Investimenti sicuri: dove e come investire in modo sicuro i propri risparmi

materie-prime.jpg

Dove investire i propri sudati risparmi?

Ormai non passa giorno che i nostri lettori non ci pongono domande e richieste di aiuto su dove investire i propri risparmi in modo sicuro e performante.

Borsa, obbligazioni, fondi, valute, conti di deposito, immobili, assicurazioni, etf, etc, cfd, cw, … ?

E poi ancora: quale prodotto prediligere una volta selezionata la tipologia di investimento migliore?

E infine: quale la durata ideale dell’investimento selezionato?

Belle domande… Ma, credetemi, non sono le giuste domande da porsi.

Perchè?

Perchè sono le stesse che tutti si pongono da sempre. E a cui mai nessuno è stato in grado di rispondere in modo preciso ed esaustivo. Per primi i gli illustri e accreditati esperti internazionali delle più importanti istituzioni finanziare pubbliche e private. I così detti Guru della Finanza

Raccogliamo quotidianamente i loro studi, interviste e report proveniente da ogni parte del mondo.

In effetti ognuno di questi propone con una certa “spocchia” la sua interpretazione dello stato dell’economia e dei mercati. Purtroppo in pochi si spingono a rispondere realmente a queste domande e comunque le condiscono di infiniti ‘se’, ‘ma’, ‘forse’, ‘qualora’, vanificando di fatto l’obiettivo della domanda e svuotando la risposta di ogni significato pratico.

Bene questo è lo stato dell’arte degli studi sull’attuale congiuntura economico-finanziaria. In generale, chiunque millanta di sapere come investire in modo sicuro i tuoi risparmi o è in malafede o è un inconsapevole incompetente. In ogni modo meglio starne alla larga (vedi promotori finanziari et similia…)

Perchè se i “grandi” della finanza e dell’economia mondiale non sono in grado di dare risposte certe, e quando l’hanno fatto hanno toppato clamorasamente (vedi quello che è successo con la crisi finanziaria), come pretendere che altri siano in grado di farlo?

Come dicevo all’inizio del post, il vero problema non è la risposta bensì la domanda. E’ la domanda ad essere sbagliata. A domanda errata non possono che conseguire un’infinità di risposte fallaci.

Lo sbaglio sta nel credere che l’economia e la finanzia siano in qualche modo prevedibili. E’ un po’ come credere che sia possibile leggere il domani nella sfera di cristallo o nei fondi di caffè.

L’approccio deterministico all’economia giace da tempo nel campo santo delle illusioni. Anche quello probabilistico è ormai abbandonato, soppiantato da complessi modelli matematici dinamico-statistici. Modelli la cui complessità non prevede soluzioni matematiche se non a scapito di drastiche semplificazioni che a loro volta ne compromettono l’attendibilità…

La vera domanda, quella che ciascuno di noi dovrebbe porsi è: come posso cautelarmi da possibili investimenti errati?

Questa è la domanda corretta.

Bene, a questa domanda è molto più facile rispondere. Noi crediamo che questo sia il vero segreto di un affidabile successo nel mondo della finanza, come in quello dell’economia e degli affari.

E’ un approccio metodologico. Non si tratta semplicemente di ribilanciare l’investimento fatto o contro-assicurarsi, ma di analizzare gli scenari avversi al nostro investimento principale e individuare soluzioni che siano conservative, in caso di scenario favorevole, e di sovraperformare in caso appunto di scenario avverso.

Se l’argomento interessa alla comunità di Crisi Finanziaria, in futuri post spiegheremo il percorso analitico da intraprendere per rispondere a questa domanda fondamentale.

Ma innanzitutto, rispondi tu a questa domanda: cosa fai per cautelarti dagli investimenti che fai?

Scrivilo qui di seguito nei commenti, rispondere in prima persona a questa domanda e confrontarsi con altri è il primo passo da intraprendere per acquisire consapevolezza e sensibilità in materia di tutela dell’investimento.

Investimenti finanziari

A seguire una sintetica raccolta di articoli sull’argomento:

Investimenti sicuri: 3 regole d’oro

Investire nell’oro finanziario

Investire in obbligazioni ad alto rendimento e rischio

Archivio rendimenti bot

Archivio investimenti


Gli investimenti più sicuri e performanti selezionati per tipologia di strumento finanziario e per settore.

200 pensieri su “Investimenti sicuri: dove e come investire in modo sicuro i propri risparmi

  1. @gastone ha scritto martedì, 08 gennaio 2013ah ora è tutto più chiaro… ti confermo che avere un rendimento del 5-6% è un ottimo obbiettivo. Per qualsiasi genere di investimento “sicuro”.Considera che l’inflazione si mangia circa il 3% annuo di valore d’acquisto, che il mercato immobiliare attualmente non solo non cresce ma è ancora in discesa. E come se non bastasse c’è la tassazione degli immobili che abbatte ulteriormente la rivalutazione dell’investimento.Dunque cosa rimane? Poca roba:L’obbligazionario “sicuro” ha rendimenti a 5 anni dell’1,5% annuo e anche meno, mentre se vai sui titoli del tesoro nostrano i rendimenti sono più alti ma suscettibili ai dannati problemi politici dell’Italia (vedi quello che è successo nel 2011) con il rischio di hair cut o differente svalutazione del debito…Dunque?Ribadisco, non ci sono certezze. Personalmente io sto in campana, tengo buona parte del mio capitale in vari conti di deposito (arrivano a rendere oltre il 4,5% annuo a 2 anni) e attendo che questa crisi finisca.A quel punto investirò sull’immobiliare se avrò la fortuna di trovare una buona occasione che mi convince, in alternativa suddividerò l’investimento in etf- azionari- materie prime- metalli preziosie obbligazionario

  2. Ciao, no no io vorrei portarmi a casa un 5/6 % netto e pensavo che fosse relativamente facile. La mia banca mi dice che con la gestione patrimoniale delle casse trentine l’anno scorso hanno portato a casa un 6% netto, per cui mi interessava sapere da terzi se era possibile ottenere ciò da una gestione patrimoniale oppure se era la solita burla bancaria. Cosa ne pensi dei conti di deposito? danno anche un 3,70% annuo se vincolati. Certo che mettere 150 ml € su n conto di deposito….non sò proprio che cosa fare in questo momento.Grazie Montezuma a prestoGastone

  3. @gastone ha scritto domenica, 06 gennaio 2013ciao gastone, di questi tempi ottenere un rendimento netto del 5-6% annuo sul capitale è gran cosa…ma il rendimento è garantito o sono supposizioni del promotore finanziario della banca?

  4. Buongiorno a tutti, tra dieci giorni mi scade un pronti contro termine e avrò a disposizione 150 ml €. La mia banca mi propone di investire nella gestione patrimoniale private delle casse trentine e dimenticarmi l’investimento per qualche anno. Ora a me stà anche bene investire e dimenticarmi dei soldi anche per 5 anni, ma la domanda è mi posso fidare di una gestione patrimoniale? che risultato potrebbe darmi in 5/6 anni? Non sono un tipo a cui piace particolarmente il rischio e portarmi a casa un rendimento annuo tra il 5% e il 6% netto non dovrebbe essere un grosso problema. Mi piacerebbe tra cinque o sei anni, reinvestendo tutti gli interessi maturati nel periodo, avere circa 210/220 ml €, pensate che sia troppo chiedere ciò? Se investissi da solo, consultando sempre libri o siti specializzati credete che farei meglio rispetto ad una gestione patrimoniale? Io sono di Trento ma comunque mi fido poco di una gestione delle casse trentine anche se non ho motivo di dubitare……datemi un parere per cortesia non sò proprio dove mettere sti benedetti soldi, magari un appartamento………..? grazie a chi mi vorrà cortesemente rispondere.Gastone

  5. se giochi al super enalotto puoi sperare di vincere altrimenti accontentati e godi la vita in santa pace penso che chi investe non debba mai porsi il problema se l’investimento è sicuro ma se mai sia azzeccato nel tempo e auguro a tutti i lettori buon investimento la fase comunque vada è molto eccitante w l’economia

  6. Salve,che cosa potete dirmi riguardo alla sicurezza dei buoni fruttiferi postali?qual’è la cifra massima investibile?Grazie anticipatamente

  7. Salve , apprezzo molto il vostro blog e vorrei un consiglio .avevo dei bfp a 18 mesi, con capitale da 50 k , ma alla scadenza per sicurezza ( sacrifici di lavoro ) mi hanno consigliato un investimento in assicurazione posta certo futuro a 20 anni. ho fatto una ca….. ?? non ci capisco un cavolo di investimenti … ho letto che posso recidere il contratto entro un mese … mi conviene?? grazie anticipatamente.

  8. @mauropi ha scritto martedì, 15 novembre 2011ok mauropi, non esagerare con l’obbligazionario… non sono bei tempi per i titoli di debito e lo saranno ancor meno in futuro.in bocca al lupo e tienici aggiornati sugli sviluppi :) ps: lo spirito della nostra comunità è quello di darsi una mano a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, G+, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie :)

  9. Ciao, allora il 20% su 2 conti correnti un 10% in BTP non rinuncio ad un 5% in azionario(lottomatica,la gente meno soldi ha piu’ spera nella dea bendata) e poi un 50% diviso in obligazionario paesi emergenti(turchia,messico,brasile,russia e perche’ no giapponese. il metallo prezioso anche se e’ un prodotto tangibile ho l’impressione che sia la prossima bolla speculativa.per il restante 15% volevo collegarli al petrolio ma non so’ che tipo di prodotto,mi sa’ che li metto nei conti correnti per non rischiare.garzie per l’interesse

  10. @Valerio ha scritto lunedì, 14 novembre 2011sì Valerio, il cambio euro/lira turca è una bella incognita… tuttavia l’economia turca sta andando molto bene e nei prossimi cinque anni overperformerà la media delle economie europee. Per cui una differenziazione sulla Turchia non è una cattiva idea, magari meno del 10% e investendo una piccola parte anche nell’obbligazionario governativo turco, ha alti interessi e un rischio default relativamente basso (i rischi sull’Italia attualmente sono superiori)

  11. Oltre a quanto scritto da Jack personalmente starei attento ai fondi turchi per questione del cambio, mi posizionerei su qualche obbligazione corporate, anche straniera con un buon rendimento per speculare un pochino.(PSA)

  12. @mauropi ha scritto lunedì, 14 novembre 2011se io fossi in te ridurrei l’esposizione nell’azionario italiano e nell’obbligazionario bancario, oltretutto oggi come oggi il 4,25% a 5 anni è un pessimo interesse.Considera che i BTP italia hanno un premio anche superiore al 6% annuo e stai pur certo che se salta l’Italia, le banche la seguono, per non dire che l’anticipano, dato che sono piene di titoli del debito italiano.Per me i bond Italia non sono poi così a rischio default come lo spread farebbe intendere e ad ogni modo fra un’obbligazione italiana e quella di una banca italiana scelgo la prima.Mentre differenzierei anche su oro, argento, petrolio e gas naturale. Magari non subito, aspetterei di vedere come evolve la situazione Italiana e l’economia mondiale.Mentre per la liquidità il 20% può andare, spalmandola su differenti conti di deposito (attualmente rendono mediamente più del 2%).

  13. Salve a tutti io sto’ per vendere un’immobile e ho 100.000 da investire e pensavo di suddividerli cosi 20% conto corrente,10% obligazioni banca(4,25& garantito a 5 anni)10% CCT Italia non so il tasso..10%fondi turchia(ho sentito che hanno un buon PIL)20% azioni mercato azionario italia e il resto pensavo a dei prodotti legati al grano, acqua,frumento..che ne pensate avete anche qualche consiglio sui prodotti?dimenticavo il petrolio ciao

  14. Ciao Roby06 lascia perdere qualunque tipo di assicurazione!!!e non ascoltare nemmeno i dipendenti delle banche.Il 3,43 é un rendimento basso vista l´inflazione attuale e visto l´andamento del mercato.Sicuramente poi sará stato un rendimento lordo.Piuttosto fatti un conto deposito dove non paghi nessuna spese e nemmeno i bolli, orizzonte temporale di un anno rendimento circa il 4,30 lordo.Oppure obbligazioni corporate.

  15. ho letto circa la diversificazione degli investimenti. Mi hanno proposto polizza Inassitalia (è sicura come assicurazione???) con un rendimento al 3,43 e poi vorrei anche investire nell’acquisto di una casa da mettere a rendita (fittarla) cosa ne pensate??? l’importo da investire e di circa 200. A proposito non ne capisco niente di finanza….. ma le banche non le sopporto…Grz dell’aiuto.R

  16. Ciao a tutti. Vorrei porvi una domanda.Che oppinione avete di CheBanca? Il conto deposito per 12 mesi garantisce il 4%lordi e in teoria il capitale è esente da rischi.

  17. @Nick:Dipende che rendimento hanno i libretti…se toglierli o meno…Ad ogni modo con 10-15k non puoi pretendere rendimenti stratosferici…ma quantomeno superare l´inflazione(ora al 3,1%).Personalmente i fondi esteri li lascerei perdere tantopiú che tra commissioni di sottoscrizione e gestione non é mai chiaro quanto ti viene in tasca.Se vuoi qualcosa di tranquillo con poco rischio a questo punto ti suggerisco un conto deposito senza spese ne bolli statali.Se vuoi cercare un po´piu´ di rendimento(se hai gia un dossier titoli attivo)ti potrei suggerire di investire in qualche obbligazione.Buona domenica.

  18. @ValerioLiquidità disponib 10/15kPotrei anche togliere quelli che ho sui libretti (non sono al portatore) e sono altri 30k.Propensione al rischio? Proverei ma se poi va male … Mi ci manda mio marito in Australia con un c alcione….Nei post precedenti Si parlava di investire in fondi esteri tipo Germania o svizzera… Che mi dici? Come fare? Intanto grazie mille Nickname

  19. @Nick:Se posso aiutarti…volentieri.Capitale disponibile? Liquiditá disponibile senza calcolare libretti di deposito(attento se sono al portatore perche non possono essere superiori a 2499 Euro con la nuova normativa) e buoni postali.Propensione al rischio…rendimento ambito?Secondo me lascia stare l´oro, quando lo compri lo paghi una fortuna,quando lo vendi…se riesci a venderlo ci rimetti parecchio.Banche estere…se esporti capitale illegalmente, poi se lo riporti in Italia sei finito!O ti trasferisci in Australia…e ti porti via tutti i soldi senza dover dar spiegazioni a nessuno!Aprire un conto su banca estera non é difficile…ma poi i movimenti sono complicati…e se li devi giustificare alla Gdf diventa scomodo!(anche se sono introiti legali!)

  20. Salve a tutti,Seguo con molto interesse i vostri post anche se non mi intendo molto di finanza….Anni fa presa dall’Entusiasmo di acquistare un terreno agricolo, l’ho fatto e dopo 15 anni non riesco più a venderlo…. Inoltre non diventerà mai edificabile in quanto si trova in zona rurale protetta(l’ho scoperto dopo…)Ho da anni dei buoni postali + libretti di deposito che non fruttano niente o poco….Ho un Po’ di liquidità che non so dove mettere/investire. Vorrei aprire un conto in una banca estera… E’ difficile? Può essere sicuro di questi tempi? Leggendo i vostri post….. se io acquisto oro, dove lo metto? Dovrei portarlo fisicamente in una banca estera, magari Austria o svizzera?Oh che casino….. Se potessi me ne fuggirei in Australia…Comunque grazie a tutti per lo scambio di esperienze e consigli…Ciao NicRisulterebbe facile

  21. dimenticavo…1) più l’oggetto da pesare è leggero, più servono strumenti e calcoli precisi2) come pesare una moneta: http://www.attilacoins.com/calcolo_peso_specifico_moneta.asp3) altre informazioni utili: http://www.homolaicus.com/storia/oro/chimica_fisica.htm http://www.homolaicus.com/storia/oro/investimento.htmio starei lontano dal cosiddetto “oro finanziario”… preferire il metallo fisico alle depennabili “ricchezze di carta” che piacciono a molti (finché non fallisce la banca tale o la società finanziaria tale)

  22. questi i controlli preventivi… e dopo ogni acquisto dovremmo verificare la qualità della merce, chiunque ce la venda.nel caso dell’oro, come verificarne la genuinità? ci viene aiuto la storia di Archimede e della corona d’oro del tiranno di Siracusa Re Gerone II:www.francobampi.it/franco/home/archimede.htmconoscendo il concetto di peso specifico, e applicando il metodo archimedeo, possiamo facilmente sapere (praticamente gratis) se la qualità effettiva del prodotto è pari a quella promessa. non escludo che possano esistere metodi più moderni per testare la genuinità dei metalli preziosi (il metodo archimedeo ha più di duemila anni)ecco altre interessanti informazioni (ahimé, in inglese):www.wikihow.com/Tell-if-Gold-Is-Realwww.squidoo.com/really14ktgoldall’inizio si può comprare una piccola quantità, poi dopo una prima verifica andata a buon fine comprare altro prodotto. ovviamente più il metallo è puro e più dovrebbe costare. come già detto, è saggio verificare sempre e comunque: parafrasando Ronald Reagan, “fidatevi, ma verificate”penso che coloro che temono che l’oro scenda di prezzo non dovrebbero temere. cali temporanei sono fisiologici (pensate a chi vende una parte per comprare altri beni) ma complessivamente è da moltissimo tempo che l’oro continua a salire… più aumenta l’incertezza dei mercati finanziari e più l’oro dovrebbe salire di prezzo. di solito dovrebbe essere così. guardate il prezzo dell’oro negli ultimi decenni e capirete cosa intendo (esempio, goldprice.org, espandete gradualmente l’orizzonte temporale da 24 ore a 30 anni)anziché pensare che sia l’oro a salire, pensate che l’aumento dell’oro in realtà misuri la perdita di valore reale della nostra moneta. una prospettiva che ci ricorda che le banconote sono carta straccia senza valore intrinseco, che valgono SOLO come merce di scambio e SOLO finché c’è la fiducia su cui si basanoe coloro che temono i “topi d’appartamento”, costoro ricordino che hanno inventato i caveau, e le cassette di sicurezza (disponibili presso molte banche per un modico canone annuo più un contributo simbolico per ogni accesso).

