il resto sono redditi da collab. occas.qual’e’ l’importo delle detrazioni da indicare nell’unico mi sembra di capire che per un contratto a tempo det. non può essere inferiore a euro 1380.00?il calcolo viene fatto su 16.000 oppure su 11.000?Grazie a tutti Patrizia

  17. @ elisabetta ha scritto giovedì, 30 giugno 2011Cara Elisabetta, purtroppo la legge parla di soglia di esenzione di 8.ooo euro nel caso si sia lavorato per tutti e 12 i mesi dell’anno solare in oggetto. Assurdamente se si è lavorato un numero di mesi inferiori la soglia di esenzione si abbassa proporzionalmente e al di fuori di tale soglia la tassazione è quella del primo scaglione irpef ossia del 23%.Qui ulteriori informazioni sulla soglia di esenzione irpef: http://bit.ly/soglia-esenzione Lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.grazie, ciao

  18. Salve ho una domanda io nel 2010 ho avuto due cud uno da lavoro dipendente a tempo indeterminato (iniziato ad agosto 2010)e uno da lavoro dipendente a progetto (scadenza marzo 2011)dalla somma dei due stipendi ho guadagnato un totale di 7500 euro lorde, io ora ho presentato il 730 perchè avendo due cud è obbligatorio farlo, ma mi hanno detto che pagherò tipo 1800 euro di tasse!!!! ma mi è venuto un dubbio, guadagnando al di sotto degli 8000 euro all’anno non risulto disoccupata?????dovrò pagare tutte queste tasse anche se ho guadagnato 7500?grazie per l’attenzioneElisabetta

  19. @ pangelo ha scritto sabato, 25 giugno 2011Ciao pangelo, purtroppo i termini di presentazione dell’Unico 2010 sono scaduti e dunque l’unico modo per rimediare all’errore senza incorrere nella sanzione dell’Agenzia delle Entrate è mediante lo strumento del ravvedimento operoso.Qui trovi maggiori informazioni sul ravvedimento operoso: http://bit.ly/ravvedimento2010Spero di esserti stata d’aiuto. Contribuisci anche tu alla crescita della nostra iniziativa, è sufficiente aiutare un lettore o segnalare le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o anche con il semplice passaparola :) a presto, ciao!

  20. @ Maurizio ha scritto venerdì, 10 giugno 2011Ciao Maurizio, ai fini irpef l’iva non va conteggiata per cui il tuo reddito lordo è di 56.ooo euro a cui vanno sottratti le varie detrazioni fiscali.Ragion per cui il tuo scaglione massimo è quello del 38% come riportato nella tabella blu all’inizio di questo articolo.Spero di esserti stata utile, a presto, ciao!PS: ti ho potuto aiutare perchè un’altra persona di questo blog mi ha gentilmente aiutato. Partecipa anche tu a questa semplice iniziativa, è sufficiente aiutare un’altra persona dando un’informazione utile o segnalando le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Perchè più siamo e più possiamo aiutare :) grazie

  21. ho commesso lo stesso errore in unico 2009 e unico 2010. Ora per Unico 2009 l’Agenzia entrate mi ha fatto notare l’errore, indicavo in RP23 ul riscatto Laurea che non mi spettava, e mi ha sanzionato. Sarò ancora in tempo a correggere UNICO 2010 prima di inviare Unico 2011? Grazie se qualcuno mi sappia dire qualcosa.