  23. regola d’oro: ognuno deve (PERSONALMENTE) investigare prima di investire… investire solo se non troviamo informazioni che non ci piacciono.strumenti: acquisizione certificati (camerali, catastali, PRA etc.) dai soggetti certificatori, interrogazione banche dati (es. database VIES dice se una partita IVA è valida) e visione di pubblici registri (es. verifica numero autorizzazione/licenza/iscrizione ad albi ordini ruoli elenchi), analisi dei siti Internet (es. scoprire l’ubicazione del server e la data di registrazione del dominio)… etc.ho riassunto il post all’osso, il filtro del blog non dovrebbe bloccarlo…

  24. @Leo Gandhi:In caso di fallimento dell´Italia non restera´piu´nulla….per cui eventualmente il default portera via tutto…(per me non facciamo default!)

  25. Grazie ht69 per la tua risposta..mi sei stato d’aiuto. il mio problema piu grosso ora è il dove prenderlo. Navigando su internet ho trovato italpreziosi.it e golddirect.com ma chi mi garantisce che non sono una truffa. Il mio terrore è questo.

  26. @Valerioottimo rendimax (ce l’ho pure io) ma attenzione! Se il sistema economico italiano si inceppa, rendimax sarà il primo a saltare perchè rendimax è di Banca Ifis che è specializzata in factoring e prestiti alle aziende…E fidatevi, in caso di fallimento sistemico in Italia, meglio non fare affidamento sul FITD (fondo interbancario di tutela dei depositi) non rimarrà nulla per rimborsare i milioni di correntisti delle varie banche coinvolte nel crac

  27. @michele:COn rendimax ci sono proposte varie sia in base alla tassazione attuale che quella dal 1.1.2012 leggi sul sito. Al termine del vincolo i soldi tornano automaticamente sul conto rendimax e dallo stesso giorno maturano interessi al tasso del deposito libero(ore 2,50%) cosi poi decidi se rivincolarli,attendere o girarne una parte di nuovo sul tuo c/C di origine qualora ti servissero.

  28. si temono default a catena, chi è pronto? se si verificano, allora sì che la gente capirà che una banconota non ha valore intrinseco ed è carta straccia… e sarà un duro risveglio per tutti…tecnicamente una moneta non può “fallire” ma può perdere parecchio valore (chi ricorda la repubblica di Weimar?)… comunque in principio le banconote erano ricevute bancarie attestanti il deposito di denaro (aureo), e per ognuna di esse esisteva una corrispondente quantità di oro, perché non è più così? mistero… anzi mistero della fede…chissà chi ci ha fregato l’oro… ah già, i prestigiatori internazionali che creano ricchezze di carta… ora abbiamo il fiat money, cioè moneta a corso legale/forzoso cioé carta straccia che vale solo finché c’è la fiducia… che da tempo sta venendo meno…al contrario, i metalli preziosi hanno un valore intrinseco: l’oro mal che vada si può fondere per farne gioielli, otturazioni e componenti elettronici… oltre che lingotti come DUREVOLE riserva di valore e merce di scambio…Christl, da chi comprare? dalle migliori aziende specializzate, certificate e autorizzate… consulta il registro delle imprese e le pagine gialle… mi sono già azzardato a ipotizzare due posti dove comprare, non posso fare nomi di aziende…

  29. Salve a tutti…ho piccolissimi risparmi da parte che vorrei investire con rendimax… per me andrebbe benissimo anche il piano vincolato tanto non devo toccare questi soldi..Mi chiedevo se conviene aspettare l’ingresso della nuova tassazione o se consigliate comunque di fare tutta la procedura sin da ora!Inoltre dopo che è finito il vincolo che succede? tornano sul c/c della mia banca?Grazie mille in anticipo!

  30. Salve,vorrei se possibile avere delle informazioni e opinioni sul fatto dell’investimento in oro in lingotti. Io penso che tra un paio di anni il valore dei soldi si abbassera molto e l’oro anche se non aumentera piu di tanto penso che non scenderà. Io non ho molto da investire però vorrei rischiare di comprare sui 5000-5500 Euro di oro in lingotti che dovrebbero essere 200gr. Non so se faccio bene. Non saprei neanche dove comprare per non rischiare truffe. Non so proprio come cominciare e a chi rivolgermi.Vi ringrazio in anticipoe complimenti per questo blogChristl

  31. @Cesare: ti parlo BENE di Rendimax perché io ce l´ho da 1 anno e mezzo e ne sono pienamente soddisfatto, servizio clienti efficiente e tutto molto rapido, questo é il motivo. Per aprirlo si fa tutto in via telematica, io, personalmente in 7 gg avevo aperto il c/d ricevuto la documentazione,rispedita firmata e ricevuto le chiavi di accesso…magari ora che ci sono xx mila clienti in piu forse non va cosi in fretta…Purtroppo per il bonifico di riconoscimento serve un c/c, ti consiglio eventualmente di chiamare il loro nr. verde per eventuali altre modalita.Penso che per il caso di tuo fratello non ci siano problemi, d´altronde non vengono richieste garanzie e non credo venga consultato l´albo dei protestati.Per quanto concerne il fondo, personalmente sono contrario per vari motivi…1) non sai mai qual é il valore attuale 2) se vuoi dismetterlo non sai mai quanto ricevi3) ci sono caricamenti e commissioni di gestione che per me son sempre troppo alte4) preferisco fare da me e avere il mio capitale sott´occhio in qualunque momento…e se sbaglio…sbaglio io con le mie mani ;-)

  32. @Valerio……quindi mi dici di aprire un CONTO DEPOSITO? per me bloccare questo capitale di 10mila x 2 anni non ci sono problemi, ma ci sono tante banche e istituti di credito che hanno piu o meno lo stesso tasso lordo…PERCHE conto Rendimax ??Inoltre in caso che vorrei farlo, ci sono filiari o si fa tutto via telematica ( non ho conti correnti visto che sono studente e non mi servono per ora – ho solo libretto postale)? Può farlo anche mio fratello che ( causa cattivi soci) è protestato, anche se gli assegni sono stati pagati e sta procedento al ripristino della sua situazione?Infine volevo chiederti visto che vorrei pensare anche al mio futuro…non è meglio un fondo??GRAZIE

  33. @Cesare: lascia stare pollizze e caxxate del genere prima di tutto…Io ho collaborato con Alleanza anni fa, poi quando mi “obbligavano” a proporre prodotti che per me erano ai limiti della truffa ho smesso immediatamente.Non fidarti di banche e assicurazioni,sono tutti ladri autorizzati dallo Stato.Dunque con la situazione odierna é difficile dire cosa sia garantito e cosa no ad ogni modo se vuoi una certa sicurezza con rischio basso e capitale garantito dal fondo interbancario ti potrei suggerire conto Rendimax di Ifis Banca(se vincoli a 2 anni ti da il 4,30 lordo),io lo utilizzo per parcheggiare liquidita di tanto in tanto.Se non vincoli e hai il deposito libero prendi il 2,50% lordo.Adesso che entrerá in vigore la nuova tassazione ci sono altre soluzioni sui vincolati sempre offerte da rendimax.Se invece vuoi andare sul mercato obbligazionario, puoi ottenere di piu come interesse peró ovviamente é proporzionale al rischio.(Le obbligazioni dovrebbero esere sicure salvo che l´emittente fallisca…come ad esempio I btp dello stato italiano)

  34. Valerio ha scritto sabato, 17 settembre 2011 : “@Cesare: che propensione al rischio hai, che obiettivo. Hai solo i 10k oppure hai anche altri soldi da parte? Hai un dossier titoli? Se posso cerco di aiutarti.VALERIO HO SOLO I 10 MILA EURO DA INVESTIRE DATO CHE LI HO FERMI SU UN LIBRETTO POSTALE CHE NON MI FRUTTA NULLA E DATO CHE QUESTI SOLDI NON LI USO VORREI ALMENO RICAVARCI QUALCOSA ( PER ORA LI AVEVO INVESTITI IN TITOLI POSTALI A 18 MESI PERCEPENDO QUASI NULLA).DICIAMO CHE VORREI FARE QUALCOSA CHE NON MI CAUSI UN RISCHIO, QUINDI AVERE IL CAPITALE GARANTITO….Avevo pensato in un piano pensionistico/assicurativo tramite un amico in ALLEANZA……dimmi tu!

  35. Salve a tutti,scusate se rispondo direttamente in qualità di amm.re, ma mi sembra assurdo dire che oggi il fotovoltaico non è una buona soluzione d’investimento.Forse non è chiaro il principio che attraverso le tariffe incentivanti oggi un impianto rende almeno il 13/14%, ovvio che se si investe con i soldi della banca si dovranno pagare gli interessi, ma da quanto ne so… possono essere interessi del 6/7%, non mi sembra un cattivo guadagno il 6% SU SOLDI DELLA BANCA!Chiaramente ci sono molte valutazioni da fare in questo caso, esposizione, tipologia di impianto e cosi via, ma è chiaro che noi come Kilowatteuro diamo la soluzione di investimento già chiara e precisa.A disposizione saluto cordialmente

  36. @gastone:Allora se scadono nel 2015 dovresti avere BTP 15.4 ora quotati a 94,8 e CCT con scadenza 9.15 o 12.15 tutti che quotano intorno a 90 per cui se li hai presi alla pari quelli li porterei a scadenza.(Tieni presente che con la nuova finanziaria questi manterranno il regime di tassazione al 12,5% mentre il resto dal 2012 andrá al 20%)Come ti ho scritto piú sopra lascerei stare il comparto azionario e mi rivolgerei piú alle obbligazioni…starei anche sul breve termine. 4 – 5% penso si possa tranquillamente fare, dipende per quanto tempo avresti intenzione di vincolare quei 15k…ps.ho letto che sei a 100km dall´austria…lato Friuli o Alto Adige?

  37. @valeriociao Valerio, si ho un dossier titoli formato essenzialmente da titoli di stato italiani(BTP e CCT) con scadenza 2015 e per questo motivo volevo diversificare un po’ investendo nelle azioni che ho indicato. Posso arrivare a investire fino a 15000,00 € al massimo e vorrei raggiungere un interesse annuo del 4% – 5%. Pensi si possa fare? Quale strumento finanziario mi consigli?Grazie e buona giornata.Gastone

  38. gastone leggi questo articolo sempreverde…mariodelfino.blogspot.com/2008/11/realizzazione-di-impianti-fotovoltaici.htmlNULLA è gratis a questo mondo… non esiste il “costo zero”… se vi rivolgete a una banca o società finanziaria, quelli pretenderanno gli INTERESSI (ricorda, loro vincono sempre), e il risparmio andrà a farsi… benedire…tienine conto… non rivolgetevi a banche o società finanziarie per finanziare la costruzione di pannelli solari/fotovoltaici… altrimenti il guadagno sarà il loro…comunque puoi star certo (e non credere assolutamente a chi ti dice il contrario) che le tariffe energetiche e l’inflazione REALE continueranno ad aumentare (inflazione alta = meglio investire oggi che domani), valuta anche questo mentre decidi se investire o no in impianti del genere… e come ti è stato fatto notare, calcola attentamente i tempi effettivi di ammortamento… e calcola l’EFFICIENZA ENERGETICA…

  39. @roberto: sei riuscito a risolvere con la banca?@matteo pd: io non darei i soldi a 1 che scrive aquistiamo e non acquistiamo e che considera BG Brescia e non Bergamo…schema ponzi o schema TRUFFA?

  40. Ora come ora secondo me del fotovoltaico c´e´la saturazione e ammortizzare l´impianto in 7 anni mi pare un po´lungo(mia opinone personale).Quei pochi risparmi che ho preferisco gestirli in altro modo…se ti va Gastone, rispondi alle domande che ti ho posto al post piu sopra.

  41. Ciao a tutti, da alcuni amici mi è stato proposto un investimento riguardo un impianto fotovoltaico da installare su un tetto di un capannone di 2000 mq.Premesso che il capannone è di proprietà di uno di questi amici, vorrei sapere da chi ci capisce più di me, se potrebbe essere un investimento interessante. Mi dicono che con il contributo del GSE l’impianto si ammortizza in 7 anni e poi c’è solo guadagno, ovviamente in % rispetto a quello che si è investito. Non so’ molto al riguardo, ringrazio anticipatamente chi potrà aiutarmi.Gastone

  42. @Cesare: che propensione al rischio hai, che obiettivo. Hai solo i 10k oppure hai anche altri soldi da parte? Hai un dossier titoli? Se posso cerco di aiutarti.@Gastone:Innanzitutto non andate in banca/assicurazioni o robe del genere, se devi sbagliare fallo con le tue mani, capitale disponibile? Lascia perdere le AZIONI che hai indicato, almeno per il momento,anche se molto valide cosi come lo sono gli emittenti ma per ora c´e´troppa volatilitá meglio andare su altri generi di investimento…hai dossier titoli?oltre ai 10k indicati, altri soldi da parte o che vuoi/puoi investire?@marina0564:hai deciso/fatto qualcosa con i soldi che avevi ereditato?

  43. Salve, sono uno studente universitario e visto che ho ancora tutta una vita d’avanti a me vorrei investire 10mila euro i quali sono stati tolti subito dall’acquisto di Buoni fruttiferi postali da 18 mesi ( visto la crisi).Ora vorrei avere un consiglio da persone esperte su come investire o risparmiare questo mio piccolo capitale nato da tanto sudore.Ho visto varie polize di risparmio o depositi di risparmio ma non vorrei bruciarmeli facendo una sciocchezza……spero in un vostro aiuto.Grazie mille

  44. se non segui le news ogni giorno, acquistare valuta estera può essere molto rischioso… in particolare stai alla larga dal dollaro (USA = crisi, troppe tasse, guerre continue, inoltre hanno appena evitato un fallimento “tecnico” per il rotto della cuffia)… comunque neanche l’Euro è solido come lo dipingono, l’Eurozona ha i suoi problemi e purtroppo non se ne vede la fine…tra le valute estere forse saliranno: sterlina inglese, franco svizzero e yuan cinese… però per numerosi motivi, considero i metalli preziosi superiori a qualsiasi valuta… e per metalli preziosi intendo il metallo fisico e non i vari prodotti finanziari su di essi basati (etf etc.)…un consiglio… stai lontano dall’economia dei prestigiatori, vai sul concreto…le proprietà immobiliari sono un’altra forma di ricchezza solida, ma quelle sono sempre a rischio aumento tasse (guarda cosa sta accadendo in Grecia) e teoricamente pignorabili/confiscabili (un po’ per volta o in un’unica soluzione)…in sostanza meglio la ricchezza facilmente trasportabile dove vuoi tu… ;-)

  45. ahimé non posso postare link o risposte chilometriche…vari quotidiani hanno scritto che puoi comprare lingottini d’oro da distributori automatici (per ora negli aeroporti Orio al Serio e Linate). se compri, fallo in contanti e non farlo sapere a nessuno… ;-)

  46. Che posso fare allora, comperare oro e portarlo all’estero? Si può? è legale? Che cosa sono gli etf relativi all’acquisto di oro? Senti, acquistare valuta straniera tipo dollaro U.S.A. o Franco Svizzero e aprire un conto all’estero è cosa intelligente? Se metto i miei soldi in un conto straniero in € e poi salta tutto in Europa (vedi dimissioni Starks) non è lo stesso che averli in Italia? Io abito a 100 km dall’Austria, potrei trasferire li tutto, cosa mi dici? Ho una gran confusione in testa, non so’ che fare con i miei risparmi e ho paura di decidere perchè se sbaglio adesso che ho 48 anni con 23 di contribuzione avrò problemi economici quando sarò più vecchio, sperando di arrivarci alla vecchiaia. Come senz’altro noterai sono un po’ depresso, ma vivere in un paese come l’Italia non ti da’ certo entusiasmo, almeno a me. Scusa la mia ignoranza in materia e cerca di capire il mio sconforto e la mia preoccupazione.Grazie ht69 da Gastone

  47. sì vuol dire vendere e portare tutto all’estero… tutto quel che si può…in italia dai titoli “sicuri” (niente è sicuro) non ripaghiamo neppure l’inflazione, e con molti altri titoli rischiamo di perdere una bella fetta di capitale di questi tempi, altro che guadagnare… prima regola: non perdere il capitale, e qui sembriamo tra l’incudine dell’inflazione e il martello della volatilità…a questo punto meglio i metalli preziosi, ma all’estero, casomai qui “i predatori” tornassero a chiederci “l’oro per la patria” come in passato, o se lo prendessero direttamente (tanto hanno già ampiamente dimostrato di non voler o saper rispettare gli accordi in tanti campi)…

  48. Grazie del consiglio, ma cosa vuol dire mettere al sicuro dai predatori? Liquidare intendi vendere tutti i titoli in portafoglio e portare i soldi all’estero? I titoli italiani BTP, CCT e BOT non sono sicuri?CiaoGastone

  49. Ciao a tutti, mi piacerebbe avere un consiglio da un esperto in investimenti di borsa. Vorrei investire 10000,00 € in azioni di Unicredit, Terna, Enel e “dimenticarmi” l’investimento fatto per alcuni anni. La domanda è : sono azioni che mi consigliereste di acquistare? e poi, la strategia del dimenticarsi l’investimento per alcuni anni è corretta? Grazie di cuore per chi vorrà darmi una cortese risposta.Gastone

  50. Salve a tutti, ho un capitale di 150000 seguito eredità e nessuna possibilità di incrementarli visto che vivo col mio stipendio. Sono la garanzia della mia vecchiaia e l’aiuto che posso dare a mia figlia nel prossimo futuro (è laureanda). Sono in attesa di trovare un buon immobile da intestarle (piccolo) ma nel frattempo, con ciò che si sente su patrimoniali varie, vorrei farli fruttare. Avrei destinato 10/15000 € a movimenti rischiosi che se vanno bene sono gratificanti e mi permetterebbero un pò di sollievo. Il resto vorrei fosse sicuro. Mi parlano di PCT (la mia banca Unicredit dice che si appoggiano a Fineco) a 3/6/9 mesi e poi dei Fondi Obbligazionari tipo RBS con scadenza 2021 al 5.30%. Ho letto nel blog anche del terreno agricolo … mica male ma bisogna intendersene. Mi date dei suggerimenti prima che commetta qualche imprudenza? Grazie

  51. @matteo di brescia : su una società che nasce trovo difficile dare garanzie. se avessimo come base una buona copertura finanziaria non sarei qui a chiedere aiuto, anche guardando gli interessi che dobbiamo offrire, il 20% annuo di media, che non son di certo pochi considerando che vanno ad intaccare il nostro guadagno.volevamo usare la richiesta alle banche di una tal cifra come ultima risorsa pet non arricchire ulteriormente chi ricco lo diventa grazie alle persone in crisi.detto questo per le garanzie si possono intestare i macchinari che si comprano a chi mette il capitale, creare una s.a.s. , fare delle cambiali ( visto che gli assegni post datati sono illegali ) ,le alternative non mancano. forse ho scritto degli interessi troppo alti, ma servono ad incuriosire chi legge. se il progetto costava un decimo non lo avrei proposto, mi sarei autofinanziato.@ugo : ponzi no grazie, non mi interessa. ho cominciato la mia carriera da venditore a 12 anni vendendo videogiochi del vecchio atari 2600 , e ho visto molte piramidi ed aeroplani da allora, non ci sono mai entrato. forse sono entrato ” a gamba tesa ” in questo blog, desiderando solamente dare il mio contributo ho scordato le buone maniere.detto questo auguro a tutti una buona vita ed un buon guadagno.matteo.b

  52. @ matteo pd ha scritto domenica, 03 luglio 2011a me sembra solo l’ennesimo schema ponzi, la piramide che arricchisce i pochi primi e frega i molti ultimi…

  53. Ecco la mia proposta : Salve stiamo cercando soci di capitale per una nuova attività.Opereremo nel settore dell’energia alternativa , che come ben sapete è un settore notoriamente in crescita.Il denaro raccolto verrà impiegato principalmente per l’aquisizione di materiale da commercializzare e macchinari per la trasformazione.Cerchiamo 100.000 euro, divisi in quote da 5.000 euro.Ognuno può prenotare una o più quote, di questo si parlerà in adeguata sede.Stiamo parlando di investire in un’ azienda reale, che darà lavoro a più persone, tra le quali io ed il mio socio. ( voglio specificare che io già ce l’ ho un lavoro ma questa idea la ritengo interessante e sono pronto a partire con questo nuovo progetto ) Gli interessi verranno pagati a fine anno, ogni anno, per 5 anni.Il primo anno verrà pagato un interesse del 10%.Dal secondo anno in poi verrà pagata una percentuale maggiore fino al raggiungimento del 100% di interessi, ecco un possibile esempio :primo anno : 10% di interessisecondo anno : 20% di interessiterzo anno : 20% di interessi quarto anno : 20% di interessiquinto anno : 30% di interessi.Il quinto anno verrà restituito anche il capitale iniziale.Dopo la restituzione del capitale e degli interessi gli investitori avranno la possibilità di venire inseriti nell’organizzazione societaria in atto.Sarà a disposizione la documentazioni dell’ azienda e sarà possibile visitarla in qualsiasi momento.Restando a vostra disposizione vi auguro una buona giornata.

  54. beh ragazzi intanto grazie, penso di creare un blog o una pagina su facebook dove spiegare il mio progetto. intanto vi auguro un buon week end.

  55. Cavoli ragazzi quante informazioni!Complimenti per tutte le vostre idee!Io avrei un bel progetto da far partire con rendimenti interessanti, purtroppo non ho la liqudità per farlo e non sono una banca che può dare fiducia a chi investe :D Troverò i 70 mila euro che mi servono con delle micro quote :) Buon guadagno a tutti :) Matteo

  56. @ roberto ha scritto giovedì, 30 giugno 2011Caro roberto, la cosa più semplice e veloce è che tu ti rivolga alle varie associazioni a difesa del consumatore per avere un loro parere su quanto ti è accaduto, dopo di che valuti se è meglio adire per le vie legali con un tuo avvocato, appoggiarsi a loro o rinunciare del tutto e rassegnarsi :(

  57. sono caduto nelle trappole delle banche .sono andato in pensione e credo come tanti o cercato come investire la liquidazione. mi sono affidato alla banca dove avevo il conto.mi anno fatto firmare per dei modesti investimenti montagne di cartee mi ritrovo dopo 3 anni senza cedole con scadenza degli stessi a garanzia del mio risparmio nel2014 alle mie credo sacrosante proteste mi e stato suggerito di rivolgermi a altro istituto . pultroppo non posso farlo .il capitale investito e di 40000mila euro cosa posso fare…………..

  58. Ciao a tutti, sono cliente Mediolanum, ho da investire circa € 70000 e il mio FB mi ha proposto questo tipo di investimento: Mediolanum Flessibile Obbligazionario Globale. Premetto la mia grande ingnoranza in materia, per convincermi mi ha anche annullato le spese di sottoscrizione. Il massimo che ho fatto finora sono stati solo conti deposito tipo che banca, conto arancio, rendimax…mi devo fidare??il capitale è garantito o può essere che tra 6 mesi se va male mi ritrovi con 69000 per esempio??Vi prego aiutatemi…grazie

  59. @ basilisco ha scritto martedì, 22 marzo 2011Mi fa piacere basilisco esserti stato d’aiuto, investire 50 mila euro in un colpo unico è tanta roba. Mi auguro non siano tutti i tuoi risparmi, la differenziazione è fondamentale per ridurre i rischi e ottimizzare le performance dei propri risparmi :) In bocca al lupo per tutto e torna a farci visita presto, ciaoJack M

  60. @ mishel ha scritto martedì, 22 marzo 2011Ciao mishel, di questi tempi adottare una strategia contro l’inflazione è cosa buona e giusta. Mentre ho maggiori perplessità sullo strumento che hai adottato. I fondi di gestione sono stati pensati per rendere ricchi chi li gestisce e chi li vende e non chi li compra :( Infatti a causa delle elevate commissioni di gestione e compravendita all’investitore rimangono solo le briciole. A parità di tipologia di investimento gli etf e gli etc sono molto più convenienti, senza contare il fatto che puoi comprarli e venderli in tempo reale senza dover aspettare giorni…Infine dico anche a te quanto detto a basilisco, ricorda sempre la regola della differenziazione dell’investimento. Investi solo una parte dei tuoi risparmi in questo prodotto, differenzia la restante parte secondo le ottime regole di Crisi Finanziaria che trovi in questa pagina:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/08/23/investimenti-finanziari-sicuri-2010-regole-crisi-finanziaria.htmlSpero di esserti stato d’aiuto. Contribuisci anche tu alla crescita della nostra iniziativa, è sufficiente aiutare un lettore o segnalare le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o anche con il semplice passaparola :) a presto, ciao!Jack M.

  61. Ciao JACK Montezuma, grazie della risposta;adesso sono piu’ tranquilla perche’ l’investimento prevede un taglio minimo di 50000 Euro e, avendo gia’ preso un “bagno” con le Parmalat…non volevo incorrere nello stesso errore.Il vostro sito è utilissimo e faro’ un bel passaparola tra i miei conoscenti per l’aiuto che date.Ancora grazie

  62. Buongiorno a tutti,complimenti davvero a tutti per gli ottimi consigli che date nei vostri post, ma da neofita in materia vorrei chiedervi un ulteriore consiglio. Sto pensando di iniziare ad investire i miei primi piccoli risparmi (parliamo di cifre sui 5000/10000€), ho un orizzonte medio/lungo e un profilo equilibrato..e vorrei evitare che questi soldi marciscano su un c/c a 0 interessi. Stavo valuntando di entrare in qualche fondo d’investimento, cosa ne pensate del Mediolanum Pimco Inflation Strategy Selection? sono già correntista presso questo gruppo e avrei delle condizioni agevolate sulle commissioni (che so essere alte)…ma ovviamente se ci sono prodotti + rispondenti alle mie esigenze e + performanti sarà ben lieto di ascoltare i vostri consigli.

  63. @ basilisco ha scritto domenica, 20 marzo 2011Ciao basilisco, non conosco l’obbligazione nello specifico, tuttavia se l’interesse è fisso al 6,32% sino al 2020 allora è un investimento interessante. I tassi aumenteranno nei prossimi mesi e nei prossimi anni ma ce ne vorrà per arrivare al 6%. Inoltre la carige è una buona banca, e se sei già suo cliente meglio tenere i soldi in obbligazioni che sul suo conto corrente che non rende praticamente nulla.Detto questo, ricorda sempre la regola della differenziazione dell’investimento. Investi solo una parte dei tuoi risparmi in questo prodotto, differenzia la restante parte secondo le ottime regole di Crisi Finanziaria che trovi in questa pagina:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/08/23/investimenti-finanziari-sicuri-2010-regole-crisi-finanziaria.htmlSpero di esserti stato d’aiuto. Contribuisci anche tu alla crescita della nostra iniziativa, è sufficiente aiutare un lettore o segnalare le pagine di questo blog tramite i tuoi siti internet, social network (facebook, twitter, …) o anche con il semplice passaparola :) a presto, ciao!Jack M.

  64. Buongiorno, ho un problema che ha bisogno di aiuto!!!!!!!!La mia Banca “carige” mi ha proposto un investimento in loro obbligazioni con scadenza 2020 e con un redimento interessante…6,32% netto.Ne sapete qualcosa????????Grazie a tutti

  65. Grazie a tutti per le risposte :o ) ne farò tesoro…Ho visto rendimax e per vincoli a 3 mesi non c’è paragone con chebanca! Non condivido con voi il fatto di non fidarsi su bancaifis rispetto a chebanca! Io personalmente mi fido di più di bancaIfis che di chebanca! e la motivazione è sul fatto che chi è più grande di solito sembra che va meglio ma non sempre è così…e poi in Italia nessuna banca è mai fallita :o ) qualcuno di voi ricorda di aver sentito al telegiornale che una banca è fallita e i clienti sono rimasti a secco??? Eh allora dai….tanto se fallisce una banca viene assorbita dalle altre come è successo per tutti quei crediti italiani o altre banche più piccole ;o) dunque la mia idea è 150k su rendimax a 3 mesi e 150k su che banca per un anno. In questo modo se trovo casa nei primi tre mesi tra una cosa è l’altra scade il vincolo con rendimax e compro altrimenti rinnovo il vincolo :o )Eh…tranquilli che in Italia le banche non falliscono..gli interessi sono troppi ;o) eh poi se falliscono…credetemi l’ultimo dei nostri problemi sarebbe andare a ritirare i dirindindin in banca :o Dbye bye

  66. @ ddb ha scritto mercoledì, 02 marzo 2011condivido l’analisi di ddb, unica cosa eviterei altri investimenti su paese italia (vedi btp, eni, enel, …) meglio spalmare il rischio anche su altri paesi.In definitiva investendo sul mattone si investe indirettamente sul sistema Italia, per cui per la restante parte mi concentrerei su Germania, Francia e paesi emergenti (india, cina, russia).Mentre per la liquidità anche Che Banca è un’ottima soluzione, forse meno conveniente di Rendimax, ma certamente più sicura.Ciao a tutti, w la libera informazione economica w Crisi Finanziaria :) L.PS: anche l’analisi di Leo è ottima, giusto prenderla in considerazione

  67. come avrai intuito dalla risposta precedente : comprerei un solo immobile anche perchè diversificare su mercati diversi è sempre un bene.scusate la precisazione

  68. Ciao Lord,scusa se rispondo solo adesso.Sul mattone l’unico dubbio è sulla solvibilità degli eventuali affituari e sui costi di “gestione” dell’immobile.Dipende sicuramente dal territorio dove lo vuoi comprare, per cui va bene avere un bene rifiugio,ma informati sull’andamento dei prezzi al mq negli ultimi anni.Se però, come ho inteso, vuoi destinare il 50% sull’immobile…direi che come ragionamento è condivisibile (vista anche la cedolare secca che dovrebbe favorire l’affitto).Per il rimanente 50% (€ 150k) se, come ho intuito la tua propensione al rischio è medio-bassa, io farei :- 30k in BTPindicizzati (i tassi dovrebbero salire entro un annetto massimo)- 25k in BTP 4,75% con scadenza 2023 (da tenere però fino alla scadenza acuistandoli intorno a 97)- 25k in buoni tesoro tedeschi (orizzonte sui 7 anni)- 30k in azioni con cedola alta (es.petrolio permettendo eni,enel….etc)- 40k su rendimax (per quel poco che so BANCA IFIS sta andando bene)So di esser stato semplicistico,ma con el poche informazioni…mi sento di dirti questo.

  69. @ Ignazio ha scritto giovedì, 27 gennaio 2011Ciao Ignazio, mi è sfuggito il tuo commento di fine gennaio.Il consiglio che ti do è: “Prima di fare qualsiasi investimento informati molto e bene”. Iniziando da questo post e dai commenti che ne sono seguiti:http://bit.ly/aYYttVSe non hai il tempo o la voglia di farlo opta per investimenti semplici e lineari, anche se meno convenienti.Semplice significa obbligazioni e conti di deposito o in alternativa immobili.L’attuale congiuntura non è ancora favorevole agli immobili a causa dello scoppio della bolla del mattone del 2008-2009. Proprio per questo è il momento giusto per tornare a pensare seriamente al mattone.L’inflazione e le continue tensioni sui mercati internazionali porteranno nuovamente i capitali sul mattone :) Se invece preferisci le obbligazioni e i conti di deposito: ti consiglio di differenziare il portafoglio obbligazionario su Francia, Germania, USA.Mentre per i conti di deposito, a mio avviso il conto Che Banca è il miglior compromesso fra sicurezza, affidabilità e rendimento. Qui il link alla pagina delle promozioni di Che Banca:http://bit.ly/hzvdA1Nella nostra comunità chi più aiuta più è aiutato: dai una mano anche tu a un lettore o segnala la nostra iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda :) ciao

  70. @ LordSamuel ha scritto lunedì, 21 febbraio 2011Ciao LordSamuel, questo è il momento migliore per investire sul mattone. Inflazione in aumento, petrolio e materie prime in aumento idem dicasi per le materie preziose come l’oro e l’argento.E il bello è che gli immobili sono al minimo del loro valore a causa dello scoppio della bolla speculativa sul mattone. Ma non durerà ancora per molto… mi aspetto che già nel primo semestre 2011 i prezzi delle case torneranno lentamente a salire.Per cui io non ti consiglio investimenti alternativi al mattone, dato i tempi che corrono l’investimento immobiliare rappresenta la soluzione più sicura e redditiva nel medio-lungo periodo.Per quanto concerne il miglior posto dove tener parcheggiata la liquidità che hai in attesa dell’investimento immobiliare ti consiglio di utilizzare lo strumento del conto di deposito o in alternativa bot trimestrali rinnovati di volta in volta in funzione dell’evenienza.Quello che invece ti sconsiglio vivamente è di tenere tutta quella liquidità ferma nella tua banca, il rendimento dello 0,7% è troppo basso rispetto a quello che ti può offrire un qualsiasi conto di deposito.Fra i conti di deposito io ti consiglio senza alcun dubbio il Che Banca è il più sicuro (a mio avviso anche rispetto a Ing Direct) e ti garantisce ottimi interessi rispetto a quello che offre la concorrenza come ad esempio Ing, banco posta, …Mentre se vuoi rischiare un po’ di più c’è Rendimax che ha interessi leggermente superiori ma a fronte di minori garanzie di solidità.Indipendentemente dal conto di deposito che scegli, io ti consiglio di vincolarli frazionandoli sia temporalmente che per tagli di vincoli (3-6-9-12 mesi). In questo modo finchè non avrai bisogno di impiegare il capitale otterrai il rendimento più alto.La tecnica da impiegare è magistralmente spiegata in questo articolo:http://bit.ly/eIuOqRIl vantaggio di utilizzare Che Banca rispetto alla gran parte degli altri conti di deposito è che puoi rompere il vincolo in qualsiasi momento e avere immediatamente la disponibilità della somma svincolata. Inoltre ti sono riconosciuti comunque gli interessi sulle somme svincolate, semplicemente l’interesse applicato non è quello del vincolo ma quello base.Le promozioni in corso sul CheBanca le trovi qui:http://bit.ly/hzvdA1Bene ti ho detto tutto,ricorda di fare anche tu la tua parte, perchè questa comunità si basa sul reciproco aiuto. Contribuisci a tener vivo lo spirito dell’iniziativa, più siamo e più possiamo darci una mano l’un l’altro. Aiuta un lettore o segnala questa iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o anche con il semplice passaparola :) Grazie, ciao!

  71. caro lord samuel,indubbiamente per navigare a vista in attesa di investimenti immobiliari la soluzione migliore è quella dei conti deposito facendo una verifica dei rendimenti presenti al momento sul mercato considerando le turbolenze in atto al momento sul mercato a causa della crisi africana.Riguardo il discorso di valutare opportunità ulteriori rispetto al mercato immobiliare sono disponibile a presentare, privatamente ed in modo del tutto gratuito, il servizio di pianificazione finanziaria offerta dal mio studio.

  72. Salve a tutti,che dire dopo aver letto tutto mi sembra che qui c’è davvero gente competente e che forse può aiutarmi su un mio “problema”.Ho in banca CCB di Roma una somma pari a 300milaeuro daq ui a poco ma non posso quantificare il tempo avevo intenzione di acquistare due immobili qui nei dintorni di Roma per ricavarci due rendite. La mia domanda è cosa faccio fino a quando non trovo gli immobili da acquistare? Li lascio nel conto che mi danno un 0.70 netto all’anno??? Tenete conto che il budget fissato per ogni appartamento e di 150milaeuro, e che non acquistero di certo tutti e due gli immobili (sempre a trovarli) contemporaneamente.P.S. Se poi qualcunbo ha idea di come far fruttare 300milaeuro per preservare il capitale e ricavarci delle rendite pari o superiori a quelli ricavati dagl’immobili me lo faccia sapere :o )

  73. Personalmente ritengo che l’unico investimento veramente sicuro sia l’acquisto di un immobile e il conseguente reddito da affitto. In questo modo il capitale aumenta di valore insieme al mercato immobiliare che va sempre avanti e i soldi dell’affitto possono essere ulteriormente investiti nel mercato mobiliare!