  22. Buonasera, volevo chiedere alcune delucidazioni su quantoandrò a pagare di irpef.Nel 2010 ho emesso fatture per circa 70000€ (ovvero 56000€ + 14000 di iva).Come costi di esercizio tra Auto, Gasolio, telefono e fatture di collaborazioni ho uscite di circa 15000€.Ora vorrei sapere in quale scaglione rientro quello dada 28.000,01 a 55.000 euro 38% 6.960 + 38% sulla parte eccedente i 28.000 euro oppure da 70000da 55.000,01 a 75.000 euro 41% 17.220 + 41% sulla parte eccedente i 55.000 euro Grazie in anticipo.Maurizio 71

  23. vorrei un aiuto per quanto riguarda la detassazione del notturo.Il Caaf ha detto che ci rimetto circa 500.00 euro perchè è stato compilato il rigo 94 e 96 del cud 2011 (redditi 2010).Infatti sul Cud 2011 sono indicati:Rigo 93 = 6000,00=Rigo 94 = 13,00= trattasi di un premio di 130,00 euro per non aver fatto malattiaRigo 96 = X=E’ vero quanto dice il Caaf, il Cud 2011 è stato compilato bene?

  24. buongiornoavrei bisogno di capire se posso insistere con la mia azienda:a settembre raggiungo i 35 anni di contributi ma non l’età quindi sto valutando di chiedere la mobilità ( prevista per altri colleghi) per avere almeno 38 anni di contributi e lasciare questo lavoro.Secondo voi è possibile?Grazie Alessia

  25. Buongiorno,avrei bisogno di aiuto per la compilazione del modello unico mini 2011.Per l’anno 2010 ho reddito da lavoro dipendente (3 relativi cud) e da collaborazioni occasionali (3 ricevute con ritenuta d’acconto).Per calcolare il reddito complessivo (da mettere nel quadro RC della dichiarazione) devo sommare le cifre riportate nelle caselle 1 dei tre CUD, giusto?Per quanto riguarda le collaborazioni devo invece sommere le tre cifre lorde e riportarle nel rigo RL15 del modello unico, giusto?Inoltre vorrei sapere se posso detrarre le spese per l’affitto e quale documentazione devo allegare. L’anno scorso avevo 30 anni e quindi dovrei poter usufruire della detrazione di 991,60 euro…Grazie!

  26. buongiorno, stamattina sono andato al caf cgl per fare la dichiarazione dei redditi 2010. ho scoperto, con mia grande stupore, che dato che una delle mie figlie di 19 anni l’anno scorso ha lavorato come stagionale in una fabbrica di pomodori e ha percepito 2300 euro di stipendio, in più ha vinto una borsa di studio dell’università del valore di 2000 euro non è più a mio carico, e quindi deve fare il modello unico a giugno, ma avendo l’irpef a zero su entrambi i cud (borsa di studio+lavoro stagionale)no può nemmeno chiedere il rimborso delle spese di iscrizione all’università (2500) e sulle spese mediche(2000) tra dentista e oculista. E corretto?quindi quest’anno quando mi chedera’ se può andare a lavorare gli dirò di no, costa meno farla stare a casa…..

  27. Buongiorno a tutti avrei bisogno di un chiarimento sui conteggi del mio 730; sono rimasta un po sconcertata.Sono una dipendente con contratto part-time e guadagno all’incirca 8500€ lordi in più sono proprietaria per un quinto di due case una chiusa e l’altra da un anno in affitto da cui ricavo un guadagno di circa 2500€ .Nel complesso ho un reddito di circa 11000€ è possibile che debba pagare 540€ di imposte per quest’anno e un anticipo del 99% sul guadagno dall’affitto dell’anno sucessivo. Così in totale devo pagare 1100€. Com’è possibile che debba pagare le tasse anche su guadagni che ancora non ho riscosso? Mi sapete dire se questa è la prassi corretta?

  28. @ ulisse ha scritto martedì, 08 marzo 2011Purtroppo ulisse, a meno di un grossolano errore nei calcoli dei tuoi contributi, se devi versare 1.600 euro occorre che tu li versi altrimenti è evasione fiscale e dato che ormai è tutto informatizzato questo significa che se ti individuano attraverso l’incrocio dei tuoi cud e della tua denuncia dei redditi avrai beghe ben maggiori ai 1.600 euro che ti sono chiesti. Peggio ancora in caso di tua omessa denuncia dei redditi a fronte di cud secondo i quali devi allo stato 1.600 euro.Per cui, caro Ulisse temo che ti dovrai rassegnare e pagare :( Sempre che non ci sia stato errore nel calcolo dei tuoi contributi, la verifica di un eventuale errore è impossibile da fare alla luce delle informazioni che ci hai dato. Occorre analizzare i tuoi cud e il tuo inquadramento contrattuale per ciascuna delle ditte per cui hai lavorato. La cosa più semplice e migliore è rivolgersi ad un CAF alternativo o a un professionista commercialista o consulente del lavoro.In merito all’ingiustizia di quanto ti è accaduto, è certa. Ma purtroppo Ulisse non sei ne il primo ne sarai l’ultimo a dover pagare tasse sproporzionate rispetto alle proprie entrate: lo fanno ogni anno milioni di cittadini italiani onesti e corretti.Il problema è la sproporzione delle tasse da pagare e ancor di più come queste tasse sono impiegate. Se a fronte di quanto paghiamo avessimo gli stessi servizi e tutele di un qualsiasi altro paese del nord europa non sarebbe un gran problema la vita quotidiana e ce la passeremmo tutti meglio.Purtroppo non tutti sanno che quasi la metà delle tasse che paghiamo vanno a pagare i costi della politica, dei politici e gli interessi del nostro debito. E dato che sono stati proprio i nostri politici ad indebitarci così tanto, in ultima analisi possiamo dire che oltre la metà di tutte le tasse che paghiamo servono a pagare i nostri politici e le loro scellerate scelte.E mentre loro se la godono discutendo in parlamento di argomenti “faceti” che riguardano solo i loro problemi come ad esempio escort, intercettazioni e immunità parlamentare, noi continuiamo a sputare sangue ed essere salassati dalle tasse.Ricordiamocene tutti quando andiamo a votare…Sostieni la nostra protesta contro la malapolitica e la casta dei politici, è sufficiente iscriversi a twitter e al nostro profilo:http://twitter.com/Anticastagrazie, ciaoAnticasta

  29. scusate forse saro ripetitivo ma non ho letto tutte le risposte del forum il mio quesito e questo : sono lavoratore dipendente e nel 2009 ho avuto la fortuna dico fortuna per i tempi che corrono di avere trovato occupazione presso tre ditte nel corso dell’anno ricorrente . Su consiglio di un amico vado al caf per vedere se posso avere qualche soldino sulle detrazioni portando scontrini e roba varia quando il caf mi dice devi dare allo stato 1600 euro io fuori di me non ci potevo credere era la prima volta che ho lavorato con tre ditte nel corso dello stesso anno mi sono rivolto a piu di un ragioniere senza capire il perche devo dare questi soldi ho verificato tramite i cud che tutte le tre ditte hanno versato i contributi allora cosa vogliono da me perche fanno queste leggi . poi il lavoratore rimane incastrato e si sente dire la colpa e tua perche dovevi comunicare poi la rabbia mia e che con queste ditte non mi hanno pagato con la busta paga ma pattuendo la giornata di lavoro (60,00 euro ) adesso cosa devo fare devo denunciare le ditte e poi non lavorare piu con loro cosa devo fare perche non ha rimasto sospeso le detrazioni in modo che al conguaglio avrebbero pagato loro l’ importo dovuto invece le ditte forse hanno risparmiato e io dovrei rimetterci anche del mio leggittimo guadagno . Spero che abbiate capito quello che voglio dire scusate ma sono un po dispiaciuto anche perche ora sono senza lavoro e mi guardo bene dal lavorare inquadrato mi conviene a nero cosi ho diritto pure al ticket dell’asl