  74. @ mikawa ha scritto venerdì, 28 gennaio 2011Ciao mikawa, a me non piacciano molto i piani d’accumulo, non tanto per la loro filosofia ma perchè si appoggiano ad un fondo di gestione, strumento finanziario che ha costi di gestioni elevati e performance non sempre brillanti.Tuttavia nel tuo caso, essendo ancora un “novizio” della materia, può andare bene come scelta.Al di là del piano di accumulo ti consiglio di monitorare il rendimento del fondo rispetto al suo indice di riferimento o al suo benchmark. Se vedi che sottoperforma può valer la pena fare una riflessione sulla qualità del fondo adottato.Facci sapere in proposito, per qualsiasi dubbio non esitare a chiedere e ricorda che lo spirito di questa comunità è quello di darsi una mano a vicenda. Facciamo tutti parte della comunità di lettori di Crisi Finanziaria, se puoi aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci :) alla prossima, ciaoPS: amici di Crisi Finanziaria, sfruttate l’incredibile promozione Fineco che premia con 50 euro ogni apertura di conto corrente. Dura ancora pochi giorni. A seguire il link per aderire:http://www.fineco.it/mgm/?cp=AA2554573

  75. @ Ignazio ha scritto giovedì, 27 gennaio 2011Ciao Ignazio, innanzitutto ti consiglio la lettura delle 3 regole auree per investire in modo “giudizioso” di Crisi Finanziaria. Sono regole semplici e sempre valide, questo il link:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/08/23/investimenti-finanziari-sicuri-2010-regole-crisi-finanziaria.htmlDai un’occhiata anche al dibattito che è seguito nei commenti di quel post, lo trovo altrettanto interessante e istruttivo.Fatto questo, risentiamoci nei commenti per approfondire quelle che sono le tue esigenze ed inclinazioni specifiche.a presto, ciao.PS: amici di Crisi Finanziaria, sfruttate l’incredibile promozione Fineco che premia con 50 euro ogni apertura di conto corrente. Dura ancora pochi giorni. A seguire il link per aderire:http://www.fineco.it/mgm/?cp=AA2554573

  76. Salve a tutti,mi vorrei affacciare al mondo della finanza per investire al meglio i miei (al momento pochi) soldi. Premetto di non avere conoscenze, ma questo blog è composto da gente seria,pronta a dare consigli e lo sto già diffondendo tra i miei amici.Sono uno studente e ho fatto un Piano Di Accumulo con la mia banca (credem) chiamato EURO QFUND90 RELOAD-A (cl. A) sono fondi SICAV.Ovviamente la cifra non è alta, ho messo 1500 euro e in più aggiungo 100 euro al mese.Il contratto è a medio-lungo termine, con un intervallo temporale di 5 anni.Da quello che ho capito è un piano di accumulo che funge da “salvadanaio”, con un rischio medio-basso.Cosa ne pensate? E’ stata una mossa giusta? consigliate di cambiare?Vorrei aggiungere che a me non interessa prendere questi soldi, mi interessa solo che crescano, quindi se ci sono piani anche a lungo termine (10 anni ad esempio) per me vanno comunque bene!Spero possiate darmi qualche dritta…. grazie e buona giornata!

  77. Buongiorno a tutti e complimenti per il blog. Mi chiamo Ignazio, ho 30 anni e sono un ricercatore (…precario, ovviamente!). La mia famiglia ha da poco venduto un terreno incassando 100.000 euro. Nè io nè i miei conosciamo il mondo finanziario quindi la domanda che vi pongo (…in modo schietto e diretto!!!) è: che ci facciamo con questi soldi? Come li gestiamo? Come li (eventualmente) investiamo? E’ chiaro che, per rimanere in linea con la logica che anima il blog, metterò a disposizione di tutti la mia esperienza e mi impegnerò alla diffusione dei contenuti del blog.Grazie milleIgnazio

  78. Avrei una somma di 25-30.000 da investire e vorrei sapere se acquistare obbligazioni: Intesa Sanpaolo 11/2018 15% – 2x(libor 2m) a 100,00 o Royal Bank of Scotland 05/2022 10% -2x(euribor 6m) a 96,40 oppure Mediobanca 2° Atto 11/2020 tf 5% a 100,71 invece dei soliti BTP per cercare di raggiungere il simile rendimento, pagare lo stesso prezzo e nel caso avessi bisogno di liquidità che non mi sia difficle rivenderli. Grazie e salve

  79. Buonasera, mi sono avvicinato da poco a questo blog e devo dire che stà diventando un ottimo punto di riferimento. Gestito bene e “coltivato” da persone competenti. Io personalmente mi stò avvicinando a questo mondo non da moltissimo tempo (1 annetto circa) ma quasi esclusivamnte sui prodotti Che Banca! / Arancio / Rendimax. Spero di trovare nuove “dritte” e consigli utili per ampliare le conoscenze.Ho “sentito” parlare di Kilowatteuro e ho letto tutte le teorie e discussini varie. Materialmente però come si può aderire? Grazie e a presto.

  80. PIANETA ASTE- Studio di Consulenza & Assistenza per l’acquisto di Immobili all’asta.PIANETA ASTE è una società di Consulenza e Mediazione Immobiliare, che forte di un’organizzazione efficiente costituita da Professionisti dotati di competenze specifiche, rivolge i propri servizi evoluti a chi intende realizzare Investimenti Immobiliari attraverso le ASTE GIUDIZIARIE.PIANETA ASTE ha ideato un sistema di supporto completo che prevede l’assistenza sotto il profilo tecnico legale, dalla predisposizione della documentazione per accedere in sede d’asta fino al perfezionamento dell’operazione e al conseguimento effettivo degli obiettivi preposti.Il target di PIANETA ASTE è costituito da chi desidera Investire nel Mercato Immobiliare per:- crearsi rendite finanziarie nel tempo- realizzare plusvalenze- incrementare il proprio patrimonio immobiliare.PERCHE’ FARE AFFARI CON NOI ?PIANETA ASTE è grado di farti acquistare Immobili attraverso le ASTE GIUDIZIARIE, a prezzi vantaggiosi e molto piu bassi rispetto al reale Valore di Mercato…facendoti ottenere Alti Rendimenti in caso di successiva rivendita o locazione del bene.I Tuoi investimenti possono iniziare Oggi

  81. @ Lorenzo ha scritto giovedì, 14 ottobre 2010Molto interessante Lorenzo! E credo che siano molto più utili alla causa kweuro i tuoi calcoli e le tue valutazioni che le minacce di querele o censure della società…Ho fatto una ricerca su internet: perplessità, ma anche punti di forza di kweuro segnalati in questo post sono presenti in altri e altrettanto illustri gruppi di discussione. Per cui ne evinco le seguenti conclusioni:- Gli avvocati di kwatteuro hanno molto lavoro da fare, stante i dubbi e gli interrogativi sull’investimento che molte persone hanno sollevato- L’investimento è allettante, ma è pur sempre un investimento. E come tale sarebbe da ingenui pensare che non vi siano rischi- Il business di kilowatteuro sembra possa stare in piedi, occorre però vedere anche i costi che la società ha affrontato per avviare l’iniziativaInfine due ultime considerazioni sulla libertà d’opinione: se vogliamo un’opinione libera occorre saper accettare anche il dissenso e al limite confutarlo ma mai censurarlo come ha giustamente detto l’amico Sampei. La seconda riguarda il presunto mancato fatturato di kweuro… e scusa invece il fatturato portato dalle persone che come te parlano bene dell’iniziativa? Quello non lo si considera? Oltretutto quest’ultimo è un fatturato extra ottenuto senza alcun costo promozionale o di marketing da parte della società…Per cui bilanciando pro e contro, credo che noi tutti (compreso kweuro) dovremmo essere ben lieti della libertà di opinione e difenderla strenuamente.Perchè un’informazione sbagliata si può sempre confutare, mentre un’informazione giusta ma censurata è persa per sempre :) PS: w la libera informazione economica, w Crisi Finanziaria

  82. Forse anche noi, pensandoci bene, nella libertà di opinione, a volte, pur facendo delle semplici associazioni d’idee, rischiamo di fare delle implicite dichiarazioni negative, che possono comportare, se mal interpretate, a fraintendimenti che, a loro volta, posso comportare delle perdite in ordine di fatturato.Ora, probabilmente perché come ho già dichiarato a suo tempo ho sottoscritto un contratto d’investimento con Kilowatteuro, sono diventato simpatizzante di questa azienda, nel vederla attaccata (anche se a tutela di tutti quelli che hanno preso delle fregature), ho come la sensazione di sentir messo in pericolo il mio investimento.Detto ciò, non pago delle garanzie che ho già in mio possesso, ho fatto ulteriori indagini. Come sanno i più esperti, le aziende solitamente fanno quello che si definisce “spin off”, che poi non è altro che la separazione della parte commerciale dell’azienda da quella che gestisce i beni immobili e gli altri patrimoni. In questo caso è un tutt’uno. Quindi, se dovesse accadere qualcosa di negativo, chi ha investito con loro, diventerebbe titolare di una multiproprietà fotovoltaica, ovviamente in quota parte. Li ho chiamati e ho chiesto come facevano a garantirmi che lo “spin off” non lo avrebbero fatto in futuro, ed è tutto chiaro: i terreni e i capannoni industriali sui quali sono installati i pannelli, sono stati dati a garanzia delle banche che hanno finanziato gli acquisti. Quindi, vista la durata dei finanziamenti, per i prossimi 20 anni, non se ne parla.E’ ovvio lo scetticismo, ma anche il tasso non è poi così elevato quanto sembra, se si tiene conto che altri impianti devono saranno fatti con una parte dei soldi finanziati dalle banche e l’altra proprio dagli investitori.Pertanto la suddivisione del rendimento netto dell’8,75% è la seguente:1 – 1% derivante da vendita energia (ENEL o chi per lei)2 – 3% derivante dall’incentivo del GSE (garantito dalla CEE)3 – 4,75% derivante dal microcredito diffusoLa parte 3 di fatto è una forma di tasso d’interesse che l’azienda paga ai clienti invece di farsi prestare quei soldi dalle banche e pagare un tasso decisamente maggiore.Spero di aver fatto per voi (e anche per me) un buon lavoro.Attendo commenti.

  83. Guardo alla società Kilowatteuro con profondo interesse, il servizio che offre è molto interessante ed economicamente allettante se sarà in grado di dare quanto promette.In merito a quest’ultimo aspetto non intendo parteggiare ne per la parte degli scettici, ne per quella dei sostenitori. Tuttavia trovo poco elegante da parte della KWeuro rallegrarsi della visibilità gratuita che sta ottenendo da questo post e nel contempo minacciare di querela chi esprime dei semplici dubbi o obbiezioni nei confronti dell’investimento. Alla faccia della libera discussione…Oltretutto Renato e quanti altri non la pensano allo stesso modo della KWeuro non mi sembra abbiano lanciato accuse od offese…. In particolare Renato ha premesso di non conoscere la società in questione e ha semplicemente fatto un discorso generale segnalando un tipico rischio in questo genere di investimenti e riportando un articolo del Sole 24 Ore…Dunque non vedo offese o calunnie a Kilowatteuro, mentre ravviso il velato tentativo di mettere il bavaglio o intimidire chi non è un sostenitore di kilowatteuro o semplicemente la pensa diversamente…In questo forum c’è libertà d’opinione, credo che la stessa kilawatteuro dovrebbe essere lieta di questo aspetto, perchè se fosse un forum da lei orientato o controllato la gente se ne accorgerebbe subito, nessuno verrebbe a leggerlo e dunque non avrebbe ne visibilità ne pubblicità gratuita.Ma proprio perchè esiste la libertà di opinione occorre saper accettare chi non la pensa allo stesso modo. E non è negando o mettendo il silenziatore alle obbiezioni che si convincono le persone. Le persone si convincono solo confutando le obbiezioni…Sono curioso di conoscere il parere in proposito sia di kilowatteuro che di Renato :) Un caro saluto a tutti e w la libertà d’opinione! CiaoooooSampei

  84. Salve, noto con interesse che avete parlato parecchio della mia azienda su questo forum.Vorrei precisare a chi si dichiara scettico, che prima di dare pareri o giudizi sarebbe opportuno informarsi meglio.Sicuramente i clienti che hanno dato notizie sulla gestione kilowatteuro lo hanno fatto sapendo cosa dice il contratto in loro possesso e credo nel modo più trasparente.Per chi volesse avere delucidazioni in merito può serenamente contattarci e riceverà le notizie che vuole.Riguardo invece lo “schema Ponzi” gradirei sapere dal Sig. Renato si rende conto di ciò che scrive ?Innanzi tutto ha per caso avuto notizie di indagini, denunce, meccanismi illeciti da parte della mia azienda ?Posso affermare con estrema certezza che addirittura sindacati di polizia oltre ad altri, hanno sottoscritto una convenzione con la Kweuro srl per i propri iscritti, è molto grave affermare che dietro una società si cela una potenziale truffa; riguardo le aziende citate in corso di verifica ci mancherebbe, ognuno è libero di dire la sua, ma rispetto alla Società da me rappresentata la terrei ben informato del fatto che “calunniare è punibile secondo il codice penale”.Grazie

  85. @ valterth ha scritto lunedì, 04 ottobre 2010Consiglio molto accorto il tuo :) in effetti il mattone “italiano” è ancora una delle poche certezze che ci sono rimaste, speriamo non ci tolgano pure questa ;) Leo

  86. A dani, valerio , lorenzo , sampei, umberto solo per citare alcuni dei nomi presenti nel blog rivolgo loro il mio saluto in quanto alimentano con i loro interrogativi e considerazioni l’interesse sul un tema caldo come quello degli investimenti finanziari.Per quanto mi concerne sono intervenuto limitandomi a suggerire l’acquisto di obbligazioni governative a basso rischio proprio perche’ sono convinto che in questo periodo occorre non esporsi a rischi essendoci dietro l’angolo la possibilita’ che l’inflazione possa ripartire. In tal caso e’ consigliabile non farsi trovare impreparati per passare su obbligazioni che si esprimono con tassi variabili e contrariamente a quanto si sente dire in giro …. il mattone resta ancora un investimento da tenere in debita considerazione!! e di opportunita’ a ben guardare ce ne sono ! buona giornata a tutti .

  87. Amici comunque la pensiate su investimenti, strumenti e consulenti vari, fate grossa attenzione a dove investite i vostri risparmi nei prossimi giorni perchè c’è il rischio che il debito dell’Irlanda faccia tremare alle fondamenta i mercati finanziari Europei e internazionali.Nessuno lo dice ma il rischio è concreto. Questa sera pubblicherò sul mio blog un post ad hoc sul pericolo default che rischiamo di correre, se le istituzioni governative Europee non interverranno con decisione.Questo è l’indirizzo del mio blog, appena pubblicato il post vi aggiorno sul relativo indirizzo:http://borsa-finanza.myblog.itbuona domenica a tutti, ciaoLeoPS: w la libera informazione economica, w Crisi Finanziaria. Diffondiamo l’informazione.

  88. Schema ponzi anche per Kilowatteuro?Amici premetto che non conosco per nulla kilowatteuro, ne sono interessato ad approfondire l’argomento, tuttavia questi interessi “sicuri-sicuri” e così alti ricordano il classico schema Ponzi, più comunemente conosciuto come catena di sant’antonio: i primi godono e gli ultimi si trovano tromb…A tal proposito vi segnalo quest’articolo del Sole 24 Ore proprio di oggi che avvisa di nuovi prodotti finanziari basati sullo schema Ponzi offerti da promotori finanziari più o meno seri:”E sono tre nel giro di dieci giorni. L’ultima catena di sant’Antonio a crollare si chiama Brett Trading Company Ltd, sedi a Firenze, Francoforte e Saint Kitt e Nevis (piccole Antille). Venti milioni di euro raccolti tra oltre 200 clienti. Ad agire era una minirete di promotori finanziari, alcuni regolarmente iscritti all’Albo e mandatari di primarie aziende del settore, altri erano privi di mandato. Altri ancora erano semplici consulenti d’investimento. Agivano in Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Puglia e Sicilia proponendo programmi di investimento che “rendevano” il 12% all’anno. Soglia di accesso alla sottoscrizione: non meno di 100mila euro.Gli interessi sono sempre stati pagati con puntualità, come prevede il solito schema Ponzi, con il denaro dei clienti nuovi. A scoprire il meccanismo e a denunciare i 15 insieme al fondatore della società, il promotore finanziario ed ex direttore di banca Silvano Bronconi, è stato il Nucleo speciale della polizia valutaria di Milano, dopo una segnalazione giunta da Verona.Le dinamiche della truffa sono pressoché identiche a quelle di un’altra società, questa volta di Como, la IbsForex su cui in queste settimane sta indagando la magistratura Lariana. Ma non è finita. Come documentato su «Plus24» di sabato 11 settembre scorso, la procura della Repubblica di Roma ha aperto un’inchiesta (il Pm è Stefano Rocco Fava) su un’altra rete (questa volta informale) di promotori impegnati nella raccolta abusiva di pubblico risparmio. Anche in questo caso la cifra complessiva del denaro scomparso è vicina ai venti milioni di euro. Sino a questa estate la base operativa della “leader” del gruppo Bruna Giri era la sede di Roma (in via Vitelleschi) della Banca popolare di Puglia e di Basilicata. Come nei precedenti tre casi ai clienti veniva fornita una documentazione apocrifa che attestava la bontà degli investimenti effettuati.”

  89. Grazie Leo e Sampei, i vostri consigli mi sono stati molto utili e li seguirò passo passo. Non appena sarò più preparato proverò a anche contattare Fabio o un consulente finanziario delle mie parti che ho conosciuto al lavoro.grazie ancora, vi seguo sempre e non manco mai di segnalare questo blog ai miei amici :)

  90. @ Fra63 ha scritto venerdì, 17 settembre 2010Sì Fabio, ha definito perfettamente la professione e il valore del suo lavoro. Poi è chiaro che dipende dalla qualità e capacità di ciascun professionista la messa in pratica di quanto scritto. E mi rendo conto che di questi tempi non è facile.Basti pensare alle cantonate che hanno preso le più grandi istituzioni economico-finanziarie internazionali a partire dalla crisi dei mutui subprime in poi.Comunque sia, se non si è esperti investitori, consiglio anche io di avvalersi almeno di un consulto con un consulente finanziario indipendente prima di investire i propri risparmi. A maggior ragione se li si vuole investire seguendo le indicazioni della propria banca o di un promotore finanziario… ai quali è sempre bene non affidarsi a occhi chiusi (vedi parmalat, argentina, fallimenti azionari vari o peggio ancora truffe organizzate …)Caro Fra, lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda. grazie, ciao

  91. A proposito di Kilowatt€uro.Volevo sapere da quanti anni opera sul mercato e se qualcuno di voi ha chiesto di rientrare dall’investimento.Una S.r.l. risponde per il capitele versato,di solito € 10.000.Informatevi sul capitale di Kw€.Per quanto riguarda le azioni,esse sono sul mercato tutti i giorni,tutto l’anno,si posso vendere in qualsiasi momento,anche più volte nella stessa giornata.Bisogna dedicarci del tempo. Ci sono alcuni siti che offrono la possibilità di simulare un portafoglio virtuale per verificare la vostra propensione al rischio e la vostra freddezza di fronte al mutare continuo dei prezzi.I fondi non garantiscono nessun rendimento,anzi possono perdere pure loro e parecchio.Se non volete rischiare di perdere il capitale comprate buoni del tesoro di Stati sovrani,Germania per esempio.Vi auguro buona giornata.Alla prossima

  92. rispondo a fra 63.La risposta al quesito è nella tua stessa domanda. Il consulente finanziario indipendente non è un termine coniato ma l’identificazione di una professione di successo nei paesi anglosassoni proprio perchè trattasi di un professionista slegato da vincoli e cointeressenze con le istituzioni finanziarie che vendono prodotti e quindi in grado di fornire consulenza al risparmiatore nel suo esclusivo interesse essendo da questo remunerato per il servizio prestato con una trasparente parcella. Ben vengano blog come questo che diffondono cultura ed informazione finanziaria non filtrata ma di fronte ad esigenze specifiche un’assistenza professionale può dare certamente dei vantaggi in primis una difesa dalle lobby che citi che il consulente studia ed analizza ma con l’indipendenza data dall’assenza di legami primo fra tutti quello economico. Questa la sostanziale differenza da tanti operatori.Quanta alla professionalità, ovviamente, è poi un requisito soggettivo di ciascun lavoratore.