  30. @ Raffaele ha scritto martedì, 01 marzo 2011Ciao Raffaele, ottima cosa conoscere la propria busta paga. Complimenti per il tuo proposito.Spiegarti tutta la busta paga non ce la faccio proprio… perchè, in primis, non è per nulla semplice, in secundis, ci vuole un bel po’ di tempo e di spazio su questo post, e andremmo entrambi fuori tema rispetto all’argomento trattato qui. I moderatori di Crisi Finanziaria ci tirerebbero le orecchie ad entrambi…La cosa migliore da fare è cercare sul blog gli articoli sulla busta paga, dacci un’occhiata ed eventualmente chiedi nei commenti di quei post ;) Comunque non mi sottraggo a rispondere ad almeno una delle tue domande:“cosa s’intende imponibile contributivo come si calcola e di dove deriva?”L’imponibile contributivo è la retribuzione lorda, cioè l’importo sul quale vengono calcolati i contributi previdenziali e assistenziali e l’irpef. Non si calcola perchè è l’importo indicato sul tuo contratto di lavoro.Spero di esserti stata d’aiuto, contribuisci anche tu alla crescita della nostra iniziativa è sufficiente aiutare un lettore o segnalare le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o anche con il semplice passaparola :) a presto, ciao!Nicoletta

  31. Salve a tutti,Scusate la mia ignoranza in materia, ma sono un semplice operaio metalmeccanico, cha da qualche settimana mi sono cimentato a comprendere la mia busta paga, cioè capire tutte le diciture e tutte quei calcoli che servono per determinare il mio stipendio.Infatti, volevo porvi alcune domande, prendendo come esempio la mia busta paga del mese di gennaio 2011:1-cosa s’intende “ imponibile contributivo” come si calcola e di dove deriva?2-il parametro di riferimento è il redito riferito al 2009,per calcolare: Inail (Imponibile mese), Inps e Irpef (Imponibile mese e anno), tutto per calcolarmi la busta paga Gennaio 20113- cosa s’intende “ Imponibile Fiscale netto ” di dove deriva e come si calcola e i “ contributi L.407/90 ” come si calcolano ?4 – Come si calcola la detassazione al 10% per il lavoro notturno e quali sono i parametri di riferimento?Grazie a presto.

  32. @ fabio ha scritto venerdì, 04 febbraio 2011Ciao fabio, il calcolo del reddito lordo annuo a partire dallo stipendio netto mensile non è immediato, inoltre servirebbero una serie di dati che non hai indicato (mensilità retribuite, regione e comune di residenza, …) comunque in linea di massima con 1450 euro di stipendio netto hai l’aliquota irpef max del 27%.Il reddito aggiuntivo proveniente dall’affitto del tuo immobile non inciderà in alcun modo sulla tassazione del tuo stipendio, dovrai semplicemente pagare il 27% sui proventi dell’affitto e il 38% sulla quota che eventualmente eccede i 28 mila euro di reddito complessivo.Spero di esserti stata d’aiuto, ricorda di girare il favore a un’altra persona della nostra comunità. E’ il reciproco aiuto il motore di questo blog, ciao :)

  33. Buongiorno in primis.Incomincio subito sul mio piccolo rebus percepisco 1450€ al mese (STATALE) ho una rendita di 450 € per fitto di un immobile mi sapreste dire in che aliquota irpef vado?e quanto pago in piu di tasse?grazie aspetto una vostra rispostaSecondo me non dovrei superare aliquota del 27% che sarebbe dai 15000 ai 28000?Netti o Lordi?Non supernado questa aliquota dovrei pagare sempre lo stesso?Grazie per chi mi dara una risposta

  34. @ GIANNA ha scritto domenica, 30 gennaio 2011Ciao GIANNA, sulla base delle informazioni che hai dato, se la busta paga è relativa al mese di dicembre 2010 allora i relativi importi saranno inclusi nel cud 2011 che ti sarà consegnato questa primavera. Se invece la busta paga è successiva a dicembre 2010 allora saranno incluse nel cud 2012 che ti sarà consegnato in primavera 2012.Cara GIANNA, lo spirito di questa comunità è quello di darsi una mano a vicenda. Facciamo tutti parte della comunità di lettori di Crisi Finanziaria, se puoi aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci :) grazie, ciao