  93. Ciao amici, sono d’accordo con quanto ha scritto Fra63 nella prima parte del suo ultimo intervento. Concordo anche sulla seconda parte ma solo nell’approccio e non nello strumento da utilizzare. Niente fondi per me. Sono dei carrozzoni, ormai obsoleti, poco performanti e con moltissime spese e commissioni (entrata, uscita e soprattutto gestione). Molto meglio etf ed etc, sono ancorati direttamente ai rispettivi indici nessun costo di entrata/uscita e costi di gestione nettamente inferiori. E poi come ha spiegato Crisi Finanziaria in un suo passato articolo gli etf sono acquistabili in tempo reale, vantaggio non da poco se si pensa che i fondi si comprano a “scatola chiusa” con valorizzazione a uno o in certi casi due giorni…

  94. @ lu ha scritto venerdì, 17 settembre 2010Caro Lu, innanzitutto non fare il primo errore che tutti fanno. Investire tutti i soldi subito.Poi segui le 3 regole d’oro di Crisi Finanziaria che trovi qui:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/08/23/investimenti-finanziari-sicuri-2010-regole-crisi-finanziaria.htmlFatto questo sentiamoci per dubbi e domande sempre qui o su Twitter o sul mio blog.Io sono Leo, non sono un consulente finanziario, non voglio soldi ma semplicemente che si restituisca il mio aiuto aiutando un’altro lettore di questo blog. Che è poi lo spirito che anima chi scrive su Crisi Finanziaria :) Questi i miei contatti:blog: http://borsa-finanza.myblog.ittwitter: http://twitter.com/Borsa_Oggi

  95. Rispondo direttamente a “Fabio” ed indirettamente a “Lu”: Il ‘consulente indipendente’ cosa ha di diverso dall’ ADDETTO AL BORSINO, dal TREADER, dal BROKER, dal Promotore Finanziario … solo perchè è stato coniato questo termine ‘INDIPENDENTE’ ? Da cosa dovrebbe essere ‘INDIPENDENTE’. Se il termine era ‘CONSULENTE GRATUITO e DISINTERESSATO’ forse destava più interesse … non credi sia meglio affidarti ad una persona di fiducia, del settore (sicuramente), competente (nel ‘guidare’ le risorse nel tempo), onesta (inevitabilmente), disponibile (ad assisterti ogni qual volta cambiano i tuoi personalissimi obiettivi). Le medicine buone ci sono per qualsiasi malanno … è il medico che deve prescriverle (conoscendole tutte ed avendole anche a disposizione) e monitorarne costantemente l’effetto … in finanza non si inventa nulla nessuno … piuttosto ci sono troppi INCOMPETENTI ed INCAPACI protetti da Lobby bancarie, assicurative, postali, etc etc etc.L’unica cosa che posso dirti è DIVERSIFICARE (non banca, non Asset Class … fatti un giro su Morningstar.it e seleziona i migliori fondi/sicav OBBLIGAZIONARI a cinquestelle (*****) … ragiona dapprima su quelli Europei, poi sui Globali, poi sugli High Yeld, poi sui Paesi Emergenti (questi ultimi sono considerati ‘drivers’ di mercato per i prossimi 10 anni) … quindi ripartisci il tutto relativamente al “Tuo profilo di Rischio” … poi se hai un bravo PILOTA in grado di guidare egregiamente sarà tutto più semplice … bye-bye

  96. caro lu,considerando che ritengo la tua esigenza valutabile ed affrontabile con un’analisi ed un confronto con un professionista ti suggerisco di visitare il sito veroconsulente.it al fine di valutare l’assistenza di un consulente indipendente.

  97. salve a tutti,sinceramente qui mi sento un pesce fuor d’acqua,sono una persona abbastanza critica sulle cose che leggo o di cui vengo a conoscenza.comunque il mio problema è questo, che poi non è il mio ma di mio padre.da pochi giorni abbiamo venduto un immobile che ci ha dato un capitale di 250.000,00 euro.poichè mio padre è anziano(e pensionato) e non molto propenso al rischio e poichè con la sua pensione ci viviamo in 5 (essendo mia sorella separata con figlia con marito disoccupato che non paga gli alimenti e io disoccupata e laureanda in economia e commercio più mia madre) volevo sapere quali tipi di investimenti consigliargliho letto i vostri pareri ma noi non pretendiamo molto dall’3% al 8%siccome vorrei investire in buoni del tesoro,quale nazione mi consigliate?e quale banca in cui investire o tenere i risparmi? vi prego aiutatemi entro lunedì non so proprio cosa fare e quelli sono i risparmi di tutta una vita di lavoro incessante di mio padre e di una famiglia davvero risparmiatrice (almeno io,mia madre e mio padre).spero mi possiate dare una mano davvero!a presto e grazie in anticipo!

  98. sono convinto che in un momento difficile dal punto di vista economico, c’e in atto una vera e propria depressione di carattere internazionale, l’investimento che mi sento di suggerire e’ in obbligazioni espresse in franchi svizzeri, corone svedesi ed in subordine ed in misura contenuta in zloty polacchi – Altresi’ non disdegnerei di affiancare un pac azionario intl paesi emergenti cosi’ da cogliere i benefici e le opportunita’ di crescita.

  99. E’ stato un piacere Cri, tieni conto che il CheBanca non ha un importo minimo sul vincolo (puoi bloccare anche 1 euro) mentre il Rendimax di Banca Ifis richiede un minimo di 5.ooo euro. Pensa anche all’eventualità di aprire tutti e due i conti e suddividere la cifra… Tanto in entrambi i casi non ci sono costi ne di tenuta conto, ne di apertura/chiusura :) ricordati di contraccambiare l’aiuto, ciaoFilogamo

  100. grazie filogamo,siccome alla banca carige l’impiegata mi aveva sconsigliato di fare il contodeposito “contoconto” dicendomi che non mi conviene perche dovevo mettere un minimo di 50000euro per avere un buon tasso di interesse mi aveva fatto venire il dubbio. E sempre quest’impiegata mi ha consigliato delle obbligazioni che mi rendono meno del 2% netto vincolandoli però almeno 2 o 3 anni. Ma grazie alla tua risposta ora penso proprio che farò un conto depostio e penso che farò quello di che banca.ciao e grazie

  101. @ cri ha scritto domenica, 12 settembre 2010Ciao cri, stante il tuo profilo di investitrice e le tue esigenze temporali la cosa più semplice è certamente investire i tuoi risparmi in un conto deposito.Ad esempio attualmente c’è il Che Banca che ha un buon vincolato a un anno al 2,5% lordo (1,83% netto) o ancora meglio il rendimax a 2,75% lordo (2,01% netto).Se invece preferisci periodi più corti ci sono i pronti contro termine di Che Banca che offrono un ottimo compromesso anche se attualmente leggermente meno performanti rispetto ai vincolati a un anno.Qui ulteriori info:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2010/01/13/pronti-contro-termine-chebanca-che-banca-opinioni-consigli.htmlLo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o con il semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.grazie, ciaoFilogamo

  102. Salve a tutti io sono un ignorante in fatto di finanza e cercando su internet sono arrivata su questa pagina e forse qualcuno mi può consigliare qualcosa. Io avrei 17000Euro che vorrei investire senza vincolarli troppo al massimo per un anno e solo se conviene veramente per 2 anni. Io pensavo a un conto deposito o cosa simile ma quanto rendono veramente? Mi consigliate altro?Vi ringrazio in anticipo

  103. Anche io ho aderito all’investimento Kilowatteuro e sinceramente, dopo aver visionato tutta la documentazione e aver ricevuto le fidejussioni, ritengo di aver fatto la cosa giusta. Chiaramente, come ha fatto Davide, ho verificato quanto fosse concreta la possibilità di ottenere simili risultati presso chi di impianti ne ha già installati, e mi ha fatto capire quali sono i margini di guadagno anche se con lui non avrei potuto installare nulla perché, vivendo in un condominio, non ho la superficie (il lastrico solare) dove posare i pannelli fotovoltaici. E’ giustissimo avere dei dubbi, di truffe ne abbiamo sentite fin troppe, ma non è logico fermarsi davanti a investimenti innovativi che fra l’altro non sfruttano materie prime, non inquinano (e non mi pare cosa da poco) e sono sompre disponibili come ad esempio il sole. Figuratevi 30 anni fa se qualcuno vi avesse proposto un ETF senza spiegarvelo con estrema cura. Poi di signori come l’ex presidente del NASDAQ ne troveremo ancora, quindi prestiamo sempre attenzione. Per quanto concerne il fatto che la Kilowatteuro sia una SRL, mi sembra riduttivo; difatti, a differenza di altre società che dividono la parte che è preposta alla vendita da quella che gestisce i beni immobili, qui nella società è “tutto dentro”, pertanto in caso di problemi, il curatore fallimentare dividerebbe le serre fotovoltaiche (perché di questo si tratta) in quota parte per tutti gli investitori che diventerebbero proprietari per tutta la loro vita, degli impianti diffusi nelle varie parti d’Italia, dove saranno intallati di volta in volta.Nelle mia parole leggerete convincimento (nel rileggerle l’ho letto anch’io), ma è dovuto solo ed esclusivamente al fatto che di finanza qualcosa ci capisco e che non faccio mai investimenti a scatola chiusa, questa l’ho aperta con l’apriscatole e poi ci ho messo dentro un “cip” di 16.000 euro, tanto per vedere la giocata e se tanto mi da tanto, rilancio a breve.Ciao a tutti.

  104. Grazie Davide,per i fondi penso si possa spuntare anche un 3%, ma chiaro che dipende dal profilo di rischio. BPN ho addocchiato qualcosa,vediamo un po’….Su Kilowatteuro, ho letto i post con interesse. Ammetto l’ignoranza,ma resto poco convinto (eccesso di prudenza, probabilmente) spero di sbagliarmi e tu possa vedere i frutti. Grazie DDB

  105. DDB scrive:La tentazione di ricadere sugli strumenti attuali è forte,ma vorrei diversificare e soprattutto penso che sui BTP vista la mia esposizione attuale e la situazione rialzista dei tassi (e dell’inflazione) non valga la pena insistere.Non cerco grossi incrementi, ma prediligo la sicurezza e magari una cedola “sicura”.In sostanza la tua è una situazione simile alla mia.Personalmente ho 24000,00 € con Kilowatteuro (le analisi fatte mi hanno dato certezza) oltretutto è indicizzato Istat (questo probabilmente non lo avevo specificato).32500,00 in fondi a medio rischio di BNP Paribas, rendimento medio del 2,25% (ma non volevo rischiare).Personalmente mi ritengo soddisfatto.In bocca al lupo DDB !

  106. Buongiorno,mi imbatto oggi nel blog e sono molto ben impressionato sia per contenuto che per spirito di collaborazione. Non me ne intendo molto e vorrei chiedervi un aiuto :- ho circa 35.000 da investire- in questo momento non sono propenso al rischio- orizzonte temporale lungo (anche 15-20 anni senza problemi)Ho qualcosa (20.000 su rendimax) e circa 60.000 su BTP di diversa lunghezza.La tentazione di ricadere sugli strumenti attuali è forte,ma vorrei diversificare e soprattutto penso che sui BTP vista la mia esposizione attuale e la situazione rialzista dei tassi (e dell’inflazione) non valga la pena insistere.Non cerco grossi incrementi, ma prediligo la sicurezza e magari una cedola “sicura”.Grazie a chi vorrà aiutarmi o anche solo leggermi.DDB

  107. sì Fabio, aderisco al 100% con quanto scrivi. Il modo migliore per valorizzare i propri risparmi è fare proprio come hai scritto.ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda. Per favore aiuta anche tu un nostro lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao :)

  108. buongiorno a tutti,non conosco personalmente la proposta sul fotovoltaico ma penso che ora ci siano sicuramente elementi maggiori di valutazione. Io direi che al di là delle valutazioni sia personali che oggettive sul singolo prodotto è sempre opportuno ripartire i propri investimenti partendo da una base in titoli sicuri (obbligazioni, titoli di stato, ecc.) per poi, laddove soprattutto il tempo da dedicare all’investimento lo consente, dare uno spazio ad altri investimenti (fotovoltaico, azioni, ecc) per cercare di avere un po’ di rendimento in più ma avendo comunque cura di effettuare una corretta diversificazione, rispettando i tempi fisiologici degli investimenti nei vari strumenti che si scelgono e coniugandoli con il tempo per il quale si possono tenere investiti i propri risparmi.

  109. @ Davide ha scritto lunedì, 06 settembre 2010Grazie caro Davide. La questione dei fidi ora è certamente più chiara… stante così, l’investimento diviene sicuramente più interessante. Tuttavia rimango ancora un poco diffidente.La società è piccola, le informazioni fornite sul sito sono parziali, il sito stesso è abbastanza “striminzito” e incredibilmente “low cost” rispetto ai soldi che dovrebbero girare…Per carità, la mia è solo una sensazione… vediamo cosa dicono gli altri lettori interessati all’investimento in kw€ o che ci hanno già investito ;)

  110. Sampei Scrive :Amici io continuo ad essere scettico nei confronti di kilawatteuro… Tecnicamente non mi è ancora molto chiara la questione della fideiussione bancaria… E’ kw€ a firmarla a nostro favore per l’importo che gli prestiamo o viceversa noi a favore di kw€?Sono ovviamente loro ad aver firmato 2 fidejussioni in mio favore, 1 di confidi per l’intero importo investito (24.000,00 €) ed una bancaria di 3600,00 rinnovata annualmente prima dello scadere.In sostanza le 2 fidejussioni sono legate, se non dovessero inviarmi con bonifico nelle 2 semestralità i 1800,00 € posso incassare la fidejussione bancaria di 3600,00 €, automaticamente scatterebbe la riscossione dell’intero importo investito attraverso la fidejussione di Confidi.Spero di essere stato chiaro.In sostanza non c’è trucco e non c’è inganno, parlando con un mio amico che si occupa di Impianti Fotovoltaici mi ha confermato che è possibile girare introiti del genere, gl’impianti rendono fino al 20%.Sempre a disposizione se doveste avere bisogno.

  111. @ Virgola ha scritto mercoledì, 01 settembre 2010@ Davide ha scritto giovedì, 02 settembre 2010Amici io continuo ad essere scettico nei confronti di kilawatteuro… Tecnicamente non mi è ancora molto chiara la questione della fideiussione bancaria… E’ kw€ a firmarla a nostro favore per l’importo che gli prestiamo o viceversa noi a favore di kw€?Perchè nel secondo caso significherebbe che in caso di fallimento (eventualità probabile dato gli alti tassi di interessi promessi e il rischio di piramide o multilevel insito in questo genere di investimenti), non solo i soldi investiti sono persi ma l’intero importo indicato in fidejussione…Premesso ciò, il 30% perso in caso di uscita nei primi 18 mesi, significa fare un pessimo affare x chi esce prematuramente sentendo puzza di bruciato…Comunque è chiaro che chi non rischia non rosica… personalmente io preferisco rosicare in investimenti teoricamente più “affidabili” e con rendimenti non tanto inferiori a kw€ (leggasi high yeld bond) e faccio gli auguri a chi investe in kw€.Spero sinceramente di sbagliarmi e che facciate ottimi affari, teneteci informati sugli sviluppi, sono convinto interesserà un bel numero di lettori :) in bocca al lupo, ciaoSampeips: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.

  112. Salve Virgola,non immaginavo di scatenare questo clamore per una semplice notizia scritta più per curiosità che altro.Rispondendo alla tua richiesta, l’art. 9 del contratto dice:”In caso di richiesta da parte dell’Utente di recedere dall’investimento e quindi di tornare in possesso di quanto versato inizialmente, sarà annullata la Fidejussione ed effettuato un bonifico bancario da KW€ a favore dell’Utente, pari all’importo iniziale decurtato del 30% se entro i primi 18 mesi, del 20% se nei successivi fino a 36 mesi, del 10% se successivamente.”Seguendo il tuo ragionamento ho fatto una buona scelta nell’ investire con la Kilowatteuro.Resto a disposizione per ulteriori approfondimenti.Davide

  113. Cito testualmente ““Buongiorno a tuttiHo visitato il sito Kilowatt€uro.Alcuni di voi vi hanno investito dei soldi.La mia prima riflessione è Ci si può fidare di una S.r.l.? Il capitale investito si può dismettere in qualsiasi momento?Riflettete su queste domande,per ora non vado oltre.”Opero nel mondo finanziario da ormai diversi anni e qualche capello bianco…non credo che si possa valutare la bontà di una soluzione finanziaria in base all’ essere SRL o SPA ecc. basterebbe valutare le aziende Parmalat, Cirio senza parlare di GRANDI aziende americane…ho fatto un giro sul sito Kilowatteuro, la proposta sembra molto chiara e soprattutto garantita, una fidejussione Bancaria sicuramente non ha trucchi, riguardo il rientro dei capitali mi è stato risposto che esistono delle penali, nei primi 3 anni, del 20% fino a scendere al 10% (bisognerebbe leggere il contratto) ma la mia valutazione è andata un pochino oltre: ipotizziamo un piccolo investimento di 8000,00 € (taglio minimo da quello che scrivono) dopo 3 anni pur aveno una penale del 20% avrei perso 1600,00 €, ma avendo incassato 3 annualità avrei incassato 3600,00 €! Tirando le somme avrei incassato 2000,00 in 3 anni di sicuro non è male come resa (equivale ad un 8% anno).Approfondirei sicuramente questa proposta.Chiedo a David: avendo sottoscritto un contratto con questa azienda, quali sono i parametri delle penali nel ritiro dei capitali prima dei 15 anni proposti ?