  35. vorrei gentilmente sapere se quando farò il 730 :sono stata in malattia “grave “per un anno intero e il 28/12/2010, che mi è stato recapitato la busta paga comprensiva di tutti i ratei compreso tfr, però il pagamento mi viene fatto in due volte “15/01/2010- 15/02/2010-desidero sapere se l’importo della busta dicembre deve essere contemplata nel cud del 2010 e quindi con scarico 730 , ringrazio Gianna

  36. salve io wsono un dipendente il mio cud e di 25000 lordi annui quanto devo mettere come aliquota mensile .grazie cordiali saluti

  37. ciao, ho ricevuto una retribuzione annua totale di 37.309,96, ma come mai al posto di essermi detratto 10311,24 euro mi è stato detratto 12469,09?possibile che mi hanno sbagliato il calcolo o come non spero ho sbagliato io?

  38. ciao, ho ricevuto una retribuzione annua totale di 37.309,96, ma come mai al posto di essermi detratto 10311,24 euro mi è stato detratto 12469,09?possibile che mi hanno sbagliato il calcolo o come non spero ho sbagliato io?

  39. non esiste una tabella piu semlice alla portata di tutti ? senza essere precisi al centesimo ma con un approssimazione accettabile . personalmente non riesco a capire se mi conviene continuare a lavorare o prendere semlicemente la pensione ? non ci capisco piu nulla. il mio è piu uno sfogo che altro . grazie comunque.

  40. sono separata da giugno 2010. mi hano detto che per il primo anno dovrò pagare le tasse al doppio! che significa e perchè? sembra che lo stato voglia un anticipo?grazie

  41. buona notte io sul conguaio annuale Irpef non ci capisco nulla ,io ho una busta paga di 900 euro al mese piu137 di assegno familiare e tredicesima di 700 euro,quanto mi tolgono di tasse?è possibile che mi tolgano 500 euro di tasse ,,,spero di no se no questo mese non si mangia…..grazie marusca

  42. @ cnz ha scritto lunedì, 20 dicembre 2010Ciao cnz, purtroppo ti debbo confermare che anche sui compensi della cassa integrazione sia ordinaria che straordinaria si paga l’irpef :( Per maggiori dettagli dai un’occhiata ai commenti precedenti, troverai molte risposte a casi simili al tuo.in questa comunità ci si aiuta a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao e buon 2011 :)

  43. @ DONA ha scritto giovedì, 30 dicembre 2010Ciao DONA, tranquillo per un reddito lordo di 55.000 euro l’ipef “lorda” è di 17.220 e non 26.000. puoi verificare tu stesso, è sufficiente consultare la tabella irpef all’inizio di questa pagina.Buon anno e non dimenticare che queste libere informazioni sono il frutto dell’impegno dei lettori del blog ad aiutarsi reciprocamente.Per favore dacci una mano anche tu, aiutando un lettore o segnalando ad altri quest’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie.ciao :)

  44. buongiorno a tutti, io sono in cassa integrazione straordinaria da quasi un anno … e tra l’alro nel 2009 mi sono fatta 8 mesi di cassa integrazione ordinaria a zero ore… ma è possibile che anche sulla cassa integrazione venga pagato l’aliquota irpef al 23%!! è un furto!! grazie 1000 a presto!

  45. ciao a tutti….scusate l’ignoranza vorrei aiuto su alcune domande riguardante il mio stato del 2010…. io lavoro come manager per una ditta che ha pizzerie in afghanistan….il mio contratto e’ un contratto a progetto.mi sapete dire chi deve pagare le tasse?quanto dovrei pagare da un reddito che non va oltre a 28000 eurograzie a presto…

  46. Sono pensionato ma lavoro occasionalmente ed emetto ricevuta al committente.Vorrei sapere se con un reddito max di 5000 euro da lavoro occasionale, mi grava sul netto della mia pensione e le tasse che, oltre alla ritenuta d’acconto del 20%, andrei a pagare in più.Grazie Vincenzo

  47. @ giuseppe1950 ha scritto venerdì, 29 ottobre 2010Caro giuseppe1950, il calcolo della pensione è cosa complessa e deriva da una serie parametri che non hai indicato. Per conoscere con precisione l’importo della tua futura pensione ti consiglio di rivolgerti agli sportelli dell’inps o del tuo istituto previdenziale o se preferisci al tuo padronato, saranno poi loro a inviare la richiesta di calcolo all’istituto previdenziale di pertinenza.A presto, ciaoMarco ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice con il passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao :)

  48. @ Paola ha scritto domenica, 10 ottobre 2010Ciao Paola, nel tuo caso è molto semplice, avendo un reddito annuo lordo di 9 mila euro ricadi nel primo scaglione irpef, la cui aliquota è del 23%. Dato che il tuo contratto è co.co.co. i compensi che ricevi hanno alla partenza una ritenuta d’acconto del 20% da parte del tuo sostituto d’imposta (il tuo attuale datore di lavoro). Per cui a fine anno non dovrai pagare praticamente nulla di irpef, avendo già versato il 20% di tutte le tue entrate. Anzi se hai fatto molte spese mediche o in generale hai delle spese deducibili/detraibili puoi richiedere il rimborso dell’irpef nella tua dichiarazione dei redditi e avere indietro parte di quel 20% ;) Cara Paola, contribuisci anche tu a tener vivo lo spirito della nostra iniziativa, più siamo e più possiamo darci una mano l’un l’altro. Aiuta un lettore o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o anche con il semplice passaparola :) Grazie, ciao!

  49. Se percepisco uno stipendio lordo di Euro 3132 mensili a cui si deve ovviamente aggiungere le 13esima, considerando che andrò in pensione probabilmente a gennaio o a luglio 2012 con 62 anni di età e 37/38 di contributi, come netto cosa andrò a percepire presumibilmente?

  50. Buon giorno.non sono molto afferrata in questo argomento e quindi vorrei porVi una domanda a cui non so dare una risposta.Mio marito dipendente percepisce un buono stipendio ed è l’unica entrata che ha. Vorrei sapere se è possibile che a fine anno in fase di 730 gli verrenno addebitate altre tasse?Come faccio a saperlo con un certo anticipo? Ora l’imponibile irpef lordo evidenziato sulla busta paga è 40.000€ calcolando circa 5000€ al mese arriveremo a 55-60.000€.Come faccio a sapere quale aliquota è già calcolata sulla busta paga?non so se sono stata chiara, ma spero di avere delle indicazioni da voi.Grazie in anticipo.stefania

  51. Vorrei sapere, perchè non ho capito bene, superando gli 8 mila euro l’Irpef come viene pagata. considerando che io ho un contratto tipo co.co.co. e quest’anno andrò a guadagnare all’incirca 9 mila euro vorrei capire qual è la somma che andrò a pagare.

  52. @ pitodaro ha scritto martedì, 07 settembre 2010Ciao pitodaro, per questo livello di dettaglio la cosa più semplice è sentire direttamente con il servizio di assistenza telefonica dell’Agenzia delle Entrate. Qui trovi il numero verde, gli orari e altre utili informazioni:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/08/03/numero-verde-agenzia-entrate-assistenza-fiscale-telefonica.htmlps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice con il passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao :)