  114. caro umberto,perdonami tu. Io non devo convincerti di nulla quindi se hai letto le mie parole con quello scopo mi spiace per l’errata interpretazione. Mi spiace per le tue esperienze pregresse che comunque vanno analizzate in maniera oculata e senza flash di così breve periodo. Riguardo poi l’aver detto un bel niente è un tuo parere che personalmente non mi sarei permesso di esprimere su tue espressioni. Per domande più precise sono a disposizione.

  115. @ fabio ha scritto mercoledì, 01 settembre 2010ciao amici,perdonami Fabio ma non mi hai convito per nulla, anzi ora sono meno interessato di prima. Molte parole e poca sostanza. Mi sembra di sentir parlare un promotore finanziario conosciuto circa 2 anni fà.Dopo tanto decantare le sue strategie gli diedi in mano un budget di 100 mila euro e in meno di un mese mi aveva fatto perdere quasi 10 mila euro.L’ho salutato con un bel calcio nel sedere e ho ripreso a mettere i miei risparmi nei bot e nei btp. Bassi interessi, ma sicuri e senza tante commissioni…Caro Fabio, mi sei simpatico e spero che tu non sia come il mio promotore. Ma spero anche che ti rendi conto che al di là delle belle parole non hai detto un bel niente ;)

  116. Umberto da Roma ha scritto martedì, 10 agosto 2010 :“Molto interessante Erny. E sicuramente suggestivo. Ma il mondo della finanza gronda di proposte suggestive e affascinanti naufragate sugli scogli della crisi finanziaria…Caro Umberto,dò qualche cenno in tema di piramide della tranquillità. Sostanzialmente, senza andare troppo sul tecnico, vuol dire fare delle scelte di investimento partendo da una corretta analisi dei propri obiettivi (soprattutto quelli temporali) ponendo come base dei propri investimenti e quindi anche della piramide degli strumenti che soddisfino bisogni ed obiettivi primari di investimento attraverso strumenti ad alta sicurezza per poi sviluppare con la medesima metodica i “piani superiori” della piramide. A disposizione per approfondimenti….

  117. Vai tranquillo Gastone, il sistema di sicurezza e protezione di Fineco è molto elevato. Non avrai sorprese di sorta. Proprio per il fatto che Fineco è una banca completamente on-line la protezione che offre è al top.Ha tre livelli di password, uno di accesso e consultazione, uno dispositivo (bonifici, compravendite, modifica password, …) e il terzo e più micidiale di conferma via sms. Con la protezione via sms ad ogni bonifico che fai (l’unico modo “informatico” per far uscire soldi dal tuo conto) ti viene inviato un sms al tuo cellulare in cui si indica importo, destinatario e codice di autorizzazione dinamico. Se non inserisci sul sito di Fineco il codice dinamico ricevuto via sms il bonifico non parte.Questo sistema ti dà la massima protezione perché anche nel caso che qualcuno ti fregasse i codici di accesso sè non ha con se pure il tuo cellulare non può fare nulla.Chiaramente l’importante è non memorizzare i codici di accesso e quello dispositivi sul tuo cellulare ;) In sintesi i soldi che metti su Fineco sono al sicuro, Fineco è la prima banca on-line italiana con oltre un milione di utenti, se ci fossero problemi di sicurezza non ti preoccupare che si saprebbe ;)

  118. Ciao Sampei,grazie delle cortesi indicazioni, sei molto gentile e competente. Domani 24 agosto aprirò il conto in Fineco inserendo il codice amico di crisi-finanziaria. Lo farò anche se non ho alcuna esperienza di c/c on line e quindi un po’ di timore esiste,del tipo “qualcuno potrebbe entrare nel mio conto e portarmi via i soldi.” Scusa la mia ignoranza nel settore ma non ho proprio alcuna esperienza in tal senso e il mio timore appare giustificato. Dopo tutto si sente sempre più spesso di truffe finanziarie ecc…………….comunque voglio provare piano piano e vedere i risultati.Grazie di tutto ancora e buona serata.Gastone

  119. Caro Gastone, in generale non prendere mai obbligazioni o azioni della banca in cui tieni i tuoi risparmi perchè in caso di problemi della banca (credimi: di questi tempi tutto può succedere) tu avrai il doppio dei problemi sia sul fronte della liquidità che sul fronte obbligazionario/azionario.Invece normalmente anche se la banca fallisce tutto ciò che sono obbligazioni e prodotti finanziari vari non corrono alcun rischio.Bene fai se decidi di aprire un conto con Banca Fineco, per me è la migliore banca italiana. Ti consiglio di fare la richiesta di apertura entro domani. In questo modo riceverai 60 euro in carta di credito prepagata o ancora più gustose 200 euro in commissioni di trading. Ricordati di usare il codice amico di Crisi Finanziaria, in questo modo aiuterai la nostra iniziativa ;) Ecco il tema delle commissioni per le operazione di compravendita di azioni e obbligazioni è molto importante.Mi chiedevi quale banca utilizzare per far fruttare i tuoi risparmi. La risposta è molto semplice a parità di disponibilità del prodotto finanziario che ti interessa usa sempre la banca che su quel prodotto ha le commissioni più basse.Non conosco le commissioni della tua banca, ma conosco bene quelle di Fineco. Sono molto basse, se la tua banca ha commissioni di trading più basse allora usa senza indugi la tua banca e viceversa se è Fineco ad avere le commissioni più competitive.Ultima cosa a parità di settore d’investimento prediligi sempre gli investimenti in ETF o ETC anzichè in Fondi di Investimento, i primi sono molto più vantaggiosi e convenienti.Alla prossima e ricorda che la promozione Fineco scade domani, ciao ;)

  120. Ciao Sampei,sei stato gentilissimo e molto esaudiente.Non ti conosco ma percepisco una grande conoscenza e preparazione sull’argomento “finanza” e “investimenti”. In modo particolare ho molto apprezzato la tiratina d’orecchi fattami per la mia propensione al rischio e la suddivisione in tre parti del mio capitale. Mi sembra un’ottima indicazione. Ora come ora è tutto quello che ho e vorrei farlo rendere per gli anni futuri visto che le pensioni che prenderemo saranno ridicole. Sicuramente farò il possibile per divulgare il blog con i mezzi di comunicazione di cui dispongo, e cioè il passaparola e facebook e quant’altro mi venisse in mente.A proposito,visto la tua indicazione,aprirò il conto on line in Fineco.Ma ti chiedo,per fare quello che mi hai detto, devo rivolgermi alla mia banca oppure posso utilizzare il servizio trader di Fineco? (ho sbirciato il sito) Non sono così sicuro che la mia banca mi possa seguire così attentamente su investimenti del tipo che mi hai indicato tu. Da quando hanno visto i soldi sul mio c/c mi hanno proposto solo obbligazioni e azioni della banca stessa………cmq cortesemente dammi una tua indicazione sul mio ultimo quesito,poi ti farò senz’altro sapere attraverso il blog. Grazie ancora, sei stato gentilissimo.Gastone

  121. Caro gastone, va bene che hai un nome fortunato ma la tua propensione al rischio è troppo accentuata. Leggo kilowatteuro, grecia, obbligazioni high yeld … Se la congiuntura economica va storta potresti pentirtene amaramente… e trovarti con un bel pugno di mosche in mano. La consolazione tipica dell’investimento al lungo termine “tanto prima o poi torna a salire” è un’amara consolazione se pensi al rendimento che avresti ottenuto investendo al termine della caduta anzichè prima della caduta. Senza contare le insidie di prodotti finanziari bidoni, quelli manco tornano a salire!Io ti consiglio di dividere il tuo capitale in 3 parti uguali. Una parte “sicura” che investi in obbligazioni solide e affidabili. Investili nei bond governativi usa, tedeschi, canadesi, australiani e francesi. In questa parte sicura non investire mai in obbligazioni italiane o di nazioni PIGSLe seconda parte investila in etc di materie prime (petrolio, gas naturale, rame e prodotti agricoli primari), metalli preziosi (oro e argento), valuta (dollaro) e prodotti liquidi come ad esempio pronti contro termine, conti di deposito ad alto rendimento e se proprio ci tieni btp nazionali. Prediligi innanzitutto l’oro, poi il petrolio e infine i prodotti agricoli primari (attenzione che quest’ultimi sono stagionali, ossia vanno comprati al termine del periodo dell’anno in cui scendono di prezzo).La terza parte ad “alto rischio” la impieghi per investimenti aggressivi: grecia (ma non esagerare), obbligazioni high yeld (scegli sempre nazioni in via di sviluppo ricche di materie prime come il brasile, il venezuela, l’india, il sud africa, …) ed etf azionari di nazioni di grande “magnitudo” economica e in forte espansione come la Cina, l’India, il Brasile… Poi prodotti finanziari nel settore del mattone di paesi in rapido sviluppo. Sopratutto per la terza parte differenzia al massimo e se compri obbligazioni di un paese emergente poi non comprare mai anche l’etf azionario o immobiliare di quel paese.Ti sconsiglio kilowatteuro o prodotti simili di piccole società nazionali, poi vedi tu…Caro gastone non dimenticare che queste libere informazioni sono il frutto dell’impegno dei lettori del blog ad aiutarsi reciprocamente.Per favore dacci una mano anche tu, aiutando un lettore o segnalando ad altri quest’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola.Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, grazie.ciao :) PS: sosteniamo Crisi Finanziaria con la promozione Codice Amico di Fineco. 60 euro di premio e conto corrente a zero spese (apertura, chiusura e gestione). La promozione dura solo pochi giorni.Info: http://www.fineco.it/mgm/?cp=AA2728263Regolamento: http://www.fineco.it/promo/regolamentoMGMFLASH_03.htmlIl codice Fineco di Crisi Finanziaria è: AA2728263

  122. Ciao a tutti,sono nuovo di questa comunità e vorrei scambiare due parole con voi. Recentemente ho venduto un immobile e ho incassato 150000,00 €. Ora il problema è come investirli. Potete aiutarmi? Vi do’ qualche informazione. Sono impiegato in un’azienda nel nord-est,ho 43 anni e sono scapolo.Non ho altri investimenti in corso e tutto quello che ho sono questi soldi. Diciamo che ho una discreta propensione al rischio e nervi saldi. L’investimento che vorrei fare è di medio-lungo termine, diciamo 8/10 anni e vorrei cercare un rendimento buono,oltre l’8%. Leggendo il blog ho visto tante proposte e opportunità. Vorrei diversificare il più possibile il mio investimento e sto pensando a : BTP decennali,obbligazioni GRECIA e hiht yeld e provare con ETC. Poi ho visto anche Kilowatteuro e credo che 8000,00 € si possa pensare di investirli. Vorrei inoltre,sempre per il concetto della diversificazione trovare altre obbligazioni magari ad alto rendimento, diciamo sul 10-12% annuo, è possibile? Sono sulla strada giusta? Sto pensando a risultati troppo ambiziosi? Per lo spirito che contraddistingue il blog, anch’io un giorno vorrei dare qualche consiglio spassionato e portare la mia esperienza di risparmiatore e investitore. Sono solo all’inizio ma vorrei diventare un esperto e confrontarmi con voi. Grazie a tutti.

  123. @ Bepi ha scritto lunedì, 16 agosto 2010In merito ad investire in Kilowatt€uro son d’accordo con te caro Bepi, poche le garanzie e molti i rischi. Se poi pensiamo a tutte le truffe finanziarie del recente passato…Molto meglio seguire i 3 consigli aurei per investire bene di Crisi Finanziaria :) ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao :)

  124. Buongiorno a tuttiHo visitato il sito Kilowatt€uro.Alcuni di voi vi hanno investito dei soldi.La mia prima riflessione è Ci si può fidare di una S.r.l.? Il capitale investito si può dismettere in qualsiasi momento?Riflettete su queste domande,per ora non vado oltre.Un saluto a tutti.

  125. Un articolo veramente interessante.I commenti dei lettori lo sono altrettanto!Grazie a tutti per le tante informazioni che date!Complimenti!

  126. @ Valerio ha scritto lunedì, 09 agosto 2010Mah Valerio, io sono scettico su ogni genere di facile promessa.Prima di investire ti consiglio di raccogliere un bel po’ di altri feedback e informazioni su prodotto/società.tienici aggiornati sulle tue valutazioni finali, ciaops: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet, social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao :)

  127. @ Dani ha scritto domenica, 08 agosto 2010Ciao Dani, per te le nostre tre regole auree del buon investimento:1) Non investire mai tutti i tuoi risparmi su un unico prodotto: differenzia sempre sia per tipologia che per possibili scenari macroeconomici futuri;2) Non investire mai aprioristicamente su un prodotto, ossia senza considerare le tue esigenze e i tuoi obiettivi di carattere economico/temporale. Altrettanto peso va dato all’influenza della tua emotività sull’investimento. Più sei emotivo e minore deve essere il rischio intrinseco dell’investimento. Idem dicasi per il viceversa;3) Applica sempre il tuo senso critico sui consigli che ti vengono dati, e se il consiglio è interessato applicalo al cubo! Meglio un’occasione persa che una fregatura. Le occasioni ritornano sempre, i soldi persi no ;) Spero che i nostri consigli ti possano essere d’aiuto. Dai sempre un’occhiata anche ai commenti dei nostri lettori. Nostradamo, Sampei, Valerio, Lorenzo, … sono un esempio dei tanti nostri lettori molto preparati, in gamba e disponibili a dare una mano :) Non conosciamo kilowatteuro e dunque non ci esprimiamo, ma ti consigliamo di applicare anche su questo investimento la terza regola aurea di Crisi Finanziaria ;) In bocca al lupo per i tuoi investimenti, tienici sempre aggiornati sugli sviluppi e non dimenticare lo spirito di questa comunità: più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda.Aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola.Grazie, ciao :) PS: amici non perdete la promozione Fineco. 60 euro su carta di credito prepagata per ogni conto che aprite o fate aprire. Conto corrente a zero spese di apertura-chiusura-gestione. La promozione dura solo pochi giorni.Info: http://www.fineco.it/mgm/?cp=AA2728263Regolamento: http://www.fineco.it/promo/regolamentoMGMFLASH_03.htmlSostieni l’iniziativa di Crisi Finanziaria, il nostro Codice Amico Fineco è: AA2728263

  128. Molto interessante Erny. E sicuramente suggestivo. Ma il mondo della finanza gronda di proposte suggestive e affascinanti naufragate sugli scogli della crisi finanziaria…Potresti spiegare esattamente come si costruisce questa piramide della tranquillità?GraziePS: anch’io sostengo Crisi Finanziaria sui miei social network :)

  129. Ciao Maria da Milano, io sono Erny da Rieti (consulente indipendente)Provo a darti un’idea della “Piramide della tranquillità finanziaria”Immagina la figura della Piramide (solida dalla base, da un senso di protezione e sicurezza) ora proviamo a spostare questi termini nella pianificazione finanziaria.Ogni strato o livello della piramide rappresenta un comparto finanziario (capitale garantito, protetto, previdenziale, con pretese speculative, con esigenze programmate a breve a medio e a lungo termine, ecc……) che ognuno di noi può sicuramente scegliere per arrivare all’obiettivo(tranquillità).Certo, tutto ciò non basta, occorre richiamare la finanza comportamentale e cognitiva e assolutamente la mancanza di conflitto d’interesse.Questa metodologia innovativa permette di dominare il futuro incerto, quello che conta è “costruire l’arca” (W. Buffet) e non prevedere il diluvio universale.Potrei farti un’altra citazione: non è il prodotto che sbaglia ma il suo cattivo e improprio utilizzo.Non so se con queste poche righe sono riuscito a rispondere alla tua richiesta, sono a disposizione per ulteriori approfondimenti quando e come vuoi.Un caro saluto.

  130. Chi oltre a Lorenzo ha esperienze sia positive che negative con Kilowatteuro? Sono interessato ad avere pareri da persone che gia la conoscono!

  131. Ciao Dani,il mercato è decisamente vasto e non esiste un prodotto o servizio che dir si voglia, “buono” per tutti. Le esigenze personali sono alla base del mercato più adeguato a noi. Quindi, come facciamo a consigliarti senza sapere: il tempo che vuoi/puoi lasciare i soldi investiti, quali aspettative hai, quale propensione al rischio hai, se devi garantire qualcuno (sei sposato, hai figli), se hai altri investimenti e di che tipo, la tua professione. Implicitamente ci stai chiedendo una consulenza, ma come vedi è difficile senza informazioni.Al momento, come leggerai nella mia del 3 agosto, io ho fatto una scelta che ritengo performante oltre ogni aspettativa e adeguata alle mie esigenze.Che ne pensi?

  132. Salve io ho 100.000 euro da investire, premesso che non sono un esperto della finanza, anzi sono abbastanza intimorito da essa, sto cercando un investimento sicuro.Spesso sento parlare di rischio di default di banche , di stati; ebbene vorrei cercare qualcosa che mi metta al riparo di questi rischi.Consigliatemi.Dani

  133. nessuno ha, nè può avere la sfera di cristallo mentre certamente è molto valido procedere ad una corretta pianificazione finanziaria che vuol dire investire e ancor meglio gestire le proprie risorse finanziarie con una pianificazione di fondo che permetta di non essere condizionati dalle eventuali “altalene” dei mercati finanziari.

  134. Ciao Erny, ho già sentito parlare della finanza cognitiva o comportamentale… tante parole ma poi come al solito poca sostanza…mentre non conosco la PIRAMIDE DELLA TRANQUILITA’ FINANZIARIA, di che si tratta? Potresti parlarcene?ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi blog, siti internet social network (facebook, twitter, …) o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao :)

  135. Buongiorno, ho letto molti dei messaggi contenuti nel sito, su come, dove, e cosa fare per investire ed essere tutelato da tutto ciò che ci gira intorno (vegenti che prevedono il futuro, Banche, Promotori) ed io personalmente ho trovato una risposta a tutte queste richieste perchè ho scoperto un modo innovativo dove alla base di tutto c’è la finanza comportamentale e cognitiva (sconosciuta o quasi dai venditori di prodotti finanziari). Avete mai sentito parlare di:PIRAMIDE DELLA TRANQUILLITA’ FINANZIARIA ? Ciao

  136. Ciao, come ho già detto ho investito 24000,00 € con la Kilowatteuro, finora non ho avuto problemi, anzi una annualità di ricavi mi è già tornata in tasca.non sono un esperto di finanza, ma dopo aver visto le fideiussioni a garanzia la cosa mi è sembrata ottima.Da quanto ho potuto apprendere (mi hanno inviato via posta le novità) stanno proponendo altri prodotti, mutuo e cqs con garanzie fideiussorie.Un mio amico (dipendente telecom) ha aderito alla soluzione CQS ed in poche parole si è ritrovato 7000,00 in tasca gratuitamente.Un consiglio: in mezzo a tutte queste soluzioni bancarie, assicurative ecc. non si capisce granchè, io ho giocato sul sicuro !

  137. sono andata a vedere il sito di Kilowatteuro, sembra interessante la proposta di investimento, da valutare, che ne pensate?

  138. lilithpink ha scritto lunedì, 02 agosto 2010:l’investimento attraverso piani di accumulo può essere un’ottima occasione per investimenti a medio e lungo termine riducendo il rischio con l’acquisto mediato nel tempo. Suggerisco di usare gli etf al fine di ridurre i costi sia di sottoscrizione che di gestione dell’investimento.

  139. giulia53 ha scritto lunedì, 02 agosto 2010 : L’investimento che ti ha proposto Mediolanum e un INDEX di terzi (BNP Paribas), è soggetto alla legge inglese, e non è vero che garantisce il 4,50. Investe nell’EURSTOXX50 (azioni di tutto il mondo) e l’obbligazione sottostante è emessa e garantita dall’emittente (BNP Paribas). Non che mi preoccupi l’emittente, ma da quando è fallita la Lehman Brothers, credo non sia prudente accettare che sia chi emette il titolo a garantirlo.Detto ciò, anche io sono andato a visitare il sito Kilowatteuro e o chiesto ulteriori informazioni e le risposte ottenute non mi sembrano da sottovalutare: asseriscono di aver deciso di dover dare una fidejussione bancaria e una Confidi, proprio per garantire sia il capitale sia il rendimento; garantiscono 1.200 euro annui (indicizzati) per 15 anni a fronte di un investimento di 8.000 euro; l’investimento si fonda sulla disponibilità del sole (che non fallisce) catturato da serre remote di pannelli fotovoltaici. Quindi, investirei 8.000 e me ne ridarebbero 18.000 più indicizzazioni anno per anno. Siccome le cedole sono pagate a semestri per conteggiare il coefficiente ISTAT, mi sembra uno strumento finanziario simile ai CCT, ma con rendimento decisamente più appetibile.L’azienda è giovane e si avvale di un installatore di impianti fotovoltaici con esperienza quinquennale, ma la scarsa anzianità mi sembra ovvia, visto il settore d’intervento decisamente recente. Hanno trovato una delle tante applicazioni finanziarie che sicuramente si svilupperanno nei prossimi anni intorno al sistema.Poi, se chi come me vuole provare a diversificare con piccoli investimenti, e questo varrebbe anche per lilithpink, mi sembra davvero una buona opportunità senza ulteriori costi e senza doversi preoccupare se e quando vendere per realizzare al meglio, con il rischio di aver sbagliato previsione o addirittura investimento.Io ci provo!

  140. ciao a tutti, anche io avrei da investire una piccola somma (15.000) e pensavo (sono ignorante in materia) a un piano di accumulo in banca, ne ho fatto uno pochi mesi fa: 100 euro al mese x 15 anni, mi hanno garantito dal 2% al 4%. pensavo di farne un altro.

  141. salve ,mi hanno fatto una proposta su come investire circa 10.000,oo euro Meiolanum Medplus CertificateExpress Special Coupon4 cosa ne pensate? la durata sarebbero 2 anni ed un 4,50%lordo,aspetto vostre notizie eventualmente consiglio grazie mille

  142. Ciao Valeria,l’investimento in mattoni è sempre il migliore,ma dipende sempre se vuoi un investimento a corto o a lungo termine,prima che recuperi i soldi di agenzia,notaio,iva,arredamento,passano molti anni e sempre che l’inquilino non ti dia grane.Grazie dell’attenzione.

  143. ciao a tutti…….purtroppo nn c capisco niente su investimenti e simili…..ma m domandavo…nn è piu semplice se acquisto un appartamento e lo affitto???scusate la mia semplicità nel discorso…grazie e complimenti x il sito….

  144. @ Paolo ha scritto mercoledì, 02 giugno 2010Ciao Paolo, attenzione il FITD (Fondo Interbancario Tutela Depositi) nulla ha a che fare con le obbligazioni, sia dello stato italiano che delle banche italiane.Il FITD tutela i correntisti solo ed esclusivamente per una parte dei depositi liquidi in conto corrente. Qui puoi trovare maggiori info a proposito:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2008/10/27/fallimento-banca-garanzia-rimborso-conto-corrente.htmlMentre se vanno in default (non solvibilità) le obbligazioni che possiedi non esistono garanzie di rimborso. In generale per le banche e le società in generale le possibilità di restituzione del capitale sono veramente basse, mentre in caso di obbligazioni di uno stato puoi sperare che una parte del capitale ti sia restituita come ad esempio è avvenuto con i bond argentina in cui circa un terzo del capitale è stato restituito.ps: lo spirito di questa comunità è quello di aiutarsi a vicenda, aiuta anche tu un lettore o segnala ad altri l’iniziativa tramite i tuoi social network, blog, siti internet o semplice passaparola. Più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda, ciao :)

  145. complimenti intanto per il blog che stimola una discussione molto interessante e su un tema che mi sta particolarmente a cuore. In Italia si sta diffondendo la consulenza finanziaria indipendente, il mio lavoro, che ritengo uno strumento molto valido per difendersi da consigli di investimento interessati spesso causa di danni per i risparmiatori. Sicuramente si può parlare di settori di investimento in senso generale ma un consiglio mirato puà essere fornito solo dopo aver stabilito con precisione gli obiettivi di investimento in base ai quali poi cercare gli strumenti più efficienti (costi, semplicità, ecc.) per raggiungerli.

  146. Salve,vorrei sapere come investire un piccolo ma importante capitale.Preciso che ho poca fiducia delle banche Italiane e dei banchieri.Fin ad oggi ho sempre fatto Bot o Btp con capitale garantito a scadenza,questi titoli sono garantiti dallo stato Italiano,ma fino a che punto?? E se lo stato fallisse…? Entrerebbe il FITD con un rimborso fino a 103 mila euro. Vorrei che qualcuno mi facese un’pò di chiarezze,sopratutto come investire e conservare ii capitale.Grazie

  147. Direi che ci siamo capiti! Questo tuo intervento mi è piaciuto molto devo dire…E per la verità le obbligazioni governative a medio termine dopo la lettura di quell’intervento ho cominciato a guardarle anche io…;)Le scommesse sono belle, ma in quanto tali possono essere fatte solo su una piccola parte del capitale…nelle scommesse vere e proprie, infatti, accettiamo un investimento ” a fondo perduto” a fronte di una bassa o bassissima probabilità di vincita. Talvolta questa probabilità cresce (ad es., la scommessa su un singolo risultato sportivo: 1X2), ma sappiamo bene che questo rende meno attraente la scommessa. E’ il concetto di rischio trasposto alle scommesse sportive (o al lotto, o ad altre ancora): un “evento raro” (un premio al rischio enorme) merita l’investimento di pochissimi spiccioli, oppure di un sistemone (ma finanziato da tante persone) che spalmi il rischio, e il relativo onere, su molti…Nell’investimento finanziario il rischio talvolta è molto grande, ma c’è un altro rischio che si somma: il rischio di non percepire tale rischio! E questo – se si verifica – è molto pericoloso in quanto un rischio consapevole è gestibile con una corretta strategia (come la tua ad es.), mentre un rischio non percepito può dar luogo a catastrofi….Bene, mi sembra che alla fine il nostro scambio di battute sia stato più che produttivo. Spero anche per tutti gli altri partecipanti al blog che, magari, avranno osservati divertiti il nostro botta e risposta….A presto!

  148. ohibò pensavo che il problema dello storpiamento del tuo nick fosse dovuto alla @ mentre il problema è che il tuo nick è Faustito e non Faustino!Sorry Faustito, ho una certa età e la mia vista non è più quella di un tempo… non c’era malizia nella “storpiatura” che comunque non aveva nulla di offensivo o di proditorio nei tuoi confronti…In merito alle tematiche di questo blog, non sono io che le decido ma una cosa è certa quando leggo banalità e concetti convenzionali io intervengo e bastono. Se gli autori non gradiscono possono bannarmi in qualsiasi momento, mentre i lettori possono mandarmi a quel paese quando vogliono, non cerco approvazione o solidarietà.Però credo nello spirito di questo blog, condividere le proprie conoscenze ed esperienze per aiutarsi a vicenda.E credo che implicitamente ci credi anche tu altrimenti cade il senso del tuo primo intervento.In merito alla Grecia, non ho mai negato il rischio dell’operazione. E’ stata una scommessa. Una scommessa vinta.Immagino che un laureato in statistica sia consapevole che ogni mattina che mette i piedi fuori casa, fa una scommessa implicita di poterli rimettere in casa alla sera. In qualsiasi cosa che facciamo è insito il rischio, ci mancherebbe non ci fosse nella finanza.Tutto sta nel capacità di vedere il rischio e di saperlo pesare, a mio avviso in quella congiuntura il rischio che la Grecia non fosse salvata c’era ma era relativamente basso e soprattutto il premio pagava più del rischio. Forse sono stato fortunato…In verità in quel frangente quello che ho sottostimato non è stato il rischio bensì il premio che è risultato essere ampiamente maggiore le più rosee aspettative. In effetti sono stato fortunato non tanto sull’esito ma sul risultato.

  149. Ti lascio l’ultima parola in merito alla polemica in corso. Vedo che ti piace provocare, tant’è vero che continui a chiamarmi con un altro nome!Quale sia lo spirito, a me questa cosa mi diverte! E se un blog è anche divertente, lo si frequenta più volentieri!Ho trovato molto utili i consigli alle notizie che linki, e che avevo già letto. Ma non credo che indicazioni più tradizionali come quelle da me date nei messaggi precedenti possano essere definiti consigli, piuttosto che verità assolute. Semplicemente, si commentavano caratteristiche auspicabili di talune forme di investimento. Una cosa che constato su questo blog è una certa tendenza a voler capire come ci si dovrebbe arricchire durante le crisi. Ma mi chiedo: parlare di concetti più tradizionali e facilmente comprensibili da tutti fa cosi male? Personalmente sono laureato in statistica attuariale – indirizzo finanziario, quindi digerisco facilmente certi concetti. Ma mi chiedo: crediamo che sia cosi per tutti? La risposta credo sia negativa. I concetti che ho stressato li reputo facilmente digeribili da tutti. Non credo di poter dire lo stesso di tutti i commenti e le notizie che ho letto.Un ultima domanda, provocatoria: cosa sarebbe successo al tuo fiore all’occhiello se mentre cercavi di speculare sull’andamento del prezzo del bond greco (come poi sei riuscito a fare) la grecia fosse andata in default? E’ chiaro il concetto di rischio in quello che si racconta, oppure si ha la sensazione che stiamo facendo arbitraggi?Per favore non mi dire che è una domanda retorica, o che comunque tu sei rimasto esposto solo poche ore…l’Argentina è fallita, e tanta gente si è trovata con un sacco di carta straccia in mano…

  150. Ciao F@ustino, chiamami come meglio credi, non è problema. Constato che continui a sforzarti di non capire quello che ti scrivo e dunque ogni tentativo di spiegarti il senso delle mie parole sarebbe sterile.Detto ciò non mi attribuire modalità che non mi appartengono. Non mi sento sicuro di nulla, tantè che non ho mai comunicato il mio portafoglio… Me lo hai chiesto e ti ho detto i principali titoli su cui ora sto operando. Ma da questo punto di vista mi unisco al tuo appello, non seguitelo è un portafoglio che va gestito e curato giornalmente con acquisti e vendite anche più volte lo stesso giorno. E’ cucito su misura sulla mia strategia di trading, per cui statene tutti alla larga! risulterebbe indigesto a chiunque altro, sia più esperto che meno esperto di me.In merito ai tuoi consigli, se tali non sono, dimmi tu come definire le numerose affermazioni che hai fatto nei tuoi precedenti commenti… Giudizi oggettivi, valutazioni certe o verità assolute?alla prossima, ciaops: una precisazione che forse non ti dovrei dare io, essendo un semplice lettore/commentatore, ma che forse può aiutarti a fare luce sul senso dei miei interventi: lo spirito di questo blog è quello di aiutarsi a vicenda.

  151. Ciao Santei (visto che mi chiami Faustino…;), in bocca al lupo a te, che ti diverti molto con la volatilità…la volatilità solitamente fa brutte sorprese…non so quanto ti convenga sentirti cosi sicuro di quelli che ti sembrano “arbitraggi” e arbitraggi non sono!Se fossi stato attento anche tu ti saresti infatti accorto:1) che non ho consigliato nulla a nessuno2) che la mia critica era sul singolo articolo, non sugli altri che citi, che ho letto e che ritengo ben scritti!Quindi ti trovo un pò distratto…ma okkio perchè la distrazione sui mercati gioca brutti scherzi….;)

  152. Ciao Faustino,veramente non avevo dubbi sul tuo portafoglino ;) Un consiglio: prima di dare consigli un po’ obsoleti verifica il livello di discussione della comunità a cui ti rivolgi.Questi alcuni dei post che potrebbero esserti d’aiuto, sebbene sono discussioni che Crisi Finanziaria ha affrontato qualche anno fa:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2009/04/10/investire-trading-oro-guadagno-risparmio-guadagnare-opinioni.htmlhttp://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2009/11/23/etf-etc-oro-quotazione-investire-risparmio-gold-commissioni.htmlIl mio portafoglio in etf per intero non me lo ricordo comunque quelli che mi ricordo ora sono:lbulloilxbrmibbxxloilsugarlngasindiataglia minima 5mila euro e taglia massima 20mila a prodotto. Per alcuni guadagno oltre l’80% e per altri perdo oltre il 60%, ma il bilancio complessivo è positivo dato che siamo attorno al 40% in poco più di un anno.Ma il vero fiore all’occhielo sono stati i titoli obbligazionari greci con scadenza 2019 al 6%, comprati 20mila a 68 e rivenduti a 86 nell’arco di un week-end.E di questo somma gratitudine e fedeltà va a questo blog e ai suoi animatori.In bocca al lupo per i tuoi investimenti Faustino, ciao

  153. Non c’è solo un tema di rendimento, ma direi anche un tema di stabilità del portafoglio…comunque se devo andare in giro a comprare terreni agricoli o lingotti d’oro, sto meglio coi miei etf…;)Scusa per curiosità: il tuo di portafoglio a breve/medio/lungo qual’è?Io a medio ho un immobile, e il 6% della mia retribuzione (+4% azienda, +6.7% TFR) nel mio fondo pensione, che grazie alla scelta linea e agli switch rende il 12% medio l’anno dal 2003….a cui si aggiunge il risparmio fiscale da deduzione dei contributi miei e dell’azienda che – spannometricamente – è pari al 43% (mia marginale IRPEF) * circa la metà dei contributi investiti = 21.5%….Se vogliamo fare il festival dei soliti discorsi, qualcuno ora dica che i fondi pensione non convengono, che è meglio tenersi il TFR…questo “solito discorso” l’ho sentito 100 mila volte ed è SBAGLIATO! I “soliti discorsi” si suddividono in veri e falsi…fino a prova contraria!Ciao a tutti!Credo di aver risposto ai tuoi dubbi Sampei! ;)

  154. A Faustino… vieni qua a scrivere i soliti discorsi e poi guardo il tuo portafoglio ed è più minimalista di un certificato delle poste italiane… l’unico su cui hai un guadagno significativo è l’oro… Crisi Finanziaria lo consiglia da circa due anni e tu ti sei deciso un mese fa a investirci sopra, meglio tardi che mai… ma almeno abbi l’umiltà di riconoscerlo…

  155. Trovo che l’articolo non dica nulla…abbiate pazienza, ma è la cruda verità…L’economia non è prevedibile, ma la diversificazione del portafoglio è una sacrosanta necessità. La decorrelazione tra più titoli di un portafoglio consente di diluire il rischio minimizzando le possibilità di perdita connesse appunto all’incertezza (certo che l’economia è incerta! Ed è connessa alla finanza, come tristemente questa crisi ci ricorda…). Se poi si punta su investimenti che già di per sè sono diversificati, come gli ETF anziché le singole azioni, è ancora meglio. Difatti acquistare l’indice MSCI World è molto meno rischioso che andare a comprare qualche azioneì qua e là in giro per il mondo. E si badi bene che non viene solo compattato il rischio di oscillazione del valore del titolo, ma anche minimizzato l’effetto del rischio default (un conto è che perda tutto perché fallisce una società di cui ho comprato azioni, un conto è che fallisca una società all’interno di un paniere di società contenute in un indice).Ah, un’ultima cosa fondamentale: in un ETF posso mettere pochi spiccioli. Vi chiedo: con quei pochi spiccioli potreste mai comprare le centinaia di titoli che compongono l’indice che l’ETF va a replicare? La risposta è NO! Ecco perchè gli ETF hanno un successo mondiale e crescente…e si badi bene, NON SONO UN DERIVATO, somigliano semmai in tutto e per tutto alle azioni, sul cui stesso mercato vengono scambiati…Detto ciò, prima di dire se un consiglio è “buono” o meno, bisognerebbe studiare un pò. Cosa che a nessuno va: molto più facile dire se un consiglio “ci piace” a pelle…se facciamo lo stesso con chi ci consiglia un investimento, è la fine…qui la pancia non conta nulla (o meglio, è quella che fa crollare le borse, vendere quando bisognerebbe comprare e viceversa, rendendoci più poveri).Detto ciò, ecco il mio portafoglio: per favore non imitatelo! Non è migliore o peggiore di nessun altro, semplicemente è quello che ho reputato più opportuno per me, e in un orizzonte temporale (se non definiamo un orizzonte, non ha senso parlare di investimento) di breve periodo (ca. 1 anno). Come potrete notare, investo pochi spiccioli (quelli ho), ma mi rendono. Il portafoglio è stato costituito circa 1 mese fa.Etc Etfs Corn CTV MERCATO 1.493,25 +4,93% Etc Etfs Gold CTV MERCATO 1.327,00 +12,25% Etf Lyxor Commodity CTV MERCATO 1.393,70 -1,18% Etf Is Msci Japan CTV MERCATO 1.037,40 +2,11% Le logiche utilizzate sono le seguenti: l’azionario europeo e americano affrontano una fase laterale molto forte e incerta. Preferito il Giappone, che ha lasciato sul terreno quanto i listini europei e americani ma più tardi, e sta recuperando con più lentezza e più continuità. Affianco, materie prime, sia attraverso un indice globale (Lyxor Commodity), sia attraverso il grano (che assieme al frumento stanno performando bene nel 2010), sia infine attraverso l’oro, principale bene rifugio che rende piuttosto bene come vedete. Ah: non c’è bisogno di comprarsi i lingotti, c’è l’ETF…;)

  156. @ giancarlo ha scritto martedì, 04 maggio 2010Ciao Giancarlo,ti consiglio di differenziare i tuoi investimenti mettendo in portafoglio anche oro e obbligazioni governative doppia e tripla A.In questo modo sarai maggiormente tutelato anche in caso di svalutazione dell’euro e/o forte inflazione grazie all’oro, mentre le obbligazioni ti consentiranno di avere una rendita sicura e maggiore rispetto gli interessi di conti di deposito e pronti contro termine.ps: sostieni la nostra iniziativa segnalando questo blog ad altri, più siamo e più possiamo aiutarci a vicenda :)

  157. Io o’ pensato di mettere i miei risparmi in btp decennali mi sembrava un buon investimento e fino ad ora lo e’ stato ora non ne sono più’ sicuro nonostante che per ora un defolt dello stato non e’ ancora proprio e si spera imminente visto e considerato che gli italiani e’un popolo di risparmiatori. Fanrob92

  158. salve a tutti io vorrei investire 100.00 euro chiaramente differenziando e impiegando sia nel mercato finanziario che nel mercato reale cioè oltre ad azioni obligazioni e titoli di stato anche in immobili oro e gioielli avrei bisogno di consigli reali su dove impiegare questi risparmi al momento avrei bisogno di fonti su cui basare la mia ricerca e magari approfondire..non ho interesse ad avere un rendimento a breve termine l’importante è che sia un buon impiego differenziato a lungo termine sapete per caso aiutarmi o indirizzarmi verso siti o blog dove posso trovare risposte?