  53. @ enrica ha scritto venerdì, 24 settembre 2010ciao enrica, per aver diritto alle detrazioni occorre avere un “debito” Irpef ossia un certo ammontare d’imposta irpef relativa ai redditi percepiti nell’anno. Se non percepisci redditi o i tuoi redditi sono inferiori alla soglia di esenzione non devi pagare l’Irpef ma nel contempo non puoi usufruire delle deduzioni e delle detrazioni irpef, poichè l’irpef che devi allo stato è pari a zero. Qui trovi maggiori informazioni sulle soglie di esenzione irpef:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/03/05/irpef-2010-esenzioni-no-tax-area-detrazioni.htmlNella nostra comunità chi più aiuta più è aiutato: aiuta anche tu un lettore o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda :)

  54. Buongiorno, volevo informazioni sulle detrazioni da lavoro dipendente per la dichiarazione dei redditi. Mi hanno detto che occorre aver lavorato almeno una settimana nel corso dell’anno per avere diritto alle detrazioni per tutto l’anno. E’ corretto?

  55. Sono andato in pensione il 1 luglio 2009.Nel 2009 ho percepito un tfr, un incentivo all’esodo e il riscatto dal fondo cometa.Tutte le trattenute irpef sono avvenute a tassazione separata con una percentuale del 23%.Ho saputo che l’Agenzia delle entrate effettuerà un conguaglio su questi redditi a tassazione separata e aumenterà questa percentuale.E’ possibile sapere la modalità di calcolo e come si arriva a questa percentuale ? I redditi a tassazione separata si sommano ai redditi di pensione e di lavoro, visto che sono stato pensionato nel 2009 per 6 mesi e ho lavorato per altri 6 mesi ?Grazie in anticipo della cortese collaborazione.Piero

  56. @ panunzi damiano ha scritto sabato, 04 settembre 2010Ciao damiano, detto che condivido l’ironia del tuo giudizio, soprattutto a riguardo dei nostri politicanti mangia pane a tradimento, tuttavia non è proprio vero che chi ha un reddito lordo di 54.500€ guadagna di più di chi arriva a 62.000/63.000 € lordi, diciamo che chi ha un reddito di 62.000/63.000 € paga sicuramente più tasse, ma di netto ha comunque e sempre più di chi guadagna 54.500 €.

  57. praticamente chiunque è un € sotto soglia gli di ce bene sennò:chi guadagna 54500€ guadagna di più di chi arriva a 62000/63000 che spettacolo questa nostra cara italia ……………………………………………………………….paese di balocchiciao a tutti e scusate lo sfogo

  58. @ Ginola ha scritto martedì, 15 giugno 2010E perchè il fatto che si deve pagare la dichiarazione dei redditi entro il 16 giugno ma che la stessa può essere consegnata sino a settembre?Secondo te è possibile sapere quanto si deve pagare senza prima aver fatto la dichiarazione dei redditi?Il fisco italiano è pieno zeppo di follie di questo genere, sono tutti macchiavellismi per farti credere che il fisco è buono e giusto mentre ti stanno spremendo come un limone per far andare in auto blu le amanti dei politici che hai votato…

  59. Ma come faccio a stimare in maniera precisa quanto guadagnerò quest’anno se ad oggi non ho incassato nulla? E poi se sbaglio pago anche una penale. Questa è oltre che follia pura anche un incentivo ad evadere. Non evaderò mai le tasse ma questo è chiaramente uno dei motivi per cui tantissimi evadono le tasse!

  60. @ Stefano e Greta G.Ciao ragazzi, anche a me risulta la versione di Greta. Tuttavia non capisco perchè non optate per il regime amministrato. E’ tutto più semplice e automatico.Soprattutto non ve ne dovete occupare voi bensì la banca che utilizzate per le operazioni di borsa…Anche nel caso dovete pagare un tot per la gestione del dossier titoli ne vale comunque la pena oppure cambiate banca e sceglietene una che non ve lo faccia pagare. Ad esempio Fineco ;) in questa comunità ci si aiuta a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao :)

  61. Per Greta:— ..” me hanno detto che la tassazione è separata e non contribuisce all’irpef..”:si, la cosa e’ cosi’.Mentre a me ora si apre un cinema incredibile per le transazioni eseguite in dollari.Mi hanno deto che si deve usare un metodo di calcolo per le plusvalenze che amplifica enormemente il rischio cambio.Ancora non ci credo, ma appena sono sicuro ti/vi aggiorno…Ciao,Stefano.