  159. determinante avere la necessaria conoscenza per evitare danni, appunto posseggo circa 30000 euro con i fondi lussemburghesi classe r di fideuram basso medio alto rischio come migliorare e rassicurare gli investimenti grazie per i consigli

  160. Bene David, vedo che hai operato cercando anche una ragionevole tutela. Questo mi tranquillizza e ti auguro che l’investimento rispecchi le attese.Tienici aggiornati sugli sviluppi che se le cose non vanno come previsto li martelliamo ben bene.In bocca al lupo per tutto caro David, ciaops: sostieni anche tu la nostra iniziativa segnalando questo blog ad altri, più siamo e più possiamo aiutarci l’un l’altro :)

  161. Jack ti ringrazio per la risposta.Sinceramente ho fatto questa scelòta perchè dietro la loro proposta ho trovato una fideiussione bancaria per il rendimento ed una di Confidi per l’ intero importo.Come dire, la banca è una società che non può fallire da quello che so…La Confidi emette fideiussioni da una vita, insomma aldilà del sito la sostanza mi è sembrata buona.Jack Montezuma ha scritto sabato, 24 aprile 2010: “Cribbio David!fai attenzione all’operazione, ho dato un’occhiata al loro sito… molte belle chiacchiere ma poca sostanza, tutto fumo e niente arrosto, sento odor di fregatura.Stai in guardia, quello che promettono sa di mondo delle fiabe”

  162. si semrpe gli stessi titoli..ma te neanche te ne accorgi..l’unico tuo pensiero è di dareogni tanto un’occhiatina per vedere come sono al momento per vedere quando metere magari quei 50 euro in più..poi fa tutto da se..tu sai cheogni mese la banca si trattiene i soldi da te decisi..il resto fa tutto da se.. i titoli sono sempre gli stessi..per qaundo riguarda su che tipo di azioni o fondi investire con il tuo consulente in banca fia un test sul qualeemerge il rischio che ti puoi assumere e da li decidi su cosa incestire..l’unica cosa da fare è dimenticarsi di averli investiti…questo perchè nel momento in cui scendono tutti siamo tentati di andare in banca e dire ok chiudi e prendere quel che c’è rimasto e no c’è cosa più sbagliata da fare..io per il momento ci sto guadagnando qualcosina..

  163. Diciamo che si chiamano PAC (Piano di Accumulo di Capitale)….. in effetti in teoria non male come idea….Ma non ho capito mai capito in pratica come funzionano… cioè bisogna acquistare gli stessi eventuali titili in calo…opp anche di differenti…?? Ma parliamo di fondi comuni o singole azioni?…Crisi Finanziaria…mi aiuti a capire?

  164. salve a tutti, per le piccole somme io mi sono recato presso una banca di credito coperativo che come si sa concentra la sua attenzione sul piccolo consumatore. Essendo un po’ informato e conoscendo un po’ le persone che lavorano nella filiale abbiamo aperto un PACK..per i piccoli risparmiatori questa forse è la scelta migliore..cerco di spiegarmi meglio..ogni mese investiamo 50 o 100 o 150 euro in base a quello che possiamo mettere (il mio consiglio è : se posso investire 100 metto 50 euro e poi vi spiego il perchè) è ogni mese aquistiamo quote di azioni..questo ci consente di stare al passo con il mercato..perchè??..supponiamo che io questo mese investa 50 euro e compro 3 quote di azione..se il mese prossimo il mercato va giù con gli stessi 50 euro io aquiesterò 5 quote di azioni e così via…nel momento in cui il mercato si rialza, anche leggermente, io avrò molte più azioni avendo però investito sempre la stessa cifra..ovvio è che questo va fatto per il medio lungo periodo…questa soluzione è molto meglio che investire tutto il capitale che invece con gli alti e bassi del mecato andrebbe praticamente perso..tornando al perchè 50 euro se posso metterne 100..quello che secondo me è meglio fare è mettere 50 dei 100 euro e quei 50 metterli in una busta..nel momento di ribassamento del mercato anche se pare una follia bisogna investire qui 50 euro al mese messi nella bustina ovviamente senza esagerare per aumentare le quote si azioni acquistate a basso prezzo..praticamente come ci fosserò i saldi…voi che ne dite???

  165. Cribbio David!fai attenzione all’operazione, ho dato un’occhiata al loro sito… molte belle chiacchiere ma poca sostanza, tutto fumo e niente arrosto, sento odor di fregatura.Stai in guardia, quello che promettono sa di mondo delle fiabe

  166. io credo che sia difficile dare consigli… posso esprime pareri personali, di come io esprimo la mia economia.premetto che sono molto interessato alla finanza.prima di un grande (non in termini di importo, ma in termini di efficienza)investimento, bisogna chiedersi che soggetto economico siamo.io sono un risparmiatore attento ai consumi, badate ho detto attento ai consumi.il primo passo per essere un ottimo risparmiatore è quello di valorizzare la moneta nelle nostre tasche….ora passo agli esempi.usare l’autobusscegliere mete turistiche considerando tutte le opportunità di risparmiofare acquisti con l’idea di lungo periodo..questi sono solo esempi, che però io definisco investimenti.in questo modo il mio denaro ha acquisito interesse….e non da banche o da investimenti di alcun tipo.. ma dalla mia oculatezza.la seconda faseè quella di scegliero investimenti a rischio zeroe mi riferisco a CONTO ARANCIO E CHE BANCA!perciò………………..PRIMA DI PENSARE AD UN BUON INVESTIMENTO PENSATE A COME SPENDETE I VOSTRI SOLDI, CON PIù ATTENZIONE SARETE VOI STESSI LA BANCA DEI VOSTRI SOLDI….UN SALUTO A TUTTI FEDERICO.

  167. Ho investito 24000,00 € con la società Kilowatteuro, mi hanno garantito un tasso del 8,40 l’ anno, è secondo voi una buona soluzione ?Grazie

  168. Il criminalisssimo incravattato **** ( che per lui dovrebbe essere in manette, e non ) Libero, e’ un deficiente idiota incapace in tutto. Nel gennaio 2009 gli diedi 80.000 euro da gestire, susati a lavare i piatti ( anche) da quando avevo 14 anni. A fine anno me ne ridiede 66.000 col mercato che e’ salito del 30 per cento. Mi fece andare short di Dow Jones nell`aprile 2009, e da li il mercato volo`. Mi fece andare short di euro, e l`euro schizzo`in su. Mi fece poi ancora andare short, a inizio novembre 2009 ( prima che se ne andasse in Brasile, criminalissimo****, a riciclare un po’ di danari della Ndrangheta, come lo stesso sempre fa), prima che i mercati volassero un’altra volta. Risultato? Nel 2009 mi fece perdere il 30 per cento dei miei risparmi, mentre tutti han guadagnato almeno il 70 per cento, in un anno del genere. ——————Moderatore CFMi spiace Tina, nel nostro blog ognuno è libero di esprimere la propria opinione, ma senza insulti e nel rispetto della privacy altrui.Non abbiamo motivo di pensare che il tuo racconto sia falso o in malafede, tuttavia non abbiamo i mezzi per verificarne la veridicità.Per cui siamo costretti ad oscurarlo, rimanendo comunque disponibili a pubblicare la tua testimonianza nel rispetto dell’anonimato delle altre persone e senza contenuti volgari ed offensivi.

  169. Per cifre inferiori a mille euro ti consiglio i conti di deposito. Non rendono come le obbligazioni ma l’importo non giustifica l’impegno per farsi una cultura minima sulle obbligazioni.Se invece hai a disposizione più di 1.000 allora le obbligazioni vanno benissimo. Ti consiglio di utilizzare come banca per operare sulle obbligazioni la Fineco, ti da la possibilità di investire su migliaia di obbligazioni e senza nessun costo d’ordine, solo la commissione sul transato che è dello 0,19%, sono le commissioni fra le più basse in Italia e il peso sull’investimento è del tutto trascurabile.Tieni conto infine che comprare obbligazioni con scadenza 10 anni non significa attendere 10 anni prima di avere indietro i soldi, come in qualsiasi momento le puoi comprare, altrettanto le puoi vendere.

  170. …e per le piccole somme …come ci muoviamo… ehehe…Qui sta il problema..!!Ovviamente piccole somme piccolo rendimendo… ma che non sia la cifra per una serata con la famiglia in pizzeria…Inoltre da poterlo smobilizzare in breve periodo…10 anni magari son troppi per i tempi che corrono…la liquidità è importante..Grazie a tutti…

  171. Ciao Salvo, hai inquadrato il problema eccellentemente.Unica cosa sugli obbligazionari non è vero che gli interessi sono bassi. Occorre saperli scegliere bene e al momento giusto. Puoi ottenere interessi annuali dall’1% sino a oltre il 10%.Ora senza andare su obbligazioni high-yeld, puoi acquistare obbligazioni a 10 anni con interessi al 4% e rating A. Niente male se leggi cosa vogliono far patire Poste Italiane a Nicola per un 3% nemmeno garantito…Inoltre CF si riferisce a obbligazioni sia italiane che estere. Personalmente io mi orienterei più su quelle estere, più che altro per una questione di differenziazione dal rischio patrio.Su questo post puoi approfondire meglio il tema obbligazioni high-yeld:http://crisi-finanziaria.myblog.it/archive/2009/12/09/credit-default-rating-investimenti-obbligazioni-alto-rischio.htmlciao

  172. x l’autore Crisi Finanziaria…Interessato e alla ricerca di prodotti finanziari, trovo il tuo link….ed eccomi..Ho letto i tuoi consigli riguardo il commento di Nicola…sulla suddivisione e differenziazione del capitale…molto interessante e ben spiegato.Conti di depositi, si può andare, ma non tutte le banche danno un 2% netto;le Obbligaz governative “ho letto”, ma non verificato, che non danno tassi alti e diciamo che per il debito pubblico che abbiamo….non le consigliano un granchè;Btp indicizzati all’inflazione italiana e non a quella europea(prodotti finanziari, per intenderci) un buon stumento considerata l’inflazione, ma sempre per somme modeste.Certificati sono un buon prodotto…ma visto le ritenute fiscali allora meglio le obbligazioni(in base ai tassi).Però ovviamente la tua risposta è legata ad un certo ammontare…vedi le 65.000.Ma chi ha delle somme risibili…che so’… dalle 5 mila ai 15 mila euro, credo che la difficoltà di trovare una sistemazione si complichi un pò..proprio per le somme piuttosto basse…o mi sbaglio!??Lei cosa si sentirebbe di consigliarcimi ?? Nell’attesa di una Sua attentapuntigliosa risposta Le auguro buona pasqua ..!!Migliori riguardiSalvo Pr.

  173. Grazie di avere risposto!Effettivamente suddividere in moduli da 20.000 è un’ottima idea… Comunque, sempre di competenza delle poste (persevero!…) mi si prospetta (pare) un buon investimento… si chiama Terra, e fornisce un netto abbastanza soddisfacente, più un eventuale premio al termine… (il capitale è vincolato)… Valuterò!… Grazie ancora comunque, e buon lavoro al redattore… Questa sì che è Rete… Ciao!…

  174. Caro Nicola, innanzitutto complimenti per la vendita immobiliare. Spero tu abbia fatto un buon affare, nell’attuale congiuntura non è per nulla facile. Quest’anno sarà ancora duro per il mattone, ma si inizia a intravedere la luce alla fine del tunnel.Il rendimento che ti viene prospettato da poste italiane è bassino ma soprattutto non è garantito pur garantendo il capitale.Io ti consiglio di guardarti attorno perchè esistono prodotti altrettanto “sicuri” e con rendimenti più interessanti e certi.Mi riferisco a obbligazioni governative nazionali ed estere, conti di deposito (nel tempo gli interessi bancari aumenteranno mentre mi sembra di capire che quelli di poste italiane sono fissi, basta suddividere la liquidità allocata su più banche e tenere in ciascuno non più di 20 mila euro), certificati, assicurazioni e prodotti finanziari legati all’inflazione (si prevede che nei prossimi anni aumenterà, e anche se non accadrà avrai i tuoi risparmi comunque difesi dalla svalutazione), etc etc.Il segreto è informarsi, differenziare e controbilanciare sempre gli investimenti cercando di rimanere aggiornati su tendenze e ciclo economico in corso :)

  175. Amico Nicola, stai alla larga dagli imbrogli di poste italiani hanno rendimenti bassissimi, con che coraggio propongono certi bidoni… bahValerio ha ragione sul fatto che le obbligazioni ti garantiscono guadagni maggiori, Certo, occorre conoscere bene il meccanismo delle obbligazioni, degli emittenti, degli interessi e del prezzo di mercato.Ma questa comunità serve proprio per migliorare le conoscenze finanziaria di ciascuno di noi e dunque perchè non approfittarne ;)

  176. Giusto Valerio, caro Nicola sono d’accordo al 100% con Valerio. Stai lontano da questi prodotti di poste italiane. A parità di affidabilità qualsiasi cosa rende di più dei loro prodotti anche i buoni del tesoro italiani.

  177. Ciao Nicola,dipende da cosa hai intenzione di fare, se ti basta un rendimento garantito del 3% ti consiglio di aprire un conto deposito rendimax.Il fondo interbancario garantisce fino a 103 mila euro per correntista.Se invece vuoi rischiare di piu, mercato obbligazionario ma devi possedere un po di conoscenza dello stesso.Sempre a mio giudizio lascia perdere le poste.

  178. Un saluto grato all’autore di questo e degli altri post in archivio (che sto leggendo in questi giorni, per farmi un’idea, dovendo scegliere dove collocare un piccolo capitale). Mi sfugge però il nesso pratico di questo post. Mi sfugge ovviamente perché sono (consapevolmente) incompetente e, anche dopo aver letto parecchie pagine del blog e altrove, non riesco a trovare la soluzione.Semplifico, portando il mio esempio, che credo possa rappresentare le esigenze di molti. Ho appena venduto un immobile. Piccolo capitale: 65.000 euro. Vorrei depositarli in modo da non vedermeli svalutare tra qualche anno; ottenendo anche una piccola rendita. Sicura. Scelgo, come scrive l’autore del post, una via sicura. Per questo vado da poste italiane. Mi vengono consigliati i buoni Premia, da una agente commerciale (di cui non mi fido, ovviamente.) Buoni premia che, dice, renderebbero circa il 3% annuo, fatti i dovuti calcoli. “Se tutto va bene…” Rendimento non garantito (il fisso garantito è risibile), capitale invece garantito. I buoni ordinari mi vengono sconsigliati: non è difficile capire il motivo (leggo le rendite fisse, sbadiglio)Quello dei buoni di poste italiane (parlo sempre dei buoni premia, quelli ordinari li escludo) è un deposito sicuro. Il rendimento non è invece assicurato. Che fare? Non riesco a farmi un’idea… Tutti gli altri sistemi – conto arancio, che banca!, iwbank etc – assicurano un rendimento fisso, ma – alla resa dei conti -, diciamo pure che non garantiscono sufficientemente il deposito. (Fondo interbancario = una pantomima; tempi di restituzione in caso di crack incerti, intendo per un capitale superiore ai 20.000 euro).Insomma, aspetto i “futuri post”, ma se, cortesemente (davvero cortesemente), l’autore potesse concedere un’anteprima a chi come me deve scegliere (relativamente) in fretta il luogo dove depositare, gliene sarei doppiamente grato. Doppiamente perché penso che questo blog sia una lodevole forma di resistenza al potere, disinformante e privo di cautele, di certi soggetti bancari… Forse più di doppiamente… be’, grazie ancora, salutoNicola

  179. seguo i consigli di Crisi Finanziaria e di alcuni suoi commentatori da un paio di mesi e mi sono trovata sempre bene. Persone competenti e serie. Complimenti a tutti, vi linko sempre

  180. certo che non è facile per chi non è un esperto d’economia seguire le indicazioni di questo post, seguendovi spero col tempo di riuscirci anche io. grazielinkati ovunque dove possibile :)

  181. A me piace molto la suddivisione del risparmio di Giancarlo, in particolare mi attira molto quel 40% in terreno agricolo, magari al confine con aree abitate.Che ne pensate?E quanto si paga di tasse sui terreni agricoli?PS: articolo interessantissimo, complimenti

  182. qualche idea…..40% in terreno agricolo (non immobili)….10% liquidi in casa (non in banca)…..20% oro fisico……15% liquido in banca….15% azioni (possibilmente selezionate singoli titoli)…..essendo ignorante in materia butto li una piccola provocazione per stimolare la discussione….cordiali saluti.

  183. Questo articolo sarà il mio faro per gli investimenti di quest’anno e seguenti. Veramente molto utile ed illuminante. grazielinkato sul mio facebook :)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>