  62. Ciao Stefano, anche io sono messa come te, a me hanno detto che la tassazione è separata e non contribuisce all’irpef. Io ci ho creduto ma se scopri il contrario ti prego di dirmelo che sono in tempo a rettificare non avendo ancora consegnato l’unico.Lo spirito di questo blog è aiutarsi a vicenda e segnalare ad altri le sue pagine, perchè più siamo e più possiamo aiutarci, ciao

  63. Salve a tutti.Domanda proprio di base, ma sono proprio ignorante:- le plusvalenze da operazioni finanziare (vendo e compro azioni e derivati) che faccio in regime non amministrato (cioe’, sono io che mi occupo di calcolare le cose) vanno nell’imponibile Irpef o no?Quest’anno presento il modello Unico semplificato (non il 730, perche’ non sono piu’ un dipendente).Ho letto che sono assoggettate al 12.50%. E fin qui ci siamo.Ma poi ho letto entrambe le affermazioni:- 1) “essendo a tassazione separata, non contribuiscono all’imponibile Irpef”- 2) “certo che contribuiscono all’imponibile: quindi su quel che resta dopo aver tolto il 12.50%, devi usarlo nell’imponibile Irpef” etc.Mi aiutate?Ciao,Stefano.

  64. Cari amici, ho conosciuto questo blog un paio di mesi fa. Cercavo informazioni sulle aliquote irpef dello scorso anno. E non solo ho trovato risposta ai miei dubbi e buchi di conoscenza fiscale, ma ho trovato una serie di altre informazioni che non sapevo nemmeno mi sarebbero state di fondamentale utilità per il mio lavoro e i miei risparmi.Per questi motivi le domande di MATTIA mi hanno colpito molto. E’ incredibilmente italiano che le migliori informazioni, le più complete e comprensibili, su questioni dello stato non le dia lo stato stesso, ma un singolo volontario privato o un gruppo di persone. Oltretutto gratuitamente, senza chiedere compensi o imposte!mah questo aspetto dovrebbe farci riflettere tutti quanti, su come finiscono spese male le nostre tasse!Detto questo un mega ringraziamento a Crisi Finanziaria per il fantastico lavoro di informazione che state facendo insieme a quanti di noi condividono lo spirito di reciproco aiuto e scambio di informazioni che anima questo blog.Nel mio piccolo spero di poter dare una mano anche io, non fosse altro nel promuovere l’iniziativa ad amici e conoscenti.Complimenti ragazzi e sopratutto grazie!

  65. Post interessante e chiaro. Possibile che capisca di più da un sito come il vostro che dal sito dell’Agenzia delle Entrate?Possibile che a un lavoratore appena entrato nel mondo del lavoro non vengano date queste indicazioni?

  66. Mi sembra sia tutto corretto caro Giancarlo, per ulteriori analisi occorrerebbe in dettaglio la tua situazione. Per queste cose la cosa migliore è rivolgersi ai CAF o ad un commercialista. ciao

  67. avendo lavorato solo 6 mesi come lavoratore dipendente (di cui effettivi 4 per aspettativa sanitaria) ho visto che sul cud è riportato che posso fruire per tutto l’anno della detrazione da lavoro dipendente ed infine al punto 33 (credito per famiglie numerose?) un credito di quasi mille euro.inoltre percepisco un assegno inps di invalidita’ con ritenute irpefvi sarei grato se poteste darmi chiarimenti.grazie giancarlo

  68. fantastico, proprio quello che cercavo e spiegato in modo semplice e sintetico.complimenti, segnalerò questa pagina :)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>